Sant Miquel ad Alghero, rinviati a dicembre alcuni concerti

ALGHERO – Rinviati nella giornata di mercoledì 28 e giovedì 29 settembre gli spettacoli all’aperto inizialmente previsti sul palco del Quarter ad Alghero con Federico Perrotta in “La Banda” con la Banda Musicale A. Dalerci e Filippo Graziani in Ivan 25, dedicato ad Ivan Graziani. Rimangono confermati i concerti della Bandabardò & Cisco (30 settembre) e Mara Sattei (1 ottobre). La programmazione musicale e culturale del Sant Miquel Festival, sostenuto dalla Camera di Commercio nell’ambito del programma quadro Salude&Trigu e realizzato in collaborazione con numerose organizzazioni e associazioni locali, va incontro ad alcune modifiche a causa delle proibitive condizioni meteorologiche dei prossimi giorni. Per entrambi gli spettacoli già previste le nuove date presso il Teatro Civico Gavì Ballero, all’interno del già ricco cartellone del Cap D’Any: saranno recuperate il prossimo 28 dicembre “La Banda”, mentre Filippo Graziani si esibirà il 7 gennaio 2023. Per tutte le informazioni sugli eventi in programma, prenotazione ingressi e acquisto biglietti è possibile consultare la pagina dedicata all’evento sul sito Alghero Turismo https://bit.ly/SantMiquel2022

La Regione convoca a Cagliari gli “Stati generali del Turismo”

CAGLIARI – Giovedì 29 settembre, alle ore 10.30 nella sala Castello dell’Hotel Regina Margherita (viale Regina Margherita, 44) a Cagliari, si svolgeranno gli ‘Stati generali del Turismo”, con l’obiettivo di analizzare i flussi di stagione turistica 2022 e per un confronto sullo sviluppo della ‘Destinazione Sardegna’. La prima sessione si chiuderà alle 13, mentre la seconda si svolgerà dalle 14.30 alle 17.

“Vogliamo fare il bilancio di questa stagione e ragionare sul futuro con protagonisti della filiera, amministratori locali ed esperti, che si potranno confrontare col Presidente della Regione e alcuni assessori regionali – ha sottolineato l’assessore del Turismo, Gianni Chessa – Sarà un’ottima occasione per preparare la prossima stagione, oltre che per coordinare gli sforzi verso la realizzazione di alcuni obiettivi, tra i quali anche una definitiva destagionalizzazione dei flussi turistici. Tratteremo alcuni aspetti fondamentali, come la formazione, l’accoglienza, l’ospitalità e la certezza dei collegamenti, ma anche i problemi legati all’assistenza sanitaria e all’ambiente nei periodi di maggiore affluenza nell’Isola. Solo creando una fattiva collaborazione tra i vari attori possiamo affrontare le criticità e gestire l’ipotesi di un turismo in continua crescita”.

Sono stati invitati i rappresentanti delle associazioni di categoria, anche datoriali, gli operatori del settore, i sindaci dei maggiori comuni costieri e i direttori generali delle aziende sanitarie. Ai lavori, parteciperanno il presidente della Regione, Christian Solinas, gli assessori del Turismo, degli Enti Locali, del Lavoro e del Bilancio, Gianni Chessa, Quirico Sanna, Alessandra Zedda e Giuseppe Fasolino. Interverranno anche Andrea Delfini, fondatore del “Nero lifestyle hotels” e ceo di “Balstness”, e Salvatore Messina, economista specializzato in marketing e promozione turistica.

“Saltano Parco, Commissioni, è tutto bloccato, ma per Conoci e suoi va tutto bene”

ALGHERO – “Al parco di Porto Conte ennesima seduta senza numero legale. La maggioranza diserta anche stavolta l’assemblea del Parco, mandando deserta la seduta anche in seconda convocazione, quando sarebbe bastata la presenza di soli nove consiglieri. A nulla è servito il ritardo del primo appello per permettere l’arrivo di Conoci. Neppure l’arrivo del sindaco, infatti, è servito a risvegliare l’apatia dei suoi consiglieri, che hanno preferito non presentarsi alla riunione.

Il disinteresse nei confronti del parco di Porto Conte e il generale menefreghismo degli esponenti del centrodestra algherese oramai non conosce proprio più limiti.
Non capiamo veramente a chi giovi questo stato di cose, con una maggioranza che tra apatia e bisticci manda di continuo deserte riunioni di commissione, consigli e assemblee del Parco.  Intanto in città tutto va a rilento e molte cose risultano completamente bloccate, ma, tranquilli, Conoci e i suoi non sono molto preoccupati…”

Centrosinistra e 5Stelle

Post-voto, occhi su Lega-Psd’Az. Sorridono 5s e Pd, Fi tiene. Attesi cambi e novità

ALGHERO – Un voto che, come sempre, fa molto discutere. Forse, ancora di più oggi. Se la vittoria del Centrodestra era molto più che attesa, non lo erano, però, le differenze nei consensi raccolti dai vari partiti. Questo, in particolare, in Sardegna. E’ vero, come dicono i “pompieri”, che l’Isola non fa eccezione ed è in linea col resto del Sud, però qui, da quasi 4 anni Governa una coalizione proprio marcatamente di Centrodestra a trazione leghista – Psd’Az e dunque non può non saltare agli occhi che il risultato di quest’abbinata sia abbondantemente sotto le attese. Tra le diverse tornate elettorali sono stati persi decine di migliaia di voti, oggettivamente troppi. Il carroccio sardo è passato da primo partito della coalizione a terzo e quarto assoluto col 6,3% alla Camera e 6,9 al Senato e soprattutto con due uscenti non rieletti (Lunesu e Doria) con quest”ultimo che pare dirottato per la casella di assessore regionale alla Sanità.

Oltre l’exploit di Fratelli d’Italia, forse non prevedibile con tale preponderanza (primo partito in Sardegna con 23,6% alla Camera e 22,6% al Senato), c’è da registrare il buon risultato di Forza Italia che si attesa al 8,5% Camera e 9,3% al Senato diventando il quarto partito assoluto in Sardegna e il secondo della coalizione andando a superare proprio l’abbinata Lega-Psd’Az.

Nell’altro campo c’è la tenuta, più che positiva del Partito Democratico che non può essere identificato come destinatario di un voto di protesta, cosa più probabile per i 5 Stelle che comunque oramai si ergono a prima forza dell’Isola con tutto ciò che comporta ovvero l’indicazione del candidato alla presidenza della Regione. Il Pd, volenti o nolenti, nonostante l’assenza di una segretaria stabile e la mancanza di governo nelle principali città, riesce, come ad esempio ad Alghero, ha ottenere notevoli consensi tanto assestarlo secondo in Sardegna e terzo, ad esempio, nel centro catalano. Eppure, sia nel caso dei Grillini che dei Dem, la maggiore attività è legata all’azione delle rappresentanze consigliari e, nonostante questo, tra “protestanti” e non, le due forze vanno a posizionarsi al primo e terzo posto nella Riviera del Corallo.

Numeri e risultati che, come emerso in queste ore, non potranno non far riflettere i rispettivi protagonisti con alcuni che, da settimane, ribadiscono  che dopo il voto ci saranno delle “novità”.  Del resto, a parte Fratelli d’Italia, che oggettivamente non è sufficiente per traghettare la coalizione a vincere le elezioni, o il Centrodestra Sardista e Civico, come detto dal leader, mette in campo delle “novità”, oppure non sarà facile affrontare la doppia sfida elettorale tra poco più di un anno con Regionali (febbraio 2024) e Comunali (maggio 2024). Ci aspettano  mesi tra i più cruciai di sempre, questo è.

 

Ecco l’Alghero Calcio in Prima Categoria, grande entusiasmo. Domenica 2 ottobre si parte

ALGHERO – Stamattina nella sala conferenze de “Lo Quarter” ad Alghero si è tenuta la presentazione ufficiale della prima squadra dell’Alghero Calcio. Sala gremita e pubblico delle grandi occasioni per applaudire la squadra che avrà il compito di riportare i colori giallorossi della città di Alghero nel calcio che conta. La presentazione è stata posticipata rispetto all’orario previsto perché “ci son momenti in cui tutto passa in secondo piano, anche lo sport e anche il calcio”. Alle 10.30 la comunità di Alghero ha portato l’ultimo saluto al giovane Alessio e la società ha voluto fare lo stesso ad inizio presentazione con un messaggio di vicinanza alla famiglia.

Tante le istituzioni presenti, il Sindaco di Alghero Mario Conoci, che ha ricevuto dal Presidente Andrea Pinna la maglia ufficiale da gara, il Consigliere Regionale Marco Tedde, il presidente del Consiglio Regionale Michele Pais e il comitato territoriale della F.G.C.I. che con Roberto Desini, vicepresidente vicario regionale ha voluto incoronare la società e il progetto «oggi è una gran bella giornata di festa per il calcio algherese e per tutto il panorama sportivo regionale. L’entusiasmo è davvero tanto, l’Alghero Calcio ha ottime basi, un importante settore giovanile e una dirigenza con grandi ambizioni. Per noi è davvero motivo di orgoglio essere qui stamattina.»

Sul palco a dirigere i lavori c’era Carlo Branca, nelle orecchie dei sardi quando si parla di sport e di calcio algherese suona la voce inconfondibile di Branca. È stato lui a presentare uno per uno i giocatori, una rosa che il Direttore Sportivo Alessandro Piras ha voluto costruire esclusivamente con calciatori algheresi. Un mix di giovani talenti e giocatori esperti che fino alla scorsa stagione giocavano in categorie superiori ma che hanno scelto di abbracciare il progetto sportivo della loro città. Questi tutti i nomi dei ragazzi a disposizione di mister Gianni Piras: Stefano Mereu, Marco Urgias, Marco Puddu, Emanuele Raffaele Sechi, Roberto Sini, Giulio China, Cristian Caddeo, Pietro Delogu, Andrea Martinez, Marco Tedde, Cristian Guerriero, Claudio Livesi, Raimondo Serra, Roberto Correddu, Andrea Correddu, Matteo Marrosu, Davide Libi, Daniele Casiddu, Cristian Langella, Angelo Masala, Valerio Sotgiu, Giovanni Pinna, Lorenzo Riu, Antonio Bigi, Flavio Sasso, Oliver Caria, Mattia Finetti, Paolo Pinna e Nino Marras. Valdo di Nolfo, giornalista pubblicista – Iscrizione ordine nazionale dei giornalisti, Roma, Tessera n°166365 Ufficio Stampa e Social Media Editor – Cellulare: +39 346 22 81 897 – mail: valdodinolfo@gmail.com Calciatori di oggi e calciatori di ieri, perché calciatori lo si è sempre, nell’anima. In sala c’erano tantissime vecchie glorie giallorosse: il capitano Carmelo Cerri, Beppegol Canessa, Roberto Ennas, Massimiliano Nieddu, Walter Tolu, Antonio Corbia, Antonello Manca, Antonello Calvia, Massimo Malfitano, Manuel Pierangeli, Ignazio Ballone, Salvatore Loriga, Salvatore Peana, Sergio Dessena, Giovanni Viola, Carmelo Silanos, Gianfranco Urgias e tanti altri. La loro presenza è stata un vero e proprio passaggio di testimone. L’Alghero vuole tornare a sognare e vuole farlo in grande.

Per grandi sogni servono grandi realtà imprenditoriali ed è per questo che l’Alghero Calcio si è affidata alle sapienti mani della più importante azienda in Sardegna del settore, Pubblicitas. È stato l’amministratore delegato Renato Sanna a raccontare l’importante lavoro svolto in questi giorni, tanto da essere riusciti a mettere insieme più di 50 aziende a sostegno della prima squadra dell’Alghero Calcio «non è importante la categoria ma il progetto, il sogno, la visione sono questi gli elementi che fanno una grande squadra. E oggi la abbiamo davanti agli occhi.» La mattinata si è conclusa con la consegna della targa in ricordo di Txiu Piero, figura storica del calcio ad Alghero, quello che oggi si definirebbe un mental coach ma che al Mariotti ha fatto di tutto. A consegnare l’omaggio alla famiglia di Txiu Piero è stato l’amico Vittorio Dalerci, dirigente e massaggiatore dell’Alghero Calcio. Vecchie glorie, istituzioni cittadine e sportive regionali, tantissimi tifosi per quella che è stata una grande festa di sport nella Riviera del Corallo. Appuntamento domenica 2 ottobre alle ore 16:00 al campo del centro sportivo “Pino Cuccureddu” di Maria Pia per la prima giornata di campionato contro il Badesi 09.

Cappellacci, ora a Roma per portare le istanze della Sardegna

CAGLIARI – “Ora subito all’opera per la nostra isola”. Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, commenta la vittoria alle elezioni nel collegio uninominale di Cagliari per la Camera dei deputati con dieci punti percentuali di distacco rispetto al candidato del centro-sinistra. “Dopo 11 anni – prosegue Cappellacci- finalmente l’Italia può avere un Governo sostenuto da una maggioranza nata dalle elezioni e non dai giochi di palazzo. Un esecutivo – prosegue l’esponente azzurro- con una linea politica chiara per affrontare le grandi emergenze, come il caro-bollette, con uno sguardo rivolto anche al futuro. In questa competizione Forza Italia in Sardegna – sottolinea Cappellacci- ha proposto una squadra coesa, competente, coraggiosa ed è tornata ad essere centrale sia nello scenario nazionale che regionale. Nonostante la riduzione dei parlamentari, siamo riusciti a confermare la nostra rappresentanza alla Camera. Con questo spirito vogliamo dare il nostro contributo politico e soprattutto vogliamo lavorare per attuare il principio di insularità, con provvedimenti in materia di trasporti, di fiscalità di vantaggio e con misure idonee a dare alle imprese lo slancio necessario a competere con quelle di altre aziende europee. La nostra missione – ha concluso Cappellacci- prosegue, “zaino in spalla” per confrontarci con i territori e portare a Roma le proposte, le aspirazioni, le preoccupazioni e le idee del popolo sardo”.

Alghero e Tarragona si ritrovano e rilanciano la fratellanza e la collaborazione

ALGHERO – A cinquant’anni dal gemellaggio del 22 settembre del 1972, sabato scorso a Tarragona i sindaci Mario Conoci e Pau Ricomà i Vallhonrat hanno rinnovato il protocollo solenne che riconduce le due comunità ad essere protagoniste ad un nuovo capitolo delle storiche  relazioni.

Sabato mattina nella prestigiosa sede di Casa Canals si è tenuta la cerimonia della firma del testo  di rinnovamento del gemellaggio, “che – ha detto il Sindaco Mario Conoci nel suo discorso –  vuole ribadire e riprendere nuovi vincoli di amicizia per favorire ancora di più il sentimento di fraternità, così da avviare una nuova stagione di sviluppo che, partendo dalla lingua comune, porti ad affrontare ulteriori sfide in ambito culturale, economico e turistico”. Il primo cittadino di Tarragona, Pau Ricomà, ha affermato che “mezzo secolo di gemellaggio ha favorito ambedue le città. Gli scambi– ha sottolineato –   ci fanno crescere come città, ma soprattutto come società. Continuiamo a lavorare per rafforzare questi legami”.  Parole di solidarietà sono state inoltre pronunciate dal Sindaco di Alghero nei confronti della comunità di Tarragona, colpita venerdì pomeriggio  da un violentissimo nubifragio di diverse ore che ha causato danni ingenti, per fortuna senza conseguenze per le persone.  Nel mezzo dei festeggiamenti in onore di Santa Tecla, patrono della città, la firma dell’atto istituzionale si è svolta poco prima di una spettacolare esibizione dei “pilars”, eseguiti tra un mare di folla nella Plaça de la Font, dai quattro quartieri della città con una straordinaria sfilata sino al Palazzo Civico. Presente con il Sindaco Mario Conoci, l’Assessore alla Cultura Alessandro Cocco, con il delegato della Generalitat ad Alghero, Gustau Navarro. Ospiti dei festeggiamenti anche i rappresentanti istituzionali della città gemellate con Tarragona:  Klagenfurt, con il vicesindaco Bernard Hokmayan e Avignon, rappresentata da Alois Dolinar, e i membri dell’Associazione Amics de l’Alguer. Una città in festa che ha celebrato insieme ad Alghero e alle altre città gemellate un appuntamento popolare tra i più spettacolari d’Europa. Emozioni e grande partecipazione hanno caratterizzato la Festa,  esempio di coinvolgimento popolare unico.

“Raddoppia la tassa di soggiorno, vedremo gli effetti…”

ALGHERO – “Commissione in extremis per il nuovo regolamento per la tassa di soggiorno. Oggi, praticamente all’ultimo minuto del tempo a disposizione, siamo riusciti ad incontrare le associazioni di categorie e i portatori di interesse legati al nuovo regolamento sulla tassa di soggiorno. Dopo averli ascoltati e dopo esserci resi conto che non tutto era deciso, scontato e concordato con loro, siamo riusciti a modificare alcune norme del regolamento (anche su loro richiesta), ad esempio la stagionalità della tassa che passa da una unica tariffa annuale a due: una per l’estate e una per il periodo invernale. Non abbiamo avuto invece risposte sui controlli da effettuare alle attività e sulla destinazione certa (almeno in parte), della tassa in azioni ben precise e ben visibile in città e per tutta risposta, la giunta ha dichiarato che sarà un tema trattato in corso d’opera, quindi in seguito. Quindi in moneta si raddoppia la tassa di soggiorno e si spera che gli introiti servano a migliorare la città”.

Gruppo Consigliare Pd, capogruppo Mimmo Pirisi

Vedremo…

5 Stelle: Il risultato elettorale sardo ci riempie di orgoglio

CAGLIARI – “Il risultato elettorale sardo ci riempie di orgoglio. Per tanti mesi in molti hanno voluto negare l’esistenza del Movimento 5 stelle, ritenevano che fosse morto, scomparso dalla scena politica nazionale.
Oggi molti di questi si devono ricredere davanti ai numeri: siamo la terza forza politica in Italia e la seconda in Sardegna. E lo dobbiamo al magistrale lavoro di Giuseppe Conte.
Questo è un fatto. E da qui, da questa forza, andremo avanti ancora più determinati affinché la nostra isola possa finalmente uscire dal pantano in cui è finita.
Il nostro lavoro nei Comuni, nelle piazze e tra i cittadini ci ha permesso di far conoscere la nostra agenda progressista in tutto il territorio regionale. E oggi il nostro impegno è stato premiato: i sardi hanno riconosciuto il nostro programma come un’alternativa valida su cui puntare.
Gli italiani hanno capito che il Movimento 5 stelle è dalla parte dei cittadini, dalla parte dei diritti per tutti, contro le discriminazioni e le disuguaglianze.
Saremo sempre la voce di chi non ha voce, dalla parte giusta, dalla parte della Sardegna”.
 
Così i consiglieri regionali del gruppo Movimento 5 Stelle, Roberto Li Gioi, Desirè Manca, Michele Ciusa, Alessandro Solinas commentano i risultati delle elezioni politiche 2022.