Al Teatro Parodi le melodie Cordemar di Franca Masu

PORTO TORRES – Una varietà di suoni e di generi musicali che generano emozioni, arrangiamenti di melodie eleganti e originali. E’ uno spettacolo di armonie quello offerto dall’artista algherese Franca Masu con il suo ultimo album “Cordemar” che , sabato 30 aprile alle ore 22, presenterà al pubblico del Teatro comunale Andrea Parodi, a Porto Torres. Il nuovo cd dell’artista è una fusione di cinque brani d’amore origianali, che firma nel testo e nella melodia, con altrettanti brani della tradizione musicale occidentale, pezzi d’autore molto noti al pubblico, fra cui la versione “Vuelvo al Sur” di Astor Piazzolla  e “Ti ruberò” di Max de Aloe, tutti cantati rigorosamente in catalano.

La straordinaria interprete Franca Masu, considerata l’esponente più internazionale della antica cultura catalana, sceglie la formula dello showcase, per rivelare allo scrittore e poeta Raffaele Sari Bozzolo anche il lato della compositrice, della donna e della sua quotidianità, nel suo rapporto con la scrittura, la poesia e l’arte, ma anche la cucina, la famiglia e persino gli affetti, il mare, la sua Alghero e il pubblico. Con lei un prezioso musicista, il chitarrista Luca Falomi che la accompagnerà in alcuni dei brani che più hanno segnato il suo percorso di ricerca musicale e in alcuni dei temi più intimi di Cordemar. Gli arrangiamenti dai forti colori jazz sono curati da Falemi insieme al contrabbandista Salvatore Maltana e alla pianista Sade Mangiaricina.

Nel nuovo lavoro discografico una intensa presentazione poetica intitolata “Le sirene esistono” del musicista Paolo Fresu che sottolinea l’appassionante viaggio della cantante tra la varietà di linguaggio, le armonie, i controcanti e i contrappunti unici nella loro eleganza ed efficacia. Franca Masu con sei album alle spalle riscopre e difende le sue radici, dipinta nel suo album come una sirena che con il suo canto ringrazia la terra e il mare. Il concerto si inserisce nel ricco di calendario delle manifestazioni “Musicando per la città”, eventi programmati in occasione del trentennale dell’Associazione Musicando Insieme di Porto Torres a cura del direttore artistico Donatella Parodi, per la stagione concertistica iniziata il 13 marzo e che si concluderà il 28 maggio.

Alguer Comedy Show, venerdi Ruggero de i Timidi

ALGHERO – Alguer Comedy Show, la rassegna ideata da Fondazione e Amministrazione comunale ad Alghero, presenta sul palco del Teatro Civico Ruggero De I Timidi: appuntamento alle ore 21 di venerdì 29 aprile 2022. Si proseguirà con gli spettacoli di Katia Follesa e Angelo Pisani (14 maggio) e i PanPers (27 maggio), Michela Giraud (10 luglio) e la comicità esagerata, dissacrante, fastidiosa e politicamente scorretta di Angelo Duro (29 luglio). Spettacolo e risate assicurate ad Alghero con la grande Comedy degli artisti più applauditi dal grande pubblico televisivo.
Ruggero De I Timidi è pronto a regalare un happening elettro-acustico dove conta “riassembrarsi” timidamente per guardare avanti e cantare il presente, con un tuffo tra gli spruzzi delle hit del passato e un salto in un futuro fatto di k–pop, trap e reggaeton improbabili. Con lui la soubrette Fabiana Incoronata Bisceglia che dopo la terza birra col limone si trasformerà in Faby Q, reginetta delle canzoni estive che ci delizierà con i suoi ultimi successi: “Estate a tutta birra”, “Postumi da sbronza” e “Hangover”.
 
Acquisto ticket: online al link bit.ly/RuggerodeITimidi o presso l’Atelier #3 | Alghero Turismo Bookshop in Via Carlo Alberto, 84 venerdì: 11:00 – 13:00 / 17:00 – 20:00 | sabato: 11:00 – 13:00 / 17:00 – 20:00 | domenica: 17:00 – 20:00. Per maggiori informazioni sulla rassegna bit.ly/AlguerComedyShow

Alguer Comedy Show, Angelo Duro il 29 luglio

ALGHERO – Angelo Duro col suo irriverente live show conferma la tappa ad Alghero il prossimo 29 luglio sul palco del Quarter. Cinque i nuovi eventi speciali annunciati in giro per la penisola nell’estate 2022, tra cui quello sulla Riviera del Corallo, unico spettacolo in Sardegna. Con la sua comicità dissacrante, lo show sdogana i tipici stereotipi del comico e colpisce nel segno. Angelo Duro col suo inconfondibile carattere scontroso, e attraverso i suoi racconti e ragionamenti, porta il pubblico alla riflessione su temi universali, fino a smuovere le coscienze.

Le prevendite per la data di Alghero saranno disponibili a partire dalle ore 14.00 di venerdì 22 aprile 2022 sul circuito TicketOne (biglietti euro 20,00+dp file 1-10; euro 15,00+dp file 11-30). Tagliandi acquistabili anche nel botteghino presso Atelier#3 | Alghero Turismo Bookshop in Via Carlo Alberto, 84 | Venerdì: 16.30- 19.30 – Sabato: 11.00 – 13.00 / 16.30- 19.30.
Alguer Comedy Show, la rassegna ideata da Comune e Fondazione Alghero, ha aperto i battenti col ritorno sul palco del teatro algherese di Stefano Nosei e prosegue con gli attesi spettacoli di Ruggero de I Timidi (29 aprile), Katia Follesa e Angelo Pisani (14 maggio) e i PanPers (27 maggio), Michela Giraud (10 luglio) e la comicità esagerata, dissacrante, fastidiosa e politicamente scorretta di Angelo Duro (29 luglio). Spettacolo e risate assicurate con la grande Comedy degli artisti più applauditi dal grande pubblico televisivo

Subsonica e Litfiba ad Alghero, cartellone sempre più ricco

ALGHERO – “Si riaccendono le luci sui grandi eventi musicali live, dopo anni difficili in Italia ed il ricco cartellone della Riviera del Corallo si impreziosisce con i tour di due tra le band più attese dell’estate 2022″. Così Andrea Delogu, che incassa e rilancia gli ultimi annunci di un’estate che ad Alghero si preannuncia eccezionale, ad altissimo tasso di spettacolarità: Litfiba (13 agosto) e Subsonica (26 agosto) scelgono la ribalta sul palco dell’Anfiteatro Maria Pia, confermando ad Alghero le uniche tappe in Sardegna. Concerti che vanno ad aggiungersi ai numerosi eventi già in programma tra i rinnovati spazi del Palacongressi, il palco del Quarter e il Porto Turistico, che il prossimo 18 giugno aprirà col concerto di Gué una lunghissima stagione musicale. 

Tra i tanti artisti già annunciati e attesi ad Alghero, Irama (8 agosto), Madame (10 agosto), Fabri Fibra (16 agosto), Rkomi (20 agosto), col grande jazz internazionale ad arricchire fino a novembre le magiche notti algheresi, a cui si affiancano festival culturali, letterari e teatrali, grandi eventi artistici itineranti e la coinvolgente Comedy. Un lungo cartellone di manifestazioni quello studiato con largo anticipo dalla Fondazione Alghero e dell’Amministrazione comunale, con la preziosa collaborazione delle più importanti associazioni del territorio, per un’estate che riporterà la Riviera del Corallo tra le mete estive più gettonate. Calendario ed eventi che saranno presentati ufficialmente il prossimo sabato 30 aprile in occasione di una prima conferenza stampa in programma nella città di Alghero. 

Vanno intanto alla grande le prenotazioni per assistere ai concerti. In pochi giorni sono migliaia i biglietti venduti per riascoltare dal vivo tutti i successi dei Litfiba, dai primi album d’esordio della band nata nel 1980: 42 anni di storia della musica rock italiana in un concerto d’addio che già si preannuncia storico. I Litfiba saliranno sul palco il 13 agosto per un nuovo grande concerto, l’ultimo in Sardegna, del loro ultimo tour “L’Ultimo Girone” che quest’estate farà piangere lacrime d’amore ad almeno tre generazioni di fan. Il 26 agosto l’Anfiteatro Maria Pia ospiterà invece la tappa sarda del tour dei Subsonica che quest’anno celebrano il venticinquesimo anno dall’uscita del loro “Microchip Emozionale”, uno dei lavori più rappresentativi della band, tour che ha già visto andare sold-out tutti gli appuntamenti al chiuso. Il celebre gruppo rock elettronico italiano si presenta al pubblico sardo con lo spettacolo “Atmosferico 2022 per il ventennale di “Amorematico”, l’album che li ha consacrati nell’Olimpo delle band italiane

Estate ad Alghero, il ritorno dei Subsonica

ALGHERO – Saranno i SUBSONICA, la storica band torinese a caratterizzare l’AnnoZero Fest, il primo evento dedicato alla musica organizzato dalla Roble Factory, in collaborazione con la Fondazione Alghero.

Una festa per celebrare il ritorno alla musica live, a quella condivisa e ballata, in una calda sera di fine estate di fronte al mare di Alghero.

Il 26 agosto, l’Anfiteatro “Maria Pia“ ospiterà la tappa sarda del tour dei Subsonica che quest’anno celebrano il venticinquesimo anno dall’uscita del loro “Microchip Emozionale”, uno dei lavori più rappresentativi della band, tour che ha già visto andare sold-out tutti gli appuntamenti al chiuso già celebrati questa primavera. Il celebre gruppo rock elettronico italiano si presenta al pubblico sardo con lo spettacolo “Atmosferico 2022” per il ventennale di “Amorematico”, l’album che li ha consacrati nell’Olimpo delle band italiane, terza release della band pubblicata l’11 gennaio 2002. Scaletta emozionante su beat potenti e travolgenti, restare semplici spettatori sarà impossibile a chiunque.

IL FESTIVAL DI MUSICA DELLA ROBLE FACTORY – AnnoZero Fest è il festival di musica organizzato dalla Roble Factory, la Fabbrica di idee che ambisce a diventare un nuovo punto di riferimento dell’industria culturale e creativa della Sardegna. L’evento, inserito nel cartellone dell’estate algherese, sarà arricchito dall’esibizione di altri artisti – nelle prossime settimane verranno svelati gli altri ospiti – che completeranno la line up della festa per una serata all’insegna dell’elettronica di qualità da dancefloor.

Prevendite aperte da mercoledì 20 aprile alle 12.00 sui circuiti Mailticket eTicketone. Biglietti disponibili al costo di€ 34,50 anche nella sede delle Ragazze Terribili in via Roma 144 a Sassari e in tutti i punti Box Office della Sardegna.

 

Weekend di Pasqua, grande folla ad Alghero

ALGHERO – Un raddoppio degli sforzi da parte dell’Assessorato all’Ambiente ha consentito di aprire la stagione con una situazione di decoro e pulizia della città decisamente migliore. Tantissimi visitatori che hanno preso d’assalto la Riviera del Corallo per il week end di Pasqua e che hanno affollato la città e i suoi luoghi di maggior attrattiva, le Grotte di Nettuno e i musei, le località della costa. Molto importante è stata l’operatività del servizio di igiene urbana, che ha moltiplicato la cadenza degli svuotamenti dei cestini portarifiuti con una frequenza “estiva” delle operazioni. Il risultato è stato evidente e apprezzato, per merito di un coordinamento delle attività dell’Assessorato e dell’impresa che gestisce il servizio, a cui va il ringraziamento del Sindaco Mario Conoci per il livello di decoro mantenuto in questo primo banco di prova della stagione particolarmente affollata già dal Venerdì Santo, per i riti della Settimana Santa che hanno richiamato in città migliaia di ospiti. Lavori di pulizia anche sulle spiagge di libera fruizione, di competenza del Comune, le cui operazioni sono iniziate anzitempo con buoni risultati e vanno avanti contemporaneamente all’arrivo al luogo di origine della sabbia ricavata dal trattamento di lavaggio e separazione dalla posidonia spiaggiata. Nel mentre Alghero si  prepara per il nuovo appalto di pulizia delle spiagge con diverse novità migliorative.

“Alghero inizia con il piede giusto – aggiunge il Sindaco Mario Conoci – con gli eventi appena conclusi dai risultati estremamente positivi.  Il grande tennis internazionale  della Billie Jean King Cup  ci conduce ora alle altre manifestazioni di forte richiamo che la città si appresta ad ospitare, con l’Air show a fine maggio delle Frecce Tricolori che accompagneranno il grande Raduno nazionale dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia. E poi il Rally mondiale che torna ad Alghero a inizio  Giugno, per avviarci ad una grande stagione di eventi estivi davvero eccezionale grazie ad una programmazione attenta e di qualità fatta insieme alla Fondazione Alghero che riporta la nostra città al ruolo di capitale degli eventi”. La presentazione del ricco calendario degli appuntamenti che caratterizzeranno l’estate algherese è appunto  in programma per la fine del mese.

Pasqua e Pasquetta, elettronica e house all’Arcafè

ALGHERO – Ripartenza anche per la buona musica in alcuni dei locali più noti, storici e frequentati della Riviera del Corallo. In particolare, dopo la chiusura invernale, influenzata, ovviamente, anche dalle restrizioni dovute alle normative anti-Covid, ha già riavviato l’attività anche l’Arcafè. Il locale sul lungomare propone in questo weekend un programma con la classica offerta di cocktail, birre di vario tipo e food del bistrot con l’aggiunta di alcuni appuntamenti musicali di grande interesse. Per la Domenica di Pasqua dalle ore 15 ci sarà il mitico Alexskin a girare i dischi col suo classico stile in cui mixa brani del passato con novità di ambito tech-house. Per il lunedi di Pasquetta, musica dall’ora di pranzo con lo storico dj di tanti eventi locali e regionali Davide Merlini che proporrà un set vario tra dance e rock.

Durante il pomeriggio, intorno alle 16/17, ci sarà anche spazio per una primizia: l’esordio ad Alghero del nuovo progetto artistico e musicale di Massimiliano Achenza e Stefano Idili. Allee der Kosmonauten, questo il nome del duo nella veste di “elettronica contemporanea”, tra Sardegna e Berlino, con cui hanno già prodotto un lp “Stellar” con 10 canzoni già diffuse nelle varie piattaforme digitali e ora acquistabile pure in formato Cd.

Nel frattempo, Allee der Kosmonauten è stato scelto dall’artista internazionale (nata a Tel Aviv, ma residente tra New York e Berlino) Sharon Paz per sonorizzare il progetto “Carry on” ovvero il racconto storico, culturale e musicale di un importante sinagoga ubicata a Francoforte. Da questa sonorizzazione sono nati nuovi 5 brani (più due remix) che saranno pubblicati in un ep dal titolo “The Synagogue” dove ogni brano riprende, con suoni reali, la storia della Sinagoga e dunque una cucina, un’officina, un negozio, una sinagoga e l’addio obbligato, causa deportazione, di coloro che negli anni del nazismo la frequentavano. Un progetto realizzato col supporto degli Enti Pubblici sia della città di Francoforte che col Ministero della Cultura tedesco. La presentazione di questo nuovo lavoro da parte di Allee der Kosmonauten verrà realizzata questa estate, nel frattempo, questo lunedi, all’Arcafè si potrà sentire qualche brano di “The Synagogue” nel set preparato dal duo di musicisti, già all’attivo nelle band Autosuggestion e Morphia, Achenza e Idili.

Nel prossimo weekend, venerd 22 aprile, ci sarà anche spazio per la musica “in levare” nel locale Majorca Cocktail Bar (in via Majorca, centro storico), attività, che ha di recente cambiato gestione e ha arricchito la propria offerta di drink e birre, proporrà dalle ore 22.00 il set del sound system “Jahlsas” nel nuovo elegante e confortevole spazio “The room” e da qui la serata che avrà il nome di “Dub in the room”

Su Catalan tv va in onda “País de alegries” di Pino Piras

ALGHERO – Appuntamento con la commedia algherese domani  sera su Catalan tv; alle 21,15 va in onda “País de alegries”, di Pino Piras, andata in scena al teatro civico nel maggio 2017, con uno straordinario successo di pubblico.  L’opera del grande autore algherese compiva proprio in quel periodo quarant’anni dalla sua prima e unica messa in scena, avvenuta nell’aprile del 1977 al Teatro Selva. Lo spettacolo è stato organizzato e rappresentato dall’Associazione Culturale Cabirol, che continua la collaborazione con Catalan Tv per la promozione degli eventi in lingua. País de alegries è un testo che racconta il periodo delle elezioni comunali ad Alghero, rappresentato  con il piglio sarcastico e irriverente di Pino Piras, che trascina alla risata parlando dei drammi  della comunità algherese alle prese con i  problemi della disoccupazione e della casa. Negli anni settanta Alghero è al centro di una stagione turbolenta, di forti proteste popolari, di contrapposizioni legate allo sviluppo urbanistico del territorio. Come nel suo costume, Pino Piras racconta la realtà vista con il suo occhio tagliente e sfrontato che lo ha portato ad essere il principale riferimento della cultura popolare algherese. Il recupero della commedia da parte della Associazione Cabirol, già promotrice di diverse iniziative di spettacolo a sostegno della lingua algherese, è volutamente un omaggio all’autore, con la riproposizione del testo originale in cui non mancano i riferimenti al contesto di quegli anni. Il cast è composto da Elisabetta Dettori, Giancarlo Sanna, Mario Mulas, Berto Calaresu, Franco Mulas, Carlo Ibba, Davide Casu, Tore Nieddu, Michele Nieddu, Alberto Lai, Aldo Puddu, Gianni Maltana, Ignazio Paddeu. La parte musicale è curata da Salvatore Maltana, Pietro Ledda, Bachisio Ulgheri, Cristian Grosso. Il coordinamento e la regia sono di Giovanni  Chessa. País de Alegries è patrocinata dal Comune di Alghero e dalla Fondazione Alghero.

Pasquetta: Cruz de Ma a Castelsardo, Tiromancino a Cannigione

CASTELSARDO – Castelsardo risponde presente: Lunedì 18 Aprile, giorno di Pasquetta, il borgo affacciato sul Golfo dell’Asinara apre le sue porte e torna a raccontarsi in una 10 ore di eventi, appuntamenti, rievocazioni medievali, mostre e musica che vuole essere richiamo alla normalità e il trampolino di lancio verso il ritorno alle storiche e ultra popolate pasquette Castellanesi. Una scelta chiara quella dell’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’associazione turistica Pro-Loco che, in un momento ancora dominato da incertezze e vista l’impossibilità di programmare con largo anticipo, ha puntato sull’esistente, sulla bellezza del centro storico e del castello che si specchia sul mare, sulle suggestioni del Medioevo e sulla qualità delle proposte. Il programma è ricco e variegato e regalerà, a chiunque lo voglia, una intera giornata da vivere all’aria aperta costellata di momenti di intrattenimento e svago a sfondo culturale ma dal forte impatto.

A tirare la volata alla Pasquetta, sarà la Settimana Santa, che a partire da Lunedì 11 Aprile con il Lunissanti, proseguendo poi il giovedì 14 con La Prucissioni e venerdì 15 con L’Iscravamentu, accenderà di pathos la scena accendendo i riflettori sulle tradizioni immortali custodite e portate avanti nella cittadina Castellanese, dalla plurisecolare Confraternita dell’Oratorio di Santa Croce. La giornata di Pasquetta si aprirà invece alle ore 10.30 di Lunedì 18 Aprile: l’area verde degli “Spalti di Manganella” ospiterà la ricostruzione di un villaggio medievale con banchi didattici e sfilate di armature d’epoca a cura dell’Associazione “Sala d’arme le quattro porte”; in piazza della Misericordia è programmato una esercitazione di tiro con l’arco mentre l’intero Centro Storico di Castelsardo sarà teatro di varie attività itineranti cone sfilate di abiti medievali (Associazione culturale “Giudicato dio Torres”), danze medievali (a cura dell’Associazione culturale “Kerkos”), sfilata di lupi cecoslovacchi (a cura dell’allevamento “Lupus Logudori”), musica affidata alla Vaga Street Band, un concorso di pittura estemporanea i cui partecipanti saranno chiamati a immortalare l’intreccio fra arte e paesaggio dal vero (a cura dell’Associazione Aps “Tnt Global Art”) e una esposizione di opere di ingegno in piazza Nuova a cura dell’Associazione culturale “Impronte Creative”. Chiusura in bellezza a partire dalle ore 18 nella sala XI del Castello: la passione, l’identità e la densità della musica e dello scrivere di Fabrizio De Andrè risuoneranno fra cielo, mura e mare grazie alla straordinaria interpretazione delle sue opere offerta dal progetto tributo Crêuza de mä.

Anche in altri Comuni a farla da padrona sarà la musica, con concerti gratuiti a Cannigione e Santa Teresa, ma non solo: apertura del museo garibaldino di Caprera e Festival degli scacchi ad Arzachena. Saranno di Tiromancino, band molto apprezzata e importante nella scena del pop d’autore italiano, ad allietare la Pasquetta di Cannigione. A Santa Teresa piazza Vittorio Emanuele I ospiterà l'”Easter festival 2022″, tre giorni di concerti che porteranno sul palco diversi artisti del panorama musicale giovanile. Si parte sabato 16 aprile con la serata “made in Sardinia”, con due artisti sardi: i Duas Karas, band etno-pop-rock che unisce tradizione etnica al pop italiano e internazionale, seguiti da Thomc, deejay e produttore originario di Mamoiada che vanta al suo attivo collaborazioni internazionali. Domenica di Pasqua con Shiva e Rhove, due giovani rapper lombardi che, a dispetto dell’età, hanno già scalato le classifiche nazionali col proprio sound, mentre per Pasquetta sarà protagonista “Il Pagante”, gruppo nato nel 2010 con tono sarcastico sullo stile di vita degli ambienti chic milanesi e diventato un fenomeno musicale, con tre dischi all’attivo e alcune hit come “Settimana bianca” e “Open bar” di successo internazionale. Anche in questo caso i concerti sono a ingresso gratuito e prenderanno il via alle 21.

Ritorna JazzAlguer, 6 mesi di grandi concerti

ALGHERO – È ormai un appuntamento consolidato nel panorama del jazz in Sardegna: il 30 aprile – proprio in coincidenza con l’International Jazz Day – prende il via il lungo cammino di JazzAlguer, la rassegna organizzata ad Alghero (Ss) dall’associazione culturale Bayou Club-Events, quest’anno alla sua quinta edizione. Un’edizione spalmata nell’arco di sette mesi, con tredici concerti in calendario fino al 25 novembre, e con il ritorno del concorso per giovani band: uno dei punti più qualificanti dell’iniziativa ideata nel 2017 e diretta per tre edizioni da Paolo Fresu, e dall’anno scorso da Massimo Russino, batterista di primo piano sulla scena jazzistica isolana e di vasta esperienza internazionale.
 
Nel cartellone ci sarà spazio per i nuovi talenti, per le eccellenze regionali, per importanti artisti nazionali e internazionali, voci italiane e straniere, big band, formazioni combo e solo performance, spaziando ad ampio raggio tra i generi e gli stili, dal soul funk alla world music, dal post hard bop al doo wop, dal contemporary jazz al blues/american songbook. Tra i nomi di spicco Paolo Fresu in trio con Rita Marcotulli e Jaques Morelenbaum, la violinista Anais Drago, astro nascente del jazz italiano, il trombettista finlandese Tero Saarti, ospite di un progetto originale con due formazioni storiche del panorama isolano, l’Orchestra Jazz della Sardegna e il Woodstore Quintet, il trombettista campano Luca Aquino in trio con la pianista Sade Mangiaracina e con il contrabbassista Salvatore Maltana, e poi tante voci: i Neri Per Caso, la cantante americana Denia RidleySimona Bencini, le inglesi Jill Saward e Sarah Jane Morris, quest’ultima con una band ad hoc tutta sarda e un ospite speciale e vecchio amico di JazzAlguer come Nick The Nightfly.
 
Ma ci sarà anche un’attenzione particolare alla valorizzazione e promozione dei luoghi notevoli di Alghero e del suo territorio che, insieme ai più consueti spazi del Teatro Civico e de Lo Quarter, faranno da cornice ad alcuni tra gli appuntamenti in cartellone: il Nuraghe Palmavera, il Chiostro di San Francesco, la Casa Gioiosa nel Parco di Porto Conte.
 
«Jazz Alguer, come sempre, crede fermamente nella promozione della cultura e delle arti come mezzo straordinario per abbattere le barriere culturali» sottolinea il direttore artistico Massimo Russino«per riaffermare la libertà di espressione, per promuovere e incentivare il dialogo e annullare le tensioni tra individui, gruppi e comunità diverse, per incoraggiare l’emancipazione delle giovani generazioni provenienti da background disagiati».
 
Un programma variegato e di qualità caratterizza dunque anche questa quinta edizione di JazzAlguer allestita dall’associazione culturale Bayou Club-Events con il contributo dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione di Sardegna, della Fondazione Alghero, del Banco di Sardegna e della Camera di Commercio di Sassari nell’ambito del bando Salude&Trigu.
 

  • Il programma: al via sabato 30 aprile

A tenere a battesimo la quinta edizione di JazzAlguer sarà la cantante americana Denia Ridley, attesa al Teatro Civico di Alghero sabato 30 aprile alle 21 con l’eleganza e la raffinatezza che ne contraddistinguono lo stile, venato di influenze che si rifanno alle grandi voci che hanno reso immortale il Great American Songbook. L’artista originaria di Panama, ma cresciuta in Texas e successivamente perfezionatasi a New York, si caratterizza per lo stile elegante e dinamico che ripercorre le orme di icone del calibro di Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Nancy Wilson e Dinah Washington. Nel corso degli anni, la cantante che da tempo risiede stabilmente in Costa Azzurra, si è esibita in importanti manifestazioni europee. È del 2014 il suo disco “Afterglow”, inciso con il trio del pianista Marc Devine, con Mike Porter al contrabbasso e Keith Balla alla batteria. Denia Ridley ha avuto l’onore di affiancare musicisti di indiscussa fama internazionale, come Renaud Penant, il pianista italiano Dado Moroni, l’ex-chitarrista di Lena Horne, Art Johnson e il contrabbassista olandese Jack Sewing, che vanta al suo attivo una collaborazione con il violinista Stéphane Grappelli.
 
Il concerto di Denia Ridley segna un nuovo “capitolo” di New York State of Mind, il progetto culturale-musicale varato da Massimo Russino con l’idea di coinvolgere e mettere a confronto artisti in relazione con la metropoli americana, alla quale anche il batterista sardo ha legato una parte importante del suo cammino artistico. Inaugurato due anni fa a JazzAlguer con il sassofonista Emanuele Cisi, e ripreso nella passata edizione con il crooner siciliano Gaetano Riccobono, il progetto giunge ora alla sua terza tappa con Denia Ridley, che sul palco del Teatro Civico di Alghero sarà affiancata da Salvatore Spano al pianoforte, Yanara Reyes McDonald al contrabbasso e lo stesso Massimo Russino alla batteria.
 
Ad accrescere il carattere di internazionalità della serata, la coincidenza con l’International Jazz Day, l’evento annuale del 30 aprile promosso dall’UNESCO, l’Agenzia dell’Onu per l’Educazione, la Scienza e la Cultura: una ricorrenza istituita nel 2011 per sottolineare il ruolo che la musica jazz può giocare nell’unire le persone di ogni angolo del globo, per promuovere la pace, il dialogo tra le culture, la diversità e il rispetto dei diritti e della dignità umani, la libertà di espressione, l’uguaglianza di genere e il ruolo dei giovani nell’attuazione del cambiamento sociale.
 
A mezzogiorno, a precedere e introdurre idealmente il concerto serale, un appuntamento letterario in collaborazione con la libreria CyranoVanni Masala presenta il suo libro (edito da Curci lo scorso autunno, e con le illustrazioni di Marilena Pasini) Le Muse del Jazz, storie e misteri di 68 personaggi femminili che hanno ispirato le composizioni più belle. E ci sarà anche Denia Ridley a dialogare con l’autore e con il pubblico nella libreria-vineria in via Vittorio Emanuele II al civico 11.
 
Le sonorità e le atmosfere “doo-wop” degli anni Cinquanta caratterizzeranno la serata di sabato 21 maggio: di scena al Teatro Civico (con inizio alle 21) il celebre complesso vocale dei Neri Per Caso, virtuosi dello stile “a cappella” di derivazione del rhythm and blues e del rock and roll, tanto in voga negli Stati Uniti nella metà del secolo scorso. Saliti agli onori della critica e della popolarità nel 1995 grazie al successo al Festival di Sanremo, dove hanno trionfato nella sezione “Nuove Proposte” con il fortunato brano “Le ragazze”, i Neri Per Caso vantano al loro attivo dieci dischi e prestigiose collaborazioni con artisti di fama internazionale come Bobby McFerrin, Randy Crawford, e con protagonisti della scena nazionale come Lucio Dalla, Claudio Baglioni, Mango, Elio e le Storie Tese, Samuele Bersani e Gino Paoli, tra gli altri. È del 2019 la loro ultima fatica discografica, “We Love The Beatles”, omaggio ai Fab Four con rivisitazioni in chiave vocale di grandi classici come “All You Need is Love”, “Come Together”, “Penny Lane”, “We Can Work It Out” e altri ancora. Sul palco, ad Alghero, ci saranno Ciro, Gonzalo e Domenico Pablo “Mimì” Caravano, Mario Crescenzo, Massimo de Divitiis e Daniele Blaquier.
 
Domenica 19 giugno la rassegna lascerà per una sera le mura cittadine per trasferirsi al Nuraghe Palmavera (a tredici chilometri di distanza da Alghero), tra i siti più importanti e significativi della civiltà megalitica sarda: in questa cornice dal fascino millenario risuoneranno dalle 19 le note di Esperanto, progetto musicale nato dall’incontro tra il giovane ed eclettico chitarrista e compositore Luca Falomi e il bassista e compositore Riccardo Barbera. Il legame artistico tra i due musicisti ha prodotto diverse registrazioni, sfociate in una visione condivisa e una naturale sinergia, alla quale si è unito con estro e naturalezza il batterista Rodolfo Cervetto, conferendo al progetto una rara sensibilità e creatività. Quella di Esperanto è una musica prettamente strumentale in cui si fondono idiomi diversi, dal jazz alla world music passando per la sperimentazione e l’avanguardia. La performance del trio è un’esperienza evocativa, un nuovo itinerario fuori dallo spazio, dal tempo e dal luogo che prende per mano l’ascoltatore portandolo a esplorare nuovi mondi e nuove sonorità. Esperanto ha pubblicato il suo primo album omonimo con l’etichetta giapponese Da Vinci Publishing, con la partecipazione del sassofonista Javier Girotto e del fisarmonicista Fausto Beccalossi.
 
JazzAlguer ritroverà uno dei suoi consueti spazi venerdì 15 luglio (ore 21.30), per riabbracciare sul palcoscenico di Lo Quarter il suo ideatore e primo direttore artistico, Paolo Fresu, qui affiancato dal violoncellista carioca Jaques Morelenbaum e da Rita Marcotulli al pianoforte per un affascinante viaggio musicale tra atmosfere da una parte classicamente mediterranee e dall’altra vicine alle latitudini brasiliane. Attratti da quella che si può etichettare come la ricerca del “bello” dell’arte musicale, i tre protagonisti di questo incontro propongono innanzitutto fascino, eleganza e prestigio, sviluppando i temi essenziali degli ultimi lavori discografici in maniera armonica ed evocativa. Sensualità, grazia, melodia e ricercatezza armonica sono le cifre di tre artisti capaci di toccare il profondo dell’anima dell’ascoltatore.
 
Una settimana più tardi, sabato 23 luglio (sempre alle 21.30), saranno ancora una volta gli spazi di Lo Quarter ad accogliere la calda e avvolgente voce dell’inglese Jill Saward, tra le principali interpreti nell’ambito del jazz-funk nel Regno Unito e cantante della band jazz-funk Shakatak, fondata nel 1980 (e tuttora attiva) da Les McCutcheon, Nigel Wright e dal dj Kev Roberts. La Saward ha iniziato il suo cammino artistico con l’ensemble Fusion Orchestra, molto popolare nella scena dei club britannici degli anni Settanta, e vanta una carriera come cantante e compositrice con due album a suo nome (“Just for You” nel 1999 e “Endless Summer” nel 2016). Ad Alghero sarà affiancata da una sezione ritmica tutta sarda che accanto a Massimo Russino alla batteria schiera altri due volti ben noti del jazz isolano: il pianista Mariano Tedde e il contrabbassista Salvatore Maltana.
 
E il jazz targato Sardegna sarà al centro del sesto appuntamento di JazzAlguer, domenica 31 luglio: sul palco de Lo Quarter (alle 21.30) due formazioni di primissimo piano nel panorama isolano, il Woodstore Quintet e l’Orchestra Jazz della Sardegna, protagoniste di una produzione originale dell’associazione Blue Note Orchestra (ABNO) di base a Sassari intitolata “Wide Sounds”.
Nato poco più di dieci anni fa, il Woodstore deve il suo nome al laboratorio artigianale, una falegnameria, dove furono tenute le prime prove, e dove il progetto ha preso forma e consistenza. Solidi e rodati musicisti, i suoi membri – il sassofonista  Massimo Carboni, il pianista Mariano Tedde, il contrabbassista  Paolo Spanu e il batterista Gianni Filindeu – si sono riconosciuti in questo progetto musicale comune dopo aver maturato ognuno collaborazioni ed esperienze al fianco di importanti nomi del jazz contemporaneo. Ad Alghero, la rodata formula del “quartet plus one” li vedrà in questa occasione affiancati dal trombettista finlandese Tero Saarti nell’esecuzione di un repertorio originale composto da tutti i componenti della band e arrangiato da Luigi Giannatempo per l’Orchestra Jazz della Sardegna diretta da Gavino Mele. L’idea di base è quella che vede il Woodstore come un laboratorio musicale attraverso il quale esprimere la creatività dei singoli sia nelle composizioni che nelle interpretazioni. La volontà è quella di creare un connubio musicale con la big band in cui convivono naturalmente varietà armonica, composizione e improvvisazione.
 
I concerti di agosto verranno inaugurati venerdì 5 ancora a Lo Quarter con un appuntamento d’eccezione (inizio ore 21.30) che vedrà al centro dei riflettori la voce di Sarah Jane Morris e l’estro musicale di Nick The Nightfly, già protagonista nella scorsa edizione di JazzAlguer e amico della rassegna fin dalle origini. Dotata di una notevole espressività vocale, la cantante britannica vanta una trentennale carriera di ampio respiro internazionale, che l’ha vista collaborare con artisti dei più diversi stili e generi, dal soul al rock, dall’african blues alla musica classica, passando per illustri duetti con chitarristi di fama mondiale, ma anche con big band jazz. La sua voce, la sua versatilità unita alla grande capacità di coinvolgere emotivamente il pubblico ne fanno una performer di caratura mondiale. Ospite speciale di questo evento Nick The Nightfly, voce storica di Radio Monte Carlo e raffinato performer, sul palco insieme alla Morris per rinnovare il loro felice incontro artistico e ricreare atmosfere e storie musicali di gran classe, come nel loro riuscito omaggio a Frank Sinatra “Fly me to the moon”.
 
Venerdì 12 agosto JazzAlguer lascerà i confini urbani per fare nuovamente tappa al Nuraghe Palmavera. A risuonare tra i blocchi di calcare e arenaria (a partire dalle 21.30) saranno stavolta le corde della chitarra di Marcello Peghin, leccese di nascita ma algherese di adozione, specialista del linguaggio chitarristico tout court, tanto da dividersi tra produzioni moderne ed esecuzioni del repertorio classico antico, sua grande passione. Attivo nell’ambito della ricerca etno-jazz, con collaborazioni e progetti in campo nazionale e internazionale, Peghin presenterà il suo nuovo progetto intitolato “Landscapes”, un viaggio musicale dove ballate oniriche si intrecciano ad atmosfere pinkfloydiane e progressive, con incursioni nel jazz contemporaneo, nell’elettronica, nella musica antica e classica. Le chitarre elettriche e i live electronics si alterneranno con la sua chitarra classica a dieci corde, creando quadri sonori e paesaggi musicali ibridi fatti di ricerca, sperimentalità, citazioni e improvvisazione.
 
Si torna in città, nel più consueto spazio de Lo Quarter, per il successivo appuntamento in calendario: protagonista, domenica 4 settembre (alle 21), il duo MaMa, ovvero la pianista siciliana Sade Mangiaracina e il contrabbassista algherese Salvatore Maltana, sodalizio artistico nato dalla comune collaborazione con la cantante Franca Masu, che in questa occasione assumerà la dimensione del trio, ospitando il trombettista campano Luca Aquino. Il progetto prende vita in occasione di un’uscita discografica di prossima pubblicazione per la Tuk Music, l’etichetta fondata da Paolo Fresu: un lavoro corale, a sei mani, con brani di ognuno dei musicisti concepiti per questa particolare formazione e su misura per i suoi interpreti.
 
I colori del Parco di Porto Conte faranno da cornice al concerto dell’Entropy Quintet di Marco Maltalenti (tromba), Paolo Corda (chitarra), Marco Bande (pianoforte), Fabrizio Leoni (contrabbasso) e Jacopo Careddu (batteria), in programma la mattina del 18 settembre (con inizio alle 11.30) negli spazi di Casa Gioiosa, nell’ex colonia penale di Tramariglio (a una ventina di chilometri da Alghero), oggi sede istituzionale del Parco. Nato nel 2019 dall’incontro tra le mura del Conservatorio dei cinque giovani musicisti sardi, tutti allievi dei corsi di jazz, il gruppo (vincitore dell’European Jazz Contest di Bucarest nel 2019) convoglia sonorità e ritmiche del jazz, sposando contaminazioni della black music, strizzando l’occhio al rock, e spaziando tra differenti livelli per confluire in una sintesi musicale decisamente personale.
 
JazzAlguer proseguirà sulla linea verde anche nell’appuntamento successivo: ancora da definire nei dettagli, l’8 di ottobre ritorna il contest dedicato ai gruppi giovanili, ma con modalità differenti rispetto alle passate edizioni; tra gli obiettivi di base, il coinvolgimento degli istituti scolastici del territorio.
 
La mattina di domenica 16 ottobre il chiostro della Chiesa di San Francesco ad Alghero, tra i massimi esempi di architettura gotico-catalana in Sardegna, ospiterà un astro nascente del jazz italiano: a echeggiare tra le colonne, a partire dalle 11.30, sarà il violino di Anaïs Drago, musicista biellese balzata agli onori della critica per la recente conquista del premio Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz come miglior artista emergente del 2021. Classe 1993, la violinista piemontese presenterà per l’occasione le composizioni di “Solitudo”, il suo album in solo pubblicato lo scorso anno per la CAM Jazz. Un disco che sorprende per la pluralità di voci, un elogio alla solitudine che si nutre di bellezza, attingendo da una moltitudine di suoni e da una ricca e inedita tavolozza armonica e melodica.
 
Il sipario sulla quinta edizione di JazzAlguer calerà venerdì 25 novembre (alle 20) negli spazi del Teatro Civico di Alghero con il concerto di Simona Bencini, duttile e poliedrica cantante fiorentina che ha fatto della contaminazione e della trasversalità la sua cifra stilistica, muovendosi nel corso della sua carriera dal soul-funk dei Dirotta su Cuba alla canzone d’autore di Pacifico ed Elisa, passando per il jazz di Stefano Bollani e lo swing della PMJO (Parco della Musica Jazz Orchestra). Ad Alghero sarà accompagnata dal LMG 4tet (Gaetano Partipilo al sax, Mario Rosini al pianoforte, Giorgio Vendola al contrabbasso e Mimmo Campanale alla batteria), l’ensemble pugliese con il quale ha registrato il suo primo disco jazz, “Spreading love” (Egea, 2011), e che la affiancherà sul palco di JazzAlguer nella presentazione di “Unfinished”, disco di inediti dato alle stampe per l’etichetta Sherazade Sound durante il periodo di lockdown del 2020.
Il concerto è presentato in collaborazione con La Rete delle Donne di Alghero in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
 

  • Info e biglietti

Il prezzo dei biglietti varia a seconda delle serate e dell’ordine di posti, dai 12 ai 30 euro. L’abbonamento per l’intera rassegna costa invece 120 euro. Info e prenotazioni al 339 34 41 828 e all’indirizzo di posta elettronica bayouclub.info@gmail.com. Prevendite online su www.mailticket.it e al botteghino in occasione dei concerti.
 
Per notizie e aggiornamenti www.bayouclub-events.com • ww.facebook.com/jazzalguer • instagram: JazzAlguer.

 

* * *
 
Bayou Club-Events • via Kennedy, 71 • 07041 Alghero (Ss)
tel. 328 83 99 504 / 339 11 61 674• e-mail: jazzalguer@gmail.com • info@jazzalguer.it
www.bayouclub-events.com • ww.facebook.com/jazzalguer • instagram: JazzAlguer
 
Ufficio stampa:
RICCARDO SGUALDINI • tel. 347 83 29 583 • e-mail: tagomago.1@gmail.com
SIMONE CAVAGNINO • tel.: 340 39 51 527 • e-mail: s.cavagnino@gmail.com
 
Relazioni esterne e istituzionali:
VALDO DI NOLFO • tel. 346 22 81 897 • e-mail: valdodinolfo@gmail.com
 
Cartella stampa
https://bit.ly/3LMLze4

 


 
 
 
Calendario degli eventi

 
30 Aprile • Presentazione del libro di Vanni Masala “Le Muse del Jazz”
Luogo: Libreria Cyrano ore 12
Ingresso libero
 
30 Aprile • International Jazz Day: DENIA RIDLEY 4tet
Luogo: Teatro Civico ore 21:00
Biglietti: 15 euro
*
21 maggio: NERI PER CASO
Luogo: Teatro Civico ore 21:00
Biglietti: 20 euro
*
19 Giugno: ESPERANTO
Luogo: Nuraghe Palmavera ore 19:00
Biglietti: 12 euro
*
15 Luglio: PAOLO FRESU – RITA MARCOTULLI – JAQUES MORELENBAUM
Luogo: Lo Quarter ore 21:30
Biglietti a partire da 20 euro: 30 euro primo settore – 25 euro secondo settore – 20 euro terzo settore
*
23 luglio: JILL SAWARD (from Shakatak) 4et
Luogo: Lo Quarter 21:30
Biglietti: 15 euro
*
31 Luglio: ORCHESTRA JAZZ DELLA SARDEGNA + WOODSTORE FT. TERO SAARTI • “Wide Sounds”
Luogo: Lo Quarter ore 21:30
Biglietti: 18 euro
*
5 Agosto: SARAH JANE MORRIS 6et special guest NICK THE NIGHTFLY
Luogo: Lo Quarter ore 21:30
Biglietti: 25 euro
*
12 Agosto: MARCELLO PEGHIN • “Landscapes”
Luogo: Nuraghe Palmavera ore 21:30
Biglietti: 12 euro
*
04 Settembre: Ma.Ma feat. LUCA AQUINO
Luogo: Lo Quarter ore 21:00
Biglietti: 12 euro
*
18 Settembre: ENTROPY PROJECT
Luogo: Casa Gioiosa, loc. Tramariglio ore 11:30
Biglietti: 12 euro
*
16 Ottobre: ANAIS DRAGO • “Solitudo”
Luogo: Chiostro San Francesco ore 11:30
Biglietti: 12 euro
*
08 Ottobre: JAZZALGUER CONTEST GIOVANILE NUOVE BAND
*
25 Novembre:  SIMONA BENCINI & LMG 4et
Luogo: Teatro Civico ore 20:00
Biglietti: 20 euro