A Olbia il campionato regionale di “Downhill”

OLBIA – Ritorna a Olbia dopo quattro anni di stop forzato, il campionato regionale di Downhill. Domenica 22 maggio oltre 50 biker provenienti da tutta l’Isola si sfideranno a Monte Pino per aggiudicarsi titolo e maglia di campione sardo della disciplina più estrema e spettacolare del mondo delle mountain bike: il downhill. Ad organizzare la gara assoluta, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, sarà l’associazione sportiva Olbia Racing Team diretta, tra gli altri, da Gabriele Destro e Mirko Cuccu. “Siamo felici di aver riportato a Monte Pino gli assoluti regionali – dichiarano gli organizzatori -. Negli ultimi anni l’impraticabilità della strada di accesso al monte aveva dirottato il campionato regionale altrove. Quest’anno sarà Olbia, squadra campione regionale, ad ospitare i più talentuosi piloti sardi della DH. Un risultato raggiunto grazie anche alla collaborazione dell’Anas, dell’agenzia regionale Forestas, dei proprietari terrieri e degli sponsor”.

La gara. Saranno oltre 50 i biker, tra amatori e agonisti, che si sfideranno lungo la discesa da circa due chilometri che attraversa il monte di Olbia. Due le manche previste lungo un tracciato tecnico e veloce, caratterizzato da curve in contropendenza con sponde, salti, rocce, radici, e sottobosco. Il percorso, che richiede una preparazione atletica elevata, si snoda attraverso il verde di Monte Pino e sfrutta le caratteristiche naturali del rilievo che domina la città.  Al termine della competizione sarà decretato il nuovo campione sardo di downhill, titolo detenuto da sette anni dal fuoriclasse olbiese Gianluca Cara.

Le premiazioni. Le premiazioni si svolgeranno in chiusura delle due manche, con partenza dalla vetta e arrivo a valle. A portare a casa l’ambito trofeo saranno i biker, delle diverse categorie in gara, che avranno ottenuto il tempo migliore. Elena Casu, assessore allo Sport del Comune di Olbia, premierà i vincitori: “Siamo molto contenti di ospitare questo evento e onorati di avere in casa il campione regionale. Questo sport – dichiara Casu – richiede una grande preparazione fisica e mentale: bisogna essere veloci nel pensiero oltreché atleticamente allenati. Siamo inoltre felici che la gara avvenga in uno dei contesti ambientali più belli e rappresentativi della città: è una riscoperta della nostra montagna e della natura circostante”.

L’Olbia Racing Team. La Olbia Racing Team, organizzatrice della gara, è la squadra campione regionale degli ultimi tre anni. Una realtà in forte crescita composta da campioni senior e da un folto gruppo di giovani e giovanissimi. “Ogni anno accogliamo con piacere le richieste di tesseramento che arrivano da ragazzi e ragazze molto giovani – commentano dal team -. L’obiettivo è dotare Olbia di una scuola di DH, con una pista dedicata e insegnati preparati”.

A Porto Conte ritorna il grande nuoto

ALGHERO – Non hanno resistito al forte richiamo di uno scenario che assembla bellezze paesaggistiche e specchi d’acqua ideali per competizioni. Gli ideatori della Coppa Len indirizzano nuovamente i migliori specialisti continentali in acque libere verso la Riviera del Corallo con la convinzione che troveranno il massimo comfort per ambire a prestazioni di altissimo livello.

La 3prova della European Open Water Swimming Cup si snoderà davanti alla spiaggia dell’Hotel Porto Conte venerdì 20 maggio. Ma la manifestazione continua il giorno dopo con la 5 km riservata agli agonisti master. La lista degli iscritti è davvero accattivante ma per le delucidazioni in merito l’organizzazione rimanda alla data del 19 maggio 2022 presso la Sala conferenze Lo Quarter, in Largo S. Francesco ad Alghero. A partire dalle 10:30 il presidente della FIN Sardegna Danilo Russu presenta la manifestazione con l’ausilio del Sindaco di Alghero Mario Conoci, il Presidente della Fondazione Alghero Andrea Delogu,  la Presidente della società organizzatrice, Freedom in Water, Silvia Fioravanti. Con loro anche Piero Maieli, presidente Commissione Turismo della Regione Sardegna e il super campione Gregorio Paltrinieri che ormai è di casa a l’Alguer

Vento de l’Alguer, si è svolta la prima prova

ALGHERO – Venti le barche partecipanti alla regata nelle categorie SPI e NO SPI.   Come previsto due le prove disputate. La prima, partita alle 12:00 tra la Maddalenetta e Fertilia si è svolta con un vento leggero abbastanza costante di 5  nodi da S-SO che ha permesso a tutte le barche di compiere agevolmente il percorso a bastone con lato di bolina di 1 miglio e offset ripetuto 2 volte per un totale di circa 4 miglia. Tutte le barche sono arrivate entro il tempo limite. La seconda prova è partita alle 14:00,  anche questa prevedeva un bastone ma diversamente orientato:  il vento era aumentato a 7 nodi,  direzione 220°.  Dopo la partenza improvvisi salti e cali di vento da ponente a scirocco fino a 160°,  hanno reso piuttosto difficile le decisioni degli skipper e faticosa la conduzione della regata. Non è mancato qualche abbordo in partenza fortunatamente senza conseguenze, la voglia di riprendere il mare era tanta e  la giornata di sole ha fatto sì che tutti si godessero la competizione ben orchestrata dagli ufficiali di regata Francesco Franceschini e Fabrizio Monaldi.
A causa dell’indisponibilità del Rating F.I.V. determinata dal mancato funzionamento della nuova piattaforma informatica Federvela si è potuta stilare solo la classifica degli arrivi in tempo reale che nella classe SPI vedono prima nella somma delle due prove Macassar di Pietro Delogu seguita da Luna Storta di Salvatore Sotgiu e Gagliarda di Nicolò Patetta.  Nella classe NO SPI prima Naranja di Carlo Camassa seguita da Kenny di Nerini e Galleri ed al terzo posto Crazy Wind di Paolo Abis. A fine giornata, in attesa delle classifiche in tempo compensato non è comunque mancato il consueto terzo tempo, piacevole momento conviviale che ha messo d’accordo tutti e ha suggellato la voglia di normalità e di ripresa dei partecipanti. Maggiori informazioni sul sito www.ventodelalguer.it.
Prossimo appuntamento con il Vento de l’Alguer – Porto di Alghero il 19 giugno con il XIX Trofeo Maci

Domenica 15 maggio riprende a soffiare il Vento de l’Alguer

ALGHERO – Sabato 14 maggio alle ore 17,30 presso la sede della Sezione sarà presentato ufficialmente il calendario della manifestazione VENTO DE L’ALGUER 2022 giunto quest’anno all’XI edizione, il suo main sponsor  CONSORZIO PORTO DI ALGHERO e gli sponsor di tappa. Tutti gli sponsor, i soci, gli armatori e gli equipaggi interessati  sono invitati a partecipare.
Dopo la presentazione del Vento de l’Alguer 2022 seguirà una breve conferenza divulgativa a cura dell’equipaggio e dei ricercatori del catamarano a vela “ONE” ospite nei prossimi giorni della nostra Sezione e del Consorzio Porto di Alghero nella quinta tappa del programma di ricerca M.A.R.E. (Marine Adventure for Research & Education) del Centro Velico Caprera, progetto scientifico per lo studio della salute del mare sviluppato in collaborazione con One Ocean Foundation, punto di riferimento della ricerca ambientale in ambito marino e della sua divulgazione. Il catamarano “ONE” di 45 piedi, attrezzato come un piccolo laboratorio, navigherà per circa 12 settimane toccando 23 Aree Marine protette e 2 zone di interesse lungo la costa occidentale sarda e la costa tirrenica, effettuando analisi, misurazioni e monitoraggi. Nella conferenza i biologi di bordo racconteranno nel dettaglio quali sono le attività di ricerca previste e gli scopi ed i risultati che si vogliono ottenere.
Attraverso le proprie strutture periferiche, partecipa attivamente al progetto la Lega Navale Italiana fornendo l’assistenza necessaria nelle 25 tappe previste. Sono coinvolti e patrocinano il progetto la Marina Militare, il Ministero della Transizione Economica, la Guardia Costiera e la Regione Autonoma della Sardegna. Tra le iniziative collaterali al progetto, domenica 15 alle ore 10,00, purtroppo in contemporanea con la I^ regata del Vento de l’Alguer, Sorgenia, azienda partner del progetto M.A.R.E. ha organizzato in collaborazione con Legambiente Alghero un’attività di “plogging” con l’obiettivo di pulire la spiaggia della pineta di Maria Pia mettendo a disposizione di tutti i cittadini che vorranno parteciparvi magliette, bandane, guanti e quanto altro necessario per pulire l’arenile. Con la speranza di una larga partecipazione, appuntamento presso la nostra sede, sabato 14 maggio alle ore 17,30, domenica mattina breafing pre-regata alle ore 10,00 (partenza ore 12.00) e premiazione alle ore 18.00.

Alghero, ritorna il Summer Beach: sport e divertimento

ALGHERO – Conclusa la stagione sportiva con la promozione in C dopo i meritati festeggiamenti è arrivato il momento di voltare pagina. La ASD polisportiva Sottorete non si ferma e fissa il prossimo imperdibile appuntamento.  Con la stagione estiva torna infatti il SummerBeach Village che nell’edizione 2022 compie ben 18 anni di attività. Tutto ha avuto inizio nel 2005 con il primo torneo di beach volley regionale e da allora la manifestazione ne ha fatta di strada diventando uno degli appuntamenti sportivi più attesi dell’estate algherese e sarda.

Come ogni anno anche quest’anno ci saranno tante novità, tra tornei e corsi di beach sport. Il beach volley sarà sempre l’attività principale, ma come oramai ci hanno abituato gli organizzatori del SummerBeach le attività saranno numerose, dal beach rugby, al fitness, al foot volley, beach tennis, arti marziali. Non mancheranno gli eventi che finalmente dopo due anni di stop potranno divertire i fan del SummerBeach.  Rinnoviamo l’invito a tutte le società sportive che vogliono aderire in forma gratuita all’iniziativa. L’estate è alle porte e il SummerBeach sta arrivando.

Powerlifting: l’algherese Silvia Spano vola ai Mondiali in Francia

Grande risultato per Silvia Spano, atleta e istruttrice della PowerClub Alghero. Ad Assemini nella gara valida per le qualificazioni mondiali della WDFPF, tenutasi lo scorso 1° maggio, l’atleta algherese ha ottenuto il primo posto e nuovo record del mondo nello squat, cat -55,5 kg, con l’alzata di 116 kg. Con questo risultato, l’atleta seguita dal coach Alessandro Demartis, stacca il pass per il Mondiale che si disputerà in Francia, a Maromme, il prossimo 27 maggio. Nella settimana precedente, a Ghilarza, Silvia si era classificata al primo posto nella propria categoria nel campionato regionale di Distensioni su panca FIPE.

Tornando invece alla gara di Assemini, ottimo risultato per un altro atleta della PowerClub Alghero, Giuseppe Caria, che si è classificato al primo posto nello stacco da terra (Categoria m6, -90kg).

Mountain bike al Parco, vincono Piras e Carboni

ALGHERO – Stefano Piras nei master e Gabriele Carboni nei giovani e Raffaella Saravo femminile. Questi i nomi dei vincitori assoluti della 2^ Gran fondo del Timidone, svolta domenica scorsa, 8 maggio 2022 e ospitata all’interno del Parco di Porto Conte, in uno spettacolare palcoscenico naturale, gara valida come 3° ed ultima prova circuito “Granfondo Sardinia Cup 2022” e 5° prova circuito “Granfondo Calendario Regionale 2022”. Si aggiudicano la maglia finale del circuito Gran fondo Cup con la somma dei tempi ,Marco Serpi ( Arkitano Mtb) per gli uomini e Raffaela Saravo ( Ajo – Ergen Team) per le donne.

200 Atleti provenienti da tutta la Sardegna si sono contesi il podio percorrendo 45 Km con un dislivello in ascesa complessivo di circa 1300 metri; Un percorso più breve, con 16 Km e 500mt di dislivello, riservato alle categorie Esordienti e Allievi, e infine un’escursione non agonistica verso Cala della Barca e i principali sentieri del Parco di Porto conte.

Giornata spettacolare con la prospettiva dello scenario del Parco di Porto Conte. Passaggi mozzafiato: Cala della Dragunara , Capo Caccia, Timidone, le calette di Porto Ferro, Prigionette e Cala Barca. Nella classifica generale si sono distinti al primo posto Stefano Piras dell’Alghero bike, al secondo, Andrea Lovicu del team Demurtas Bike, e al terzo Davide Uras di Bosa Bike ASD. Per le categorie Femminili: prima Raffaella Saravo, Ajo-Ergen Team, seconda Sofia Bonfanti, Ajo-Ergen Team, terza Congaintu Laura, Ajo-Ergen Team. Per le categorie Giovanili, primo Carboni Gabriele, Alghero Bike, Secondo Sarrizzu Pietro, Sinnai MTB, terzo Porcu Salvatore, Pedale Siniscolese.

Le classifiche:

Donne Elite: Raffaella Saravo, 1° posto, Sofia Bonfanti 2° posto.
Elite Master Sport: 1 Marco Serpi, 2 Michael Giua, 3 Pietro Mureddu

Junior: 1 Moi Matteo, 2 TRincas Davide, 3 Pani Nicola

Master 1: 1 Eros Piras, 2 Alessandro Scanu, 3 Paolo Balzani.

Master 2: 1 Gilleri Roberto, Dessi Luca, 3 Onidi Enrico

Master 3: 1 Piras Stefano, 2 Luvicu Andrea, 3 Uras Davide

Master 4: 1 Marras Sandro, 2 Atzeni Paolo, 3 Grieco Umberto

Master 5: 1 Lampis Omar, Saddi Alessandro, 3 Deriu Alessio

Master 6: 1 Atzeni Giorgio, 2 Baduena Paolo, 3 Meli Maurizio

Master 7 : 1 Pani Renato, 2 Moro Merella Renato, 3 Podda Giovanni Antonio

Master 8: 1 Serra Vittorio, 2 Caboni Giulio, 3 D’Urso Salvatore

UN: 1 Fanni Andrea, 2 Ardu Jacopo, 3 Torrella Luca

Women 1: 1 Marisa Claudetta, 2 Caria Silvia

Women 2-3: 1 Congiantu Laura, 2 Collu Giorgia, 3 Tonelli Laura

Allievi 1: 1 Porcu Antonio, 2 Satta Simone, 3 POddighe Gabriele

Allievi 2: 1 Carboni Gabriele, 2 Sarritzu Paolo, 3 Pibiri Edoardo,

Esordienti Donne-: 1 Paolesu Camilla, 2 Mulas Calzia, 3 Marroccu Chiara

Esordienti 1: 1 Folegani Mattia, 2 Solinas Cristian, 3 Pirisino Christian

Esordienti 2: 1 Caboni Luigi, 2 Nocco Lorenzo, 3 Atella Leonardo

Calcio, l’Audax Algherese batte il Treselighes e sale in Prima Categoria

ALGHERO – Pubblico delle grandi occasioni a Olmedo per la sfida in Seconda Categoria tra Audax Algherese e Treselighes per la promozione in Prima. Vittoria della squadra catalana per 2 reti a 0 che dunque farà il salto di categoria. Nel frattempo sono sempre più diffuse le voci nella Riviera del Corallo sulla probabile “rinascita” di una squadra cittadina dai colori giallorossi, mentre non  escluso che, seppur perdendo lo spareggio, il Treselighes possa essere recuperato e dunque salire anch’esso in Prima Categoria. La giornata di ieri, per chiudere, ha sicuramente palesato quello che da tempo anche su Algheronews si scrive ovvero che, nonostante siano passati anni, nel Comune catalano e borgate c’è grande voglia di calcio.

Slalom Loceri, vince Puglisi. Angioj e Idili nella top ten

LOCERI – Nella prima domenica di maggio che ha visto la Sardegna fare da palcoscenico su cui il Campionato Italiano Slalom 2022 ha messo in scena il suo debutto stagionale, Michele Puglisi, su Radical SR4 Suzuki, vince lo Slalom Città di Loceri. “Sono contentissimo”, dichiara il vincitore a fine giornata. “Questo risultato, se vogliamo in parte fortunato, compensa tutte le sfortune della passata stagione e, in fondo, credo di essermelo meritato”. Il giovane pilota siciliano sale sul gradino più alto del podio allestito nella centrale piazza del paese dell’Ogliastra con il tempo di 2’54” e 4 centesimi fatto siglare al termine della prima manche. L’unica da lui corsa lungo i 3900 metri del percorso di gara prima che a prendersi il ruolo della protagonista fosse la pioggia. Una pioggia fine che, dopo la prima gara di giornata contro le lancette del cronometro, ha condizionato e accompagnato, a tratti interrotta dallo spuntare del sole, l’intero svolgersi dalla competizione. Con il miglior tempo in tasca, Michele Puglisi è stato spettatore, molto interessato, degli altrui tentativi di provare a ribaltare la classifica nonostante la pioggia e il fondo stradale sempre meno performante. Il primo a provarci, fino all’ultimo metro dell’ultima salita, è stato Salvatore Venanzio. Il campione campano, velocissimo nella prima manche al volante della sua Radical SR4 Suzuki, paga lo sfioramento di un birillo in una delle dodici postazioni di rallentamento lungo il percorso. Una sbavatura che gli costa il primo posto e che lo fa scivolare in terza posizione dopo il primo passaggio sui quasi quattro chilometri contro il tempo. Una terza posizione che resterà tale fino alla fine nonostante la vittoria, vana, al termine di ognuna delle due successive salite.

“Peccato per quel birillo perché la vettura era davvero perfetta”, commenta Venanzio ai margini della cerimonia di premiazione. “Il grande lavoro sugli assetti fatto alla viglia ha dato i risultati sperati e il risultato finale è solo un dettaglio. Certo, avrei preferito vincere ma questo terzo posto, e il modo in cui è arrivato, mi dice che sono sulla strada giusta per guardare all’obiettivo grosso di un campionato lunghissimo e appena cominciato”. Tra Michele Puglisi e Salvatore Venanzio, seconda posizione per Luigi Vinaccia. Il campione campano, in gara a Loceri al volante di una potente Osella PA 9/90 Honda, sale sul podio con il tempo della prima manche che vale 174,45 punti e la soddisfazione della conferma di un ruolo da protagonista nella recita del copione – l’ennesimo in una lunga carriera impreziosita da quattro titoli assoluti – del campionato italiano di specialità. Ad inseguire il podio finale sono due piloti al via su Formula Gloria. Il primo, il vincitore del Gruppo VST, è Enrico Piu; il secondo è Pier Raffaele Marcello che ha sollevato il trofeo Memorial Sergio Murru riservato al migliore in classifica tra piloti della Ogliastra Racing. Gianluca Miccio, sesto assoluto, è tra i pochi capaci di migliore la propria classifica dopo la prima manche nella quale, con la sua Radical SR4 Suzuki, aveva mandato per aria tre birilli pagando trenta punti di penalizzazione.

Dietro di lui si piazzano, nell’ordine, Fabio Angioj su Radical Motorsport, Roberto Vacca su Radical SR4 Suzuki e Roberto Idili, il vincitore della passata edizione dello slalom ogliastrino, che partiva per la prima volta con la nuova auto da gara, una Kawasaki I.R. Sport. è stato autore della nona prestazione assoluta di giornata. Chiude la top ten della classifica assoluta dello Slalom Città di Loceri Antonio Satta su kart cross. Paolo Angius, undicesimo assoluto, vince con la sua Renault 5 GT il Gruppo E1 Italia imitato, in Gruppo Speciale Slalom, da Ignazio Concas, sedicesimo su Renault Clio, e da Luigi Lai, diciannovesimo su Fiat 126, in Gruppo E2 SH. Parlano francese il Gruppo A, il Gruppo N e il Gruppo Racing Start Plus. Nel primo ad avere la meglio sugli avversari è Matteo Priola su Peugeot 205; nel secondo la coppa va a Gianmichele Cossu su Peugeot 106; nel terzo a Fabrizio Monne su Citroën C2. Vittoria tra le Racing Start per Francesco Fois in gara a Loceri su Mini Cooper S. Patrizia Melis, su Ford Escort Gruppo N, conquista il primo posto della classifica femminile dello Slalom Città di Loceri davanti a Cristina Ruggiero su Citroën C1.

Slalom Loceri, 78 piloti alla prima tappa del Campionato Italiano

LOCERI –  Ha marciato veloce arrivando a 78 iscritti il 5° Slalom di Loceri di scena il prossimo week end nella più spettacolare provincia dell’isola. Mercoledì la chiusura delle iscrizioni che di giorno in giorno, si sono arricchite di nuovi protagonisti. Interessante il numero dei giovani talenti e dei signori dell’asfalto che non hanno voluto perdere la prestigiosa occasione di correre in Ogliastra.

Ora, a iscrizioni concluse l’Ogliastra Racing inizia il countdown per offrire ai protagonisti uno slalom all’altezza dei grandi eventi. Molto soddisfatti gli organizzatori perché essere prima tappa del Campionato Italiano Slalom permette di diventare vetrina nazionale e portare i piloti a scoprire i percorsi di gara dell’affascinante “isola nell’isola” ogliastrina.

Pronti a giocare il tutto per tutto i piloti che arrivano dal continente, non sarà infatti facile il pronostico visti i nomi altisonanti: tra gli iscritti il secondo classificato del Campionato Italiano Slalom 2021 Salvatore Venanzio (Osella PA6/9), ha risposto presente anche Luigi Vinaccia, 5° classificato del campionato 2021 che correrà a Loceri su Radical SR4. Nell’elenco iscritti anche il campione in carica Fabio Emanuele ha disdetto la partecipazione per un problema meccanico.

Decisi a dare il massimo saranno anche i piloti sardi e ogliastrini che non hanno voluto mancare a una gara dal sapore nazionale. Tra gli iscritti spicca il nome di Fabio Angioj reduce dal primo gradino del Campionato Regionale Slalom 2021, il pilota algherese riconquista il sedile della sua Radical deciso ad agguantare il podio. Immancabile e attesa la presenza di Roberto Idili campione in carica dello Slalom di Loceri edizione 2021, compirà le sue acrobazie tra i birilli. Successo anche per la scuderia di casa, l’Ogliastra Racing conta 18 piloti iscritti.

 “Il 5° Slalom di Loceri è una gara molto ben strutturata dal punto di vista tecnico che ha il piacere quest’anno di essere diretta da Manlio Mancuso e Gianmarco Lumia  – dice Fabrizio Seoni presidente dell’Ogliastra Racing – Sono tanti i piloti che si sono affrettati a rendere onore alla gara e al campionato. Loceri è uno dei posti migliori in cui correre e lo si sente dall’entusiasmo dei nostri iscritti e dal paese che si sta preparando a una due giorni di festa. Sappiamo che stiamo offrendo la possibilità di fare una gara bella sia per i percorsi che per i paesaggi da sogno, capaci di coinvolgere e appassionare”.

Lo Slalom di Loceri si svilupperà su due giornate: sabato 30 aprile al pomeriggio dalle 16.00 alle 20.00 la zona artigianale del paese sarà sede delle verifiche nella Via Enrico Berlinguer. Alle 17.00 in Piazza Nonnu Melis si apriranno gli stand di Loceri con Gusto – edizione Slalom. Alle 19.00 sarà possibile ascoltare musica folk e cenare insieme ai piloti e ai loro team. La mattina del 1° maggio alle 9.30 apertura degli stand e il via alla prima manche al termine della ricognizione. La gara proseguirà per tutta la giornata di domenica fino alla premiazione fissata per le 17.00 nella piazza centrale del paese.