Danni colture, Giunta chiede stato di calamità

ALGHERO – La giunta chiede alla Regione Autonoma della Sardegna il riconoscimento dello stato di calamità naturale di eccezionale gravità a seguito dell’evento Meteorologico (abbassamento repentino della temperatura notturna con conseguente gelata) occorso nella notte fra il 7 e l’8 aprile scorso. La delibera è di questa mattina, portata all’attenzione dell’esecutivo dal Sindaco Mario Conoci. Contestuale, la richiesta di  concessione di aiuti economici da quantificare ai sensi della normativa in vigore per i danni subiti. L’atto viene inviato alla Presidenza della Regione, all’Assessorato della Difesa all’Ambiente e all’Assessorato dell’Agricoltura della Regione Autonoma della Sardegna, nonché ai competenti servizi territoriali delle Agenzie LAORE e ARGEA.

La richiesta dello stato di calamità naturale  è conseguente alla presa d’atto che sul territorio del comune di Alghero, nella notte fra il 7 e l’9 aprile 2021, si è verificato un imponente abbassamento delle temperature e che ha determinato il patologico fenomeno della “gelata”, particolarmente dannoso sulle specie coltivate che in questo periodo producono i germogli per le produzioni della corrente annata agraria; ricordato inoltre che nel territorio comunale sono molte le specie coltivate che in questo periodo avviano la ripresa vegetativa (es.: vite, olivo, fruttiferi vari) e che, pertanto, sono esposte al fenomeno della gelata primaverile (cosiddetta “gelata tardiva”); preso atto, ancora, che a mezzo di comunicazioni varie provenienti da associazioni di categoria agricole e di comitati di imprenditori agricoli, che molte imprese agricole hanno subito ingenti danni alle coltivazioni in pieno campo a seguito della gelata tardiva .

“Considerato – è rilevato nella delibera – che i danni paventati saranno certamente di notevole entità, atteso che la distruzione, ad opera del gelo, dei tessuti dei germogli vegetali comprometteranno, in misura elevata, le produzioni dell’annata agraria in corso, con gravi danni sia per le produzioni primarie che per le filiere di trasformazione delle stesse e che, pertanto, sarà necessario garantire ai produttori agricoli i ristori che la legge prevede in circostanze come quella di cui al presente atto”

Hotel Green, nuova casa per gli anziani

ALGHERO – La nuova casa degli anziani ha camere confortevoli e con terrazzo, ampi spazi, è più accogliente e in grado di garantire il pieno rispetto delle norme sull’organizzazione e funzionamento delle strutture sociali, dispone di un’area parco che favorisce socialità. Sarà pronta ad Agosto, il tempo di effettuare gli interventi di adeguamento necessari per l’uso a cui viene destinata la struttura.

Si tratta di due palazzine del complesso del Green Hotel, oggetto del contratto di affitto tra Amministrazione e proprietà, stipulato a seguito dell’avviso pubblico per la procedura di individuazione di un immobile in locazione temporanea per alloggiare gli ospiti del Centro Anziani, attualmente accolti nell’ex Ostello della Gioventù di Fertilia. “Un passo importante che consente ai nostri anziani di cambiare veramente la qualità del soggiorno e dei servizi che la nuova struttura potrà offrire, anche dal punto di vista della prossimità alla città. Un impegno che manteniamo con una risposta più adeguata alla nostra comunità; ma, soprattutto, è stato importante ridare dignità sempre maggiore ai nostri anziani. L’attenzione nei loro confronti non è mai venuta meno, ma nella struttura di Fertilia era oggettivamente complicato garantire livelli adeguati di assistenza che consentissero loro la qualità della vita che meritano. In questo centro sarà invece possibile tutto questo.

Siamo arrivati a questo risultato con molto impegno e non ci fermiamo: nel frattempo la procedura che porterà all’appalto per i lavori di ristrutturazione del Cra va avanti, ma siamo sicuri che il tempo di attesa trascorrerà nelle miglior delle condizioni per i nostri anziani”, così il Sindaco Mario Conoci oggi, nel corso della presentazione di oggi.  La struttura del Green potrà far compiere anche un salto di qualità per ciò che riguarda il numero degli ospiti, attualmente fermi a circa 50, mentre le stanze dell’Hotel Green saranno in grado di ospitarne novanta. “Una giornata importante, un traguardo che abbiamo cercato e perseguito – spiega l’Assessore ai servizi Sociali Maria Grazia Salaris. “I nostri anziani lo meritano, e i nostri investimenti vanno in questo senso. Finalmente le condizioni cambieranno per gli ospiti, siamo molto orgogliosi di questo cambio di passo che peraltro farà   aumentare anche la capacità di accogliere che manca attualmente nell’ex Ostello”.

La procedura seguita per la parte del demanio e finanziaria, da parte dell’Assessore Giovanna Caria, è stata particolarmente efficace: “I vantaggi di questa scelta che l’Amministrazione ha messo a segno sono notevoli, non solo dal punto della qualità del luogo, ma anche dal punto di vista del rapporto costi – benefici. L’impiego delle risorse è pienamente congruo rispetto al servizio che viene offerto e agli interventi di adeguamento occorrenti”. Presente oggi all’incontro anche il Presidente della Commissione consiliare Giuseppe Musu, oltre a diversi rappresentanti dell’esecutivo.

4 Corsie Alghero-Olmedo, lavori entro il 2023

CAGLIARI – Regione e Anas fanno il punto sul piano di investimenti da 3,8 miliardi di euro per lavori di potenziamento e manutenzione della rete viaria sarda, di cui oltre 600 milioni destinati alle manutenzioni programmate e 3,2 miliardi per nuove opere. “Con questa Legislatura è stata avviata una stagione di collaborazione che vogliamo prosegua. Tre miliardi di euro in una regione il cui prodotto interno lordo è pari a 33 miliari, significa impiegare il 9% del Pil in opere, con evidenti effetti sull’economia sarda”, ha detto il Presidente della Regione Christian Solinas nel corso della videoconferenza finalizzata a fare il punto sulle arterie sarde (Anas gestisce in Sardegna circa 3000 km di strade statali), a cui hanno partecipato l’Amministratore delegato di Anas Massimo Simonini e i rappresentanti della struttura sarda di Anas.

“Riuscire a utilizzare questa grande iniezione di risorse nel territorio regionale significa rimettere in moto l’economia e rivitalizzare il tasso di occupazione. I tempi sono però fondamentali: è necessario agire con tempestività e rimuovere, a livello nazionale, gli ostacoli che frenano lo sviluppo, a partire dal macigno esasperante del Codice degli Appalti”.  Gli investimenti previsti da Anas in Sardegna per le nuove opere (3,2 miliardi di euro) sono destinati a lavori in corso di esecuzione, in fase di attivazione, interventi in Accordo Quadro e opere già finanziate di futura realizzazione. Sono 8 gli interventi in corso di realizzazione tra cui i principali costituiti dai lotti 2 e 4 dell’itinerario Sassari-Olbia, i tratti della nuova SS 125 tra Tertenia e San Priamo e tra Tortolì e Tertenia, il lotto 1 del nuovo tratto a 4 corsie della SS 195 e l’ammodernamento del tratto di SS 131 tra Nuraminis e Serrenti. I lavori avviati tramite Accordo Quadro sono invece 3 e riguardano l’eliminazione dei nodi critici del tratto nord della statale 131. Previsti, in questo senso, il miglioramento degli standard di sicurezza di un tratto di oltre 100 chilometri (tra il km 108 e il km 209) mediante la realizzazione di 6 nuovi svincoli e la messa in sicurezza di ulteriori 21 e la messa in sicurezza degli accessi diretti alla strada anche attraverso l’adeguamento della viabilità locale.

Per le 19 nuove opere già finanziate e di futura realizzazione, Anas ha annunciato l’appaltabilità entro il 2023. Tra queste l’ammodernamento del secondo tratto della SS 554, la conclusione del tratto a 4 corsie della SS 291 tra Olmedo ed Alghero con connessione all’aeroporto di Feritlia, il tratto in variante della SS 389 tronco Villanova-Lanusei-Tortolì, l’adeguamento a strada di tipo B della statale Olbia-Palau tra Arzachena nord e San Giovanni e l’eliminazione degli svincoli sulla SS 130 tra Cagliari e Decimomannu.

Notizie positive, accolte con entusiasmo dal Presidente, sono arrivate anche sul fronte delle manutenzioni programmate. Nel corso dell’incontro i vertici Anas hanno infatti illustrato lo stato dell’arte: gli investimenti di Anas nell’Isola per le manutenzioni ammontano a 608 milioni di euro. Si tratta di somme destinate a interventi in corso o recentemente ultimati, di prossimo avvio e in progettazione. Nello specifico, riguardano lavori di manutenzione delle pavimentazioni e degli impianti delle gallerie, la sostituzione dei guardrail e della segnaletica, il risanamento di ponti e viadotti. Sono compresi inoltre alcuni importanti interventi come la demolizione e ricostruzione dei ponti in corrispondenza del rio Masone Ollastu e del rio San Girolamo sulla SS 195 e gli interventi di adeguamento delle gallerie Santu Antinu, S’Iscala e San Francesco sulla SS 131 DCN e Chighizzu e Cupponeddi sulla SS 131

 

 

Alghero, calendario vaccinazioni per gli over 70

SASSARI– Hub Mariotti, il calendario vaccinale dedicato ai cittadini del Comune di Alghero di età compresa tra i 70 e i 79 anni La Direzione della ASSL Sassari comunica il calendario vaccinale dedicato ai cittadini di età compresa tra i tra i 70 e i 79 anni, residenti o stabilmente domiciliati presso il Comune di Alghero.

La somministrazione della prima dose del vaccino anti Covid-19 avverrà nell’Hub di Alghero, allestito presso il complesso sportivo Mariotti (ingresso viale Aldo Moro), a partire da lunedì 12 aprile, secondo il seguente ordine:

LUNEDÌ 12/04/2021

Dalle ore 9 alle ore 11 i nati nel 1942 dal mese di gennaio al mese di giugno;

Dalle ore 11 alle ore 13 i nati nel 1942 dal mese di luglio al mese di dicembre;

Dalle ore 13 alle ore 15 i nati nel 1943 dal mese di gennaio al mese di giugno.

MARTEDÌ 13/04/2021

Dalle ore 09 alle ore 11 i nati nel 1943 dal mese di luglio al mese di dicembre;

Dalle ore 11 alle ore 13 i nati nel 1944 dal mese di gennaio al mese di giugno;

Dalle ore 13 alle ore 15 i nati nel 1944 dal mese di luglio al mese di dicembre.

MERCOLEDÌ 14/04/2021

Dalle ore 9 alle ore 11 i nati nel 1945 dal mese di gennaio al mese di giugno;

Dalle ore 11 alle ore 13 i nati nel 1945 dal mese di luglio al mese di dicembre.

GIOVEDÌ 15/04/2021

Dalle ore 09 alle ore 12 i nati nel 1946 dal mese di gennaio al mese di giugno;

Dalle ore 12 alle ore 15 i nati nel 1946 dal mese di luglio al mese di dicembre.

VENERDÌ 16/04/2021

Dalle ore 09 alle ore 12 i nati nel 1947 dal mese di gennaio al mese di giugno;

Dalle ore 12 alle ore 15 i nati nel 1947 dal mese di luglio al mese di dicembre.

SABATO 17/04/2021

Dalle ore 09 alle ore 11 i nati nel 1948 dal mese di gennaio al mese di aprile;

Dalle ore 11 alle ore 13 i nati nel 1948 dal mese di maggio al mese di agosto;

Dalle ore 13 alle ore 15 i nati nel 1948 dal mese di settembre al mese di dicembre.

DOMENICA 18/04/2021

Dalle ore 09 alle ore 11 i nati nel 1949 dal mese di gennaio al mese di giugno;

Dalle ore 11 alle ore 13 i nati nel 1949 dal mese di luglio al mese di dicembre.

LUNEDÌ 19/04/2021

Dalle ore 09 alle ore 11 i nati nel 1950 dal mese di gennaio al mese di aprile;

Dalle ore 11 alle ore 13 i nati nel 1950 dal mese di maggio al mese di agosto;

Dalle ore 13 alle ore 15 i nati nel 1950 dal mese di settembre al mese di dicembre.

MARTEDÌ 20/04/2021

Dalle ore 09 alle ore 11 i nati nel 1951 dal mese di gennaio al mese di aprile;

Dalle ore 11 alle ore 13 i nati nel 1951 dal mese di maggio al mese di agosto;

Dalle ore 13 alle ore 15 i nati nel 1951 dal mese di settembre al mese di dicembre.

 

Per ricevere la somministrazione del vaccino anti Covid-19, i cittadini indicati dovranno presentarsi presso il centro vaccinale di Alghero, muniti di tessera sanitaria e documento di identità.

Per evitare attese o assembramenti, è chiesto a tutti i cittadini appartenenti a questa specifica categoria di rispettare gli orari indicati.

La ASSL Sassari ricorda inoltre che è sempre attiva la modalità di registrazione nella piattaforma regionale, nel rispetto delle categorie indicate:

https://vaccinocovid.sardegnasalute.it/vaccinocovid/index.php.

Si ricorda inoltre che i pazienti definiti come fragili dalle indicazioni ministeriali possono rivolgersi al proprio medico di famiglia per organizzare la propria somministrazione del vaccino.

Gelata nell’agro, Zonale: richiesta calamità

ALGHERO – A seguito delle numerose segnalazioni ricevute dalle aziende agricole del territorio della Bonifica Storica Algherese, dopo un’attenta analisi della situazione reale e valutata la realtà di grave danno all’economia agricola a causa della gelata avvenuta nella nottata tra il 07 aprile 2021 e la data odierna, abbiamo provveduto a chiedere al Sindaco Mario Conoci di voler provvedere al più presto alla richiesta di calamità naturale volta alla tutela economica del territorio.
Si evidenzia che da una prima sommaria ricognizione si possa stimare un danno pari al 70% delle produzioni vitivinicole e del 90% delle produzioni ortofrutticole.
Il sindaco, durante la riunione del Distretto Rurale, ha comunicato di essere stato prontamente informato, di aver ricevuto la richiesta unitamente a quella di Coldiretti e che provvederà immediatamente con l’avvio della procedura presso la Regione Sardegna sostenendone l’importanza per le economie del territirio.
Il Presidente del Comitato Zonale della Nurra
Tiziana Lai

Danni della gelata: subito risposte agli agricoltori

ALGHERO – “In merito ai forti danni subiti dagli agricoltori del territorio per la gelata delle scorse notti, continuano ad arrivarci testimonianze e foto del disastro”. Cosi i consiglieri comunali Mario Bruno, Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Mimmo Pirisi, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Valdo Di Nolfo riguardo i danni causati dal maltempo alle colture dell’agro algherese.

“Le istituzioni devono supportare con ogni mezzo le imprese agricole, a cominciare dalla dichiarazione dello stato di calamità naturale e dai relativi ristori. Le prossime settimane saranno decisive per capire il livello del danno. Anche per le tenute Sella & Mosca, per le quali inizialmente si parlava di percentuali di danno fino all’80%, nel contatto con la direzione dell’azienda ci viene comunicato che i danni sono ancora in fase di valutazione e che per ora non è possibile fare stime”.

“Tuttavia, la preoccupazione diffusa dagli agricoltori del territorio è altissima e ribadiamo pertanto con forza la necessità che Comune e Regione diano risposte concrete e sollecite all’intero comparto, fatto anche di tante imprese familiari che vivono dal loro duro lavoro e che vedono svanito l’immane sacrificio”.

Anziani all’Hotel Green, oggi la firma

ALGHERO – La procedura di individuazione di un immobile in locazione temporanea per alloggiare gli ospiti del Centro Anziani è giunta alla fase di sottoscrizione del contratto. Una parte dell’Hotel Green, sul viale della Resistenza,  sarà la casa migliore, più accogliente e in grado di garantire il pieno rispetto delle norme sull’organizzazione e funzionamento delle strutture sociali, per far trascorrere adeguatamente agli ospiti  il tempo necessario per tornare al rinnovato  Centro Anziani di Viale della Resistenza che nel frattempo sarà al centro  di opere di riqualificazione. Oggi, venerdì 9 aprile, presso il Green Hotel, il Sindaco Mario Conoci con l’Assessore ai Servizi Sociali Maria Grazia Salaris, con altri membri della Giunta,  incontrerà la stampa per illustrare i dettagli dell’iniziativa

Assemblea del Parco, protesta dei 5 Stelle

ALGHERO – “Durante l’assemblea del Parco di Porto Conte, tenutasi ieri in videoconferenza, hanno cercato di mettere a tacere la conoscenza e divulgazione dei fatti relativi all’intervento in essere a Punta Giglio discordanti rispetto a quanto annunciato ed enunciato agli attuali amministratori pro tempore.  L’atteggiamento del Presidente del Parco, Raimondo Tilloca, volto a screditare pesantemente la portavoce del Movimento 5 stelle e membro dell’assemblea Maria Antonietta Alivesi, con un attacco lesivo della dignità ed integrità personale, senza peraltro poi dare la possibilità di difendersi e chiarire, in barba al Regolamento di gestione dell’assemblea e a qualsivoglia consesso democratico. Il Presidente di fatto ha impedito il diritto di replica, tecnicamente detto per “fatto personale”, rispetto a sue personali ed errate considerazioni su fatti non veri.  E’ gravissimo, ma connota in modo inequivocabile i toni che hanno imperato nell’assemblea nei confronti della Consigliera Alivesi da parte di diversi componenti l’assemblea a partire dal CdA e finendo con il Direttore, sconfinando con qualche Consigliere che ha avuto molta difficoltà a considerala un membro dell’assemblea, appellandola quale signora o professoressa. Ci chiediamo per quale nascosto motivo tanta acredine, palese e velata possa aver suscitato la sola presenza di una voce fuori dal coro. Non vogliamo pensare che questo “mobbing” dai vertici del Parco sia dovuto al fatto di averli scavalcati, chiedendo direttamente un consulto all’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) rispetto al parere autorizzativo di VIncA (Valutazione di Incidenza Ambientale) formulato dall’Arpas (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Sardegna) e del quale l’ISPRA, senza mezzi termini, ha cassato i presupposti e le conclusioni, definendo l’intervento in atto non compatibile con una Zona di Protezione Speciale. E’ stato indecoroso assistere agli “sberleffi”, nei confronti di chi opera per l’ISPRA, tacciando questi di poca professionalità con insinuazioni non troppo velate da parte del Direttore. L’ambiguità del Dirigente si è spinta all’inverosimile e diverse volte lo ha visto distorcere le affermazioni della Consigliera Alivesi, continuando così a minare la sua credibilità. Forse mal sopportano che intorno ad una verità, che presume non solo la conoscenza dei fatti ma anche le regole che dovrebbero governare le azioni, si siano riunite oltre 5000 persone”.

Maria Antonietta Alivesi e Giusy Di Maio, consiglieri comunali 5 Stelle

Ospedale Marino di Alghero, apre la stanza degli abbracci

ALGHERO – I pazienti del reparto Covid-19 dell’Ospedale Marino di Alghero potranno finalmente incontrare i propri parenti e familiari all’interno della nuova stanza degli abbracci. La struttura, allestita grazie all’impegno di un gruppo di imprese locali che da diverse settimane lavorano in stretta sinergia con l’Azienda, verrà utilizzata a partire da sabato prossimo. «Siamo felici e abbiamo lavorato tanto per mettere a disposizione dei nostri assistiti una stanza degli abbracci, un luogo dove dopo tanta sofferenza possano sentirsi finalmente vicini ai propri cari, protetti e soprattutto amati. Un’area nella quale la presenza e il coraggio trasmesso dai familiari attraverso un telo trasparente può sommarsi alla terapia farmacologica e aiutare i pazienti a reagire contro questo virus che costringe i degenti a lunghi periodi di solitudine – afferma la coordinatrice del reparto Covid-19 dell’ospedale Marino di Alghero, Salva Piras. Si tratta di uno strumento semplice e sicuro, capace di ridurre il senso di isolamento e smarrimento per dare nuova forza e vigore nella lotta contro il Covid-19».

La stanza degli abbracci è stata allestita al piano terra del nosocomio, in un’area all’aperto adiacente all’ingresso dedicato ai pazienti Covid-19. Il luogo scelto garantisce la massima sicurezza dei familiari che, in questo modo, non entrano mai all’interno delle zone rosse dell’ospedale. L’area è accessibile da un degente per volta e prevede la predisposizione di tre tipologie e “altezze di abbraccio” pensate per i pazienti in barella, per i pazienti in sedia a rotelle e per i pazienti in piedi. Le modalità di accesso dei visitatori, segnalate da una cartellonista apposita, sono state disciplinate dalla Direzione Sanitaria del Presidio in accordo con il Coordinamento del reparto così come quelle dei pazienti che, per raggiungere l’area degli abbracci, devono transitare lungo un percorso a loro dedicato.

«Ringraziamo di cuore tutte le persone, le maestranze e le imprese che, in modo completamente gratuito, hanno partecipato alla realizzazione di questo progetto – aggiunge Salva Piras. Grazie alla loro dedizione e al loro impegno, da sabato i nostri pazienti si sentiranno meno soli nell’affrontare questa malattia». L’allestimento della stanza degli abbracci è stata realizzata da: AR del Dott. Antonio Rubattu, Consulenze Tecniche in materia di Sicurezza; ALLESTIRE di Daniele Serra – Allestimenti; LA TAPEZZIERA di Cristian Bardino – partizioni in PVC; MOUS ARTI GRAFICHE di Antonio Fois – studio dell’immagine; ALL DIGITAL di Pieralvise Niolu – Stampe digitali.

Bonus 110%, misura sempre più diffusa ad Alghero

“È di questi giorni un approfondimento del sole 24 ore sul bonus 110%, che mette in evidenza quali siano i punti di forza e punti di debolezza del primo periodo di attuazione dopo il decreto che lo ha istituito; anche in città si iniziano a vedere i primi interventi e altri ancora sono nel mezzo dell’iter autorizzativo”. Cosi l’assessore all’urbanistica Emiliano Piras riguardo una misura sempre più diffusa ad Alghero.

“Le problematiche rispetto all’iter riguardano sicuramente le richieste per la determinazione dello stato di fattibilità, che deve passare attraverso la asseverazione di conformità dello stabile soggetto all’intervento; proprio questa parte dell’iter, che prevede un accesso agli atti ed eventuali procedimenti che vadano a sanare eventuali abusi laddove è possibile, è inevitabilmente lunga e onerosa”.

“L’auspicio è che, come annuncia anche l’articolo, il meccanismo venga semplificato dal prossimo decreto, così come possa essere confermata la proroga almeno fino al 2023; e che, per aiutare gli uffici tecnici dei comuni, inevitabilmente in affanno per la grande mole di lavoro, il Governo acceleri per attuare la previsione della finanziaria del dicembre 2020 che dovrebbe permettere l’assunzione di tecnici negli enti locali, proprio per le pratiche del bonus 110 %”.