Carles Puigdemont es lliure: #NoSurrender

L’ALGUER – “En llibertat! La decisió del TGUE és claríssima, i avui s’ha vist fins i tot la posició de la fiscalia, però Espanya no perd mai l’oportunitat de fer el ridícul #NoSurrender”  

Queste le prime parole, al momento di rilascio dal carcere, da parte di Carles Puigdemont. L’ex-presidente della Catalogna è stato liberato dopo l’arrestato avvenuto nella notte di giovedi.Accogliendo la richiesta della procura generale, la Corte d’Appello di Sassari ha rimesso in libertà Carles Puigdemont, arrestato ieri su mandato di cattura internazionale per estradizione. L’ex presidente della Catalogna è libero di muoversi, sul suo conto non grava alcuna misura cautelare. Puigdemont però dovrà ripresentarsi in Sardegna il 4 ottobre, data della prima udienza fissata per decidere sulla richiesta di estradizione.

Grande partecipazione e sostegno da parte degli algheresi e più in generale di tutta l’Isola, compreso il Presidente Solinas e il Sindaco Conoci, per supportare la causa dell’indipendentista catalano. E’ sempre più diffusa l’opinione che la Catalogna debba avere più libertà rispetto all’attuale condizione che, come palesatosi in queste ora, è evidente che non sia conforme rispetto ai dettami dell’Europa. In sintesi, l’Indipendenza della Catalogna è un processo incontrovertibile.

 

Nella foto (dal profilo facebook di Carles Puigdemont) la liberazione dell’Eurodeputato

Arresto Puidgemont, presidio a Sassari |foto

ALGHERO – Presidio a Sassari davanti alla Corte d’Appello che dovrà decidere, si spera nell’immediato, sul mantenimento della carcerazione o liberazione di Carles Puidgemont. Presenti diverse forze autonomiste, indipendentiste e anche rappresentanti dell’Omnium Cultural de l’Alguer. L’ex-presidente della Catalogna arrestato questa notte all’Aeroporto di Alghero. Era diretto nella città catalana d’Italia per partecipare alla manifestazione dell’Adifolk con anche la partecipazione a diversi incontro col presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, il Sindaco Mario Conoci, il Presidente della Fondazione Alghero Andrea Delogu e il Presidente del Parco di Porto Conte Raimondo Tilloca, che l’avrebbe ricevuto la Museo MASE.

Nella foto di pochi minuti fa il Presidio a Sassari

Carles Puigdemont arrestato all’aeroporto di Alghero

ALGHERO – L’ex presidente della Catalogna Carles Puigdemont, riferiscono le agenzie stampa e in prima pagina i quotidiani e tg nazionali, è stato arrestato dalla polizia al suo arrivo giovedì sera all’aeroporto di Alghero sulla base di un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità spagnole per reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica nazionale. L’ex presidente della Catalogna è stato subito trasferito nel carcere di Sassari.

Secondo il quotidiano El País, che cita fonti giuridiche, l’udienza di Puidgemont è stata già fissata per le 9 del mattino di oggi. Il giudice dovrà decidere “se rilasciarlo o ordinare l’estradizione” in Spagna, secondo quanto scrive l’entourage dell’ex presidente catalano in una nota. Dopo l’arresto, la diplomazia spagnola si è attivata inviando il console onorario di Spagna per le province di Sassari, Nuoro e Oristano, l’avvocato algherese Fabio Bruno, con l’obiettivo di verificare che al leader dell’indipendentismo catalano sia garantito il rispetto delle regole internazionali.

Ad Alghero, unica città italiana di cultura e lingua catalana, il leader indipendentista doveva partecipare ad un incontro con il movimento autonomista sardo ed incontrare il presidente della Regione, Christian Solinas, e il presidente del consiglio regionale, Michele Pais.
A confermare la notizia, diffusa dai media spagnoli e subito rimbalzata su quelli internazionali, è stato Gonzalo Boy, l’avvocato di Puidgemont.

Vaccini tutta la notte ad Alghero: martedì 28/09

ALGHERO – L’ATS Sardegna, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Alghero, le Associazioni di volontariato e la Protezione Civile, organizza una “Open night” nel Centro vaccini Mariotti di Alghero per coinvolgere studenti, ragazzi e cittadini alla vaccinazione. L’iniziativa è in programma per martedì 28 settembre, il giorno precedente la festa di San Michele Patrono di Alghero, dalle ore 18 alle ore 24.

L’accesso al Centro Mariotti è consentito a tutte le persone che sono in attesa di ricevere la prima dose del vaccino anti Covid-19: i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 17 anni devono essere accompagnati da un genitore. Non è necessaria la prenotazione.

«Visto il successo delle altre iniziative organizzate negli Hub di Cagliari e Olbia, le vaccinazioni sotto le stelle arrivano ad Alghero nel giorno precedente la festa di San Michele – spiega Massimo Temussi, Commissario Ares – Ats Sardegna. Con questa manifestazione vogliamo fare un passo ulteriore verso la piena tutela della salute dei cittadini».

L’attività vaccinale sarà accompagnata dalla musica del Dj set e da uno spettacolo di intrattenimento. Per l’occasione sarà allestito anche un punto ristoro.

«La vaccinazione sotto le stelle nasce per coinvolgere quante più persone possibile alla vaccinazione – afferma Gioacchino Greco, direttore del presidio ospedaliero Alghero-Ozieri e responsabile dell’Hub Mariotti -. Nel territorio di Alghero, grazie alla dedizione del personale impiegato nel Centro vaccinale e nel Distretto, abbiamo raggiunto ottimi risultati. In vista dell’appuntamento di martedì sera e del prossimo impegno che ci attende per la somministrazione delle terze dosi, ci tengo a ringraziare l’Amministrazione comunale, tutti gli operatori e le persone che, fino a questo momento, hanno partecipato e supportato la campagna vaccinale».

Il sindaco di Alghero Mario Conoci sottolinea l’importanza di un appuntamento mirato a coinvolgere quante più persone possibile, «anche – spiega – con iniziative di questo tipo che vogliono avvicinare ulteriormente i ragazzi alla vaccinazione. Abbiamo compiuto passi importanti con l’Hub Mariotti, raggiungendo cifre di tutto rispetto, e con l’Open night vogliamo imprimere una spinta ulteriore verso la sicurezza sanitaria in città e nel territorio. Anche questo è Sant Miquel».

L’invito alla Open night è rivolto, inoltre, ai ragazzi già vaccinati con prima o seconda dose effettuata tra il primo settembre e il 28 settembre: chi ha già ricevuto la profilassi può accompagnare un suo amico/a ancora da vaccinare, ascoltare della buona musica e ricevere un gadget in regalo.

L’Open night punta a consolidare, assieme all’attività degli Hub, del Distretto e dei Punti di vaccinazione territoriali, l’accelerazione della campagna vaccinale.

Sassari, far-west Centro Storico: condanna della Lega

ALGHERO – “È nuovamente rissa in via San Donato, ormai epicentro del disagio di Sassari. Ieri notte i residenti hanno segnalato e documentato via cellulare le violenze intercorse tra un consistente gruppo di nigeriani, alcuni dei quali in possesso di armi bianche. Le telefonate alle forze dell’ordine non sono servite a niente, non registrata la presenza né di poliziotti né di carabinieri”. Ancora violenze nella zona di San Donato. Le segnalazioni dei residenti alle forze dell’ordine non servono a riportare la calma. Ferma condanna dell’accaduto da parte della Lega con la coordinatrice cittadina Marina Puddinu.

“Il tema della sicurezza è prioritario per la Lega, espressasi più volte, con la coordinatrice cittadina Marina Puddinu, in favore dell’attuazione di una vera e propria politica di sicurezza urbana. Già da qualche tempo fa, è stata evidenziata la pericolosità della “presunta” mafia nigeriana, ciò che accade a San Donato potrebbe avvenire presto in tutto il centro storico. Quella che si vive nel centro storico è ormai una situazione di vera e propria emergenza sociale e legale. L’amministrazione comunale non ha portato avanti alcuna iniziativa finalizzata a garantire ai tanti residenti onesti la sicurezza alla quale hanno diritto. Anche la Lega Giovani attraverso la Coordinatrice Provinciale Sassari, Ludovica Mastinu esprime il proprio disappunto e considera fondamentale il ripristino della legalità in una parte bellissima della città che meriterebbe di essere valorizzata. Non possiamo permettere che l’inerzia delle Istituzioni renda i propri cittadini prigionieri nella loro città conclude la Coordinatrice Marina Puddinu.

Covid Sardegna, effetto vaccini: contagi a picco, zero decessi

CAGLIARI – In Sardegna si registrano oggi 55 ulteriori casi confermati di positività al COVID, sulla base di 2258 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 2822 test. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 20 ( 2 in più rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 186 ( 2 in meno rispetto a ieri). 3622 sono i casi di isolamento domiciliare (179 in meno rispetto a ieri). Non si sono registrati decessi.

Covid Sardegna, contagi e ricoveri ancora in calo

CAGLIARI – In Sardegna si registrano oggi 68 ulteriori casi confermati di positività al COVID, sulla base di 2726 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 3408 test. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 23 ( 1 in meno rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 201 (- 12 rispetto a ieri). 4447 sono i casi di isolamento domiciliare (388 in meno rispetto a ieri). Si registrano 4 decessi: due donne ed un uomo residenti della Città metropolitana di Cagliari, rispettivamente di 88, 94 e 81 anni, e un uomo di 86 anni residente nella Provincia di Sassari.

Pesca in zona super protetta, sequestro barca e denunce

ALGHERO – Il giorno 13 settembre 2021, ricevuta una segnalazione da parte del velivolo “Manta 02” del Nucleo Aereo – Guardia Costiera di Catania, militari in forza all’Ufficio Circondariale marittimo di Alghero, a bordo della Motovedetta CP 871, intervenivano al fine di interrompere l’attività di pesca illegale perpetrata da tre pescatori di frodo non professionali a bordo di un barchino nella Zona A di “riserva integrale” dell’Area Marina Protetta Capo Caccia – Isola Piana. Porzione di mare all’interno del quale, sulla scorta di provvedimenti normativi nazionali
particolarmente stringenti, sono vietate tutte le attività che non abbiano una finalità
prettamente scientifica ovvero di controllo. In considerazione del tentativo di fuga posto in essere dai pescatori di frodo, dapprima via mare e successivamente presso il porto di Fertilia, si è disposto l’intervento a terra di personale appartenente al comando marittimo algherese che,
con l’ausilio della Polizia di Stato, procedeva ad intercettare ed identificare i
pescatori abusivi.

I fatti in parola sono stati puntualmente riportati alla competente Procura della
Repubblica, in quanto, la condotta penalmente rilevante, è avvenuta all’interno di
un’area marittima di assoluto pregio, istituita e regolamentata allo scopo di
salvaguardare l’equilibrio e le peculiarità ambientali. Infine, è stato effettuato il
sequestro del natante e delle attrezzature da pesca utilizzate per commettere
l’illecito. Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero, T.V. (CP) Giuseppe
TOMAI, ringrazia vivamente i militari intervenuti per la professionalità dimostrata
nell’ambito della consueta attività posta in essere dalla Guardia Costiera a tutela
dell’ambiente marino e della biodiversità

Auto in spiaggia tra i bagnanti: maxi-multa

SASSARI – Con l’auto sulla spiaggia. In spregio alle norme del codice della navigazione, dell’ordinanza balneare regionale 2021 e di quella comunale che indica ulteriormente i divieti di sosta. È quanto accaduto ieri mattina, domenica, nell’arenile di Fiume Santo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale di Sassari che hanno identificato il proprietario e l’hanno sanzionato.

In base a quanto ricostruito dal Comando, l’uomo è arrivato con l’auto, parcheggiandola con tutte e quattro le ruote sull’arenile. Si sarebbe poi allontanato su un gommone, lasciando l’auto sulla spiaggia. La Polizia locale ha identificato l’uomo senza fatica. Per lui una sanzione che, in base al codice della navigazione, potrebbe arrivare a 619 euro. Nonostante la stagione balneare volga al termine, proseguono i controlli della Polizia locale in tutti i litorali sassaresi per assicurare il rispetto delle norme e garantire la sicurezza dei bagnant

Covid Sardegna, netto calo di contagi e ricoveri

CAGLIARI – Netto calo dei contagi da Covid nelle ultime 24 ore in Sardegna. I nuovi casi accertati sono 76 sulla base di 1.714 persone testate. Si registrano altri tre decessi: un uomo di 61 anni e un donna di 89, entrambi residenti nella città metropolitana di Cagliari, e un 90enne della provincia del sud Sardegna.

Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 2.142 test. Il tasso di positività è del 3,5 per cento. In calo i pazienti ricoverati in area medica, in tutto 208 (-12), sale di uno invece il numero di quelli in terapia intensiva, per complessivi 25 posti letto occupati. Infine, sono 5.007 (-184) le persone ancora sono in isolamento domiciliare.