Sostegno famiglia, asili e scuole infanzia: aiuti

ALGHERO – Erogati contributi agli asili nido e scuole dell’infanzia, in Regione la richiesta di fabbisogno per i sostegni alle famiglie per la misura Nidi Gratis. Il Servizio Pubblica Istruzione ha provveduto ad erogare somme per complessivi 139 mila euro a sostegno delle attività che operano a favore delle famiglie con gli asili nido e dell’infanzia.  I contributi arrivano dal bando nazionale “Ditte Private” e “Enti Paritari”  (D.Lgs. 65/2017- Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino ai sei anni Anno 2020 ).  Le attività beneficiare dei contributi sono quelle che erogano servizi educativi 0-3 anni e delle scuole dell’infanzia paritarie. In questi giorni l’Assessorato ha erogato i contributi quale sostegno economico da suddividere ai quattro nidi privati e alle quattro   strutture paritarie operanti in città.

Un secondo bando   invece è andato a sostegno delle famiglie quale rimborso per le spese sostenute per le rette versate mensilmente all’asilo comunale e agli asili privati convenzionati –  legge regionale 6 dicembre 2019 n. 20 –  Interventi per sostenere l’accesso ai servizi per la prima infanzia tramite l’abbattimento della retta per la frequenza in nidi e micronidi pubblici o privati acquistati in convenzione dal Comune misura “Nidi Gratis” . “Per questo secondo bando – spiega l’Assessore Maria Grazia Salaris – è stata approvata la graduatoria degli aventi diritto al rimborso ed inviata alla Regione per predisporre la somma necessaria  al contributo da riconoscere ad ogni singolo  utente del nido”.   

Civile e Marino, 10milioni per lavori e potenziamento

ALGHERO – Alghero, avviati i lavori e acquistati i macchinari per l’ammodernamento, adeguamento strutturale, diagnostica e sicurezza dei due nosocomi algheresi per iniziali 10 milioni di euro. Gli interventi vengono portati avanti di pari passo nelle due strutture e sono stati finanziati con 1,55 milioni di euro all’Ospedale Marino e 6,65 milioni all’Ospedale Civile. Quest’ultimo ha ricevuto un ulteriore finanziamento di 1,6 milioni per il Pronto Soccorso e i lavori inizieranno nel 2021.
A darne comunicazione è il Presidente del Consiglio Regionale Michele Pais.

“Nell’ultimo anno c’è stata un’accelerazione notevole nelle procedure di programmazione ed esecuzione dei lavori attesi  da anni e necessari in entrambe le strutture. Un fatto straordinario sotto tutti i punti di vista” – dichiara Michele Pais – “Oltre ai lavori in corso si è provveduto all’aggiornamento delle tecnologie”. “All’ospedale Marino di Alghero – prosegue il Presidente Pais – procedono senza sosta i lavori al terzo piano, struttura che necessita di interventi di adeguamento sanitario, sicurezza e funzionalità”. 

“Anche i 600 metri quadrati della cosiddetta “Casa Suore” al secondo piano, interdetti e inutilizzabili da oltre 30 anni, sono finalmente oggetto di ristrutturazione. Per l’Ospedale Marino, in questa fase, risultano già stanziati 1,55 milioni di euro per numerosi interventi di carattere edilizio e di adeguamento degli impianti che, oltre alla ex Casa Suore, interesseranno il resto della struttura come la ex Radiologia e reparti degenze. Inoltre, per garantire sicurezza nei percorsi sanitari e accesso ai piani, è in fase di realizzazione un nuovo ascensore con accesso esterno ed indipendente”. 

“Per adeguare il reparto alle più stringenti normative Covid – precisa Michele Pais – tutte le stanze saranno dotate dell’impianto per i gas medicali. Adeguamenti che, conclusa l’emergenza, rimarranno a beneficio delle specialità storicamente presenti nell’ospedale, trascurato da anni e che la vecchia programmazione sanitaria aveva di fatto condannato alla chiusura”. “Per quanto riguarda l’Ospedale Civile, il progetto di ristrutturazione sarà realizzabile grazie all’erogazione di tre finanziamenti” – continua Pais – “3,5 milioni di euro sono destinati agli interventi per adeguamento, funzionalità e sicurezza, 1,6 milioni per il Pronto Soccorso e 3,15 milioni di euro per interventi edilizi e di decoro: facciate, sistemazione aree esterne,  interni, sia nelle stanze di degenza che nelle aree comuni, e un nuovo accesso più decoroso ed accogliente rispetto al portico esistente”. 

“In merito al potenziamento tecnologico dei reparti, si è provveduto all’acquisizione di nuove apparecchiature tecnologiche di fondamentale importanza nello screening e diagnosi” – prosegue Michele Pais – “Sono state acquistati per la Cardiologia un ecocardiografo di alta fascia e un ecografo portatile. Per la Radiologia due apparecchi diagnostici telecomandati polifunzionali, due portatili di radiologia di alta gamma (uno donato all’interno di terapia intensiva) e altri 3 in arrivo, ulteriori 3 ecografi di alta fascia, ed è stato avviato l’acquisto di una nuova Tac. Endoscopia è stata potenziata con un nuovo colonscopio, gastroscopio e una cosiddetta ‘colonna tecnologica’. Anche in Ginecologia-ostetricia è stata potenziata l’attività di screening con un ecografo di alta fascia. Stessa cosa per Urologia. In arrivo, per le nuove sale operatorie, un nuovo ‘Arco a C’ di alta tecnologia, apparecchio radiologico di grande importanza

La Giunta Solinas investe sulla Ricerca: 1milione

CAGLIARI – Un milione di euro dalla Giunta Regionale per l’assunzione di otto ricercatori da inserire nelle Università di Cagliari e Sassari. “Investire nella ricerca universitaria significa aprire nuove finestre sul futuro della Sardegna, rendendola sempre più competitiva sul mercato internazionale”. 

Così il Presidente della Regione Christian Solinas commenta il provvedimento relativo alla Promozione della Ricerca Scientifica e dell’Innovazione Tecnologica in Sardegna che vede in particolare l’assunzione di cinque nuovi ricercatori nei settori dell’Informatica e dell’Ingegneria Informatica da inserire nell’Ateneo Cagliaritano, e di tre analoghe figure specializzate in differenti ambiti per il polo sassarese. 

Il reclutamento dei ricercatori prevede un impegno iniziale per il triennio di €1.100.000, ma l’amministrazione regionale si riserva di incrementare il numero di posizioni sulla base di ulteriori disponibilità finanziarie.

“Il perdurare della situazione emergenziale dovuta alla pandemia da Covid-19 – ha spiegato il Presidente – ha indotto ad atteggiamenti di prudenza nei confronti di iniziative che una volta avviate, rischiano di subire dei rallentamenti o degli stop forzati con conseguente blocchi delle risorse ad essi destinate: si pensi, ad esempio, alle attività dei laboratori o dei convegni, che per ragioni di sicurezza non possono al momento essere svolte in presenza. Ma la continuità delle attività di ricerca è un volano per la ripartenza del territorio che questa amministrazione non può e non vuole fermare, certa della capacità di resilienza del popolo sardo”.

“Nel corso di alcuni incontri con soggetti appartenenti al tessuto produttivo italiano ed estero – precisa l’assessore della Programmazione e Bilancio Giuseppe Fasolino “è emersa in maniera chiara l’esigenza di esperti nei settori dell’informatica e dell’ingegneria informatica che permettano ai nostri territori di dialogare sempre meglio ed aprirsi alla collaborazione con realtà esterne alla Sardegna. In particolare per l’Università di Cagliari abbiamo quindi predisposto l’assunzione di tre nuovi ricercatori informatici e due nuovi ricercatori nel settore dell’Ingegneria informatica, certi del fatto che il potenziamento della ricerca in questi ambiti porterà ad un maggior tenore di conoscenza e ad una più alta qualità di risultati nei progetti di sviluppo, rafforzamento e internazionalizzazione dell’intero tessuto produttivo regionale”.

Relativamente alla possibilità di ulteriori assunzioni l’assessore precisa che “aumentare il numero di laureati in ingegneria informatica ed in informatica porterà la Sardegna ad essere sempre più autonoma e performante rispetto alle esigenze del mercato internazionale e alle sfide imposte dall’impennata digitale. L’incremento del numero dei ricercatori porterà ad un conseguente aumento dei relativi corsi triennali con l’immissione di un numero doppio rispetto a quello attuale di laureati ogni anno: la crisi determinata dall’emergenza pandemica non deve scoraggiare i giovani dal perseguire i propri percorsi. Le loro professionalità sono preziose e rappresentano il futuro della nostra terra”.

Più articolata l’implementazione delle nuove figure che arricchiranno l’organico di ricerca del polo universitario sassarese: sempre per la durata di tre anni verranno assunti tre ricercatori da inserire rispettivamente nei dipartimenti di Scienza della vita e dell’ambiente, Scienze umanistiche e sociali e Scienze matematiche, Fisiche, Chimiche e Ingegneristiche. (mm)

Sanità, Erbì (FdI): imparare dall’emergenza

ALGHERO / “La relazione del Dottor Greco durante la Commissione Sanità dell’11 Novembre illustra una situazione in cui anche ad Alghero molto si sta facendo per rispondere alla pandemia. Come ha sottolineato il presidente della V Commissione Mulas, ora è importante avanzare con i progressi: dopo l’apertura della Terapia Intensiva è fondamentale ottenere i nuovi posti letto, incrementare il personale e aumentare gli investimenti nelle strutture.
Questi obiettivi devono essere comuni a tutti gli algheresi, a prescindere dall’appartenenza politica.
Investire in un modello efficiente di sanità ci avrebbe permesso, durante questa crisi, di affrontare l’emergenza sanitaria senza ignorare l’emergenza sociale ed economica che invece saremo chiamati ad affrontare nei prossimi mesi.

Si dice che solo quando la marea scende si vede chi stava nuotando nudo. L’emergenza causata dal virus cinese ha mostrato rapidamente i limiti di molti paesi sul piano sanitario. 
La gestione della pandemia ci ha messo davanti alle scelte sbagliate compiute dai passati governi italiani e dalle passate amministrazioni regionali tanto in tema economico che sanitario.
Per quanto riguarda la sanità in passato si è assistito ad un disimpegno e ad una smobilitazione che hanno prodotto danni incredibili, anche a causa di un modello costoso e eccessivamente centralizzato.
Nel tentativo di gestire la sanità regionale si è preferito fare scelte ragioneristiche che, se pure hanno consentito di contenere i costi,  hanno portato al progressivo smantellamento  dei servizi alle comunità. Una regione come la Sardegna, con un’età media avanzata e con picchi di arrivi turistici importanti, non può permettersi una sanità inefficiente.
La nuova riforma sanitaria in discussione in Regione oggi va nella direzione giusta, ripensando con maggiore autonomia territoriale il modello della sanità sarda, incentivando una migliore gestione delle risorse e un necessario aumento della qualità del servizio.

Tutti gli sforzi di oggi sono concentrati per affrontare e superare l’emergenza covid: le notizie circa la scoperta di un vaccino ci fanno immaginare di essere vicini alla soluzione di quella che in molti hanno giustamente descritto come una guerra. È importante allora non perdere di vista la cura delle altre patologie, specialmente quelle che hanno bisogno di cure continue e tempestive”.

Alessandra Erbì, direttivo Fratelli d’Italia Alghero

In-House, tamponi negativi: ripresa attività

ALGHEEO  – Martedì riprende l’attività della Società In House. I tamponi effettuati ai 60 dipendenti sono risultati tutti negativi. Il caso di positività individuato nei giorni scorsi ha fatto scattare tutte le  procedure insieme all’autorità sanitaria per l’effettuazione dei test, che fortunatamente hanno dato esito negativo. Al dipendente positivo attualmente ricoverato va il pensiero del Sindaco Mario Conoci e del Presidente della Società In House Gennaro Monte, con “un abbraccio e un augurio di pronta guarigione e di un pronto ritorno al lavoro”.  Il Sindaco si sofferma inoltre “sulla situazione  di tutto il personale del Comune che sta lavorando con impegno massimo. Tutti i settori stanno operando con grande sforzo per superare questa difficile situazione che ci vede impegnati contro l’emergenza  sanitaria e a contrastare  gli effetti che produce sul tessuto sociale ed economico”. 

Procede nel frattempo l’attività della prima delle due  postazioni nel Comune di Alghero che effettuano test rapidi per la ricerca e identificazione di soggetti positivi al Covid. l’attività avviata dal Alghero Soccorso nel Parco Stazione, in via Don Minzoni, ha già fatto registrare numeri importanti. Giovedì, il rimo giorno di attività, i test effettuati hanno superato la cifra di 50. Per i prossimi giorni, martedì e giovedì, dalle 9,00 alle 13,30, le prenotazioni hanno 

Radio Onda Stereo, Linea Diretta coi nuovi sindaci

ALGHERO – Massimo Mulas sindaco di Porto Torres, Antonio Sau sindaco di Ittiri e Carlo Sotgiu sindaco di Ploaghe sono gli ospiti della puntata di Linea Diretta, la trasmissione radiofonica condotta da Mario Bruno, con la collaborazione di Nicola Nieddu, su Radio Onda Stereo in onda questo sabato con inizio alle ore 9. I tre sindaci, eletti alle recenti amministrative, parleranno dei progetti per le loro città e per il territorio sassarese. Come ogni settimana, collegamento con il giornalista Michele Fioraso che da Cagliari parlerà della settimana politica in Regione. Ospite in studio Raniero Selva. La regia è di Giuseppe Niolu. Radio Onda Stereo trasmette sui 98.3 in FM per Alghero, Sassari e hinterland; sul Dab al canale 10 per Cagliari e area metropolitana, in streaming e video sul sito ondastereo.it e in diretta video sulle smart TV.

Sanità, percorso Commissione: report Dr. Greco

ALGHERO – “La Commissione Sanità a cui ha partecipato il Dottor Greco, Direttore Sanitario dell’Ospedale Civile e Marino, è stata la prima di un percorso: la politica sarà ancora più vicina a tutti coloro che stanno affrontando la pandemia in prima linea”. Cosi Christian Mulas, Presidente Commissione Sanità del Comune di Alghero commenta i lavori dell’organismo convocato mercoledi.

“Quello che il Dottor Greco ci ha rappresentato è un quadro che deve darci forza per proseguire e continuare a fare bene, migliorando ciò che può essere migliorato. Secondo i dati ATS – gli unici a cui bisogna attenersi per evitare il diffondersi di bufale – Alghero conta 46 positivi e l’indice Rt è più basso di molte altre realtà. Ora è importante accelerare sull’apertura di 46 nuovi posti letto presso l’Ospedale Marino e sul potenziamento del personale della struttura. Come ribadito più volte, la maggior difficoltà davanti a cui ci ha messo la pandemia è stata la carenza di anestesisti e rianimatori: le figure più richieste. In generale, sulla sanità oggi scopriamo i problemi causati dalle troppe scelte sbagliate fatte in passato”.

“Il nuovo reparto di Terapia Intensiva dovrà restare anche una volta passata l’emergenza: questo è l’impegno su cui oggi si lavora. Le visite non-covid, ci ha assicurato Dottor Greco, continuano ad essere garantite, compatibilmente con la gravità e l’emergenza: le patologie gravi ricevono comunque adeguato supporto. Un ringraziamento va quindi al Dottor Greco per la disponibilità e per la professionalità. Ringrazio inoltre l’opposizione per il senso di responsabilità dimostrato garantendo il numero legale per l’inizio dei lavori della Commissione”.

“Con i prossimi incontri ospiteremo e ascolteremo i medici di base, i primari, gli infermieri, gli operatori sanitari, gli anestesisti, gli insegnanti, i dirigenti scolastici, le associazioni di volontariato e i rappresentanti sindacali delle categorie. La situazione è davvero paragonabile ad una guerra e un’emergenza sanitaria simile non la affrontavamo dal 1918, con l’influenza spagnola. Come abbiamo superato quella, grazie alla scienza e all’impegno di tutti, supereremo anche questa”.

“Vignetta, no alle offese personali”

ALGHERO – “Usare le offese personali, seppure indorate dalla parvenza satirica, non giustifica l’intento spregevole del protagonista unico del gesto, non tutti possono inventarsi caricaturisti altrimenti ci sarebbe da divertirsi anche dall’altra parte. Detto questo siamo consapevoli che ricoprire cariche istituzionali sia con ruoli da amministratori che da politici espone a critiche di ogni tipo, siano esse strumentali o legittime, resta il fatto che pensare di poter scadere in maniera lecita nel campo della pura ironia fine a se stessa non ha nessun senso. In questi giorni più esponenti del nostro partito sono stati bersagliati, con offese mosse, sia attraverso parole scritte sui social che apparse sui quotidiani online. Inoltre, noi esponenti politiche di centro destra, siamo state oggetto di scherno grazie ad alcune vignette satiriche rivolte sia alla sottoscritta coordinatrice della Lega, dipinta come badante del Presidente del Consiglio Regionale, instancabile bastione difensivo dello stesso ancorché esilarante a detta dei più esperti ai quali faccio i miei migliori complimenti per la perfomance; sia alla nostra Ass. ra Giorgia Vaccaro a cui do il mio più vivo sostegno morale, invitandola alla viva battaglia sui tavoli della concretezza amministrativa. La vignetta che vuole fare ironia non deve essere lesiva altrimenti rimane soltanto un esempio di poca civiltà, non si calpestano gli altri perché si è dotati di scarponi pesanti un domani si potrebbe rimanere scalzi. Le donne quanto gli uomini hanno uguali diritti di espressione e capacità da mettere a disposizione della collettività per contribuire alla risoluzione dei problemi veri. Facciamo sintesi attorno al tema drammatico e gravissimo che l’umanità sta attraversando con enormi perdite e sacrifici, mettiamo da parte le cose meno importanti e insieme proviamo a trovare soluzioni che tendano la mano alla gente imprigionata nel tunnel della crisi e della paura. Questo grido è quello che viene dalla voce delle persone anche da quelle più sole e isolate che vorrebbero essere ascoltate, ebbene questo è il momento per smettere di essere sordi, per usare l’intelligenza che ci convinca a voler posteggiare le convinzioni personali e ci spinga a metterci a disposizione della collettività con umiltà e generosità. La vita premia chi sa riconoscere i suoi momenti più gravi e si sa adoperare per renderli migliori”.

Monica Chessa, coordinatrice della Lega di Alghero

Sport e periferie, la Giunta candida il Carmine

ALGHERO – Programmazione che prosegue con interventi straordinari di riqualificazione in diversi settori. L’Amministrazione aggiunge un altro elemento nel progetto di recupero dei beni degradati. L’intervento riguarda il settore dello sport e il suo rilancio, con un progetto di riqualificazione dell’impianto sportivo del quartiere del Carmine che la Giunta ha deciso di candidare al bando “Sport e Periferie” 2020.

Il progetto definitivo-esecutivo prevede lavori di riqualificazione per 700 mila euro, con una serie di interventi che riguardano anche la rigenerazione, messa in sicurezza, efficientamento energetico. L’elaborato approvato dall’esecutivo, su proposta degli Assessori allo Sport Maria Grazia Salaris e alle Opere Pubbliche Antonello Peru, si candida all’ottenimento del finanziamento che potrebbe trasformare la struttura sportiva di proprietà comunale rendendola più moderna e adeguata alle esigenze delle società calcistiche giovanili algheresi che partecipano ai numerosi campionati regionali e provinciali. L’opera inserita nel programma triennale delle opere pubbliche 2020/2022 prevede la realizzazione dell’intervento nell’annualità 2021. 

La riqualificazione del campo da calcio del quartiere sarà attuata realizzando un nuovo manto in erba sintetica con intaso naturale, sistema che prevede la realizzazione di sottofondo a drenaggio verticale. Il rettangolo di gioco potrà essere destinato ad ospitare i campionati F.I.G.C. – LND sino alla Serie “D”. Prevista inoltre la nuova recinzione, arredi, impianto idrico e antincendio, locali tecnici, cisterne di accumulo.

Covid, test rapidi anche ad Alghero

ALGHERO  – Sono due le postazioni nel Comune di Alghero che effettuano test rapidi per la ricerca e identificazione di soggetti positivi al Covid. A partire da domani iniziano le attività delle aziende specializzate con l’esecuzione di analisi. L’iniziativa è promossa dall’Amministrazione che a fine settembre ha avviato la procedura con avviso pubblico nell’ambito delle azioni per contrastare la diffusione dell’epidemia, mediante l’esecuzione di test rapidi, a pagamento, su base volontaria.  Il test sierologico verrà eseguito  a tutti coloro che ne faranno richiesta, il calendario degli appuntamenti sarà il seguente:

In via Don Minzoni angolo Via Enrico Fermi : ogni martedì e giovedì dalle 9,00 alle 13,30 a partire da domani,  12 novembre 2020 e per tutta la durata del periodo di emergenza;

In Piazza della Mercede :  ogni lunedì e mercoledì dalle 9,00 alle 13,30 a partire dal 23 novembre 2020 e per tutta la durata del periodo di emergenza;

Il personale impegnato nelle attività distribuirà ai cittadini un opuscolo informativo, inoltre si renderà disponibile a fornire chiarimenti in riferimento ai comportamenti da utilizzare in questa fase delicata.  Il Comune di Alghero patrocina l’iniziativa in termini di spazi e logistica e garantisce l’abbattimento dell’onere costituito dal tributo Tosap e Tari giornaliera. In considerazione dello stato attuale, sussistono e vanno prese nella più seria considerazione le disposizioni emergenziali e urgenti rivolte al contenimento del virus. “Responsabilità e consapevolezza, rispetto delle prescrizioni quali l’uso della mascherina, distanziamento, evitare gli assembramenti e lavarsi spesso le mani, sono le misure basilari che vanno adottate assolutamente, dobbiamo continuare a farlo ancora di più adesso, con fiducia” raccomanda il Sindaco Mario Conoci.