Panpers in tv con Elettra Lamborghini. Duo comico 27 maggio ad Alghero

ALGHERO – I Panpers, duo comico che sarà protagonista ad Alghero, venerdi 27 maggio al Teatro Civico (biglietti ancora in vendita), danno il via al programma Only Fun. Un comic Show con Elettra Lamborghini e, appunto, i Panpers. Da giovedì 19 maggio tantissimi nomi della comicità comicità italiana insieme per un grande ritorno al live, dallo storico Teatro Galleria di Legnano, per una nuova sfida tutta da ridere.

Sul palco dello show, – prodotto da Colorado Film ((già produttrice tra gli altri  di Colorado, Scorie, e Honolulu).per Discovery Italia – per la prima volta nella veste di conduttori, l’imprevedibile e inarrestabile cantante e showgirl Elettra Lamborghini e il duo comico dei PanPers, alias Andrea Pisani e Luca Peracino, veterani della risata e campioni di numeri sui social. Stand up, monologhi, cavalli di battaglia e personaggi esilaranti: il tutto con grande spazio all’improvvisazione e ad un linguaggio poco scritto, per lasciare il campo al reale divertimento dei protagonisti sul palco. Lo spettacolo dei Panpers potrà essere apprezzato dal vivo, come detto, venerdi 27 maggio ad Alghero al Teatro Civico con lo spettacolo inserito nel cartellone predisposto dalla Fondazione Alghero e Amministrazione Comunale insieme a Shining Production.

 

I Neri Per Caso sabato in concerto al Teatro Civico

ALGHERO – Dopo l’inaugurazione dello scorso 30 aprile con la cantante americana Denia Ridley, la quinta edizione di JazzAlguer – la rassegna organizzata dall’associazione culturale Bayou Club-Events con la direzione artistica del batterista Massimo Russino – prosegue il suo cammino sabato 21 maggio con il suo secondo appuntamento.
 
Alle 21 sul palcoscenico del Teatro Civico di Alghero (Ss) saliranno i Neri Per Caso, virtuoso sestetto vocale dello stile “a cappella”, composto da Ciro, Gonzalo e Domenico Pablo “Mimì” CaravanoMario CrescenzoMassimo de Divitiis e Daniele Blaquier: artisti abili nell’originale utilizzo della voce, dove il canto solista viene accompagnato da suoni onomatopeici che imitano il suono degli strumenti musicali.
 
Saliti agli onori della critica e della popolarità nel 1995 grazie al successo ottenuto al Festival di Sanremo, i  Neri Per Caso trionfano sul palcoscenico dell’Ariston nella sezione “Nuove Proposte” con il fortunato brano “Le ragazze”. La formazione campana vanta al suo attivo dieci dischi e prestigiose collaborazioni con artisti di fama internazionale come Bobby McFerrin, Randy Crawford, e con protagonisti della scena nazionale come Lucio Dalla, Claudio Baglioni, Mango, Elio e le Storie Tese, Samuele Bersani e Gino Paoli, tra gli altri. È del 2019 la loro ultima fatica discografica, “We Love The Beatles”, omaggio ai Fab Four con rivisitazioni in chiave vocale di grandi classici come “All You Need is Love”, “Come Together”, “Penny Lane”, “We Can Work It Out” e altri ancora.
 
Prossimo appuntamento con JazzAlguer domenica 19 giugno: la rassegna lascerà per una sera le mura cittadine per trasferirsi al Nuraghe Palmavera (a tredici chilometri di distanza da Alghero), tra i siti più importanti e significativi della civiltà megalitica sarda; in questa cornice dal fascino millenario risuoneranno dalle 19 le note di Esperanto, progetto musicale nato dall’incontro tra il giovane ed eclettico chitarrista e compositore Luca Falomi e il bassista e compositore Riccardo Barberaal quale si è unito con estro e naturalezza il batterista Rodolfo Cervetto, conferendo al progetto una rara sensibilità e creatività.

Presentato l’Alghero Music Spotlight, 3 giorni di novità |video

ALGHERO – Dal 9 all’11 settembre 2022 all’Anfiteatro Maria Pia di ALGHERO si terrà la prima edizione dell’ALGHERO MUSIC SPOTLIGHT, la 3 giorni di eventi e concerti alla scoperta della musica attuale. Questa mattina la presentazione nella sala conferenze de Lo Quarter con gli interventi del Sindaco Conoci, del Presidente Delogu e dell’assessore Cocco oltre che dei rappresentanti dell’organizzazione dell’evento Massimo Bonelli e Francesco Fiore. Entrambi con una importante esperienza in ambito di manifestazioni musicali tra cui il Primo Maggio e il Premio Tenco.

Un vero e proprio happening musicale che inizierà al tramonto ed accompagnerà il pubblico presente fin nella notte algherese. Questa la line-up dell’ALGHERO MUSIC SPOTLIGHT 2022:  9 settembre – FULMINACCI, GAIA e MR.RAIN, 10 settembre – ARIETE, VENERUS e ANGELINA MANGO, 11 settembre – LA RAPPRESENTANTE DI LISTA, DITONELLAPIAGA e CAFFELLATTE. Ognuna delle tre serate di concerti verrà aperta dall’esibizione di un artista emergente selezionato tramite un contest, al quale è possibile iscriversi gratuitamente fino al prossimo 31 luglio attraverso il seguente link: algheromusicspotlight.icompany.it.

Nato da un’idea di Massimo Bonelli (da otto anni organizzatore e direttore artistico del Primo Maggio Roma) e Francesco Fiore (producer), supportato dalla Fondazione Alghero e con il coinvolgimento dell’associazione Bayou Club Events, Alghero Music Spotlight trasformerà l’Anfiteatro Maria Pia di Alghero in una sorta di Parco della Musica vista mare, con tribune, platea, palco e zona food e beverage. I biglietti saranno disponibili a partire da sabato 21 maggio su TicketOne.it e Boxofficesardegna.it.

Alguer Comedy Show, ecco Follesa e Pisani

ALGHERO – Tutto esaurito al Civico Teatro di Alghero per il terzo appuntamento con l‘Alguer Comedy Show, che sabato 14 maggio 2022 (ore 21) mette in scena “Finché social non ci separi, live” del tandem composto da Angelo Pisani e Katia Follesa. L’esilarante terapia di coppia formato spettacolo scritto a sei mani con Luciano Federico, a colpi di battute fulminanti e sketch tutti da ridere, è pronta a conquistare la platea della città di Alghero, che conferma un grande apprezzamento per la rassegna comedy ideata da Comune e Fondazione Alghero. Angelo e Katia, hanno scelto di dirsi tutto, anche le cose meno belle, e per farlo si sono affidati all’ironia che smorza i toni senza sminuire l’importanza di cio che ci si dice.
Alguer Comedy Show, ha aperto i battenti col ritorno sul palco del teatro algherese di Stefano Nosei ed il coinvolgente spettacolo di Ruggero de I Timidi. Dopo l’atteso show con Katia Follesa e Angelo Pisani (14 maggio), proseguirà nelle prossime settimane con i PanPers (27 maggio), Benito Urgu (19 giugno), Michela Giraud (10 luglio _ Rassegna Estiva Cedac), Lercio e Fabio Celenza (14 luglio), Jacopo Cullin (17 luglio) e la comicità esagerata, dissacrante, fastidiosa e politicamente scorretta di Angelo Duro (29 luglio). 
Tutte le informazioni sugli ingressi e i biglietti degli spettacoli comedy sulla pagina dedicata del cartellone eventi più ricco di sempre #algheroexperience https://bit.ly/biglietti_eventi_algheroexperience. Tagliandi acquistabili anche nel botteghino presso Atelier#3 | Alghero Turismo Bookshop in Via Carlo Alberto, 84 | Venerdì: 16.30- 19.30 – Sabato: 11.00 – 13.00 / 16.30- 19.30.

Dromos Festival, ecco anche gli Incognito (big dell’acid jazz)

ORISTANO – Dromos scopre ancora una carta dal mazzo della sua edizione numero ventiquattro; ed è un altro asso quello in mano al festival in programma nell’Oristanese tra fine luglio e metà agosto: dopo Iosonouncane, atteso a Bauladu il 31 luglio, e Ludovico Einaudi, in concerto il 4 e il 5 agosto all’Anfiteatro di Tharros, il cartellone si arricchisce della presenza degli Incognito, tra i più importanti progetti e gruppi dell’acid jazz di matrice britannica, in arrivo il 12 agosto a Cabras (OR) per l’unica tappa in Sardegna del tour italiano organizzato dalla società Ponderosa Music & Art (radio ufficiale del tour: Radio Monte Carlo).
 
Sul palcoscenico di piazza Stagno (ore 22) il leader e fondatore Jean-Paul “Bluey” Maunick (alla voce e chitarra) sarà affiancato dalle vocalist Natalie DuncanVanessa Haynes e Tony MomrellePaul Booth al sassofono e flauto, Sid Gauld alla tromba, Matt Cooper alle tastiere, Charlie Allen e Max O’Donnell alla chitarra, Francis Hylton al basso, Francesco Mendolia alla batteria e João Caetano alle percussioni. Il concerto è promosso dall’associazione culturale Dromos in collaborazione con il Comune di Cabras.
 
biglietti – a 20 euro (inclusi i diritti di prevendita) – si possono acquistare online sul sito di Dromos (https://www.dromosfestival.it/incognito). Per informazioni, la segreteria di Dromos risponde al numero di telefono 0783310490, al numero whatsapp 3348022237 e all’indirizzo di posta elettronica info@dromosfestival.it. Notizie e aggiornamenti anche sul canale Telegram e nelle pagine Facebook e Instagram di Dromos.
 
Gli Incognito nascono in Inghilterra nel 1976 diventando in breve tempo assoluti protagonisti nella scena internazionale. Dopo la creazione del gruppo da parte di Maunick e Paul “Tubbs” Williams, gli Incognito pubblicano il loro primo album, “Jazz Funk”, nel 1981, dopo il quale si prendono una pausa lunga dieci anni fino al 1991, quando esce “Inside Life”, registrato insieme a vari altri artisti della scena groove britannica: una caratteristica presente in tutti i dischi successivi, come “Tribes, Vibes and Scribes” (1992), con il contributo della vocalist Maysa Leak, “Positivity” (1993), o “100° and Rising” con Joy Malcolm e Pamela Anderson, il cui brano “Everyday” raggiunge la posizione numero ventitré della classifica inglese.
 
Successivamente a “Remixed” (1996), “Tokyo Live” (1998) e “No Time Like Future” (1999), gli album che inaugurano gli anni Duemila, “Life, Stranger Than Fiction” (2001) e “Who Needs Love” (2002), si caratterizzano per l’assenza di Maysa Leak sostituita dalle voci di Tony Morelle e Joy Rose. Ancora una volta emerge la caratteristica fluidità nella composizione del gruppo che tuttavia non ne pregiudica lo stile musicale ben definito.
 
I successi dei primi anni Duemila vengono confermati nel 2010 dalla pubblicazione di “Live in London: the 30th Anniversary Concert” e “Transatlantic R.P.M.”, arricchito dalle performance di artisti come Chaka Khan e Mario Biondi. Nel 2012 gli Incognito pubblicano “Surreal”, seguito da “Amplified Soul” (2014) e “In Search of Better Days” (2016). È del 2019 il loro ultimo disco “Tomorrow’s New Dream” pubblicato per l’etichetta Bluey Music/Absolute, con la partecipazione di numerosi musicisti e cantanti e ben quattordici nuovi brani inediti.

 

Alghero capitale degli eventi, la stagione più ricca: parla Carta |video

ALGHERO – È facile chiudere gli occhi e pensare subito ad Alghero. Mare cristallino, tramonti mozzafiato, ricche tradizioni e una lingua unica, come le prelibatezze della cucina, l’ospitalità e la bellezza architettonica delle sue chiese, l’acciottolato delle viuzze del centro storico, la vita sui bastioni, il porto colorato e affollato. I bar sulla spiaggia, la musica, l’intrattenimento e i grandi eventi: tutto questo e tanto altro è #ALGHEROEXPERIENCE. Perchè un anno così… è quello che vorrebbero tutti.  È questo il claim studiato per promuovere le molteplici esperienze che la città offre e che accompagna il ricco cartellone di eventi presentato questa mattina nella sala conferenze del Quarter, capace di intercettare i gusti più svariati per soddisfare anche i turisti più esigenti.  
 
“Alghero si conferma protagonista in Sardegna dei grandi eventi sportivi, musicali e popolari, investe con convinzione nell’intrattenimento, con manifestazioni di grande interesse e presenta una stagione di spettacoli mai così ricca e coinvolgente. Ci sono tutte le condizioni per mettersi definitivamente alle spalle restrizioni e pandemia, sempre nel segno della responsabilità. Il calendario di eventi estivi è un filo ininterrotto che arriva al Sant Miquel Festival, per continuare poi verso il Capodanno. Una stagione che si è già aperta nel migliore dei modi, col nostro aeroporto che conferma tassi di crescita più che incoraggianti ed una programmazione che garantisce il rilancio del turismo nel nord-ovest dell’isola dopo un periodo difficile. Eventi sportivi internazionali, tanta cultura e grande spettacolo, qualità delle scelte: sono gli ingredienti vincenti che l’Amministrazione comunale con la Fondazione mettono in campo per promuovere Alghero e guardare avanti con convinzione e rinnovato ottimismo”. 
 

Così il sindaco di Alghero, Mario Conoci, in occasione della presentazione ufficiale del calendario di eventi dell’estate 2022. Con lui il presidente della Fondazione Alghero, Andrea Delogu, l’assessore al Turismo ed alla Cultura Alessandro Cocco e i membri del Consiglio di amministrazione della Fondazione, Pierpaolo Carta e Sara Govoni, oltre ai referenti delle numerose associazioni ed organizzazioni che collaborano attivamente alle manifestazioni. Dalla Shining Production, le Ragazze Terribili, Insula Events e Sardegna Concerti, passando per la Cedac, la Società Umanitaria e Bayou Club Events, Jana Project, Itinerandia, Spazio T, Compagnia Teatro d’Inverno e le tante associazioni culturali e linguistiche locali. Un cartellone che si arricchisce di eventi internazionali di grande prestigio e dall’enorme richiamo: è il caso dell’esibizione delle Frecce Tricolori, l’Air Show della Pattuglia Acrobatica Nazionale (21 maggio), dell’atteso ritorno del quartier generale del Rally Italia Sardegna (dal 2 al 5 giugno) e del CrossFit europeo, il Wod War 4 Mori, in programma dal 2 al 4 settembre.

La Riviera del Corallo anticipa tutti e presenta con largo anticipo la programmazione più ricca e lunga di sempre: da maggio a ottobre, un cartellone davvero per tutti i gusti. Gué (18 giugno), Ginevra Di Marco (26 giugno), Paolo Fresu (15 luglio), Alice canta Battiato (16 luglio), Tananai e Villabanks (30 luglio), Ernia (4 agosto), Sarah Jane Morris e Nick The Nightfly (5 agosto), Psicologi (6 agosto), Irama (8 agosto), Madame e Chiello (10 agosto), Litfiba (13 agosto), Fabri Fibra (16 agosto), Rkomi (20 agosto), Andrea Pucci (21 agosto), Gianna Nannini (24 agosto), Subsonica (26 agosto), Bandabardò & Cisco (30 settembre), Mara Sattei (1 ottobre). Ed ancora: l’Orchestra Jazz della Sardegna, i Neri per Caso, Marcello Peghin, Enzo Favata, Filippo Graziani, Benito Urgu, Jacopo Cullin, i concerti d’autore del Barnasants e tanti altri artisti. Grande spazio al teatro, alla danza e alla comedy con le firme prestigiose di Lercio e Fabio Celenza, Angelo Duro, Katia Follesa e Angelo Pisani, I Panpers e Michela Giraud. Ritorna il festival del Cinema delle terre del mare nelle più belle spiagge cittadine, l’animazione urbana ed il teatro di strada per le vie del centro storico del Mamatita Festival, gli ospiti internazionali del festival letterario Dall’Altra Parte del Mare, le letture a Villa Edera, il Grand Prix Corallo e il Birralguer Sardinia Craft Beer Festival. Infine la novità firmata Massimo Bonelli, direttore artistico del concerto del 1°maggio di Roma, con l’attesa prima edizione del festival Alghero Music Spotlight, dedicato alla scena musicale indie pop italiana, in programma dal 9 all’11 settembre. 

 
“Chi sceglie Alghero quest’anno troverà una città più viva che mai. Un motivo in più per trascorrere un’estate all’insegna della cultura, affiancando al mare, ai musei ed alle bellezze ambientali del ricco patrimonio architettonico e del territorio una programmazione di eventi e spettacoli in grado di accontentare un pubblico di tutte le età”. Così il presidente Andrea Delogu, che ringrazia i collaboratori della Fondazione e l’Amministrazione comunale “per l’impegno, la determinazione e la professionalità nel definire un cartellone così importante, frutto di una sempre più stretta sinergia con gli operatori, le associazioni e le imprese culturali e turistiche del territorio”. Soddisfazione espressa anche dal vicepresidente, Pierpaolo Carta, che sottolinea gli sforzi compiuti per riqualificare l’Anfiteatro Ivan Graziani di Maria Pia che ritornerà centrale per i grandi concerti, mentre Sara Govoni rilancia la possibilità per le aziende private e gli enti di sponsorizzare gli eventi della città, dalle singole iniziative ai grandi cartelloni identitari. “L’estate 2022 è la stagione giusta per ripartire – il monito dell’assessore alla Cultura e Turismo – quest’anno Alghero offre un calendario di concerti, manifestazioni e sport di livello elevatissimo. Con una promozione fresca e un richiamo evidente per visitatori e turisti, che già affollano le nostre strade” chiude Alessandro Cocco.
Tutti gli eventi avranno una cornice social concuriosità e immagini sui canali di Alghero Turismo. Il programma completo con tutti i dettagli dei singoli eventi e le informazioni per l’acquisto dei biglietti dei vari concerti e spettacoli è disponibile su www.algheroturismo.it . 
Ecco il programma integrale:

Ludovico Einaudi sold-out a Tharros, nuova data

ORISTANO – A un mese dal suo annuncio, registra il tutto esaurito il concerto di Ludovico Einaudi in programma il 4 agosto all’Anfiteatro di Tharros per il ventiquattresimo festival Dromos. Per soddisfare le tante richieste pervenute, l’organizzazione, d’intesa con il management dell’artista, ha così programmato una replica per l’indomani sera – venerdì 5 agosto, sempre nel prezioso sito archeologico in territorio di Cabras con inizio alle 21.15.
 
biglietti – posto unico a 45 euro (più diritti di prevendita) – si possono acquistare online e nei punti vendita del circuito BoxOffice. I posti sono limitati e senza seduta: si consiglia pertanto un abbigliamento comodo. Per informazioni, la segreteria di Dromos risponde al numero di telefono 0783310490, al numero whatsapp 3348022237 e all’indirizzo di posta elettronica info@dromosfestival.it. Notizie e aggiornamenti anche nelle pagine Facebook e Instagram di Dromos.
 
Presentati dall’associazione culturale Dromos in collaborazione con il Comune di Cabras e la società Ponderosa Music & Art, i due concerti saranno le uniche date in Sardegna del tour internazionale di Ludovico Einaudi all’insegna di Underwater, il nuovo album di inediti del pianista e compositore torinese pubblicato lo scorso gennaio dalla Decca Records; un giro del mondo in musica che, partito dall’Italia a febbraio, fra giugno e luglio sbarcherà in America, con tappe in Messico (a Guadalajara e Città del Messico), negli Stati Uniti (a Seattle, Oakland, Los Angeles, Dallas, Chicago, Washington, New York) e in Canada (a Vancouver, Quebec City, Montreal e Toronto), prima di rientrare nel nostro Paese. E proprio qui da noi, note e atmosfere di “Underwater” troveranno la loro collocazione ideale nei luoghi prescelti da Einaudi, artista sensibile ai temi dell’ambiente e dei cambiamenti climatici, per una serie di concerti immersi nel tempo sospeso tra natura e storia umana, nello scenario emozionante di oasi e riserve naturali, parchi rupestri e siti archeologici, come Tharros, appunto. Con Ludovico Einaudi al pianoforte suoneranno Redi Hasa al violoncello, Federico Mecozzi al violino e Francesco Arcuri all’elettronica e alle percussioni.

Classe 1955, tra i compositori contemporanei più presenti nelle classifiche di musica classica a livello mondiale, Ludovico Einaudi è l’artista più ascoltato di tutti i tempi nello streaming classico. Uno stream su dieci in Gran Bretagna, pari a oltre 2,5 milioni riproduzioni al giorno e a 4 miliardi in totale, deriva dalla sue composizioni. La sua musica trascende le generazioni e, oltre ai successi raggiunti nelle classifiche e nello streaming, ha più di un milione di abbonati e 10 milioni di visualizzazioni YouTube e oltre 150 mila su TikTok.
Underwater” è il primo lavoro di Einaudi in pianoforte solo degli ultimi vent’anni; registrato “quando il mondo fuori era fermo e silenzioso”, nel tempo sospeso del lockdown, ha visto il compositore immergersi “in uno spazio libero e senza confini, in una dimensione fluida e parallela, senza interferenze esterne”. Ne sono venute fuori “forme brevi, quasi canzoni, scritte di getto al pianoforte”. Anche il suono è il risultato di una ricerca, sottolinea l’artista: “Ho cercato un suono preciso che corrispondesse all’espressione di questa musica, morbido, caldo e profondo. Volevo un pianoforte che parlasse e cantasse.”

Il disco è uscito dopo un anno molto significativo per Ludovico Einaudi, che ha visto la pubblicazione dell’album “Cinema” – una raccolta delle sue colonne sonore più famose (tra cui quelle per i film “Nomadland” e “The Father”, vincitori di Oscar, Bafta e Golden Globe) -, e la serie podcast “Experience: The Ludovico Einaudi Story“, con la partecipazione di registi e attori come Russel Crowe, Chloé Zhao (“Nomadland”), Florian Zeller (“The Father”), Shane Meadows (“This is England”), Eric Toledano e Olivier Nakache (“The Intouchables”).

Uri, Tazenda protagonisti della Sagra del Carciofo

URI –  Come a segnare la fine dello stato di emergenza, la Pro Loco di Uri ritorna ai fasti della Sagra del Carciofo di marzo e per la l’edizione estiva del prodotto Dop propone i TAZENDA, la band attesa e programmata per la Sagra 2020.

Le date per la dodicesima edizione della Sagra del Carciofo estiva sono 5-6 agosto prossimo in piazza della Libertà.

L’organizzazione ha studiato un programma ricco che sarà diffuso nelle prossime settimane, che garantirà sicurezza e rispetto delle normative senza rinunciare alla bellezza delle attività di piazza.

I TAZENDA chiuderanno la due giorni di manifestazioni. Il gruppo, con Nicola Nite alla voce, Gigi Camedda piano e voce, Gino Marielli chitarra e voce, arriverà a Uri con il suo #TourAntìstasis2022 partito domenica 1 Maggio da Villa Verde con il video “Industrial for peace” che chiede la pace e denuncia i falsi accordi e la pace armata.

Il percorso culturale “Centro %” inaugurato lo scorso anno per valorizzare le bellezze del centro storico e guidare i visitatori alla scoperta di un percorso museale a cielo aperto tra Nuraghe Santa Cadrina; Su Mulinu de sa farina; Su fraile; S’iscalitta; Chiesa Santa Croce; Chiesa N.S. della Pazienza; Casa Diaz; Funtana Manna; Antico Lavatoio; Locali S’iscola Ezza sarà implementato con nuovi pannelli illustrativi, un bellissimo addobbo floreale e nuovi angoli che raccontano la storia della comunità urese .

Non mancheranno i gruppi folk, i cori di musica tradizionale e la riscoperta delle tradizioni popolari. Sarà riproposto con abiti tradizionali e tessuti antichi il matrimonio urese con i dolci tipici, gli addobbi e i cori, per raccontare come la comunità si stringeva nel supportare la nascita delle nuove famiglie e le antiche regole che nascevano dai nuovi legami.

Entrambe le serate i menù offriranno il carciofo nella sua completa varietà: primo, secondo e contorno, ma non mancherà anche lo street food. Anche nella sua versione estiva, la Sagra racconterà l’importanza della coltura locale e di come la salvaguardia delle DOP garantisca le coltivazioni regionali.

La Sagra, organizzata dalla Pro Loco, è sostenuta dal Comune di Uri, la regione Sardegna e dalla Camera di Commercio di Sassari, che punta ad animare e investire nel paese durante tutti i mesi dell’anno con il programma Salude&Trigu

Premio alla carriera per i Balentia

CAGLIARI – Un premio, a suggello dei primi 25 anni di attività. E’ quello alla carriera, che l’Amministrazione Comunale di Mogoro ha deciso di concedere a Balentia, storica band del rap sardo, per “Il grande valore culturale del lavoro svolto nei primi 25 anni di musica”.

Il premio è stato consegnato ieri, dopo diversi rinvii dovuti alla pandemia, in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant’Antioco, a Mogoro (OR), dai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale del paese, che ha così voluto celebrare la carriera artistica della Band che, per l’occasione, è tornata sul palco per eseguire alcuni brani, nella formazione “storica” che vede Alessio “Su Maistu” Mura e Andrea “Lepa” Mura alla voce, oltre a Andrea “DJ Zep” Planu in consolle.

“Sono in realtà ormai 27 gli anni di carriera, che celebreremo a breve anche con un nuovo singolo attualmente in lavorazione.”commenta Andrea Mura, in arte Lepa “Anni intensi e ricchi di soddisfazioni. Attraverso la nostra musica abbiamo sempre provato a raccontare il mondo che ci circonda, alla nostra maniera. Speriamo di esserci riusciti e di continuare a diffondere i nostri messaggi ancora per tanto tempo: la musica può essere uno strumento micidiale, se usato correttamente.”.


La giusta celebrazione di una carriera che ha superato quindi i cinque lustri, durante la quale il gruppo ha prodotto in studio quattro album ed un EP, ha collaborato con artisti nazionali ed internazionali, ed ha effettuatto oltre 600 concerti tra Sardegna, Italia ed Europa (Germania, Spagna, Grecia). Nel corso della sua storia la band ha ottenuto numerosi riscontri di critica da parte della stampa specializzata (Rumore e Blow Up su tutti), nonchè numerosi passaggi su Radio e TV Nazionali . Ha condiviso il palco con artisti Internazionali e Nazionali quali Orishas, Casino Royale, Neffa, Piotta, Club Dogo, Colle der Fomento, DJ Gruff.

Nel corso del tempo la band ha anche dato vita a diversi progetti paralleli, che hanno visto l’allargamento della formazione a strumentisti provenienti da differenti ambiti musicali: Stoccad’e funk, una band a 7 elementi, con chiara impronta funk anni ’70; Forefingers Up, progetto a 5 elementi, in cui si miscelavano black music e colonne sonore italiane anni ’70; Doodazz, progetto a 5 elementi, che si rifa al Jazz Rap di matrice newyorkese.

Links:

Web: www.balentia.com

Facebook: https://it-it.facebook.com/balentia/ – https://m.facebook.com/balentia.sarda

Instagram: https://www.instagram.com/balentia.rap/

Youtube: https://youtube.com/user/balentia1

Spotify: https://open.spotify.com/artist/0BSGAgeZjBJlYsSXd7zsAk

Itunes: https://itunes.apple.com/it/artist/balentia/id271020274

Contatti: info@balentia.com – Phone: 00.39.338.

Al via la quinta edizione di JazzAlguer con Denia Ridley

ALGHERO – Tutto pronto ad Alghero (Ss) per l’inaugurazione della quinta edizione di JazzAlguer, la rassegna organizzata dall’associazione culturale Bayou Club-Events con la direzione artistica di da Massimo Russino, batterista di primo piano sulla scena jazzistica isolana e di vasta esperienza internazionale.

A tenere a battesimo la lunga serie di concerti – tredici, spalmati nell’arco di sette mesi – sarà la cantante americana Denia Ridley, attesa al Teatro Civico sabato 30 aprile alle 21 con l’eleganza e la raffinatezza del suo stile, venato di influenze che si rifanno alle grandi voci che hanno reso immortale il Great American Songbook. Il concerto, che la vedrà muoversi fra intramontabili standard come “I’m in the Mood For Love”, “How High the Moon”, “Let’s Fall in Love”, “Love Me or Leave Me”, “Bewitched, Bothered and Bewildered”, tra gli altri, segna un nuovo “capitolo” di New York State of Mind, il progetto culturale-musicale varato da Massimo Russino con l’idea di coinvolgere e mettere a confronto artisti in relazione con la metropoli americana, alla quale anche il batterista sardo ha legato una parte importante del suo cammino artistico. Inaugurato due anni fa a JazzAlguer con il sassofonista Emanuele Cisi, e ripreso nella passata edizione con il crooner siciliano Gaetano Riccobono, il progetto giunge ora alla sua terza tappa con Denia Ridley, che sabato sul palco del Teatro Civico sarà affiancata da Salvatore Spano al pianoforte, Yanara Reyes McDonald al contrabbasso e lo stesso Massimo Russino alla batteria.

Originaria di Panama, cresciuta in Texas e successivamente perfezionatasi a New York, la Ridley si caratterizza per lo stile elegante e dinamico che ripercorre le orme di icone del calibro di Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Nancy Wilson e Dinah Washington. Nel corso degli anni, la cantante, che da tempo risiede stabilmente in Costa Azzurra, si è esibita in importanti manifestazioni europee e ha avuto l’onore di affiancare musicisti di indiscussa fama internazionale, come Renaud Penant, il pianista italiano Dado Moroni, l’ex-chitarrista di Lena Horne, Art Johnson, e il contrabbassista olandese Jack Sewing (al suo attivo una collaborazione con il violinista Stéphane Grappelli). È del 2014 “Afterglow”, il disco che Denia Ridley ha inciso con il trio del pianista Marc Devine, com Mike Porter al contrabbasso e Keith Balla alla batteria.

Ad accrescere il carattere di internazionalità della serata, la coincidenza con l’International Jazz Day, l’evento annuale del 30 aprile promosso dall’UNESCO, l’Agenzia dell’Onu per l’Educazione, la Scienza e la Cultura: una ricorrenza istituita nel 2011 per sottolineare il ruolo che la musica jazz può giocare nell’unire le persone di ogni angolo del globo, per promuovere la pace, il dialogo tra le culture, la diversità e il rispetto dei diritti e della dignità umani, la libertà di espressione, l’uguaglianza di genere e il ruolo dei giovani nell’attuazione del cambiamento sociale.

A mezzogiorno, a precedere e introdurre idealmente il concerto serale, un appuntamento letterario in collaborazione con la libreria CyranoVanni Masala presenta il suo libro (edito da Curci lo scorso autunno, e con le illustrazioni di Marilena Pasini) Le Muse del Jazz, storie e misteri di 68 personaggi femminili che hanno ispirato le composizioni più belle. E ci sarà anche Denia Ridley a dialogare con l’autore e con il pubblico nella libreria-vineria in via Vittorio Emanuele II al civico 11.

Il prossimo appuntamento di JazzAlguersabato 21 maggio, rievocherà le sonorità e le atmosfere “doo-wop” degli anni Cinquanta quando sul palco del Teatro Civico (con inizio alle 21) salirà il celebre complesso vocale dei Neri Per Caso, virtuosi dello stile “a cappella” di derivazione del rhythm and blues e del rock & roll, tanto in voga negli Stati Uniti nella metà del secolo scorso.

Nel cartellone della rassegna, in programma fino al prossimo 25 novembre tra la città catalana e alcuni tra i suoi luoghi più rappresentativi, ci sarà spazio per i nuovi talenti, per le eccellenze regionali, per importanti artisti nazionali e internazionali, voci italiane e straniere, big band, formazioni combo e solo performance, spaziando ad ampio raggio tra i generi e gli stili: dal soul funk alla world music, dal post hard bop al doo wop, dal contemporary jazz al blues/american songbook. Tra i nomi di spicco Paolo Fresu in trio con Rita Marcotulli e Jaques Morelenbaum (venerdì 15 luglio sul palcoscenico di Lo Quarter), la violinista Anais Drago (domenica 16 ottobre nel chiostro della Chiesa di San Francesco), il trombettista finlandese Tero Saarti, ospite di un progetto originale con due formazioni storiche del panorama isolano, l’Orchestra Jazz della Sardegna e il Woodstore Quintet (domenica 31 luglio a Lo Quarter), il trombettista campano Luca Aquino in trio con la pianista Sade Mangiaracina e con il contrabbassista Salvatore Maltana (domenica 4 settembre a Lo Quarter), il progetto Esperanto di Luca Falomi e Riccardo Barbera (domenica 19 giugno al Nuraghe Palmavera), il chitarrista Marcello Peghin (venerdì 12 agosto al Nuraghe Palmavera), l’Entropy Project (il 18 settembre al Parco di Porto Conte) e poi tante voci: Simona Bencini (venerdì 25 novembre al Teatro Civico di Alghero), le inglesi Jill Saward (il 27 luglio anziché il 23, come precedentemente annunciato, a Lo Quarter) e Sarah Jane Morris, quest’ultima con una band ad hoc tutta sarda e un ospite speciale e vecchio amico di JazzAlguer: Nick The Nightfly (venerdì 5 ancora a Lo Quarter).

  • Info e biglietti

Il biglietto per il concerto di Denia Ridley costa 15 euro. Prevendite online su www.mailticket.it e al botteghino, aperto dalle 20 la sera del concerto. L’abbonamento per l’intera rassegna costa invece 120 euro. Info e prenotazioni al 339 34 41 828 e all’indirizzo di posta elettronica bayouclub.info@gmail.com.