Yacht Club Alghero, corsi di vela estivi

ALGHERO – Lo Yacht Club Alghero organizza i tradizionali Corsi di Vela estivi per l’avvicinamento alla disciplina , una attività che svolge con successo fin dal 1964. Al momento la storica scuola vela Algherese è l’unica nel Nord Ovest della Sardegna che, dopo la fine dei corsi di vela estivi, offre un programma per continuare l’attività anche durante i mesi invernali.

Dopo un 2018 da primati per numero di iscritti e per importanti successi a livello agonistico ottenuti, il  direttivo dello Yacht Club Alghero ha fissato dei nuovi obiettivi: incrementare l’attività velica e didattica con maggiore attenzione alla formazione dei bambini fra i 6 e i 17 anni, avvalendosi della collaborazione di qualificati istruttori federali.Il primo ciclo di lezioni prenderà il via il prossimo 24 Giugno. Le lezioni si svolgono in aula per la parte teorica e, in mare, con utilizzo di barche scuola e barche specifiche per bambini più piccoli, per la parte pratica. Il corso ha la durata di dieci giorni distribuiti su due settimane, dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00. Sono previsti dopo la prima fase di formazione,dei corsi di livello intermedio e  avanzato.

Per i nostri allievi afferma il responsabile della scuola di vela Marco Badessi il mare è visto come un campo di gioco dove far prevalere le proprie abilità ed esperienze maturate per vincere una regata, ma crescendo scopriranno che la vela non è solo uno sport ma anche uno stile di vita in piena sintonia con l’ambiente che ci circonda.Infatti proprio da quest’anno,all’interno del programma didattico in collaborazione con diversi enti saranno presenti dei laboratori dedicati alla conoscenza del mare e sulla storia della navigazione a vela. Per le informazioni sulle lezioni e sulla attività agonistica del club si può prendere contatto tramite la segreteria dello Yacht Club Alghero al numero 079/952074 oppure contattare il 3927953889.www.yachtclubalghero.com

S.I.

Rally, si doveva e si deve fare di più

ALGHERO – Ancora non è deciso nulla. C’è solo una certezza: il Mondiale di Rally resterà per altri tre anni in Italia e nello specifico in Sardegna. Sono anni, oramai, che dopo ogni edizione si scatenano le voci sul probabile o addirittura certo abbandono della gara da Alghero per Olbia. Ma, come sanno tutti, ciò che conta, oltre i denari messi sul tavolo (in questo caso tanti da parte del Sindaco Nizzi), è anche il volere dei team. E questi preferiscono la Riviera del Corallo. Può bastare? Certamente no.

Però è un importante ostacolo per chi vuole riportare in Gallura la sede della tappa sarda del rally. Il fatto è questo: il nuovo contratto triennale è molto più oneroso. Circa 1milione di più all’anno. Ciò a seguito dell’affacciarsi sul mercato di paesi emergenti pronti a mettere montagne di soldi sul tavolo del Wrc. Per questo i vertici globali della corsa chiedono maggiori risorse e garanzie nonostante l’impegno dell’Aci a volere ascoltare più i team che altro.

Per adesso Olbia pare essere più avanti di Alghero, ma ancora la partita si deve giocare e in questo contano molto (per non dire che sono determinanti) i vertici regionali. D’altra parte non si può omettere che il centro catalano avrebbe dovuto fare molto di più in questi anni. Una città, o meglio un territorio, che ospita un evento mondiale non può non modificare (almeno per un mese) alcuni aspetti al fine di adattarli totalmente alla corsa iridata. Così non è stato.

Anzi. Ci sono stati freni, più o meno velati, e perfino reiterate proteste per il rumore delle auto e per la non adeguata (questo è vero) gestione della pulizia post-evento. Inoltre ci sarebbe dovuta essere (e questo vale un po’ per tutto in questi anni) una maggiore sinergia tra pubblico e privato da parte, magari, della Fondazione Meta in raccordo con le associazioni di categoria. Insomma si doveva e si deve fare di più se vogliamo che il Rally resti ad Alghero.

Nella foto il rally ad Alghero

S.I.

Mondiale Rally, vince Dani Sordo

ALGHERO – Dani Sordo vince la tappa italiana che si svolge in Sardegna del Mondiale di Rally. Il pilota della Hyundai ha battuto la “truppa” di scandinavi andando a festeggiare col classico bagno nel porto di Alghero. Questi i primi tre con i tempi realizzati: : 1) Dani Sordo-Carlos Del Barrio (Spa, Hyundai i20 Coupe) in 3h32’27″2; 2) Teemu Suninen-Jarmo Lehtinen (Fin, Ford Fiesta) a 13″7; 3) Andreas Mikkelsen-Anders Jaeger-Synnevaag (Nor, Hyundai i20 Coupe) a 32″6

Sport e Salute, Opes dai Riformatori

ALGHERO – “Il 12 aprile scorso abbiamo promosso il seminario “Sport e Salute” nel quale abbiamo parlato degli effetti fiscali e gestionali che la riforma del Terzo Settore ha avuto in Sardegna”. Cosi Gianni Sau il presidente di Opes Sardegna.

“Il seminario da noi promosso ha stimolato la creatività e la partecipazione di molte realtà, i partecipanti infatti hanno affrontato la complicata sfida di ideare soluzioni gestionali e fiscali, capaci di razionalizzare le già esigue risorse per migliorare la rete di collegamenti, ottimizzando quello che è il nostro progetto di Cultura dello Sport. Il nostro Ente di Promozione Sportiva si è posto sin da subito al centro di un progetto generale di Turismo sportivo avviato già nel 2015 e ponendo le sue basi in occasione del Turisport 2018. Dall’incontro sono emersi alcuni appuntamenti in diverse città dell’isola, tra le quali Alghero”.

“Con i ragazzi del Servizio Civile Universale stiamo ultimando uno studio per il progetto “a scuola con lo sport”, che non significa soltanto portare lo sport dentro le scuole, ma incrementare in primis le dinamiche didattiche che vedono utilizzare la motoria come coadiuvante dello studio. In secondo luogo vorremo far in modo di ampliare l’offerta formativa all’interno delle Associazioni, promuovendo una serie di corsi rivolti ai Dirigenti ed ai Manager sportivi“.

“Dallo studio su Alghero emerge che la città gode di ottima salute relativamente all’attività sportiva praticata, questo lo si sapeva da tempo: Alghero è la città dello sport. In città esistono ad oggi 127 ASD regolarmente iscritte al registro CONI con 1553 tesserati (agonisti) e 2783 (praticanti) per un totale di 4336 persone regolarmente tesserate con ENTI di Promozione o Federazioni Sportive. Un altro dato che emerge è che il Rugby e il Tennis hanno il maggior numero di tesserati Federali, mentre il Ballo ed il Calcio hanno il maggior numero di tesserati presso gli ENTI di Promozione”.

“Il dato allarmante è che la maggior parte delle ASD Algheresi non risultano essere regolarmente iscritte all’Albo regionale delle Società Sportive (di recente istituzione) e di queste solo una minima parte (26) potrà godere direttamente dei benefici della legge regionale n. 17/1999. “L’iscrizione all’albo regionale delle Società e delle Associazioni sportive è condizione necessaria per usufruire dei benefici della legge regionale n. 17/1999. I dati inseriti al momento della prima iscrizione devono essere aggiornati annualmente. La procedura e la modulistica per l’iscrizione all’Albo sono state approvate dalla Giunta Regionale con la Deliberazione n. 49/34 del 7 dicembre 2011”.

“Parteciperemo all’evento fissato per mercoledi 5 giugno ore 18,00 presso la sede dei Riformatori in Via Verdi ad Alghero dove proveremo a spiegare quanto sia importante per le Associazioni locali stare al passo con i tempi e ci mettiamo al loro fianco per provare ad accompagnarle in un percorso di crescita. Vi ringrazio anticipatamente per poter prestare la massima visibilità a quanto sopra: Sport e la Salute viaggiano di pari passo! Rimango a completa disposizione e porgo cordiali saluti”.

Nella foto a destra Gianni Sau

S.I.

Cagliari, domenica saluto alla squadra contro l’Udinese

CAGLIARI – Una stagione da incorniciare per il Cagliari. Una salvezza tranquilla, raggiunta con tranquillità e mettendo in luce un buon calcio. 41 punti in classifica quando mancano solo 90 minuti alla fine di un campionato i cui frutti, forse, si vedranno soprattutto il prossimo anno.

La stagione è positiva e abbiamo ottenuto il risultato con grande anticipoha spiegato il tecnico Rolando MaranAbbiamo superato i momenti di difficoltà con grande coesione e anima e questo rende l’annata ancora più bella”. E una delle chiavi di lettura della fantastica stagione del Cagliari è proprio la bravura del mestierante tecnico trentino. Arrivato lo scorso giugno, dopo essere stato esonerato ad aprile 2018 dal Chievo, ha avuto tutta l’estate per plasmare la sua squadra, per mettere a punto i meccanismi, per oliare gli ingranaggi. Dalla sua ha avut anche una società capace di creare una rosa di assoluto livello.

In porta Alessio Cragno è senza dubbio una delle sorprese di questa serie A. Dopo i prestiti a Lanciano e Benevento adesso il giocaore classe 1994 sembra veramente pronto. Le sue statistiche sono migliori addirittura di quelle di Handanovic e non a caso su di lui è fortissimo il pressing della Roma. Inutile spendere parole, invece su Barella, per tutti il centrocampista del futuro. Agile, solido, veloce, deciso, quest’anno ha abbinato quantità e qualità, finendo stabilmente nel giro della nazionale maggiore di Roberto Mancini. Infine, decisivi per la salvezza sono stati i gol di Leonardi Pavoletti. 15 centri stagionali, migliorato il suo record in Serie A di 14 reti, siglato 4 anni fa a Genoa. E proprio in Liguria il bomber, impegnato con il Cagliari, ha vissuto dei momenti bellissimi: “Fuori dallo stadio i tifosi rossoblu mi hanno fermato, mi hanno ringraziato e ci siamo fatti foto. Poi mi hanno voluto offrire da bere, questo è il calcio che mi piace”.

Questo è il Cagliari, invece, che piace ai suoi tifosi. Che adesso saluteranno la squadra domenica sera, alle 20.30, quando in Sardegna arriverà un Udinese ancora non salvo. La vittoria dei padroni di casa si gioca a 2.35, l’X è bancata 3.60 mentre la vittoria friulana è quotata 2.70 sul tabellone delle quote relative all’ultima giornata di Serie A. I bianconeri sono a quota 40, come la Fiorentina, ma Empoli e Genoa incalzano. Sarà un finale di stagione scoppiettante da vivere tutti insieme. Prima di salutare la squadra e aprire le porte di un’estate che, forse, vedrà partire molti pezzi pregiati. Luca Pellegrini tornerà alla Roma, Barella volerà verso Milano, Cragno sgomita. Ma è meglio non pensarci adesso.

Nella foto Cragno

S.I.

Ginfinity: anno ricco di soddisfazioni

ALGHERO – Con l’approssimarsi della conclusione delle attività, prima della pausa estiva, arriva anche il momento dei bilanci e quello della Ginfinity può dirsi decisamente soddisfacente.

La scelta di disporre di una propria sede, con attrezzature aggiuntive e la possibilità di organizzare i corsi in modo del tutto autonomo e funzionale alla preparazione di tutte le atlete e atleti, a giudicare dai risultati raggiunti ha dato ampiamente ragione all’Associazione Sportiva, la cui crescita di anno in anno la sta portando a far ben figurare il movimento ginnico algherese sia in campo nazionale, dove è stato disputato il Campionato Opes, sia in campo regionale, con la partecipazione al Campionato della Federazione Ginnastica d’Italia. In ambito nazionale sono arrivati risultati di assoluto prestigio che hanno visto trionfare tra le allieve di livello 2 del Campionato agonistico Melissa Arru e, ancora nel Campionato agonistico, ma nel livello 3, Noelia Marini che tra le Senior ha conquistato il gradino più alto del podio affiancata, al secondo posto dalla sorella Ainoha Marini, entrambe confermatesi attrezzate per competere ai livelli più alti.

Nel Campionato pre-agonistico, tra le allieve, ha trionfato nella specialità del volteggio la promettente Maelle Caria. In ambito regionale importanti risultati sono arrivati per diverse ragazze: nel Campionato Silver ancora un successo per le sorelle Marini: Ainoha ha portato a casa l’oro del livello LD, categoria J3, mentre Noelia ha strappato l’argento nella categoria S1. Un altro oro è stato ottenuto dalla brava Melissa Casu nel livello LC, categoria A2, al quale deve aggiungersi un lusinghiero 5° posto per Eleonora Picinelli nel livello LB, categoria A3. La compagine della Ginfinity si è anche distinta nella serie D, livello LC, dove ha conquistato il 4° posto nella categoria junior-senior ed il 5° posto nella categoria allieve. Soddisfazioni sono giunte anche dal Campionato Gold con il 4° posto nella categoria ottenuto da Melissa Arru. Gli ottimi risultati hanno visto importanti conferme e l’affacciarsi sulla scena di atlete di sicuro talento.

Grazie a tutte loro, al senso di sacrificio e alla serietà con la quale si preparano, sta arrivando un fondamentale contributo alla crescita della ginnastica algherese. Il livello raggiunto sin qui ha permesso di diffondere al meglio la conoscenza di questo sport, aggraziato quanto impegnativo, tanto da aver determinato per la Ginfinity uno straordinario boom di iscrizioni che ben fanno sperare per il futuro.

S.I.

Motocross, campionato sardo

ALGHERO – Il Motoclub Portoferro organizza per questa domenica 19 maggio 2019 la 5° prova del campionato Sardo di Motocross A.S.I.. Le gare valide per la classifica regionale si disputeranno nella pista “MX Fertilia” in località Fighera, fianco pista dell’aeroporto civile.

Alle ore 9,00 avranno inizio le prove libere e dalle 11.30 prenderanno avvio le gare per tutte le categorie iscritte. Il presidente Claudio Chessa e tutto lo staff hanno organizzato l’evento prevedendo tutti i dettagli per una bellissima giornata di sport.

Sono previsti ampi spazi per il pubblico a bordo pista e il chiosco con panini e bibite fresche. Il motoclub Portoferro invita tutti a partecipare all’evento per godersi una bella giornata all’insegna del motocross. 

S.I.

Sottorete, oggi torneo di volley

ALGHERO – Il campionato di 1° divisione maschile di pallavolo si è oramai concluso da una settimana, ma la voglia di giocare a volley e di stare insieme è tanta. Per questo gli Algheresi della Web Project Sottorete ci mettono una pezza e organizzano un triangolare, tra le prime tre classificate del girone: La Smeralda di Ossi, prima in classifica, La Sottorete Alghero seconda e la New Volley Ozieri terza classificata. 

Una giornata aperta a tutti, dove si giocherà per divertirsi, dove il premio sarà lo sport. Le gare inizieranno alle ore 15,00 di domenica 12 maggio e si disputeranno ad Alghero nella palestra di via Diez n.9 presso l’istituto tecnico. Le partire si giocheranno al meglio dei due set con tie break a 15. A seguire il consueto terzo tempo, aperto a tutti i partecipanti e il pubblico.

S.I.

Baseball, Tigri algheresi vittoriose

ALGHERO – Ancora una volta, la comunità intera e gli appassionati di baseball, possono essere fieri delle Tigri baseball Avis Alghero donatori sangue, che hanno regalato emozioni forti a chi ha assistito alla partita di sabato 27 aprile contro i ragazzi della Yellow Team di Sassari e contro i giovani di Olbia, sabato scorso.

La partita giocata contro i Sassaresi nel campo di Maria Pia, è stata tesa sin dai primi hinning e i punti sono arrivati regolari per entrambe le squadre, che hanno sfruttato bene le diverse occasioni e realizzato parecchie spettacolari battute al limite del fuori campo, corse sfrenate e polverose scivolate sulle basi.  I giovani della Yellow Team capitanati dal tecnico Elena Sini, sono cresciuti e maturati nella tecnica di gioco e i tigrotti, con la loro solita grinta e vivacità, hanno dato del filo da torcere ai loro avversari aggiudicandosi la partita dopo oltre tre ore di gioco, con il punteggio di 13 a 12, una bellissima partita.

Sabato scorso i tigrotti dell’Avis Alghero allenati dai tecnici Montoto e Yovany D’amico,hanno giocato contro la giovane formazione olbiese portando a casa il soddisfacente risultato di 20 a 15. E’ stata una partita entusiasmante durante la quale i tigrotti sono emersi per la maggiore esperienza sul campo rispetto ai loro avversari, che comunque promettono bene e grazie ai loro attenti e premurosi allenatori, cresceranno rapidamente conquistando insieme tanti successi.

Nel campionato interno di mini baseball, le formazioni allenata da Leonardo D’amico della paninoteca “Sulis Nou” ha pareggiato 14 a 14 contro la formazione del centro estetico immagine donna allenata dal tecnico Giorgi.

S.I.

Rugby, Alghero sconfitta a Pesaro

ALGHERO – L’Alghero torna con la bocca asciutta dalla trasferta sul campo del Pesaro. La formazione marchigiana ha superato i catalani per 32-7. La gara si è giocata sotto una pioggia battente e i padroni di casa sono stati abili a sfruttare al meglio il fattore campo.

Si chiude con una sconfitta la stagione dell’Alghero. La formazione catalana ha perso 32-7 sul campo del Paspa Pesaro. La pioggia ha influito e non poco sulla prestazione degli algheresi che sono riusciti a segnare solo al 27’ del secondo tempo. I padroni di casa hanno costruito la vittoria già nei primi 40 minuti che hanno chiuso 25-0. Nella ripresa una meta a testa ma ormai la gara si era incanalata nel versante marchigiano.

La cronaca della partita racconta che già al 2’ il Pesaro trova la via della meta con Solari e la trasformazione di Joubert. L’apertura marchigiana si ripeterà anche con la meta di De Angelis al 10’ e siglando due calci piazzati al 16’ e 31’, per un totale di 20 punti a 0 punteggio con il quale si chiuderà il primo tempo.

Nella ripresa, sempre sotto una pioggia battente e sul campo fangoso, è ancora Pesaro a trovare due mete, solo una trasformata, con altri 12 punti da mettere a tabellino. Al 27’ arriva anche la meta algherese con i primi e unici 7 punti di giornata. Intanto Pesaro è rimasto in 13 uomini in conseguenza di due gialli. La gara si chiuderà con il punteggio di 32-7, 5 punti guadagnati dal Pesaro e nessuno dagli algheresi che chiudono al sesto posto in classifica con 44 punti.

TABELLINO GARA:

Pesaro, stadio Toti Patrignani – Domenica 28 Aprile 2019

Serie A

Paspa Pesaro vs Amatori Alghero 32- 7 (5-0)

Marcatori: pt 2’ m Solari Tr Joubert (7-0), 10’ m De Angelis tr Joubert (14-0), 16’ cp Joubert (17-0), 31’ cp Joubert (20-0), st 5’ m. Antonelli (25-0), 15’ m Mokom Tr Maccan (32-0), 20’ m Peana tr Micheli

Paspa Pesaro: De Angelis, Nardini (37’ pt Panzieri), Mokom, Erbolini, Salvi, Joubert (2’ st Coppari), Fulvi Ugolini (19’ st Tarini), Antonelli, Del Bianco, Villarosa (7’ st Agostini), Venturini, Koolofai (7’ st Campagnolo), Maccan (30’ st Galdelli), Sangiorgi (30’ st Leva), Solari (7’ st Tripodo) All. Mazzucato

Alghero: Micheli, Madeddu L, Bocaletti, Delrio, Peana, Oneone, Bombagli, Fernandez, Toniolo, Ceglia, Ziani, Prette, Stefani, Spirito, Salares A disp. Troia, Piras, Cattogno, Madeddu R, Armani, Bortolussi, Serra All. Paoletti

Arbitro: Salierno (Napoli)

AA1: Iavarone (Perugia) AA2 Cennino (Perugia)

Cartellini: 20’ st Antonelli, 23’ st Tarini (Pesaro)

Calciatori: Joubert tr 2/2 cp 2/2, Salvi tr 0/1, Maccan tr 1/1 (Pesaro); Oneone tr 1/1 (Alghero)

Note: campo molto pesante, 400 spettatori

Punti conquistati in classifica: Paspa Pesaro 5, Alghero 0

Man of the Match: Panzieri (Pesaro)