Centro residenziale anziani, messa col Vescovo e il Sindaco

ALGHERO – “Come tradizione, questa mattina ad Alghero si è celebrato il Precetto Pasquale in compagnia degli anziani ospiti del Centro Residenziale, con la messa celebrata dal Vescovo Padre Mauro Maria Morfino, insieme agli operatori del centro e alle autorità civili e militari. Presente il sindaco Mario Conoci con l’assessore ai Servizi Sociali ed i colleghi della giunta. “Un incontro, in prossimità delle festività pasquali, sempre molto atteso per i nostri anziani, ai quali il Vescovo, non fa mai mancare vicinanza e attenzione” ha voluto sottolineare il sindaco che nell’occasione ha augurato a tutti gli ospiti ed agli operatori una buona Pasqua”, cosi dall’Amministrazione Conoci.

Alghero, sostituzione di 3 olmi nei Bastioni

ALGHERO – “Proseguono in tutta la città gli interventi per la cura e manutenzione delle alberate ed aree verdi ad opera del competente personale del servizio manutenzioni del Comune, prestando massimo rispetto all’ambiente ed ai contesti urbani. Interventi che nelle scorse settimane hanno riguardato le potature nella Piazza Sant’Erasmo, nel centro cittadino. Nell’occasione, si sono avviati i lavori di abbattimento del primo dei tre Olmi presenti sul Bastione, a causa delle oggettive condizioni di deterioramento di grossa parte delle piante. L’olmo in questione si presentava totalmente privo di ramificazioni su gran parte della chioma, disseccato a causa di una diffusa carie: tutte condizioni irreversibili di marcescenza facilmente riscontrabili visivamente e confermate in sezione una volta tagliate branche e tronco. Per evidenti ragioni di sicurezza, stessa sorte subiranno le restanti due piante, già oggetto di approfondita ed attenta ispezione. Le aiuole saranno successivamente interessate da nuove piantumazioni di specie arboree, così da contribuire a valorizzare il luogo”, cosi l’Amministrazione Conoci.

Algheresi con l’assessore Vaccaro dal Papa

ALGHERO – un po’ di Sardegna in Vaticano in occasione della Domenica delle Palme. Alla celebrazione di ieri sono stati distribuiti ramoscelli di ulivo forniti dall’Associazione nazionale Città dell’Olio, della quale fanno parte alcuni Comuni isolani, tra cui Alghero. Presente per l’occasione anche l’assessore allo Sviluppo Economico, Giorgia Vaccaro. «Insieme agli altri Comuni che hanno aderito alle Città dell’olio a livello regionale abbiamo accolto con gioia la proposta di donare, grazie agli agricoltori sardi, 100mila ramoscelli d’ulivo che sono stati distribuiti ai fedeli in piazza San Pietro per la consueta benedizione di Papa Francesco. Ho avuto l’onore di partecipare con i colleghi delle città dell’olio alla messa sul sagrato di San Pietro officiata dal Pontefice e di portare con loro la Sardegna in Vaticano» afferma l’assessore algherese.

Olmedo ha un nuovo Piano Particolareggiato del Centro Storico

Con Determinazione del 18 marzo del Direttore del Servizio Tutela del Paesaggio, dell’Assessorato regionale degli Enti Locali, Finanza e Urbanistica, è stato approvato il Piano Particolareggiato del Centro di Antica e prima formazione del Comune di Olmedo.

Il Piano Particolareggiato del Centro Storico, adottato dal Consiglio Comunale con delibera del 9 dicembre 2021, è ora definitivo e pienamente efficace.

Il centro storico di Olmedo potrà essere finalmente valorizzato, mediante il recupero e la riqualificazione di molti edifici in avanzato stato di degrado, che nel rispetto degli elementi identitari, potranno ospitare nuove residenze oltre a attività artigianali e commerciali.

Il patrimonio edilizio comunale esistente potrà essere dunque recuperato, accrescendo la qualità del contesto urbano per ottenere una migliore qualità delle costruzioni in linea con gli attuali requisiti di standard qualitativi e di sostenibilità ambientale.

Dopo anni di attesa, potrà essere avviati gli interventi di miglioramento del centro storico, nel rispetto della conservazione dei caratteri e delle peculiarità identità e culturali della nostra Comunità.

Un ulteriore obiettivo raggiunto dalla nostra Amministrazione che consentirà un nuovo sviluppo della parte più antica del centro abitato, favorendo nuovi investimenti e opportunità di lavoro

Il Sindaco di Olmedo
Toni Faedda

A Cagliari nasce la nuova Piazzetta Sergio Ramelli

CAGLIARI – Il Sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, l’Assessore alle Politiche per la Mobilità del Comune di Cagliari, Alessio Mereu e il Consigliere comunale del capoluogo sardo, Salvatore Sirigu hanno partecipato, nella mattina di oggi, sabato 23 marzo 2024, alla cerimonia di intitolazione di uno spazio in città a Sergio Ramelli.

La nuova Piazzetta, che si trova nella zona di Piazza Repubblica tra la via Alghero e la via Deledda, è stata dedicata alla memoria di Ramelli “vittima della violenza politica”, come si legge nella targa al centro della piazza, su proposta del Consigliere Sirigu

Spettro autistico: l’elenco dei fornitori per progetti riabilitativi

SASSARI – Rugby, nuoto, vela, teatro, ma anche yoga e giardinaggio, attività musicali e artistiche, e anche equitazione. Sono solo alcuni dei progetti proposti ai pazienti affetti da disturbi dello spettro autistico dagli operatori che sono stati recentemente accreditati dalla Asl di Sassari e inseriti all’interno di un albo fornitori a cui verranno affidati gli incarichi.

La Asl di Sassari, in seguito alla delibera regionale che individuava i fondi da assegnare alla Asl per interventi rivolti alle persone con disturbo dello spettro autistico, negli scorsi mesi, ha pubblicato una manifestazione di interesse per la creazione di un albo di fornitori accreditati ai quali affidare la progettazione e la realizzazione di interventi in favore di persone con disturbo dello spettro autistico. Una programmazione che doveva tenere conto delle preferenze del singolo paziente, rispetto a servizi diversificati (ludici, sportivi, formativi).

I progetti sperimentali, finalizzati all’inclusione sociale di persone con disturbo dello spettro autistico, si articolano su 4 tipologie di attività:
percorsi di assistenza alla socializzazione dedicati ai minori e all’ età di transizione fino ai 21 anni;
percorsi di socializzazione con attività in ambiente esterno (gruppi di cammino, attività musicali, attività sportiva) dedicati agli adulti ad alto funzionamento;
inclusione sociale (sport, tempo ricreativo, mostre);
percorsi volti alla formazione e inclusione lavorativa

“Le attività in programma sono strutturate per offrire abilità e competenze in contesti sociali e professionali, attraverso la gestione delle emozioni e la valorizzazione della creatività delle persone coinvolte”, spiega Salvatorica Manca, responsabile della Ssd Disturbo dello spettro autistico della Asl di Sassari e responsabile dei progetti.
“Le attività che andremo a mettere in campo attraverso operatori esperti riguardano percorsi finalizzati alla socializzazione e all’incremento delle potenzialità, delle autonomie personali (orientamento, uso del denaro), e competenze utili in dinamiche di gruppo, prevedendo anche attività al di fuori del contesto familiare, quindi interazioni con ambienti esterni come all’interno di luoghi pubblici e ad eventi”, aggiunge il Direttore Socio sanitario della Asl di Sassari, Annarosa Negri.
“I risultati attesi sono il miglioramento delle capacità di relazione e cooperazione nell’ambito del gruppo, il miglioramento dell’autostima e della qualità della vita, anche all’esterno delle mura domestiche e della cerchia familiare”, concludono le dottoresse.

“Come azienda sanitaria abbiamo voluto avviare un percorso virtuoso volto a integrare i servizi, con l’implementazione di privati accreditati, per una presa in carico dei nostri pazienti sempre più personalizzata e attenta ai bisogni individuali. E solo una programmazione attenta potrà esser in grado di garantire una continuità assistenziale ai nostri assistiti”, conclude il direttore generale della Asl di Sassari, Flavio Sensi.

Saranno gli operatori sanitari, in accordo con i pazienti, ad individuare i percorsi riabilitativi e adeguati al singolo, per poi indirizzare il paziente verso l’operatore più indicato.

Nuovi Ospedali, “Polemica di Pais imbarazzante, basta farse”

ALGHERO – “Imbarazzante e fuorviante la polemica del presidente uscente del consiglio regionale sulla sospensione della delibera della Giunta Regionale sui nuovi ospedali, approvata a poche ore dal voto. Tralascio gli aspetti legati all’opportunità e alle funzioni delle diverse articolazioni della Regione. Entro nel merito. Di cosa stiamo parlando? Di una mera presa d’atto di studi di fattibilità delle Asl, presentati nel luglio scorso, taluni molto frettolosi e striminziti, alle quali l’assessore alla sanità uscente aveva dato mandato per attività conseguenti, al fine di attivare un piano d’investimenti, che in quella delibera appare ancora molto impreciso e fumoso. E mi chiedo cosa abbia da dire il centrodestra ora, dopo aver avuto un’intera legislatura per varare una delibera sui nuovi ospedali, per dettagliare e impegnare risorse certe che pure aveva in cassa, per definire veri e propri studi di fattibilità, per avviare la progettazione e perfino i lavori. Aveva tutto il tempo, ma lo ha sprecato. Solo una delibera last-minute di facciata. Sulla sanità invece serve una riflessione e una operatività seria, gli ospedali attuali devono essere messi in grado di funzionare, accanto alla medicina del territorio, da potenziare e rafforzare. Serve anche la programmazione di nuovi ospedali. Ma basta con le farse”.

Mario Bruno, consigliere comunale Per Alghero

Nuovi Ospedali, Tedde: “L’atto della direzione sanitaria è un’aberrazione”

ALGHERO – “Una aberrazione”. Così il consigliere nazionale di F.I. Marco Tedde definisce la nota della Direzione Generale dell’Assessorato della sanità della Regione Sardegna che invita le Aziende sanitarie a sospendere ogni decisione relativa alla realizzazione dei quattro nuovi ospedali. Secondo l’avvocato azzurro “La Direzione dell’assessorato scende pesantemente in campo, a gamba tesa, assumendo ruoli di governo che non le competono. Ruoli che dovranno essere esercitati dalla Todde che a breve si insedierà nella carica di Governatore della Regione.” Una bizzarra inversione di ruoli priva di una solida motivazione giuridica. Che può poggiare solo su un tentativo di “captatio benevolentiae” nei confronti dei nuovi padroni del vapore –sottolinea Tedde-. Un tentativo di accattivarsi la simpatia del Campo largo, peraltro rispedito al mittente dal più importante partito della coalizione. Rimaniamo in attesa di capire se la Todde e i suoi alleati si accolleranno la pesante responsabilità, davanti ai sardi e davanti alla storia, di affossare un serio progetto teso a migliorare l’efficacia e l’efficienza dei servizi sanitari sardi. Noi vigileremo, esercitando con attenzione nell’interesse dei sardi il ruolo di oppositori che ci è stato affidato dalle urne –chiude l’esponente azzurro-.”

Calabona, solarium e pontile: al via i lavori nel litorale

ALGHERO – Mezzi e uomini a lavoro a Calabona. Sono iniziati gli interventi, nel tratto sud di Alghero, in prossimità dello storico Hotel Calabona. Prevista la realizzazione di una concessione, tra pedana in legno e pontile per barche fino a 12 metri, dell’estensione di quasi 5mila metri quadrati. Molto probabile anche la realizzazione di un punto di ristoro, bar e altri servizi.

L’intervento, autorizzato dai vari organismi competenti, con un iter iniziato già da alcuni anni, è realizzato dalla società dei Bagni del Corallo srl, nata nell’abito dell’intervento residenziale di recente costruzione sul versante fronte mare a sud della città. Attività che hanno visto nascere alcune
importanti strutture edilizie sempre a Calabona.

Opere che hanno, di fatto, creato una zona residenziale in quell’area del litorale costiero algherese che, a questo punto, potrebbe vedere anche migliorati gli aspetti dedicati alla viabilità, verde e servizi fino almeno allo storico ristorante Quintilio e ciò in connessione con una riqualificazione del Balaguer che si attende da troppo tempo.

Nella foto l’avvio dei lavori a Calabona

“Sempre meno alberi e verde poco curato”, petizione di Ferrara

ALGHERO – “Negli ultimi anni, la città di Alghero ha affrontato una situazione preoccupante riguardante il suo verde pubblico urbano. Nonostante le potature periodiche lungo i viali, la mancata sostituzione delle piante abbattute a causa di malattie o altri fattori ha generato gravi conseguenze per l’ambiente cittadino e la qualità della vita dei suoi abitanti. Questa condizione ha determinato un notevole impoverimento del verde pubblico, trasformando i viali che un tempo erano caratterizzati da alberi rigogliosi e ombrosi in spazi spogli e privi di vita. Questa trasformazione non solo ha compromesso l’aspetto estetico delle strade di Alghero, ma ha anche avuto un impatto negativo sull’ambiente urbano nel suo complesso”.

Queste le parole di Roberto Ferrara, già consigliere comunale ad Alghero e candidato alle recenti elezioni regionali col Movimento 5 Stelle finalizzate a sensibilizzare le autorità competenti a preservare il patrimonio arboreo sostituendo le piante abbattute ha lanciato in questi giorni una petizione online sulla piattaforma Change.org dal titolo decisamente eloquente: #ripiantiamoli.

“Chiediamo con fermezza alle autorità competenti di Alghero che si adottino misure concrete per salvaguardare il nostro patrimonio arboreo – puntualizza – sostituendo prontamente le piante abbattute e pianificando strategie a lungo termine per garantire la continuità di questo prezioso elemento del nostro ambiente urbano. Ulteriormente, li esortiamo a prendere sul serio questa richiesta e ad agire senza indugi per promuovere un cambiamento positivo che possa migliorare la vita di tutti i residenti della nostra comunità”