Sant Miquel, seconda settimana di eventi: arriva Aplec

ALGHERO . Seconda settimana di eventi nella Riviera del Corallo per San Michele. In attesa delle giornate clou del Sant Miquel Festival (27, 28, 29 e 30 settembre), quando nel piazzale del Quarter si alterneranno i concerti di Matt Bianco, Zibba, Wrongonyou e gli show comici di Max Paiella e Luca Ravenna, prosegue la programmazione con appuntamenti di qualità predisposti dalla Fondazione Alghero e dall’Amministrazione Comunale a partire dal live di Patrizia Cirulli con Fabrizio Zara alla chitarra, sempre sul palco del Quarter, dalle ore 21 di oggi, mercoledì 22 settembre.

Domani, giovedì 23 settembre, continua il festival “Dall’altra parte del mare”nella sala conferenze della Fondazione Alghero con la tavola rotonda sul tema “Romanzo e memoria”con Antonio Muñoz Molina, Elvira Lindo, Manuel Vilas, Josè Manuel Fajardo. A seguire, nella splendida cornice di Villa Mosca, un doppio appuntamento internazionale: alle 19.45 il reading di Karla Suarez “Silenzi”, alle 21 cena con l’autore Jose Manuel Fajardo che presenta il suo romanzo “Il sapore perfetto” .

Da venerdì 24 fino al 26 settembre il centro di Alghero ospiterà l’attesissima 33esima edizione dell’Aplec Internacional a cura dell’Adifolk, la grande manifestazione realizzata nei territori catalano parlanti, l’iniziativa culturale tra le più importanti del suo genere. Evento che prenderà l’avvio ufficiale con la cerimonia alle ore 17 di venerdì nel Teatro Civico alla presenza dei sindaci dei vari comuni catalani. Sempre nella giornata di venerdì 24 settembre, dalle ore 18, ci saranno nel Parco Tarragona tre differenti appuntamenti del festival “Dall’altra parte del mare”. Sabato 25 settembre, dopo l’aperitivo a mezzogiorno nella libreria Cyrano con gli autori del festival, prendono avvio le Giornate Europee del Patrimonio con l’apertura notturna straordinaria del MŪSA Museo Archeologico e MACOR Museo del Corallo (fino alle ore 22.30). Nel Parco Tarragona, sempre per il medesimo festival letterario, un nuovo appuntamento (ore 18) al Parco tarragona con la presentazione del libro SANGUE RUBATO di Antonio Muñoz Molina e a seguire (ore 19 ) l’incontro con Guillermo Arriaga, scrittore, regista e sceneggiatore messicano, Palma d’oro per la miglior sceneggiatura con Le tre sepolture di T. L. Jonesil. Alle 21 al Mamatita Vilatge in via Giovanni XXIII sarà proposto lo spettacolo di danza contemporanea “Over lap”.

Domenica 26 settembre si concludono gli appuntamenti del festival Dall’altra parte del mare: alle ore 18 nella Sala Conferenze de Lo Quarter, la tavola rotonda, “Scrivere dopo la pandemia”, con gli autori ospiti di questa edizione.

Aci, auto storiche ad Alghero, Parco e Bosa

ALGHERO – Ottanta tra le automobili che hanno fatto la storia dell’automotive mondiale in passerella tra Alghero e Bosa in una giornata da ricordare. Bilancio assolutamente positivo in termini di esperienza e partecipazione per gli equipaggi che hanno preso parte alla tappa sarda di Ruote nella Storia, appuntamento itinerante di ACI Storico che ha come obiettivo la promozione dei luoghi più belli del Paese insieme al fascino delle automobili attraverso una sessantina di appuntamenti in tutto lo stivale, tra cui anche il Parco di Porto Conte con la visita degli automobilisti nella mattinata di sabato.

L’evento è stato organizzato dall’Automobile Club Sassari in collaborazione con ACI Storico, con il Patrocinio del Comune di Alghero e del Comune di Bosa e la collaborazione di diversi club di appassionati. L’itinerario ha visto gli equipaggi radunarsi domenica 19 settembre ai Bastioni Cristoforo Colombo nelle adiacenze di Piazza Sulis ad Alghero alla presenza del sindaco della cittadina Mario Conoci, del presidente dell’AC di Sassari Giulio Pes di San Vittorio e del direttore di AC Sassari Alberto Marrone. Alle 10.30 circa sotto un meteo incerto, i fortunati possessori delle auto storiche si sono mossi lungo la SP 105 “Alghero-Bosa”, ovvero lungo un tragitto immerso in un circuito naturale noto per la sua bellezza e raggiunto Bosa, dove hanno esposto le vetture in piazza 4 Novembre. Il clima poi mite e gradevole che ha succeduto alla pioggia delle prime ore del mattino ha favorito l’arrivo di numerosi curiosi e appassionati che hanno apprezzato le vetture, scattato foto e diffuso sui social le immagini di quello che può essere definito un vero e proprio museo itinerante.

“Come AC Sassari – ha spiegato il presidente Giulio Pes di San Vittorio – abbiamo accolto positivamente l’invito di ACI Storico perché riteniamo prezioso il connubio tra la cultura dell’automobile e quella del territorio anche alla luce del ritorno promozionale e sociale che deriva da manifestazioni di questo tipo. Dopo la tappa mondiale del Rally di Sardegna, la Baia delle Ninfe e la Alghero Scala Piccada, Ruote nella Storia è per noi il completamento di una stagione di grande ottimismo per la ripartenza e soddisfazione” – ha concluso Pes.

A presenziare alla manifestazione anche la troupe di ACI Storico che ha realizzato un servizio televisivo che sarà trasmesso nelle prossime settimane nell’ambito del “Magazine ACI Storico”, in onda ogni due settimane il mercoledì alle ore 23.00 su su ACI Sport TV (canale 228 di Sky) e decine di televisioni in convenzione sul digitale terrestre. La manifestazione si è svolta in aderenza ai rigidi standard anti covid – 19 e la partecipazione è stata subordinata al possesso dei green pass.

Entra nel vivo il Sant Miquel Festival: primo weekend

ALGHERO – Ad Alghero, l’estate degli eventi continua. Entra nel vivo il Sant Miquel Festival, il cartellone di manifestazioni in onore del Santo Patrono della città di Alghero, con un primo weekend ricchissimo di appuntamenti. A partire dalla doppia data, che ha già riscosso un notevole successo nella vendita dei biglietti, del cantautore Antonello Venditti col suo speciale set in acustico: venerdì 17 e sabato 18 settembre nell’Arena Rugby Maria Pia. Sempre venerdì, ma in mattinata (dalle ore 10 alle 17), nell’ex mercato ortofrutticolo di Alghero, ritorna il Festival Mediterranea con l’appuntamento “Tutti gli editori del Mondo”.

Sabato 18 settembre, dalle ore 17, sempre nella stessa location di via Sassari, verrà proposto “Lectiones Archivio” ovvero la nuova collana in coedizione con la Diocesi Alghero-Bosa, mentre alle ore 20 nel Mamatita Vilatge di via Giovanni XXIII (Cortile scuola primaria della Mercede) ci sarà lo spettacolo “Jonhatan il marinaio”. Alle 20.30 nell’ex mercato ortofrutticolo il cantautore algherese Franco Cano proporrà il suo concerto dal nome “Adios Amor”. Allo stesso orario nella Cattedrale di Santa Maria si terrà l’esibizione del Coro Matilde Salvador dell’Associazione Akademia Cantus et Fidis. La giornata di sabato chiude col “Grande spettacolo della fine del mondo” a cura del Theatre en Vol sul palco del Quarter (ore 21). Nella stessa giornata prende il via anche la sezione internazionale del Festival Dall’altra parte del Mare alla presenza della scrittrice e musicista americana Liz Moore (cortile della parrocchia di N.S. della Mercede, ore 20.15). Per lo sport appuntamento sabato 18 settembre a Mugoni: dalle 8 del mattino il via al Campionato Italiano di Nuoto Paralimpico in Acque Libere.

Domenica 19 settembre al Mamatita Vilatge, alle ore 20, verrà proposto lo spettacolo clownesco “Hope Hope Hoplà”, mentre alle 20.30 doppio appuntamento al Teatro Civico con Claudia Crabuzza e nella Cattedrale di Santa Maria con le Note di Fine Estate, a cura del Coro Matilde Salvador. Sempre domenica si svolgerà la Cooking Cup 2021, l’attesa regata velico-culinaria nel golfo di Alghero a cura dello Yacht Club Alghero. Il Sant Miquel Festival proseguirà fino al 3 ottobre all’insegna della musica, comicità e della tradizione popolare. Cresce l’attesa per il concerto dei Matt Bianco (27 settembre), per la musica neo-cantautorale di Zibba e Wrongonyou (28 settembre) ed il coinvolgente cabaret di Max Paiella (29 settembre) e Luca Ravenna (30 settembre), insieme alla straordinaria kermesse popolare catalana dell’Adifolk (in programma dal 24 al 26 settembre). Il programma dettagliato degli eventi è disponibile sul sito www.algheroturismo.eu.

Alghero, è tutto pronto per la doppia data di Venditti

ALGHERO – Unplugged Special 2021. Tutto pronto all’Arena Rugby Maria Pia per l’ultimo grande concerto della stagione estiva 2021, che ha riportato Alghero al centro della scena musicale dell’isola. Archiviati gli straordinari successi di Francesco De Gregori, Rkomi, Mahmood, Ron ed Edoardo Bennato, doppio live con Antonello Venditti, venerdì 17 e sabato 18 settembre (ore 21). Il grande cantautore romano regalerà un concerto unico che impreziosisce un weekend ricchissimo ad Alghero, col Sant Miquel Festival. Dopo i successi che hanno accompagnato il tour dal vivo in tutta Italia, Antonello Venditti sbarca in Sardegna e sceglie la Riviera del Corallo per riproporre al pubblico i suoi cavalli di battaglia in versione unplugged, la peculiarità di questo suo attesissimo ritorno al palcoscenico.

Una vera primizia da collezionisti, perla autoriale regalata alla platea isolana che rende ancora più magico e suggestivo questo doppio appuntamento di settembre inserito nel tour che da Torino a Vicenza vivrà in Sardegna una tappa di rara bellezza. L’organizzazione è di Insula Event e Sardegna Concerti in collaborazione con la Fondazione Alghero. Per informazioni, curiosità e contatti, attive le pagine social “Alghero Turismo” e il sito dedicato https://www.algheroturismo.eu/. Biglietti disponibili per la vendita online sui circuiti di Sardegna Ticket www.sardiniaticket.com e BoxOffice Sardegna www.boxofficesardegna.it.

Birralguer, corte delle birre artigianali sarde

ALGHERO – Il Birralguer – Sardinian Craft Beer Fest torna a scaldare l’estate della Riviera del Corallo. Il più longevo evento sardo dedicato al mondo brassicolo si ripresenta dopo quasi 2 anni di assenza dovuta alla pandemia. E si presenta ovviamente con un format nuovo che segue le indicazioni normative di sicurezza. Domani, venerdì 3 e sabato 4 Lo Quarter di Alghero si trasformerà nella “Corte delle Birre Artigianali Sarde”, nuovo format per il Birralguer ma sempre nello stesso spirito: alcune tra le migliori birre artigianali sarde, tanta musica dal vivo e street food.

La formula scelta dall’associazione culturale BeachGroup Alguer ricalca quella tipica dell’OktoberFest con tavolate, panche, botti e sgabelli a disposizione del pubblico che seguirà i concerti da seduto e l’ingresso alla Corte de Lo Quarter avverrà dopo il controllo della Certificazione Verde.

La regina ovviamente sarà sempre lei: la birra artigianale sarda. Tra i più rinomati birrifici la scelta è ricaduta su Domen di Uri, ‘Nora di Oliena, BAM di Mogoro e Isola di Thiesi. Più di 10 diverse produzioni e stili differenti perfetti del tutti i palati: dalla Pale Ale alle classiche Pils passando per le IPA e le Blanche. Una selezione che vuole rappresentare un mondo in continua crescita e trasformazione, il panorama brassicolo sardo da tempo è uno dei più affermati in tutta la Penisola.

Come sempre grande spazio avrà la musica con ben 4 concerti e 10 ore di musica dal vivo in 2 giorni. I primi a salire sul palco de Lo Quarter domani saranno gli algheresi The Peppered Musseles con le loro sonorità rhythm and blues, funky e soft rock; a seguire il concerto dei Senza Base, band a dir poco irriverente che da più di un decennio spopola nei club di tutta l’Isola. Sabato 4 Settembre toccherà ai Crêuza de mä e al loro omaggio a Fabrizio de Andrè e alla PFM con tanto di violino elettrico per seguire gli arrangiamenti originali; a chiudere la due giorni sarà Forelock, la voce reggae più amata in Italia. Alfredo Puglia negli ultimi anni ha raggiunto riconoscimenti importantissimi che lo hanno portato in prima serata su Rai 3 con Fiorello e ad aprire il Jova Beach Party di Olbia. Infine non mancherà la selezione musicale affidata al decano dei dj in Sardegna: Davide Merlini entrambi i giorni in consolle.

Evolversi in meglio, adattarsi alle regole per ripartire insieme e dimostrare per si possono fare eventi brassicoli in sicurezza: questa è la volontà degli organizzatori del Birralguer Sardinian Craft Beer Festival con questa particolare edizione definita La Corte delle Birre Artigianali Sarde. Un evento che vede il sostegno e il patrocinio di Fondazione Sardegna, Comune di Alghero e Fondazione Alghero.

Le porte della Corte apriranno alle ore 18 sia domani 3 Settembre che sabato 4. L’ingresso è gratuito e in sicurezza grazie alla certificazione verde, per ogni informazione a riguardo sono attivi due numeri di WhatsApp +39 393 048 9587 – +39 342 394 074

Fondazione Alghero, ancora eventi in Riviera. Arriva il rock di Bennato

ALGHERO – Archiviati gli straordinari successi di Francesco De Gregori, Rkomi, Mahmood e Ron e in attesa dello sbarco all’Arena Rugby Maria Pia del rock di Edoardo Bennato (sabato 28 agosto), il ricco calendario di eventi e manifestazioni che accompagna l’estate della Riviera del Corallo continua a stupire ed emozionare. Giovedì 26 agosto, alle ore 19, nel giardino del Museo del Corallo, per “Ai margini della notte”, la presentazione del libro di Maria Antoniett­a Maccioccu, Mondo Golem. Alle ore 21 l’atteso appuntamento algherese col Festival Musica sulle Bocche: “Mogol & Medit Voices, mi ritorni In mente” ovvero un talking show con Giulio Repe­tti in arte Mogol e la Medit Voices dire­tta dal Maestro Angelo Valori.

Venerdì 27 agosto si parte dalle ore 18 al Giardino del Museo del Corallo con “Anant i mirant”, la presentazione del libro in algherese di Claudio Gabriel Sanna a cura di Jordi Aliguè. Alle ore 18.30 nell’oasi “Le Prigionette” l’Obra Cultural de l’Alguer inaugura tre giorni di Festes 31 de agost in collaborazione con la Diputació di Barcelona, il Parco Naturale di Porto Conte, il Parco Nazionale dell’Asinara, il Comune di Alghero ed il supporto della Fondazione Alghero. Sabato 28 agosto per gli amanti del rock italiano c’è Edoardo Bennato (ore 21, Maria Pia, a cura dell’Associazione La Via del Collegio in collaborazione con l’Associazione Culturale Impressioni), mentre sul palco del Quarter va in scena un nuovo concerto targato JazzAlguer – Rose Ann Dimalanta Trio – Rose Ann Dimalanta voce e piano; Raymond McKinley basso; Massimo Buonanno baeria, a cura di Bayou Club Events. Per informazioni, curiosità e contatti, attive le pagine social “Alghero Turismo” e il sito dedicato https://www.algheroturismo.eu/.

Rkomi (con Madame) e Mahmood: grande successo

ALGHERO – Grande entusiasmo e pubblico in esaltazione per le due stelle del programma predisposto dalla Fondazione Alghero con Sardegna Concerti e Insula Events: Mahmood, Rkomi e la spettacolare sorpresa di Madame hanno infuocato il weekend di dopo-ferragosto nella Riviera del Corallo. Ritmi moderni con influenze arabeggianti per il primo e più urban e metropolitane il secondo.

Grande soddisfazione da parte del presidente della Fondazione Alghero Andrea Delogu che, oltre ringraziare i partner privati guidati da Palmas (padre e figlio) e da Murru, sottolinea la bontà delle scelte di un calendario variegato e di grande valore che è stato definito nonostante le note ecduffyse difficoltà. Si continua con Ron (a cura di Bayou Club), Bennato e Venditti. L’estate degli eventi ad Alghero non si ferma.

Nella foto Rkomi e Madame ad Alghero

Bellissima Italia, Alghero su Rai Due

ALGHERO – Bellissima Italia promuove Alghero nei canali della Rai. Il programma che racconta le meraviglie del Paese presenta il fascino della Riviera del Corallo, domani, sabato 21 agosto, ore 17,05, Rai Due. La trasmissione, registrata in città nel mese di giugno, condotto da Fabrizio Rocca con la partecipazione di Monica Rubele, illustra le bellezze del centro storico, la storia, le tradizioni ed il mare, con uno dei coralli più pregiati del Mediterraneo. Le immagini presentano inoltre il promontorio di Capo Caccia, con il faro più alto d’Italia, le campagne e gli oliveti e i vigneti del territorio. E inoltre, spazio alla tradizione della cucina a base di pesce, con una panoramica sulle eccellenze della produzione locale.

Arena Rugby Alghero, 24 agosto arriva Ron

ALGHERO – Vorrei incontrarti tra cent’anni cantava nel 1996 in coppia con Tosca sul Palco dell’Ariston, con quel brano Ron vinse il Festival di Sanremo. Oggi che dall’inizio della sua carriera di anni ne son passati 50, Ron festeggia mezzo secolo di musica con un tour negli stadi e nelle piazze di tutt’Italia, Alghero compresa.

A dir la verità il debutto risale al 1970, sempre sul palco sanremese – questa volta in coppia con Nada – Ron era ancora minorenne e non era ancora Ron, ma Rosalino Cellamare. Qualche anno più tardi fu il grande Lucio Dalla a suggerirgli “basta con sto Rosalino. Poi invecchi, non puoi chiamarti così tutta la vita. Comincia a usare Ron.” 51 anni dunque sono passati, ma nella vita di tutte e tutti il Covid-19 ne ha portato via almeno uno, ed è così che il concerto previsto per Sant Miquel Festival 2020 non si è tenuto. Ron è pronto a rifarsi martedì 24 Agosto e a festeggiare con tutto il pubblico della Riviera del Corallo i suoi primi 50 anni di musica d’autore. Una carriera costellata di riconoscimenti, alla già citata vittoria al Festival di Sanremo si aggiunge il premio della critica “Mia Martini”, due premi “Lunezia”, un “Venice Music Awards” e tantissimi altri traguardi figli dei 41 album discografici pubblicati.

Ron è indubbiamente una pietra miliare della musica d’autore italiana, ha collaborato e scritto per i più grandi, da Lucio Dalla di cui era grande amico a Baglioni, Bersani, Zero e tanti altri. Collaborazioni poi santificate nel disco “Ma quando dici amore” di cui fanno parte 14 duetti a dir poco emozionanti. E con questo tour il cantautore vuole ricordare tutte le tappe fondamentali della propria vita artistica, due ore piene di emozioni durante le quali canta i suoi più grandi successi come “Non abbiamo bisogno di parole”, “Vorrei incontrarti tra cent’anni”, “Ferite e lacrime”, “Una città per cantare”, “Almeno pensami” ai quali aggiunge un regalo in anteprima: “Abitante di un corpo celeste” brano che anticipa l’uscita del nuovo album prevista per gennaio 2022.

Il concerto è organizzato dall’associazione culturale Bayou Club Events e Fondazione Alghero, con il sostegno di Fondazione Sardegna e il patrocinio del Comune di Alghero. I biglietti hanno un costo calmierato a partire da 15 euro, si possono acquistare sulle piattaforme digitali Box Office Sardegna e TicketSms o prenotare al numero di telefono +39 328 839 9504. Il concerto inizia alle 21.30, l’apertura dei cancelli è alle ore 20:00 e il botteghino è disponibile anche il giorno stesso dell’evento.

Ritorno dei grandi eventi ad Alghero, parla Massimo Palmas

ALGHERO – Nei primi anni del 2000 per quasi un decennio, con la lungimirante idea (da parte dell’assessore al Turismo, della Giunta Tedde, Antonio Costantino) di utilizzare l’Anfiteatro di Maria Pia per i grandi eventi musicali, e non solo, si aprì una stagione virtuosa di spettacoli nella Riviera del Corallo che all’epoca era un riferimento non solo regionale ma pure nazionale riguardo i nomi che venivano proposti. Inutile ripeterli qui, i più li conoscono.

Un modello che poi negli anni fu preso ad esempio da altri luoghi turistici importanti. Ovvero quello di affidarsi ai più grandi promoter locale che in collaborazione con alcuni operatori e associazioni del posto potevano, senza troppi giri e orpelli, ma dati alla mano, tra contributi e bigliettazione, fare dei cartelloni di carattere internazionale.

Ciò che permetteva questo, oltre le idee lungimiranti e le scelte azzeccate sui nomi (un mix di proposte di massa, di nicchia andando a coprire i vari generi dal rock all’elettronica passando per il cantautorato fino alla danza e i grandi comici) era anche l’utilizzo di uno spazio come quello all’esterno dei Palazzo dei Congressi. Oggi, sia per questo aspetto, vista la volontà dell’attuale Amministrazione Comunale, Regionale e soprattutto della Fondazione Alghero, che per il ritorno dei promoter di allora (Sardegna Concerti) e altri nati recentemente pare sia possibile (e ne è una primo gustoso assaggio la programmazione degli eventi di agosto e settembre) riproporre quello schema vincente.

Tutto sta, come sempre, nelle scelte. Puntare in alto. Ciò vuole dire anche scontentare qualcuno, ma in questo modo sarebbe probabilmente possibile riportare anche quella fascia di turismo anglosassone che manca sempre di più e che invece adora luoghi come Alghero ancora di più se ricchi di eventi musicali e artistici di livello. Di questo ritorno parla proprio uno dei diretti interessati ovvero il patron di Sardegna Concerti, inventore del Jazz in Sardegna e di tanto altro, Massimo Palmas.