“Alghero, nessun nuovo Ospedale: vergogna”

ALGHERO – “Terapia intensiva dell’Ospedale Civile di Alghero non solo non accreditata, ma non funzionante, Dea di primo livello per il nostro ospedale saltato, otto anestesisti verso Olbia, zero verso Alghero. Anche il nuovo ospedale può aspettare, il Presidente Solinas ha annunciato che i nuovi ospedali si faranno a Cagliari, Sassari e nel Sulcis. Cioè si preferisce utilizzare vergognosamente la sanità per regolare conti interni e compensazioni politiche in vista del rimpasto, non per garantire equità tra i cittadini e tra i pazienti. È chiaro che ai politici leghisti algheresi (sindaco e rappresentante in Regione) va bene così. Preferiscono stare zitti per non disturbare troppo, piuttosto che difendere gli interessi della città che li ha eletti. Non contano niente.
Non valgono nulla neanche le delibere unanimi del Consiglio Comunale, le comparsate dell’assessore della sanità, le previsioni del piano sanitario regionale, quelle della rete ospedaliera.
Diciamo basta tutti insieme alle vane promesse e ai lanci pubblicitari di politici che settimanalmente riempiono tv, giornali, siti internet e corsie ospedaliere con rappresentazioni di una sanità che ad Alghero non c’è. In una situazione così delicata l’Amministrazione, con il sostegno di tutte le forze politiche e sociali cittadine, deve manifestare e mettere in campo una dialettica determinata e incisiva con l’assessore della sanità e il presidente della Regione, senza prese in giro ai cittadini. Senza infingimenti e difesa di casacche sempre più ingombranti.”

Gabriella Esposito
Mario Bruno
Pietro Sartore
Raimondo Cacciotto
Ornella Piras
Valdo Di Nolfo
Beniamino Pirisi

Fertilia, chiusura lampo: riapre lunedì

ALGHERO – Sarà una chiusura al traffico estremamente limitata quella che da ieri preclude il transito sul ponte di Fertilia. Pochissimi giorni rispetto alle previsioni inziali, e anche riguardo all’ordinanza emanata in questi giorni che prudenzialmente fissa al 5 luglio la riapertura.

Entro la settimana in corso verranno posizionati da parte dell’impresa appaltatrice le strutture portanti per le nuove passerelle, così da consentire, dai primissimi giorni della prossima settimana, la riapertura al transito sul ponte. Una volta posizionai i supporti, si potrà continuare a lavorare nelle parti delle passerelle senza interferire sulla viabilità. Il Sindaco Mario Conoci, con l’Assessore alle Opere Pubbliche Antonello Peru, hanno sostenuto la necessità di limitare al massimo i disagi che il prolungato dirottamento del traffico su Fertilia in entrata e in uscita nella Strada provinciale 42 dei Due Mari e sulla 291 variante del Calich, così come succede in questi giorni, avrebbe causato a residenti e imprese turistiche. L’impresa ha garantito di sveltire al massimo le operazioni in modo da riaprire così come stabilito con l’Amministrazione.

Alghero, alla Mercede nascerà un nuovo oratorio

ALGHERO – Uno spazio dedicato allo sport e all’aggregazione nel pieno centro di Alghero. Il progetto educativo “Mercede 2.0 – II Volo per la Vita” è finalizzato alla realizzazione di un Oratorio interparrocchiale nell’area della Parrocchia di Nostra Signora della Mercede, aperto a ragazzi, adolescenti e giovani, famiglie e anziani. È stata recentemente firmata, infatti, la convenzione per l’assegnazione di finanziamenti per la realizzazione di oratori interparrocchiali tra la Regione Autonoma della Sardegna, Direzione Generale degli Enti Locali e Finanze e la Diocesi di Alghero-Bosa, a partire dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 9/40 del 22 febbraio 2019. La costruzione del complesso edilizio, risalente al 1960, ha visto la Parrocchia – composta da oltre 7000 abitanti – aprire i propri spazi non solo in occasioni d’incontro legate alla dimensione religiosa, ma anche dedicare le aree coperte e all’aperto ad attività socio-ricreative dei parrocchiani e principalmente dei ragazzi, con molteplici iniziative culturali, musicali, teatrali e sportive.

Le attuali strutture, considerata la loro epoca di realizzazione e la costante espansione legata alla partecipazione dei ragazzi alla vita della parrocchia, risultano attualmente insufficienti, o comunque non adatte e coerenti con le odierne esigenze ed altresì non contingenti con le vigenti normative di riferimento per quanto riguarda gli spazi ricreativi, coperti e scoperti.
La Diocesi Alghero-Bosa intende da tempo ampliare le dotazioni sportive e tecnologiche annesse all’attuale complesso, al fine di un più coerente e razionale utilizzo delle stesse strutture, migliorando la convivialità della Parrocchia che spesso pone a disposizione anche dell’utenza esterna le proprie strutture.

II progetto, che coinvolge le Comunità limitrofe della Madonna del Santo Rosario e del Santissimo Nome di Gesù, prevede complessivamente opere di riqualificazione ed adeguamento delle attuali strutture, mediante manutenzione ed integrazione delle esistenti e realizzazione all’esterno di nuovi spazi per attività sportive, in sostituzione di altre oramai obsolete, per un totale di € 198.000. Nello specifico verranno costruiti un campo polivalente di pallavolo e pallacanestro, un campo di minivolley, l’oratorio e le sale riunioni, la sala musica e un impianto fotovoltaico che aiuti la struttura a gestire in autonomia il carico energetico necessario.

Rinasce il Parco Tarragona, parla Cadau |video

ALGHERO – Questa mattina battesimo per il “Nuovo Parco Tarragona” di Alghero. Alla presenza del parroco della Mercede, Padre Pasquale, che ha benedetto l’area verde, e del Sindaco Conoci, e Giunta al completo, in particolare l’assessore Caria che ha seguito col dirigente Fois il progetto, con anche i consiglieri comunali Musu e Bamonti, e ovviamente con i rappresentanti dell’azienda aggiudicataria (Folia Bio, azienda che gestisce anche Butterfly House Sardegna) ovvero Vittorio Cadau, Enrico Perre e Barbara Perinu, si è “tagliato il nastro” dello storico parco cittadino.

Diverse saranno le attività che saranno realizzate che riguarderanno in particolare i più piccoli, ma non solo. Infatti sono previsti anche spettacoli, appuntamenti culturali e di promozione e divulgazione ambientale e naturalistica. Come sottolineato dal Sindaco si tratta di un’opera importante per Alghero e soprattutto per le sue famiglie che avranno nuovamente a disposizione un luogo per incontrarsi e socializzare. A seguire l’intervista col direttore tecnico di Folia Bio, Vittorio Cadau.

Alghero, apre il nuovo Parco Tarragona

ALGHERO – Lunedì 21 giugno alle 10,00 il rinnovato Parco Tarragona riapre e si presenta alla città in tutta la sua bellezza, più accogliente e pronto ad ricevere famiglie e visitatori di ogni età. Il Sindaco Mario Conoci e l’Assessore al Demanio e Patrimonio Giovanna Caria illustreranno sul posto in una conferenza stampa i lavori fatti dall’Amministrazione consistenti in un completo restyling e messa in sicurezza dell’area verde e spiegheranno il nuovo modello di gestione che con l’affidamento alla azienda aggiudicataria, la Folia Bio Srl, verrà portato avanti con molteplici iniziative e attività, eventi e manifestazioni che favoriranno forme di aggregazione con il coinvolgimento di associazioni con particolare riferimento a realtà operanti nel territorio.

Alghero Medical Center, prevenzione dentale: open day

ALGHERO – Quella di “Alghero medical center” è un’idea nata quasi 6 anni fa che trova oggi la sua realizzazione e compiutezza. Il loro motto da allora ad oggi è stato sempre lo stesso: “la prevenzione prima di tutto”. Ricorda la dottoressa Daniela Di Nurra, di Alghero, igienista dentale dello staff di Alghero medical center che “è importantissimo effettuare dei controlli periodici atti a scongiurare possibili problemi successivi, risparmiando tempo e dolore perché in fondo avvertire dolore, per esempio ai denti, è l’apice di un problema che era già presente ma senza dolore. È importante diagnosticare un problema e curarlo per tempo prima che insorga dolore. Alla fine è vero il motto che “prevenire è meglio che curare”. Proprio per questo lo staff di Alghero medical center ha già svolto l’8 giugno il primo Smiling Day sul tema della prevenzione dentale che, dato il grande riscontro ricevuto, riproporrà per sabato 19 giugno. Inoltre sarà presente, in visita da Genova, il noto odontoiatra Marco Porcella, ex docente all’università di Genova, specializzato in chirurgia e implantologia dentale.

Workshop della Regione e Camera di Commercio per il turismo archeologico

ALGHERO – Lo scorso fine settimana Alghero ha ospitato una delle tappe di Archeologika 2021, l’iniziativa voluta dall’Assessorato regionale al Turismo e realizzata in collaborazione con la Camera di Commercio di Cagliari per promuovere l’offerta turistica principalmente legata agli attrattori archeologici di cui la Sardegna è ricca. I locali del Quarter hanno ospitato il workshop nel corso del quale i tour operator specializzati nel confezionare offerte di viaggi culturali hanno incontrato l’offerta, costituita dagli operatori sardi che hanno aderito all’iniziativa. La vasta offerta archeologica del territorio abbinata all’offerta ricettiva e dei vari servizi è stata al centro degli incontri, con un riscontro estremamente positivo da parte degli operatori che hanno avuto modo di apprezzare la grande bellezza dei siti.
L’assessorato alla Cultura e al Turismo ha supportato l’iniziativa dal punto di vista logistico, sia nell’organizzare gli spazi per il workshop, sia nell’educational tour della città, del suo territorio e dei principali attrattori, a partire dal centro storico, al Museo Archeologico al nuraghe Palmavera.
“Il nostro patrimonio archeologico, al pari di quello paesaggistico, ha potenzialità incredibili che possono aiutarci ad ampliare l’offerta ben oltre i tradizionali mesi estivi. Archeologika è un’opportunità che vogliamo cogliere appieno, sostenendola con convinzione”, afferma l’assessore al Turismo e alla Cultura Marco Di Gangi, che ha contribuito a supportare localmente l’iniziativa, evidenziando “l’importanza di valorizzare la destinazione anche con il diretto coinvolgimento dei soggetti che veicolano l’offerta turistica nei vari mercati”.

Segnaletica, lavori ad Alghero

ALGHERO – La realizzazione delle strisce pedonali e della segnaletica orizzontale è in via di esecuzione con un calendario di interventi che viene attuato di concerto tra i settori Viabilità e Manutenzioni del Comune e con la Società In House, che si occupa della realizzazione. In questi giorni si sta lavorando nella zona sud di Alghero, in via Gramsci e in via Pascoli. La programmazione delle operazioni viene predisposta tenendo conto, tuttavia, della tempistica di chiusura dei lavori per la posa in opera della rete del gas di città. Molte strade sono ancora interessate dai lavori e altre lo sono state di recente. Dopo la posa delle tubature, la sede stradale viene ricoperta con il calcestruzzo e poi interessata dalla nuova bitumatura, così come da capitolato di appalto. È stato quindi scelto di intervenire con la segnaletica orizzontale – strisce pedonali, incroci – al termine del completamento dei lavori di scavo e di bitumatura. I settori viabilità e manutenzioni predispongono un elenco settimanale di strade in cui ridisegnare strisce pedonali e segnaletica con un cronoprogramma dedicato ad ogni quartiere.

Civile Alghero, nuovo macchinario per Radiologia

ALGHERO – Un nuovo Telecomandato di diagnostica radiologica è stato installato e collaudato nell’ospedale Civile di Alghero. «Il macchinario è stato acquistato con una gara regionale – afferma Flavio Cadeddu, direttore della Struttura Complessa di Radiologia del presidio ospedaliero di Alghero – e sostituisce la precedente strumentazione, ormai obsoleta. La fase di collaudo si è conclusa nei giorni scorsi, con esito positivo, rendendo immediatamente operativo il Telecomandato».

Il nuovo apparecchio, digitale e polifunzionale, si somma al Telecomandato installato e collaudato nelle scorse settimane nell’ospedale Marino di Alghero e comporta un ulteriore e determinante miglioramento nella qualità delle prestazioni radiologiche, sia per quelle eseguite in elezione che per quelle in urgenza emergenza. Inoltre consente di eseguire tutte le indagini contrastografiche dell’apparato digerente. «Con i due nuovi Telecomandati – aggiunge il dott. Cadeddu – avremo una notevole riduzione nelle tempistiche di esecuzione delle prestazioni radiologiche e un netto miglioramento nella qualità delle immagini e nella riduzione della dose di radiazioni ionizzanti erogate al paziente grazie alla presenza di software innovativi e alle geometrie fisiche del macchinario». I due nuovi Telecomandati di diagnostica radiologica sono caratterizzati da un’ampia flessibilità applicativa. Una caratteristica, quest’ultima, che consente di eseguire un elevato numero di prestazioni.

“Si balla ovunque, tranne che in discoteca”

SASSARI – “Oltre il danno la beffa! È proprio il caso di dirlo. Già, perché le immagini che continuano a girare in rete hanno proprio il sapore della beffa per tutti i nostri imprenditori costretti a non lavorare da ormai 17 mesi! Balli di gruppo praticamente dappertutto: nei pubblici esercizi, in spiaggia, in piazza, il tutto senza il benché minimo controllo. Quei controlli che, invece, potremmo garantire noi grazie a un protocollo di sicurezza già condiviso con le autorità competenti e su cui aspettiamo ancora un riscontro. Eppure di riaprire non se ne parla e, intanto, si balla ovunque meno che in discoteca. Qualcuno, prima o poi, dovrà spiegarci che criteri ci sono dietro certe scelte che, oltre a condannare un settore intero a morte certa, favoriscono un pericoloso e dilagante abusivismo!” “Come già detto in più di un’occasione è necessario programmare una ripartenza a strettissimo giro, già dai primissimi giorni di luglio. Bisogna individuare una data precisa e dare la possibilità alle imprese di organizzare attività che hanno bisogno di programmazione. Le discoteche non si accendono e spengono con un interruttore. Speriamo che qualcuno prima o poi lo capisca, e speriamo che non sia troppo tardi!”

Così Maurizio Pasca, Presidente nazionale di Silb-Fipe Confcommercio, Il Sindacato Italiano dei Locali da Ballo, la più importante associazione italiana di categoria che raduna il 90% delle imprese del comparto. Alle esternazioni di Pasca si aggiungono anche quelle di Piero Muresu, Presidente per il Nord Sardegna del Silb-Fipe Confcommercio “in questi 15 mesi di pandemia abbiamo stretto i denti e, salvo una breve parentesi, abbiamo chiuso i nostri locali e le nostre attività causando – nei fatti – l’azzeramento dei fatturati delle nostre imprese pur di osservare le disposizioni anti-Covid. Oggi assistiamo increduli, oltre che al danno anche alla beffa, generata dal dilagare delle attività da ballo abusive effettuate in locali completamente privi delle necessarie autorizzazioni ed effettuate in sprezzante violazione delle disposizioni tese al contenimento del Covid”.