Tennis: l’Atp di Cagliari entra nel vivo, attesa per Musetti

CAGLIARI – Entra nel vivo il torneo Atp 250 di Cagliari. Aspettando i turni di Sonego, Travaglia e Musetti ai sedicesimi escono Gaio, sconfitto in due set dal serbo Djere. Niente da fare nelle qualificazioni per Viola, battuto da Kovalik. Ieri avevano già salutato il torneo di singolare Jacopo Berrettini, Pellegrino e Forti.

Ieri bene in due set il bulgaro Gerasimov sull’argentino Pella. Mentre Hanfmann si è aggiudicato il match maratona con Paul: due ore e cinquantasei minuti. Finisce al tie break l’esordio di Zeppieri: il 19enne azzurro stravince il primo set, perde il secondo. Poi viene sconfitto da Bedene. Oggi è il giorno dell’esordio di Musetti, a fine mattinata con Novak. “Dopo Miami sono ritornato a casa – ha detto il talento azzurro – ho fatto due giorni di allenamento e poi sono venuto a Cagliari per abituarmi al cambio di superficie. Ovviamente ora ci sono più pressioni ed aspettative su di me. Spero di potermi confermare questa settimana, sto giocando bene e mi sento a mio agio in questo posto bellissimo”.

Il presidente Angelo Binaghi loda il suo campione. Ma non solo lui: “Avere dieci giocatori nei primi cento del mondo è un successo di tutto il movimento tennistico italiano, a cui la federazione dà l’impostazione, e che quindi sento nostro. Sinner? Credo che per lui sia un vantaggio avere altri nove connazionali nei top 100, così da avere meno pressione, ma anche creare un sistema competitivo come successo nel tennis femminile nel recente passato”. In programma domani anche il derby Cecchinato-Fabbiano, mentre Travaglia dovrà provare a superare Simon. In campo anche il numero 10 al mondo Matteo Berrettini, in doppio col fratello Jacopo.

Motocross ad Alghero, pista unica: grande promozione |video

ALGHERO – “Quella di Alghero è pista da cross più bella del mondo”. Sono gli stessi organizzoati Alghero degli Internazionali d’Italia Motocross 2021 a elogiare il tracciato del Lazzaretto gestito da sempre con passione e caparbietà da parte di Tore Cambule. Questa mattina la presentazione dell’evento motoristico seconda prova in programma domenica 7 marzo nella pista del Lazzaretto. L’evento della Riviera del Corallo segue quello disputato a Riola Sardo domenica scorsa e precede la gara conclusiva degli internazionali, il 14 marzo a Mantova.

“Un appuntamento che oggi viste le restrizioni per le normative anti-Covid richiama, tra persone e operatori del settore, circa 500 persone, ma a regime normale può arrivare fino a 3.000 persone compresi gli appassionati, sempre più numerosi anche in Sardegna”, ma non solo “la pista è uno spettacoli che ammalia tutte le squadre e questo si evince anche dai numeri che fanno i post sui social di questi giorni”.

Un ottima vetrina per Alghero. Questo hanno sottolineato il Sindaco Conoci e gli assessori Di Gangi e Salaris, oltre che il presidente della commissione sport Musu. “Alghero, anche grazie a questi eventi, riparte e cerca di ritornare ad essere protagonista del mercato turistico anche al fine di riattivare i processi produttivi che possano creare sviluppo e occupazione”. Ad illustrare l’evento di domenica è stato il responsabile per la comunicazione Lorenzo Resta che ha ribadito la valenza promozionale per Alghero di questa manifestazione.

Il Cagliari Calcio vola con Ryanair

Il Cagliari vola con Ryanair

Il Cagliari Calcio e Ryanair, la compagnia aerea n. 1 in Italia, hanno sottoscritto un accordo per voli charter sino al termine della stagione 2020-21. Già al fianco del mondo del calcio, il vettore – che conferma così il suo interesse nell’ambito dello sport e la volontà di supportare club ben radicati nel territorio – garantirà i trasferimenti aerei della squadra in occasione delle prossime trasferte nella Penisola: i rossoblù voleranno a bordo di charter dotati di tutti i comfort.

Carta nuovo presidente dello Yacht Club Alghero

ALGHERO – Pier Paolo Carta è il nuovo presidente dello Yacht Club Alghero. Questo ciò che hanno decretato le elezioni, svoltesi nella sede del Porto, sabato 13 febbraio. Un’ alta affluenza di soci votanti, ben l’86%, si sono recati nella sede del Porto per eleggere Presidente e nuovo Direttivo. Dunque, oltre a Pier Paolo Carta Presidente, riconferme nel Direttivo per Daniele Alicicco, Emanuele Scuncia e Roberto Trova. Nuovi eletti Antonio Macciotta, Andrea Russo e Paolo Emilio Zoagli.

 “Sono onorato per essere stato eletto a dirigere questo Yacht Club, realtà straordinaria per la mia città, Alghero, ma conosciuta anche a livello regionale e nazionale. Sarò affiancato da un direttivo giovane e competente con il quale lavorerò al massimo per l’ottenimento dei migliori risultati sia in mare che sulla terra ferma”. Non nasconde la sua contentezza Pier paolo Carta, 9 anni all’interno del direttivo con un ruolo attivo di vicepresidente e con deleghe alla Marina, genitore inoltre di un ragazzo che ha fatto parte, per diversi anni, delle squadra agonistica dello stesso club.

“Cominceremo da subito a lavorare – ha proseguito il neo presidente – già venerdì ci incontreremo per la prima volta con il nuovo direttivo per la distribuzione delle deleghe. Ringraziamo il Presidente uscente Aldo Maciotta e il suo Direttivo per l’ottimo lavoro svolto durante il suo mandato, augurandoci di seguire e migliorare la strada già intrapresarispetto la Vela, la Pesca e la Marineria. Grande attenzione anche per la Casa dello Yacht Club Alghero con un progetto approvato per la costruzione di una nuova sede in attesa di autorizzazioni demaniali”.

Tennis weelchair, Alghero ritorna protagonista

ALGHERO – La stagione dei grandi eventi sportivi resta di altissimo livello, la Coppa del Mondo del grande tennis sarà ancora legata al nome di Alghero che si conferma sede principale tra le scelte del ITF (International Tennis Federation ) superando la concorrenza di candidature più blasonate quali quelle degli Usa, Giappone, Canada, Turchia. Saranno circa 220 gli atleti provenienti ogni parte del mondo  ( 16 nazioni categoria maschile, 12 nazioni categoria Women, 8 nazioni categoria Quad, 6 nazioni categoria Junior ) che si contenderanno il titolo nel periodo del 27 settembre al 3 ottobre negli impianti sportivi del Tennis Club Alghero e del Club Baia di Conte. Lo spettacolo del grande tennis in carrozzina torna ad Alghero grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale e della Regione Sardegna che hanno sostenuto la candidatura avanzata dalla ASDC Sardinia Open guidata da Alberto Corradi e dal suo staff, decisi a riportare in Sardegna la grande manifestazione.

La Coppa del Mondo porterà ad Alghero circa 400/500 persone in rappresentanza di 40 nazioni ( giocatori, tecnici, familiari ed accompagnatori) con un indotto in termini di immagine e prestigio per l’intera Sardegna. “Un evento mondiale ancora una volta unico – sottolinea il sindaco Mario Conoci – ed è motivo di orgoglio riportare ancora in città la manifestazione, non senza difficoltà, vista la concorrenza degli altri Paesi. Il periodo è quello di fine settembre, dei festeggiamenti in onore di Sant Miquel. Ci stiamo preparando, con l’auspico che le restrizioni ci possano concedere un allentamento e consentirci di riprendere la programmazione che ci vede protagonisti e allestire un programma importante sul quale abbiamo già un altro straordinario evento in calendario quale l’Adifolk, la rassegna mondiale del folklore catalano”. Al via quindi la macchina organizzativa, per l’evento che dal 1992  ha toccato 16 nazioni diverse e che fa parte del circuito internazionale patrocinato dalla “ITF International Federation” che organizza i tornei più importanti al mondo, dalla Coppa Davis a Wimbledon.    

Nella foto che si allega: l’incontro di ieri tra il Sindaco Mario Conoci e Alberto Corradi, presidente di Sardina Open. All’incontro ha presenziato il consigliere comunale Giuseppe Musu (Forza Italia Alghero), presidente della Commissione Sport. 

Yacht Club Alghero, sabato si rinnova il direttivo

ALGHERO – In un momento difficile come quello della pandemia da Covid- 19 che ci ha colpito a livello mondiale, si guarda comunque avanti in attesa che si possa riprendere al 100% l’attività. Lo Yacht Club Alghero è il più antico degli Yacht Club d’Italia, le sue origini si fissano alla data del 20 luglio 1946. Negli anni è cresciuto e arricchendosi di trofei e soci. Attualmente se ne contano 144, mentre 104 sono i posti barca. Una florida scuola vela, al momento ferma causa pandemia ma che si prepara per ripartire in estate.

Un vanto è sicuramente rappresentato dagli atleti della squadra agonistica, ben 18, sia Optimist che Laser, con a capo il tecnico/allenatore Marco Badessi, saldamente al suo posto e fresco di riconferma. Dunque una realtà solida quella dello Yacht Club Alghero che nonostante il Covid – 19 non si è mai fermata e che guarda al futuro per potersi sempre far trovare pronta alle nuove sfide.

Tornando all’importante appuntamento di questo sabato, 13 Febbraio, l’orario delle votazioni è fissato dalle 9.00 alle 19.00 per comporre il nuovo direttivo. “Un ringraziamento al Consiglio uscente che ha visto come Presidente Aldo Macciotta, i consiglieri Pier Paolo Carta, Giancarlo Piras Emanuele Scuccia Roberto Trova, Daniele Alicicco e Vittorio Trova”, cosi dallo Yacht Club

Rally Mondiale: ritorno ad Olbia, si parte da Alghero

ALGHERO – La 18esima edizione della manifestazione organizzata dall’Automobile Club d’Italia in partnership con la Regione Sardegna, sarà ricca di novità con il meglio dal passato e alcune new entry e ritorni di qualità. La location quest’anno, come spiegano gli organizzatori, si sposta ad Olbia, mentre Alghero ospiterà la partenza cerimoniale. Saranno in totale 305 i km cronometrati in programma ricchi di emozioni. La corsa avrà un percorso composto da 20 prove speciali su sterrato suddivise in tre tappe per complessivi 305,52 km cronometrati.

La novità più importante sarà il ritorno del mondiale in Gallura, solo la partenza cerimoniale avrà infatti luogo ad Alghero, che negli ultimi sette anni aveva ospitato la manifestazione. Ad Olbia il parco assistenza sarà ubicato al Molo Brin a due passi dal centro del capoluogo gallurese, mentre la sala stampa verrà ospitata al museo archeologico. Il programma della gara, che è ricco di tante novità, prevede giovedì 3 al mattino un nuovo shakedown a Loiri a sud di Olbia, poi la partenza cerimoniale verrà effettuata in serata ad Alghero. La prima tappa di venerdì 4 giugno prevede 128,16 km cronometrati ed è composta da quattro prove ripetute due volte e si svolgerà nel Monte Acuto (Filigosu e Terranova) ed in alta Gallura (Tempio e Tula). Sabato si terranno ancora altri 132,28 km cronometrati, con 4 speciali ripetute due volte ambientate ancora nel Monte Acuto (Coiluna e Monte Lerno) e poi in Anglona (Castelsardo) e Gallura (un nuovo crono a Bortigiadas).

Infine domenica 6 giugno la tappa finale di 44,88 km cronometrati in cui ci saranno due nuove speciali ripetute due volte nella costa nord della Gallura. Braniatogghiu, che ritorna dopo una decina d’anni e la nuova power stage di Rena Majore ospiteranno infatti lo scenario sul quale si concluderà la gara. Solo allora sapremo con certezza il nome del vincitore di questa 18a edizione dell’appuntamento tricolore del mondiale rally.

Calcio, sfuma al 94° la vittoria del Cagliari

CAGLIARI – Sfuma al ’94esimo la vittoria per il Cagliari. Un brutto colpo per i rossoblu che sentivano già il profumo dei tre punti. Questo per un’azione a 20 secondi dalla fine da parte del Sassuolo che con Boga all’ultimo respiro su lancio lungo di Oddei riagguanta la partita. Ed è cosi che il match finisce uno a uno. Non è bastato un sempre positivo Naiggolan che nel secondo tempo ha cercato di trascinare la squadra verso la vittoria. Cagliari che si mangia le mani per essersi lasciato sfuggire un successo che manca ormai dallo scorso 7 novembre. Magra consolazione: il punto comunque ottenuto interrompe per i rossoblù la brutta striscia di sei sconfitte consecutive. Era stato Joao Pedro con un bel colpo di testa alla mezz’ora a dare l’illusione che la sfida con il Sassuolo potesse essere quella della svolta. Per la squadra di Di Francesco c’è ancora molto da fare: ora è terzultima insieme al Torino, ma il calendario non è clemente perché propone subito Lazio é Atalanta.

Cagliari Club uniti con la squadra rossoblu

CAGLIARI – “Come Centro coordinamento Cagliari club, nel delicato momento in cui si trova la nostra amata squadra rossoblu’, confermiamo il nostro attaccamento al Cagliari e, allo stesso tempo, ribadiamo al presidente Giulini, al suo staff, al mister e ai giocatori che non sono soli. Siamo al loro fianco, pronti ad intraprendere qualsiasi iniziativa a sostegno della società Cagliari Calcio, affinché si riacquisti motivazione, fiducia, entusiasmo e caparbietà per uscire uniti e compatti da questo momento buio”, così dal centro coordinamento Cagliari Club.

Nainggolan ritorna al Cagliari

CAGLIARI – Radja Nainggolan ritorna al Cagliari in prestito fino al termine della stagione. L’accordo con l’Inter è stato trovato nel pomeriggio: il club rossoblù potrebbe poi perfezionare l’acquisto a titolo definitivo in estate. Il centrocampista nerazzurro, ai margini del progetto Conte e poco utilizzato a Milano, si riunirà ai compagni lasciati ad agosto dopo la partita con il Napoli, in concomitanza con l’apertura ufficiale del mercato invernale.

La trattativa ha avuto un’improvvisa accelerazione soprattutto per l’infortunio del centrocampista Rog: per il mediano croato si teme la rottura del crociato (già in preallarme lo specialista di Innsbruck che ha operato Pavoletti per lo stesso problema) e quindi la conclusione anticipata della stagione. Il Cagliari ha inseguito Nainggolan sino all’ultimo giorno del mercato estivo: accordo sfumato, ma evidentemente solo rimandato. È la terza volta di Nainggolan al Cagliari: il Ninja era stato acquistato dal Piacenza nel 2010. Poi la cessione alla Roma e il trasferimento all’Inter. Nel 2019 l’arrivo in Sardegna in prestito dalla società nerazzurra e l’inevitabile ritorno a Milano a fine stagione. Ora la maglia numero 4 del Cagliari – non ancora assegnata – sarà di nuovo sua.