“Rosencrantz e Guildenstern sono morti” al Teatro Civico di Alghero

ALGHERO – Sabato 24 febbraio alle ore 20:30 sul palco del Civico Teatro “Gav Ballero” la nuova produzione firmata ì Teatro d’Inverno “Rosencrantz e Guildenstern sono morti”, tratta all’omonima commedia del drammaturgo britannico Tom Stoppard.

Lo spettacolo, interpretato da Gianfranco Corona, Antonello Foddis e Giuseppe Ligios, attinge a piene mani dall’Amleto di William Shakespeare. Il focus della drammaturgia viene per concenstrato su due ò personaggi assolutamente marginali della tragedia, gli amici del giovane princ
ipe danese, convocati a corte dai sovrani per indagare sulle cause della sua improvvisa malinconia.
Una commedia surreale dal sapore vagamente gotico nella quale il dubbio su cosa sia reale e cosa non lo sia scandisce il ritmo della pi ce. L’essere o non essere domina la scena sottolineando l’incertezza dei è protagonisti sulla realt che li circonda, sul senso dell’esistenza e della morte. à
Niente sembra essere sotto il diretto controllo di Rosencrantz e Guidenstern, nulla avviene per loro volont . Tutto il loro esistere sembra basarsi sull’attesa di un impulso esterno che li spinga ad agire in un à mondo estraneo e nel quale faticano a riconoscersi. Nel mezzo il vuoto esasperante della non-azione che si traduce nell’incapacit di poter imprimere la bench minima influenza sugli eventi, dei quali sono à é inconsapevolmente soggetti passivi.

Adattamento e regia sono di Giuseppe Ligios, il disegno luci di Aaron Gonzalez e i costumi di Giovanni Trudu. Apertura botteghino del teatro ore 19, biglietto intero 12, ridotto studenti e over 60 10. € € info e prenotazioni: 3338578630 (WhatsApp).

Mario Conoci: Grandi eventi come motore di sviluppo economico e di promozione della Sardegna

ALGHERO – “Da Sindaco di Alghero ho voluto investire sui grandi eventi per promuovere il nostro territorio e creare nuova economia,” ha dichiarato Mario Conoci, sindaco della città e candidato alle elezioni regionali del 25 febbraio con Fratelli d’Italia e Paolo Truzzu presidente.

Conoci ha evidenziato come queste manifestazioni siano state un volano per l’attrazione turistica e la crescita economica. La ricca programmazione di concerti estivi e i concerti di capodanno con Ligabue, Anna e Guè, e l’anno precedente Max Pezzali e Lazza, sono esempi di come la musica possa diventare un magnete per visitatori e appassionati, generando un indotto significativo per l’economia locale.

In un panorama sempre più competitivo, dove la promozione territoriale si gioca su scenari globali, Alghero si è distinta per una strategia vincente che ha saputo coniugare cultura, sport e spettacolo, attrattiva turistica ed economica, con un impatto significativo per la città e per l’intera Sardegna.

Non solo musica. Alghero ha saputo distinguersi anche per eventi spettacolari come lo show delle Frecce Tricolori, che “hanno portato decine di migliaia di persone ad Alghero per ammirarle, con grande beneficio degli operatori economici locali” come ricorda il sindaco. E ancora, l’impegno nello sport, con manifestazioni di calibro internazionale come il Rally mondiale, il mondiale di beach soccer, prestigiosi eventi di tennis come la Billie Jean King Cup, senza dimenticare le competizioni di nuoto in acque libere con la coppa Len e la presenza del campione Gregorio Paltrinieri.

Questi eventi hanno dimostrato come un’efficace politica di promozione basata su grandi eventi possa tradursi in crescita economica e sviluppo. “Tutti elementi che possiamo adottare come modello e possono contribuire allo sviluppo del nostro territorio e di tutta la Sardegna,” ha sottolineato Conoci.

Conoci ha chiaro il futuro del Nord-Ovest della Sardegna: un modello di promozione che si appoggia su eventi di grande richiamo per promuovere il territorio, attrarre turisti, stimolare l’economia, e valorizzare la cultura locale. “Sono candidato anche per questo: per portare questo modello di promozione e di sviluppo del territorio in Regione” conclude il sindaco.

Carnevale di Alghero, arrivano Ragazzinscena e le Pentolacce

ALGHERO – Il Carnevale algherese è uno dei momenti allegorici più attesi in città. Dopo il successo del “Carnevale a tre tempi” nell’ex Mercato ortofrutticolo e della sfilata tra le borgate, è tempo di “Ragazzinscena” e “Pentolacce”. Una festa di colori, maschere, installazioni e musica. “Storia e Mitologia” per il tradizionale Carnevale dei Bambini: Ragazzinscena, a cura di Rm Management, dà appuntamento sabato 17 febbraio, dalle ore 15, con partenza dai Giardini Giuseppe Manno. Protagoniste le scuole elementari cittadine, borgate comprese, con la partecipazione di gruppi di spettacolo esterni: 13 gli istituti scolastici che sfileranno in rappresentanza dei 3 Istituti Comprensivi e di quelli paritari e privati. Ad aprire la sfilata la Banda Musicale A. Dalerci di Alghero con la partecipazione del gruppo artisti sui trampoli “Lanchilonchi” di Loiri P. San Paolo, Alex y trumpet di Sassari, il Centro Emera asd La Pietraia, il Nuovo Espacio Salsero di Diego Nieddu, le Ragazze Kangoo Jessica Puggioni e del Gruppo estemporaneo Buldèl “Amici sotto spirito Alghero”. Domenica 18 febbraio è invece tempo di WW Il Carnevale e le sue Pentolacce, dalle ore 15 “La Fiaba di Cenerentola” in Piazza Pino Piras a cura de La Nuova Piccola Compagnia.

Estate ad Alghero, Pooh in concerto

ALGHERO – Dopo Calcutta e Tedua, anche i mitici Pooh saranno tra i protagonisti dell’estate algherese. L’appuntamento con l’atteso concerto di una delle band più longeve e amate dal pubblico italiano è per il 9 agosto 2024 presso l’Anfiteatro all’aperto Ivan Graziani di Maria Pia. Un vero e proprio viaggio nella grande bellezza italiana attraverso la musica. Dopo il grande successo del tour che li ha visti protagonisti nel 2023 tra stadi, Arena di Verona, arene estive e palasport, i Pooh tornano live con “POOH – AMICI X SEMPRE Estate 2024”, oltre 20 date nelle location più suggestive d’Italia. E non poteva mancare la Riviera del Corallo, grazie all’organizzazione della Shining Production, in collaborazione con l’Amministrazione comunale ed il supporto della Fondazione Alghero. Nati da un’idea di Valerio Negrini, in oltre 50 anni di carriera i Pooh hanno superato i 100 milioni di dischi venduti, hanno ottenuto un elenco spropositato di premi e riconoscimenti e si sono dimostrati dei veri “pionieri” per le rivoluzioni introdotte nei loro live, i temi trattati nei loro brani, l’uso della tecnologia moderna e la multimedialità e tanto ancora.

Lo Carraixali de l’Alguer, “Riparte la tradizione tra feste e sfilate” | video

ALGHERO – Ritornano gli appuntamenti del Carnevale ad Alghero. Una festa che rientra in pieno nella tradizione di Alghero e che anni fa vedeva sfilate, serate danzanti e altri eventi presi d’assalto da residenti e da turisti, per lo più, regionali. Quella di quest’anno è, di fatto, una ripartenza che non potrà che portare attuali e, soprattutto, futuri giovamenti all’offerta di intrattenimento in bassa stagione anche per i prossimi anni. Certo è necessario programmare per tempo e, se possibile, investire dei fondi per quanto necessario

Ma, come ribadito anche in conferenza stampa dal vice-presidente della Fondazione Alghero Pierpaolo Carta e dall’assessore alla Cultura Alessandro Cocco, “si riparte per ridare vigore ad un appuntamento di grande importanza tradizionale, culturale e anche turistica”. Del resto il Carnevale algherese è uno dei momenti allegorici più attesi del periodo invernale, dedicato ai bambini e alle famiglie. I carri allegorici preparati con cura e maestria sfilano per la città, toccando le vie principali del centro cittadino fino fuori le mura.

Una festa di colori, maschere, installazioni e musica: le tematiche scelte per le maschere sono sempre diverse, da un lato legate alla tradizione, dall’altro frutto di accadimenti, attualità, e fantasia di tutti i soggetti coinvolti.

Programma
Carnevale delle Borgate XXIV edizione
Domenica 11 febbraio dalle ore 15 – partenza da SP 55 bis pressi bivio Palmadula
a cura dell’Associazione Sportiva Guardia Grande

Carnevale a Tre Tempi
Giovedì 8 Febbraio ore 16 Carnevale per i Bambini
Venerdì 9 Febbraio ore 18 Carnevale per gli Adulti
Sabato 10 Febbraio dalle ore 18 Carnevale per i Giovani
Ex Mercato Ortofrutticolo e Piazza Pino Piras
a cura di Artica in collaborazione con JovAlguer e Start

Ragazzinscena “Storia e Mitologia” – Carnevale dei Bambini >> scarica il percorso della sfilata
Sabato 17 febbraio dalle ore 15 – partenza Giardini G. Manno
A cura di Rm Management

WW Il Carnevale e le sue Pentolacce “La Fiaba di Cenepentola”
Domenica 18 febbraio ore 17 – Piazza Pino Piras
a cura de La Nuova Piccola Compagnia

le parole di Pierpaolo Carta:

Ritornano le feste del Carnevale ad Alghero, Cocco e Carta: “Una tradizione da rilanciare”

ALGHERO – Presentato ufficialmente in città, dall’assessore alla Cultura Alessandro Cocco e dal vice-presidente della Fondazione Alghero Pierpaolo Carta, il rinnovato Carraixali de l’Alguer 2024. Numerosi gli appuntamenti previsti dall’8 al 18 febbraio grazie alla collaborazione di numerose associazioni cittadine. Segue il programma completo con alcune immagini.

La tradizionale sfilata mascherata dal nome “Ragazzinscena 2024”, e dal tema; “Storia e Mitologia che si svolgerà sabato 17 Febbraio 2024; verranno interessate le scuole elementari cittadine, borgate comprese, con la partecipazione di gruppi di spettacolo esterni.
Riteniamo che la manifestazione su descritta sia la più importante opportunità d’incontro nell’arco dell’anno, per i ragazzi di età scolare, un’occasione per gli insegnanti di proiettare “extra moenia” l’impegno svolto nelle arti figurative e ludiche, per i genitori un momento di aggregazione con il mondo della scuola e dell’infanzia.
Trattandosi di un evento particolarmente atteso e coinvolgente, che ha visto sempre una partecipazione media di almeno 1800/2500 figuranti, si può dedurre quanto potrà essere il beneficio consequenziale, in termini d’immagine, per la città ospite, e in termini economici per tutto l’indotto cointernale.
2470 figuranti e oltre;
• 13 gli Istituti Scolastici che sfileranno in rappresentanza dei 3 Istituti Comprensivi e di quelli paritari e privati;
• 40 le persone che compongono lo Staff che coordinerà l’evento in tutte le sue fasi; • Ben nutrito, come per ogni edizione, il numero gli agenti di Polizia, Carabinieri, Polizia Locale che vigileranno sulla sicurezza dell’evento;
• 5 i Carri presenti dalle borgate;
• Al completo, come a ogni edizione, La Banda Musicale Dalerci di Alghero; • Immancabile la partecipazione dell’Associazione Pensiero Felice con tutto il loro carico di simpatia;
• E poi ancora, – Il Gruppo artisti su trampoli “Lanchilonchi di Loiri P. San Paolo – Alex y trumpet di Sassari – Centro Emera asd La Pietraia – Nuovo Espacio Salsero di Diego Nieddu – Ragazze Kangoo Jessica Puggioni – Gruppo estemporaneo Buldèl “Amici sotto spirito Alghero” i dj che animeranno le piazze d’arrivo, presentazione a cura dell’animatore Manuel Carboni, il video e le simpatiche interviste saranno condotte dal noto presentatore Pino Lignuso;
• Tanti i mezzi elettrici e carretti costruiti da gruppi estemporanei, costituiti da famiglie con bambini, che hanno deciso di unirsi alle scuole;
• Migliaia le frittelle che ripagheranno in modo molto dolce l’impegno dei bambini e accompagnatori che prenderanno parte alla parata;
• 13 è il numero dell’edizione 2024 di #Ragazzinscena by @RmManagement; • Ma oltre questi numeri, cosa unica nel suo genere è l’aspetto didattico.
Il tema e filo conduttore di questa edizione è: “Storia e Mitologia” – argomento studiato in classe con le insegnanti – che verrà poi portato in scena grazie alle coreografie e costumi confezionati spesso in Famiglia con il coinvolgimento entusiasta dei genitori.
• Insomma, anche quest’anno Alghero con “Lo Carraixali dell’Alguer 2024” si distingue sempre di più come la città del “Carnevale dei Bambini e delle Famiglie in Sardegna”.

Nella foto la presentazione di questa mattina

Nel nuovo album di inediti di Ivan Graziani c’è anche cultura popolare algherese

ALGHERO – C’è anche tanto Alghero nel nuovo disco di inediti di Ivan Graziani dal titolo “Per gli amici”, in uscita ieri, 26 Gennaio, a distanza di 30 anni dall’ultimo Malelingue del 1994. Il nuovo disco è un’operazione di recupero fatta dai figli di Ivan, Tommaso e Filippo, che hanno riscoperto dei nastri contenenti vecchi provini registrati dal padre nello studio di Novafeltria, in provincia di Rimini, dove tuttora risiede la moglie Anna. Il disco contiene otto pezzi inediti la cui stesura è collocabile presumibilmente tra la metà degli anni ’80 e i primi ’90, prodotte dal figlio Filippo e distribuite dalla storica Numero 1, l’etichetta con cui Ivan Graziani aveva pubblicato il suo primo album.

Tra questi, “I Marinai” brano del quale è già uscita una versione in cui Colapesce e Dimartino interagiscono con la voce di Ivan Graziani. C’è molto mare in questo nuovo disco, ed in particolare il richiamo alla “sua” Alghero è forte e si percepisce chiaramente nella canzone L’Italianina, la terza traccia del disco. Un brano di grande intensità, con una chiara impronta folk ripresa da una canzone popolare algherese, La Pastoreta (què li donarem a la pastoreta? què li donarem per anar a ballar? / Cosa le daresti all’Italianina? Cosa le daresti per accontentarla? ). Come spiega la moglie Anna Bischi, “Ivan ha sempre avuto Alghero nel cuore e da Alghero ha tratto ispirazione anche in alcuni suoi brani. Ma in questo caso – precisa – l’influenza della lingua e dell’identità trasmessagli dalla mamma Pina è stata sublime. D’altra parte il suo legame con Alghero era talmente forte che quando girava per l’Italia o all’estero e non voleva farsi capire si metteva a parlare in algherese”. Un omaggio alla città, la città che aveva cucita addosso per via della mamma, scomparsa lo scorso anno, e per via del tanto tempo passato ad Alghero, che amava smisuratamente, così come amava le sue tradizioni più profonde, le sue origini.

L’uscita del nuovo album è stata in questi giorni l’occasione per riflettere sulla figura del cantautore tra i più importanti della storia musicale che ha rivoluzionato la musica d’autore e il rock in Italia. In questa settimana l’inserto di Repubblica “Robinson” gli ha dedicato la copertina e una bellissima intervista ai figli Tommaso e Filippo e alla moglie Anna. Da ieri, 25 gennaio, è inoltre online la prima puntata (di tre) del podcast dedicato a Ivan dal titolo “Io Lupo” realizzato da Niccolò Agliardi, disponibile su tutte le piattaforme. “Per gli amici” è anche il titolo del tour di Filippo Graziani che inizierà a fine febbraio e andrà avanti per tutta l’estate. La tournée si chiama così perché oltre alle canzoni storiche verranno proposte anche le canzoni inedite di questo album. Nell’agosto del 2022 la città di Alghero ha intitolato ad Ivan Graziani, scomparso il 1 Gennaio del 1997, l’anfiteatro del Palazzo dei Congressi di Maria Pia : una targa ricorda alle migliaia di persone che ogni estate assistono agli spettacoli che quel luogo è “Anfiteatro Ivan Graziani, chitarrista e cantautore”. Algherese.

Red Valley, ecco la line up del festival di Olbia

OLBIA – Red Valley si conferma un appuntamento imperdibile, protagonista della stagione estiva della musica dal vivo con una programmazione capace di riunire su un solo palco tutti gli act più amati dal pubblico, tanto da essere scelto da molti artisti nazionali e internazionali come l’unico festival estivo in cui esibirsi al di fuori dei singoli tour: così, infatti, sarà per i nomi che riempiranno gli stadi nell’estate 2024, come Sfera Ebbasta e Max Pezzali.

Nato nel 2015, RED VALLEY ha incrementato i flussi verso il territorio da tutta Italia ed Europa – nell’edizione 2023 il 67% degli spettatori è stato di provenienza extra regionale – diventando il Festival di musica pop del Mediterraneo e punto di riferimento saldo per amanti dei concerti, artisti, addetti ai lavori, brand, istituzioni ed enti che si rispecchiano negli stessi valori cardine dell’evento.

Con un’area concerti di 13mila m² con una capienza di oltre 25.000 posti in piedi, il RED VALLEY ha ospitato sul “Volcano Stage” (18m di altezza, 48 di larghezza, 300mila m² di ledwall, +250 luci ed effetti speciali) oltre 50 artisti durante le quattro serate sold-out della precedente edizione per un totale di 40 ore di live. La stagione 2024 è pronta a offrire un divertimento non stop per tutto l’arco delle quattro serate fino alle prime luci dell’alba, consacrando il RED VALLEY come uno dei più ricchi del territorio nazionale, capace di unire divertimento responsabile, condivisione della passione per la musica live e integrazione sociale tra un pubblico giovane, dinamico ed eterogeneo, sulla linea dei principali festival internazionali. Gli abbonamenti Festival Full Pass per partecipare a tutte le quattro serate sono già disponibili online su redvalleyfestival.com, mentre i biglietti per le singole giornate saranno disponibili da lunedì 22 gennaio alle ore 14.

Ritorno degli eventi del Carnevale ad Alghero, avviso pubblico

ALGHERO – Nell’ambito della programmazione culturale per l’anno 2024, la Fondazione intende procedere all’acquisizione di iniziative e proposte artistiche di rilevante pregio da realizzare direttamente e/o alle quali eventualmente compartecipare o sostenere attraverso contributo economico e/o concessione di spazi, supporto logistico e tecnico, capaci di concorrere alla definizione di una programmazione che possa definire un cartellone con spettacoli e manifestazioni per diversi target di fruitori per il Carnevale di Alghero 2024. I soggetti interessati, in possesso dei requisiti per contrarre con la Pubblica Amministrazione, dovranno far pervenire le loro proposte artistiche consegnandole esclusivamente via pec all’indirizzo fondazionealghero@informapec.it. Le istanze dovranno essere protocollate entro e non oltre le ore 13.30 del giorno 23/01/2024. La proposta artistica e i suoi allegati dovranno essere firmati digitalmente dal legale rappresentante del proponente o da soggetto delegato con poteri di rappresentanza o con firma autografa accompagnata da documento di riconoscimento in corso di validità. Gli avvisi completi della modulistica sono scaricabili sul sito istituzionale della Fondazione Alghero.

Maltempo, W La Befana rinviata a sabato 13 gennaio, Les Estrenes si terranno domani mattina

ALGHERO – A causa delle condizioni meteo avverse, gli appuntamenti previsti per il 6 gennaio subiscono delle modifiche. WW La Befana, evento previsto per le ore 17.00 in Piazza Pino Piras, a cura dell’Associazione La Nuova Piccola Compagnia in collaborazione con il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Sassari, è stato rinviato a domenica 13 gennaio.

Mentre la tradizionale manifestazione Les Estrenes, a cura della Plataforma per la Llengua, Festa dels Reis d’Orient, con animazione e giochi per bambini e bambine a cura dei gruppi scout Agesci Alghero 2, Alghero 4 e 4Vents, e che prevede l’accompagnamento musicale di Àngel Maresca, Lo Barber, potrebbe subire una modifica nel luogo in cui sarà realizzata. Infatti, qualora dovesse piovere in maniera copiosa, la festa de Les Estrenes  sarà spostata nella sala attigua alla chiesa di San Michele a Lo Quarter concessa dal padre gesuita Antonio Tore.