Olbia, ecco il Water World Music Festival con Salmo

OLBIA – Un palco galleggiante mai visto prima, l’acqua cristallina della Costa Smeralda e un
concerto dal vivo con il pubblico nel pieno rispetto delle misure di sicurezza: MINI
presents Water World Music Festival è pronto a diventare l’evento dell’estate 2021 in Italia. La manifestazione musicale, organizzata da LBNSK360 in stretta collaborazione con MINI e Red Carpet, andrà in scena domenica 25 luglio 2021 al largo della Marina di Cala dei Sardi, una splendida baia della Costa Smeralda situata nel Golfo di Cugnana (Olbia, Sardegna). Il Festival, di cui glo™ è Main Partner e Radio 105 Radio Partner ufficiale, si presenta come una rivisitazione delle classiche formule di «boat party» viste sino ad oggi nel mondo e sarà caratterizzato da un format innovativo pensato e progettato con l’obiettivo di garantire al contempo due aspetti molto importanti per la situazione attuale: la sicurezza e il divertimento. Per la prima volta in Italia, infatti, verrà allestito in mezzo al mare un palco galleggiante di 640m², sul quale si esibiranno durante il pomeriggio del 25 luglio alcuni degli artisti italiani del momento, tra cui il padrone di casa Salmo.

Il rapper dei record nato proprio a Olbia è reduce dal successo dell’esperienza analoga al
Red Valley Sea Party, evento musicale svoltosi il 18 luglio 2020 al largo della Baia
di Porto Frailis (Arbatax, NU) che ha riscosso un incredibile successo mediatico in
tutto il territorio nazionale. «La mia terra, il mio mare, la mia gente», racconta
entusiasta Salmo, protagonista indiscusso del Festival. «Sarà l’evento dell’estate, non fatevelo raccontare!». Il pubblico potrà assistere al concerto a bordo di circa 200 imbarcazioni che
si posizioneranno intorno al palco seguendo un piano di ormeggio prestabilito, formando una vera e propria arena da festival in mare. La sicurezza verrà garantita dal distanziamento sociale in acqua e a bordo delle barche: l’accesso all’evento sarà infatti consentito a un numero limitato di partecipanti e la corretta disposizione delle persone sui mezzi nautici verrà stabilita durante la fase di prenotazione, con il monitoraggio costante delle autorità competenti. Si potrà partecipare all’evento unicamente a bordo di imbarcazioni autorizzate dall’organizzazione. Il “biglietto” per accedere alla manifestazione infatti si configura nel noleggio del mezzo nautico, prenotabile a partire dalle ore 10.00 del 25 giugno 2021 sul sito web ufficiale www.waterworldmusicfestival.com. CALA DEI SARDI / OLBIA / SARDINIA «MINI e la musica hanno un legame consolidato, che va avanti da oltre 60 anni», dichiara Stefano Ronzoni, Direttore MINI. «Per questo siamo felici di partecipare al MINI presents Water World Music Festival, un appuntamento che si preannuncia davvero unico e ricco di fascino, capace di mettere insieme il meglio della scena musicale italiana del momento in un format innovativo, di forte richiamo, e pienamente in linea con le passioni e lo spirito che MINI da sempre ama condividere con la sua community. Ci vediamo in Sardegna!». «Con glo™ abbiamo deciso di sponsorizzare questo progetto innovativo che rispecchia a pieno la filosofia del nostro brand: “Break Binary”, ovvero non rinunciare a nulla. Questa iniziativa si fa portavoce di una causa molto importante per British American Tobacco, la salvaguardia dell’ambiente, in linea con il nostro purpose aziendale “A Better Tomorrow™”», commenta Brigitte Maria Santner, Country Manager Italia. All’interno della manifestazione, al fine di contribuire alla salvaguardia dei nostri mari, non sarà infatti possibile l’uso di sigarette tradizionali: «Ci poniamo infatti come alternativa con il nuovo dispositivo glo™ hyper+ che riscalda il tabacco senza» combustione.

«Il MINI presents Water World Music Festival rappresenta una vera e propria novità
per il nostro territorio, uno spettacolo originale, unico e di livello internazionale»,
dichiara Marco Balata, Assessore Comunale di Olbia per il turismo. «Non posso che
ringraziare tutti gli organizzatori per aver scelto che le acque cristalline del nostro golfo
facessero da quadro allo spettacolo, la Capitaneria di Olbia e Golfo Aranci che insieme
all’ufficio demanio di Giovanni Tonzanu hanno lavorato alacremente in questi mesi
affinché tutto si possa svolgere in assoluta sicurezza. È una stagione di rinascita per
tutto l’apparato del turismo e dello spettacolo, fortemente penalizzati negli ultimi 18
mesi. Sono certo che la spinta di questo evento sarà un volano per l’intera stagione».
Anche Simone Morelli, amministratore di NSS Group – società proprietaria di Marina
di Cala dei Sardi e NSS Charter – ha espresso il suo entusiasmo nel partecipare al MINI
presents Water World Music Festival come Partner Ufficiale dell’evento: «Ospitare un
artista ed un format di tale rilievo è per noi una grande sfida oltre che privilegio. È un
ritorno alla normalità in grande stile, una iniziativa unica nel suo genere che Cala dei
Sardi saprà accogliere al meglio.»

“Alghero, nessun nuovo Ospedale: vergogna”

ALGHERO – “Terapia intensiva dell’Ospedale Civile di Alghero non solo non accreditata, ma non funzionante, Dea di primo livello per il nostro ospedale saltato, otto anestesisti verso Olbia, zero verso Alghero. Anche il nuovo ospedale può aspettare, il Presidente Solinas ha annunciato che i nuovi ospedali si faranno a Cagliari, Sassari e nel Sulcis. Cioè si preferisce utilizzare vergognosamente la sanità per regolare conti interni e compensazioni politiche in vista del rimpasto, non per garantire equità tra i cittadini e tra i pazienti. È chiaro che ai politici leghisti algheresi (sindaco e rappresentante in Regione) va bene così. Preferiscono stare zitti per non disturbare troppo, piuttosto che difendere gli interessi della città che li ha eletti. Non contano niente.
Non valgono nulla neanche le delibere unanimi del Consiglio Comunale, le comparsate dell’assessore della sanità, le previsioni del piano sanitario regionale, quelle della rete ospedaliera.
Diciamo basta tutti insieme alle vane promesse e ai lanci pubblicitari di politici che settimanalmente riempiono tv, giornali, siti internet e corsie ospedaliere con rappresentazioni di una sanità che ad Alghero non c’è. In una situazione così delicata l’Amministrazione, con il sostegno di tutte le forze politiche e sociali cittadine, deve manifestare e mettere in campo una dialettica determinata e incisiva con l’assessore della sanità e il presidente della Regione, senza prese in giro ai cittadini. Senza infingimenti e difesa di casacche sempre più ingombranti.”

Gabriella Esposito
Mario Bruno
Pietro Sartore
Raimondo Cacciotto
Ornella Piras
Valdo Di Nolfo
Beniamino Pirisi

Riaprono gli hotel col Marchio del Parco: sinergia e promozione

ALGHERO – Ripartono anche gli hotel col marchio del Parco naturale regionale di Porto Conte. Punta Negra, Hotel Dei Pini, Corte Rosada, El Faro. Queste le strutture ricettive certificate per la loro qualità e per l’utilizzo di produzioni del territorio facente capo a Casa Gioiosa. Qui gli ospiti possono gustare e godere dei prodotti dell’area di riserva terrestre con una ricaduta positiva anche per le aziende locali e per l’immagine delle strutture stesse e di Alghero. Un rapporto prolifico che vede anche gli hotel promuovere il Parco anche su importanti riviste. “Prenota le tue vacanze nel cuore naturale di Porto Conte” è il pay-off della pagina pubblicata sul settimanale “F” di moda, natura e benessere di Cairo Editore per l’Hotel Corte Rosada. Prima struttura “only adults” di Alghero la struttura in sinergia con il Parco-AMP promuove l’area protetta e la “racconta” ai propri ospiti anche con la predisposizione di una cartellonistica allestita nei suoi ampi spazi verdi.

Sinergia anche con l’Hotel El Faro; la prestigiosa e storica struttura ricettiva che si affaccia davanti all’ingresso della Baia delle Ninfe, entrata recentemente a far parte delle imprese concessionarie del marchio di qualità ambientale, ha stretto una fattiva collaborazione con il M.A.S.E. ospitato nella Torre Nuova e dedicato al noto scrittore-aviatore Antoine de Sant’Exupery, per offrire un’esperienza culturale unica nel suo genere. L’Hotel Punta Negra, la prima struttura ricettiva ad ottenere la certificazione con il marchio del Parco, promuove costantemente il territorio produttivo con l’organizzazione di eventi “a tema” che coinvolgono gli ospiti in esperienze sensoriali singolari e preziose. Anche l’Hotel Pini fa ampio uso dei prodotti del Parco e nello specifico miele, vini e olio, inoltre tramite il suo sito internet e a documentazione diffusa diffonde il Marchio di qualità. “La ripresa del nostro Territorio e in particolare dell’Azienda Speciale del Parco naturale regionale di Porto Conte passa anche attraverso l’interazione tra l’Ente e le imprese che ad esso fanno capo e con cui ci saranno sempre più interazioni e progetti per valorizzarne le loro produzioni e attività”, commentano dall’Ente Parco

Fertilia, chiusura lampo: riapre lunedì

ALGHERO – Sarà una chiusura al traffico estremamente limitata quella che da ieri preclude il transito sul ponte di Fertilia. Pochissimi giorni rispetto alle previsioni inziali, e anche riguardo all’ordinanza emanata in questi giorni che prudenzialmente fissa al 5 luglio la riapertura.

Entro la settimana in corso verranno posizionati da parte dell’impresa appaltatrice le strutture portanti per le nuove passerelle, così da consentire, dai primissimi giorni della prossima settimana, la riapertura al transito sul ponte. Una volta posizionai i supporti, si potrà continuare a lavorare nelle parti delle passerelle senza interferire sulla viabilità. Il Sindaco Mario Conoci, con l’Assessore alle Opere Pubbliche Antonello Peru, hanno sostenuto la necessità di limitare al massimo i disagi che il prolungato dirottamento del traffico su Fertilia in entrata e in uscita nella Strada provinciale 42 dei Due Mari e sulla 291 variante del Calich, così come succede in questi giorni, avrebbe causato a residenti e imprese turistiche. L’impresa ha garantito di sveltire al massimo le operazioni in modo da riaprire così come stabilito con l’Amministrazione.

“Ai margini della notte”, sabato si parla di Cina

ALGHERO – Ritorna per la XIV edizione la rassegna letteraria “Ai margini della notte. Libri e autori in città”. L’appuntamento estivo atteso e divenuto un must dell’estate algherese che ha garantito qualità letteraria e un panorama sulle ultime uscite editoriali è, anche quest’anno, presentato dalla Libreria Il Labirinto Mondadori, dall’associazione Alghenegra con la Fondazione Alghero e il Comune di Alghero.

Sette le date in programma in città cui si aggiungeranno le tre date previste al Museo della Tonnara di Stintino. Da Luca Telese a Bianca Pitzorno, tanti gli autori che accompagneranno l’estate cittadina tra il Giardino del Museo del Corallo e Villa Mosca.
Nata da un’intuizione di Vittorio Nonis, la rassegna ha raccontato la letteratura dell’ultimo decennio e anche quest’anno aprirà con una tematica internazionale da prima pagina. Con il volume di Filippo Santelli “La Cina non è una sola. Tensioni e paradossi della superpotenza asiatica”, sabato 26 giugno alle ore 19 il Giardino del museo del Corallo ospiterà la prima serata de Ai margini della notte.

Filippo Santelli, giornalista de La Repubblica racconterà i suoi anni da corrispondente da Pechino, dal 2018 al gennaio 2021, dialogando con la collega di testata Cristina Nadotti. Santelli racconterà la Cina di Wuhan prima del lockdown, lo sviluppo dell’epidemia Covid-19 e le proteste per la democrazia di Hong Kong.

L’attuale vicecaporedattore dell’Economia spiegherà come “per comprendere davvero questo Paese e le sue prospettive bisogna conoscere le «tante Cine» che oggi convivono dietro l’apparente compattezza”. L’accesso alle serate è su prenotazione e i posti saranno numerati. Si raccomanda l’uso della mascherina, il distanziamento e l’igienizzazione delle mani. Per prenotare è possibile chiamare al tel.079980496 o mandare una mail a labirintoalghero@gmail.com

Provincia di Nuoro: 55 milioni di euro dal Piano di Rilancio

NUORO – Tracciare un nuovo solco per lo sviluppo dei comuni del territorio, favorire una ripresa degli investimenti e dei consumi, valorizzare le peculiarità ambientali, arricchire il patrimonio culturale e promuovere le produzioni locali attraverso progetti ormai definitivi, per un importo complessivo di oltre 55 milioni di euro.

L’amministratore straordinario della Provincia di Nuoro Costantino Tidu, in un incontro che si è svolto nella Sala Consiliare della Provincia nel capoluogo barbaricino lunedì 21 giugno, ha elencato, nel dettaglio, lo stato dell’arte del Piano straordinario di Rilancio del Nuorese. Nel dibattito, moderato dal giornalista Guido Garau, sono intervenuti il sindaco di Nuoro Andrea Soddu, i consiglieri regionali Elena Fancello e Franco Mula e la senatrice Elvira Evangelista.

“Il percorso del Piano di Rilancio, nato con delibera regionale n. 46/5 del 3 ottobre 2017 e portato avanti in questi anni, si è sviluppato attraverso il confronto con gli enti locali” ha spiegato Tidu “favorendo la coesione sociale dell’area con un approccio territoriale che ha coinvolto in modo attivo il partenariato istituzionale, economico e sociale, individuando gli obiettivi da raggiungere, le azioni da compiere, i soggetti attuatori e i tempi di attuazione”.

“I temi prioritari sui quali è intervenuto il Piano di Rilancio del Nuorese per innescare un processo di rilancio socio-economico del territorio” da detto Tidu “sono ambiente e cultura, infrastrutture, manifatturiero, scuole e area vasta”. Tra i fiori all’occhiello, alcuni progetti meritano una menzione particolare: il Progetto generale sulla nuova organizzazione della scuola, che nasce con l’obiettivo di ridurre la dispersione scolastica, incrementare le competenze, migliorare gli ambienti di apprendimento degli studenti delle scuole superiori, è stato finanziato con oltre 5 milioni di euro. L’adeguamento del porto turistico de La Caletta, per promuovere lo sviluppo turistico del territorio e migliorarne l’attrattività, con la riorganizzazione del porto e la dotazione dei servizi per il turismo nautico, con 3 milioni. Il completamento del Museo Man nella nuova struttura di Piazza Sebastiano Satta a Nuoro, da destinare all’allestimento delle sale espositive della collezione permanente del Museo, si vede assegnato un milione e mezzo di euro.

Di grande importanza per la città di Nuoro e per tutto il territorio la riqualificazione degli spazi e degli edifici dell’ex Artiglieria, “da destinare ad alloggi per studenti universitari, aree sportive ed aree verdi” ha spiegato il sindaco di Nuoro Andrea Soddu (quasi 4 milioni di euro) e il recupero dell’ex Mulino Gallisai, in vista della realizzazione di un Centro Didattico e di Ricerca del Consorzio per la promozione degli studi universitari nella Sardegna centrale di Nuoro (2 milioni). Il progetto più ambizioso è quello del Consorzio Universitario Nuorese: si chiama R.E.S.T.A.R.T., acronimo di Ricerca, l’Economia Sostenibile, il Turismo e Ambiente per il Rilancio Territoriale. Il Centro, composto da un comitato di indirizzo e da un comitato scientifico, realizzerà attività di studi, analisi e diagnosi dei territori e ha già presentato due progetti di ricerca: Innovazione, Inclusione & studi interdisciplinari per lo sviluppo del Territorio” (linea Patrimonio culturale e ambientale) azione per la valorizzazione delle risorse agroforestali della Sardegna Centrale (Costituzione di un Working group agroforestale mediterraneo)” (linea Agroforestry). L’importo per la sua realizzazione è di quasi 6 milioni di euro.

Molto critico sulle assenze di alcuni relatori invitati al tavolo di confronto il consigliere regionale Franco Mula (Psd’Az) che ha auspicato “un nuovo incontro per rivedere tutto a Cagliari”. La senatrice Elvira Evangelista (Movimento 5 Stelle) ha sottolineato “l’importanza di un’adeguata linea ferroviaria per il rilancio del territorio”, mentre la consigliera regionale Elena Fancello (Movimento 5 Stelle) ha ricordato che “il futuro è rappresentato dai distretti rurali, che possono contare su un fondo di 1 miliardo e 200 milioni all’interno del Recovery Fund”.

Alghero, alla Mercede nascerà un nuovo oratorio

ALGHERO – Uno spazio dedicato allo sport e all’aggregazione nel pieno centro di Alghero. Il progetto educativo “Mercede 2.0 – II Volo per la Vita” è finalizzato alla realizzazione di un Oratorio interparrocchiale nell’area della Parrocchia di Nostra Signora della Mercede, aperto a ragazzi, adolescenti e giovani, famiglie e anziani. È stata recentemente firmata, infatti, la convenzione per l’assegnazione di finanziamenti per la realizzazione di oratori interparrocchiali tra la Regione Autonoma della Sardegna, Direzione Generale degli Enti Locali e Finanze e la Diocesi di Alghero-Bosa, a partire dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 9/40 del 22 febbraio 2019. La costruzione del complesso edilizio, risalente al 1960, ha visto la Parrocchia – composta da oltre 7000 abitanti – aprire i propri spazi non solo in occasioni d’incontro legate alla dimensione religiosa, ma anche dedicare le aree coperte e all’aperto ad attività socio-ricreative dei parrocchiani e principalmente dei ragazzi, con molteplici iniziative culturali, musicali, teatrali e sportive.

Le attuali strutture, considerata la loro epoca di realizzazione e la costante espansione legata alla partecipazione dei ragazzi alla vita della parrocchia, risultano attualmente insufficienti, o comunque non adatte e coerenti con le odierne esigenze ed altresì non contingenti con le vigenti normative di riferimento per quanto riguarda gli spazi ricreativi, coperti e scoperti.
La Diocesi Alghero-Bosa intende da tempo ampliare le dotazioni sportive e tecnologiche annesse all’attuale complesso, al fine di un più coerente e razionale utilizzo delle stesse strutture, migliorando la convivialità della Parrocchia che spesso pone a disposizione anche dell’utenza esterna le proprie strutture.

II progetto, che coinvolge le Comunità limitrofe della Madonna del Santo Rosario e del Santissimo Nome di Gesù, prevede complessivamente opere di riqualificazione ed adeguamento delle attuali strutture, mediante manutenzione ed integrazione delle esistenti e realizzazione all’esterno di nuovi spazi per attività sportive, in sostituzione di altre oramai obsolete, per un totale di € 198.000. Nello specifico verranno costruiti un campo polivalente di pallavolo e pallacanestro, un campo di minivolley, l’oratorio e le sale riunioni, la sala musica e un impianto fotovoltaico che aiuti la struttura a gestire in autonomia il carico energetico necessario.

Sardegna (quasi) Covid free, solo 4 casi

CAGLIARI – Sono 57.122 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 4 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.355.601 tamponi, per un incremento complessivo di 829 test rispetto al dato precedente. Non si registrano nuovi decessi (1.485 in tutto). Il dato dei ricoveri ospedalieri segna 65 pazienti in area medica (-3 rispetto a ieri), mentre resta invariato il numero delle persone (5) in terapia intensiva, dove non si registrano nuovi ingressi.

I dati comunicati oggi presentano una differenza significativa, rispetto al bollettino precedente, relativamente al numero delle persone in “isolamento domiciliare” e dei “guariti”. Attualmente in Sardegna si registrano infatti 2.422 persone in isolamento domiciliare e 53.145 guariti. Questa differenza è dovuta al riallineamento tra il dato del flusso del Ministero/Protezione Civile (dato aggregato) con le informazioni presenti sul Sistema di Sorveglianza nazionale Covid-19 dell’Istituto Superiore di Sanità (dato analitico). Isolamento domiciliare e guariti non rientrano tra gli indicatori utilizzati dal Ministero della Salute per l’attribuzione della fascia di rischio alla Regione, il loro ricalcolo non influisce quindi sulle valutazioni. Sul territorio, dei 57.122 casi positivi complessivamente accertati, 14.954 (+3) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.677 nel Sud Sardegna, 5.165 a Oristano, 10.960 a Nuoro, 17.352 (+1) a Sassari.

“Alghero in condizioni oscene”

ALGHERO – “Oggi 21 giugno, solstizio d’estate, dovrebbe rappresentare il pieno inizio della stagione turistica eppure Alghero si presenta in condizioni desolanti. Ai costanti problemi di circolazione in città, che tradiscono una evidente mancanza di programmazione, si aggiunge oggi la chiusura del ponte di Fertilia. Scelta di chiudere il ponte che lascia increduli e che abbiamo chiesto invano di rinviare a dopo l’estate”. Cosi i consiglieri di Centrosinistra riguardo il decoro e la pulizia della città di Alghero.

“Intanto chi fa un giro per la città in questo lunedì la trova in condizioni igieniche che possono essere senza timore definite oscene. Lo stato di gran parte degli ecobox rimanda a un’immagine di putrefazione, mentre in centro sono numerosi i segni di un fine settimana di danneggiamenti (al Quartè ad esempio), con bottiglie, cartacce e residui viscerali di una sbronza ovunque. La mancanza di alcun controllo, per evitare che qualcuno non continui a confondere divertimento con danneggiamento, e i continui ritardi nella pulizia restituiscono così una città offesa, sporca e maleodorante, per non parlare del ritorno degli odori legati alla putrefazione dei cumuli di alghe che sono stati accumulati sul lido di San Giovanni. La situazione in sostanza è oramai evidentemente sfuggita di mano e siamo solo all’inizio della stagione estiva”.

“Se non si corre urgentemente ai ripari su controlli e pulizia rischiamo che i turisti, che, speriamo numerosi, verranno quest’anno ad Alghero, la trovino in condizioni impresentabili e non certo tali da invogliarli a ritornare in futuro.”

Ad Alghero la casa vacanze “Il Campanile”

ALGHERO – Alghero si arricchisce della nuova casa vacanze il Campanile. Un luminoso e accogliente appartamento, in via Roma 4, nel Centro Storico della Riviera del Corallo, su due livelli completamente ristrutturato sito al secondo ed ultimo piano, arredato in stile contemporaneo ideale per ospitare al massimo 6 persone. La struttura è composta da una spaziosa sala con angolo cottura e divano letto matrimoniale, al piano di sopra si trovano 2 camere da letto matrimoniali e bagno con doccia, arredato e corredato con tutti i confort, TV, wifi, lavatrice, asciugacapelli, ferro da stiro, microonde, forno, macchina del caffè e climatizzato in tutte le stanze. La casa vacanze il Campanile si trova nel cuore del centro storico di Alghero a 100 metri dai bastioni, a pochi passi dalle Cattedrale Santa Maria e in prossimità del grande porto turistico dove è possibile trovare i punti per delle eventuali visite guidate via mare e gite in barca. Nelle vicinanze si trovano innumerevoli ristoranti, negozi, bar, e a pochi minuti a piedi e possibile raggiungere i collegamenti pubblici per le spiagge e l’aeroporto. Per informazione chiamare il numero 348 785 8754.