Sardegna (quasi) Covid free, solo 4 casi

CAGLIARI – Sono 57.122 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 4 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.355.601 tamponi, per un incremento complessivo di 829 test rispetto al dato precedente. Non si registrano nuovi decessi (1.485 in tutto). Il dato dei ricoveri ospedalieri segna 65 pazienti in area medica (-3 rispetto a ieri), mentre resta invariato il numero delle persone (5) in terapia intensiva, dove non si registrano nuovi ingressi.

I dati comunicati oggi presentano una differenza significativa, rispetto al bollettino precedente, relativamente al numero delle persone in “isolamento domiciliare” e dei “guariti”. Attualmente in Sardegna si registrano infatti 2.422 persone in isolamento domiciliare e 53.145 guariti. Questa differenza è dovuta al riallineamento tra il dato del flusso del Ministero/Protezione Civile (dato aggregato) con le informazioni presenti sul Sistema di Sorveglianza nazionale Covid-19 dell’Istituto Superiore di Sanità (dato analitico). Isolamento domiciliare e guariti non rientrano tra gli indicatori utilizzati dal Ministero della Salute per l’attribuzione della fascia di rischio alla Regione, il loro ricalcolo non influisce quindi sulle valutazioni. Sul territorio, dei 57.122 casi positivi complessivamente accertati, 14.954 (+3) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.677 nel Sud Sardegna, 5.165 a Oristano, 10.960 a Nuoro, 17.352 (+1) a Sassari.

Rapine ad Alghero, arrestato un 50enne

ALGHERO – Ieri pomeriggio, ad Alghero, la compagnia locale dei carabinieri ed gli uomini del commissariato di Pubblica Sicurezza hanno arrestato, su ordine del tribunale di Sassari, un algherese di cinquant’anni ritenuto responsabile di una rapina consumata e di una tentata, entrambe commesse nel centro storico di Alghero ai danni di due diverse donne. Gli episodi risalgono alla settimana scorsa.

Il primo episodio ha visto come vittima una giovane donna, la quale, dopo aver prelevato del denaro contante, si è vista avvicinare da un uomo che, minacciandola con un coltello, si è fatto consegnare la somma appena prelevata. Immediato l’intervento del personale della polizia che ha avviato immediate le indagini ed è riuscita ad ottenere sufficienti elementi per l’individuazione del responsabile, nel frattempo dileguatosi per le vie del centro.

Il secondo episodio risale allo scorso sabato pomeriggio. Un uomo si è introdotto all’interno di un negozio di frutta e verdura e, col medesimo modus operandi, ha tentato di impossessarsi dell’incasso della giornata. Nella circostanza, la commessa, approfittando di un momento di distrazione del rapinatore, è riuscita ad allontanarsi e chiedere aiuto. Immediato l’intervento dei carabinieri i quali, sin dalle prime testimonianze raccolte, si sono subito messi alla ricerca dell’autore del reato. Anche in questo caso il malvivente era riuscito a dileguarsi oltre il centro cittadino facendo perdere le proprie tracce.

Ne è scaturito un lavoro sinergico da parte di entrambe le forze di polizia della riviera del corallo, unite nella ricerca dell’uomo e di tutti gli elementi di prova che potessero fornire all’autorità giudiziaria valida sostanza per emettere un ordine di cattura: fondamentali al riguardo sono state l’analisi dei sistemi di videosorveglianza della città e la raccolta di numerose testimonianze. entrambe le indagini hanno quindi consentito di raccogliere precisi e concordanti indizi di colpevolezza nei confronti di un algherese di cinquant’anni, con precedenti specifici, ieri finalmente tratto in arresto e condotto nella casa circondariale di Sassari.

Furti nell’agro algherese, due arresti

ALGHERO – I militari della stazione carabinieri di santa maria la palma hanno eseguito, nella mattinata odierna, un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal tribunale di sassari – ufficio gip nei confronti di c. e. 48 anni e c.g. di 53 anni, poiché ritenuti responsabili di un furto avvenuto lo scorso 7 febbraio, ai danni di un allevatore di alghero. nella circostanza erano stati asportati diversi attrezzi da lavoro, per un valore complessivo di oltre mille euro, nonché ben ottocento litri di gasolio agricolo.
le indagini, svolte autonomamente dalla stazione carabinieri di santa maria la palma, hanno consentito in breve tempo di ricostrutire modalità di esecuzione del furto e successivamente di individuarne i responsabili, in particolare grazie all’analisi di diverse immagini, registrate sulle telecamere del sistema di videosorveglianza cittadino.
l’esito delle attività di indagine, debitamente relazionato all’autorità giudiziaria, ha consentito di ricostruire un preciso e concordante quadro indiziario a carico dei due soggetti oggi destinatari della misura cautelare. nella fase esecutiva, fondamentale e’ stato il supporto dello squadrone eliportato cacciatori di sardegna e della stazione carabinieri di mores, che hanno consentito di procedere all’individuazione dei due arrestati per le successive attività di polizia giudiziaria. nel corso dell’operazione sono stati infatti rinvenuti e sottoposti a sequestro molteplici materiali oggetto di furto, che saranno successivamente restituiti al legittimo proprietario. al termine delle formalità, gli arrestati sono stati tradotti nelle rispettive abitazioni, in regime di arresti domiciliari.
una risposta tempestiva dei militari della stazione carabinieri di santa maria la palma, che quotidianamente sono proiettati alla prevenzione e repressione dei reati predatori nelle aree rurali.

16-22 giugno, controlli a tappetto della Polizia

NUORO – Dal 16 al 22 giugno 2021 si svolgerà a livello europeo la campagna di sensibilizzazione contro la guida in stato di ebrezza alcolica organizzata da ROADPOL – European Roads Policing Network. Nel periodo su indicato, le pattuglie della Polizia Stradale saranno impegnate in questa operazione sulle principali arterie di comunicazione e Autostrade su tutto il territorio nazionale per effettuare controlli a tappeto.

Anche gli Agenti della Polizia Stradale dell’Isola intensificheranno i controlli, al fine di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade sarde e ridurre il numero di vittime da incidente stradale. In particolare, nella giornata del 20 giugno 2021, le pattuglie del Compartimento Polizia Stradale per la “Sardegna” svolgeranno una vera e propria maratona di controlli nell’arco delle 24 ore, al fine di prevenire e reprimere la guida in stato di ebbrezza alcolica. La suddetta iniziativa è inserita tra le azioni di prevenzione e informazione del Piano d’Azione Europeo 2021-2030, che ha come obiettivo il dimezzamento del numero dei decessi da incidenti stradali e la diminuzione del numero dei feriti gravi in Europa e nel Mondo.

Porticciolo e Parco sotto attacco, parla Carboni

ALGHERO – “Ci teniamo a ringraziare la Consigliera Alivesi nel voler nuovamente citare in maniera subdola e senza alcuna cognizione di causa la Porticciolo Srl e il suo stabilimento balneare a Torre del Porticciolo; non è la prima volta che veniamo tirati in ballo da codesta persona, dato che anche nei giorni scorsi ha presentato un esposto contro il nostro stabilimento balneare: se non erro è il diciannovesimo in 9 anni. Ma in nove anni niente è stato trovato fuori posto, così come confermato dal Tar nel 2016. Perché non ha mai avuto il coraggio di confrontarsi con noi ma lo ha fatto sempre solo con esposti e denunce anche anonime? I nostri ennesimi complimenti! Vorrei inoltre sottolineare la nostra solidarietà al Parco Naturale Regionale di Porto Conte”

Lorenzo Carboni, imprenditore algherese titolare del camping Porticciolo

Forestale, convalida arresto incendiario

Cagliari, 14 giugno 2021 – È stato convalidato stamattina dal Gip di Cagliari l’arresto del 33enne di Sinnai eseguito nei giorni scorsi dagli agenti del Corpo forestale della Regione. L’uomo è accusato di incendio boschivo: era stato sorpreso dagli uomini del Nucleo investigativo dell’Ispettorato di Cagliari ad appiccare l’ultimo di una serie di nove roghi che dal 28 maggio all’11 giugno scorsi hanno colpito i territori di Sinnai e Settimo San Pietro, minacciando di estendersi alla pineta.
L’arrestato ha chiesto e ottenuto di essere giudicato col rito abbreviato e, in attesa del processo, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.
Il presidente della Regione, Christian Solinas, aveva espresso il proprio apprezzamento per il costante impegno del Corpo forestale nella sorveglianza del patrimonio naturale della Sardegna e nella lotta al fuoco.

Covid Sardegna, casi e ricoveri sempre stabili

CAGLIARI– Sono 57.039 casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 31 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.340.983 tamponi, per un incremento complessivo di 1.160 test rispetto al dato precedente. Non si registrano nuovi decessi (1.484 in tutto). Sono invece 83 (-4) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre sono 6 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.883 e i guariti sono complessivamente 43.583 (+110). Sul territorio, dei 57.039 casi positivi complessivamente accertati, 14.933 (+10) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.667 nel Sud Sardegna, 5.163 (+2) a Oristano, 10.949 (+1) a Nuoro, 17.313 (+18) a Sassari.

Becciu, ex- comandante dei Vigili, prosciolto da tutte le accuse

ALGHERO – Per il Gup del tribunale di Tempio Caterina Interlandi non ha commesso alcun reato e il pubblico ministero, Mauro Lavra, firma la sentenza con “non luogo a procedere”. Ed è cosi che, dopo tre anni circa, decadono tutte le accuse per Andrea Becciu, già Comandante dei Vigili Urbani di Arzachena. Il 50enne algherese era finito nel mirino di diverse segnalazioni e denunce giunte alla Guardia di Finanza che l’avrebbero immortalato mentre usava veicoli di servizio mentre si trovava fuori dal lavoro e per presunti scopi personali. Così non era, come certificato dalla sentenza. Becciu, difeso dall’avvocato Elias Vacca, potrebbe ora avviare un’azione legale per ristorarsi dalle pesanti accuse infamanti di questi anni che si sono rivelate infondate.

Spaccio ai giardini, due arresti a Sassari

SASSARI – La Polizia locale ieri ha arrestato due giovani, entrambi del 1996, notati nei giardini pubblici mentre spacciavano. Nel primo pomeriggio una pattuglia aveva visto che vicino alla fontana di San Francesco, nella parte bassa dei giardini pubblici, molti ragazzini si avvicinavano ad alcuni giovani e scambiavano velocemente soldi con sostanze stupefacenti. Dopo un’ora di appostamenti, la pattuglia ha chiesto rinforzi ed è intervenuta. Prima di tutto ha fermato e identificato i ragazzini, che hanno confermato di aver ricevuto delle dosi di marijuana. A quel punto gli agenti hanno avvicinato quattro adulti, due dei quali da subito sono apparsi più attivi nello scambio.

Uno è fuggito ma è stato fermato poco dopo in viale Mancini da una pattuglia di motociclisti arrivata di rinforzo. Il venticinquenne, osilese residente a Sassari, ha opposto resistenza, anche con violenza, soprattutto nei confronti di due agenti. È stato arrestato e denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’altro, un pakistano di 25 anni già raggiunto da un provvedimento di espulsione a cui ha fatto opposizione, è fuggito verso un centro commerciale della zona, dove è stato fermato e arrestato. Negli slip aveva 50 grammi di marijuana e in tasca un coltello a serramanico. Dovrà rispondere di spaccio di sostanza stupefacente e di porto di coltello. Gli agenti hanno poi perquisito l’abitazione del primo e il dormitorio di via Duca degli Abruzzi, dove risiede il ragazzo pakistano, ma i controlli non hanno consentito di trovare altra sostanza stupefacente.

Stamattina si terrà l’udienza di convalida dell’arresto.

Alghero, scomparsa una persona: ricerche

ALGHERO – “Cerchiamo disperatamente ad Alghero, da ieri alle 6 del pomeriggio Chicco Santarelli (62enne algherese) chi ne avesse notizie cortesemente contatti me o la sorella Jippy Santarelli al numero 3290491743″, questo l’appello che dalle prime ore di oggi circola su facebook. Sentiti i familiari dalla redazione di Algheronews è possibile che la persona scomparsa, allontanatasi da ieri pomeriggio, possa, essendo probabilmente preoccupata e spaventata, potrebbe trovarsi nascosta da qualche parte nel territorio di Alghero. Questa è anche la speranza. Da questa mattina ci sarà anche la formale denuncia di scomparsa alle Forza dell’ordine. Chicco e Jippy Santarelli (quest’ultima titolare di uno stabilimento balneare zona Lido) sono persone note in città e questo può contribuire a dare un ulteriore supporto a ritrovare colui che si allontanato da casa.

Questo articolo sarà archiviato una volta ritrovata la persona dispersa