Turismo, giugno da brividi: è crisi

ALGHERO – “Un giugno difficile quello appena messo in archivio, a conferma dei timori manifestati dal comparto alberghiero mentre i numeri passavano da previsionali a consuntivi. Un giugno reso meno drammatico dalla performance algherese (che è comunque molto negativa ndr), che attutisce una caduta che sarebbe stata più rovinosa. Soffre particolarmente l’area sottesa dal Golfo dell’Asinara, dove maggiormente ha inciso il minor impegno camere da parte dei principali, e fino ad oggi consolidati, Tour Operator”. Cosi Federalberghi, tramite il presidente Stefano Visconti, che, anche per suo modello comunicativo, non aggrava nelle parole quella che è una situazione, in effetti, a dir poco disastrosa. Ciò, ovviamente, considerando le potenzialità del nostro territorio che, dati alla mano, è piombato nuovamente nei periodi di crisi.

“Nel dettaglio, la rilevazione ha interessato 36 alberghi su 95 iscritti alla Federalberghi-Confcommercio Provincia di Sassari, e su 110 operanti in area di Rete Metropolitana. In provincia, tra Alghero, Castelsardo, Porto Torres,  Sassari, Stintino, Valledoria e Sorso (per stare alle principali località turistiche) sono stati campionati tra gli alberghi che hanno partecipato alla rilevazione statistica quotidianamente 4.362 posti letto, per un totale su base mensile di 130.860, gli arrivi nazionali sono stati 10.022 mentre quelli d’oltralpe 13.331. Le presenze straniere fissano il dato al 66,08% del totale, quindi il restante 33,92% va ad appannaggio di connazionali e mercato interno sardo”.

“Ciò che leva il sonno agli albergatori è l’indice di occupazione letti, che nel mese appena trascorso di giugno si ferma al 54,05%, contro il 64,12% del 2018 e il 59,89% del 2017. Meno 10,05% di occupazione che inevitabilmente lasceranno strascichi nei bilanci delle imprese del settore. Meno peggio Alghero del resto dell’area, che perde 7,04 punti percentuali di occupazione passando dal 68,06% di occupazione del 2018 al 61,02% del giugno appena trascorso. Il Golfo dell’Asinara segna una pesantissima battuta d’arresto, perdendo 17,30% di occupazione quindi fermando le occupazioni dei propri letti 41,91% contro il 59,21% dell’omologo mese 2018.

“Una battuta d’arresto attesa – inizia il Presidente Federalberghi-Confcommercio Provincia di Sassari– come verso, ma non certo nell’entità numerica, soprattutto perché arriva dopo stagioni turistiche soddisfacenti per il comparto che rappresento”. Mentre si approfondiscono le motivazioni di questa frenata cosi brusca, vale ciò che agli iscritti in Associazione è già tristemente noto. “La zavorra al nostro prodotto turistico, costituita dal prezzo dei trasporti e dallo stato della viabilità interna all’isola non ha ridotto il proprio peso – continua il Presidente Visconti- , i mercati nostri concorrenti (Nord Africa e Sud Est Europa su tutti) hanno ripreso vigore, l’indice di vetustà medio dei nostri fabbricati alberghieri è elevato e quindi fa percepire una minor qualità nel rapporto qualità prezzo come spesso i nostri clienti ci fanno notare”. Fino ad oggi, solo la buona pratica del Tax Credit (il recupero di parte degli investimenti in ammodernamento e ristrutturazione dei fabbricati alberghieri alle imprese in regola con l’Erario, detraendoli dal versamento delle imposte) può essere considerato un validissimo aiuto alle strutture ricettive che volessero ammodernarsi, col limite di essere comunque una manovra occasionale legata a click day e agli umori del Governo di turno, e non strutturale, come dovrebbe essere se sul settore turistico si credesse davvero.

“In Albania, le imprese che aprono attività alberghiere di livello quattro o cinque stelle non pagano imposte per 10 anni e conseguentemente – prosegue Visconti-  possono permettersi di mettere sul mercato le loro camere superlusso a 50,00 euro al giorno per persona. In Turchia, il Governo sgrava interamente il costo del trasporto aereo al Tour Operator che suggerisse la destinazione ai propri clienti e intermediari. Nel Nord Africa, si può soggiornare per una settimana in Hotel di livello superiore al costo per persona, trasporti compresi, di 350,00 euro.”

Gli albergatori sanno che in Italia certe pratiche, in altri Paesi ordinarie e che aumentano a dismisura la competitività del prodotto, non sono applicabili. “Il nostro sistema fiscale – conclude il Presidente Visconti- è simile a quello dei Paesi più evoluti, anche se con aliquote più pesante” Ecco perché snellire l’attività dell’impresa virtuosa che volesse investire in sé stessa, che volesse rinnovarsi, che avesse necessità di crescere anche in termini di volumetria per garantire standard qualitativi in linea con quelli richiesti dal mercato sarebbe un buon inizio per mantenere concorrenziale anche l’offerta alberghiera sarda.

Nella foto la spiaggia delle Bombarde

S.I.

Alghero, ecco la nuova Giunta Comunale

ALGHERO – Primo Consiglio Comunale della “Nuova Amministrazione di Centrodestra”. Nonostante alcuni nodi da sciogliere fino all’ora di pranzo di oggi, il Sindaco Conoci è riuscito a definire la Giunta giusto in tempo per arrivare alla presentazione di questo pomeriggio. Ma, partendo dalla fine della seduta, il presidente del Consiglio, indicato dalla maggioranza, Lelle Salvatore, è stato eletto con anche un voto in più giunto dai banchi delle opposizioni (17 voti positivi). Vice presidenti saranno Monica Pulina e Raimondo Cacciotto.

Mentre gli assessori sono: Giovanna Caria (Bilancio, Demanio, Patrimonio), Antonello Peru (Lavori Pubblici), Andrea Montis (Politiche Ambientali), Maria Grazia Salaris (Servizi Sociali, Sport), Emiliano Piras (Urbanistica), Marco Di Gangi (Turismo, Pubblica Istruzione, Cultura), Giorgia Vaccaro (Commercio, Sviluppo Economico). Mentre, come già annunciato, il Psd’Az è rimasto senza rappresentanza in Giunta, ma c’è da considerare che, entro la settimana prossima, verranno rinnovate tutte le partecipate ovvero Fondazione Meta, Parco di Porto Conte/Area Marina Protetta, Secal, In-House e poi ci sono da considerare altri “asset” come Porto e Aeroporto che dovranno avere pure una rappresentanza del Comune e poi anche l’Asi del Consorzio Industriale di San Marco, oltre che le varie posizioni legate agli staff e guide dei vari enti.

Nella foto la Giunta Comunale col neo presidente Salvatore

S.I.

Incendio a Fertilia, Conoci sul posto

ALGHERO – “Un ringraziamento a  tutti gli uomini in campo oggi a Fertilia per l’intervento che ha permesso  spegnere l’incendio con estrema tempestività”. Il Sindaco Mario Conoci si è recato oggi a Fertilia per seguire le operazioni di spegnimento del rogo che ha interessato la parte finale del Lungomare Rovigno e che ha richiesto l’intervento di Vigili del Fuoco, Corpo Forestale, Forestas, Barraccelli, Protezione Civile. L’incendio, alimentato dal forte vento, ha interessato circa un ettaro di macchia mediterranea, fino a lambire la stessa strada confinante con le abitazioni. Le operazioni  di spegnimento, durate oltre un’ora,  hanno richiesto l’intervento di un elicottero del Corpo Forestale.

Lega in Giunta, senza consiglieri |video

ALGHERO – ALGHERO – La Lega avrà una rappresentanza nella Giunta Conoci. Sostanzialmente è questa la notizia emersa questa mattina da una conferenza stampa che di più non poteva dire. Del resto, oramai, se ne sono già dette abbastanza di cose, mentre è arrivato il tempo di mettersi al lavoro per “risolvere i tanti problemi che ha lasciato in eredità l’amministrazione di Sinistra del Sindaco Bruno”, ha detto il deputato coordinatore regionale Eugenio Zoffili accompagnato dall’omologo cittadino Luca Sacrestani e dal vice Dario Giagoni, oltre che dal presidente del Consiglio Michele Pais. “Il nome dell’assessore verrà comunicato dopo un incontro con la base fissato per le 14.30 nella nostra sede”, ha sempre annunciato Zoffili. I nomi sono due, ancora in ballo: Giorgia Vaccaro e Sonia Pilli. Con la prima in netto vantaggio, visto che la seconda, da tempo, è attesa da qualche incarico regionale più affine anche al recente, importante, risultato ottenuto alle elezioni europee. Resta, ovviamente, il problema che la Lega (almeno per adesso), fatto mai visto prima d’ora, avrà una rappresentanza nel Governo cittadino, non ha alcun consigliere comunale e ciò, com’è evidente, può essere pure un problema per il neo-Sindaco. Alladomanda di Algheronews su un possibile ritorno dei consiglieri Zoffili ha risposto: visto quanto accaduto, lo ritengo impossibile. Insomma tanta carne al fuoco, anche se prima, per forza, ci deve essere Alghero.

Nella foto e video la conferenza stampa di questa mattina

S.I.

Giunta Conoci (quasi) pronta. Settimo da assegnare

ALGHERO – Domani sarà presentata la Giunta Conoci. Nascerà cosi la nuova amministrazione di Centrodestra. Dopo giorni febbrili caratterizzati da incontri, riunioni, telefonate, è arrivata la sintesi. Un percorso non facile, ma piuttosto usuale rispetto alla creazione del governo di una città come Alghero. Questo anche perchè le sigle che hanno reso possibile la vittoria di Mario Conoci non sono certe poche, ma ciò riflette la volontà degli algheresi di cambiare e di allontanarsi dall’amministrazione uscente. Del resto, dopo 5 anni (più due), è rimasto ben poco, quasi nulla. Inutile che alcuni si arrabattino, oggi, a cercare (ancora) di “stare sotto i riflettori” spesso con uscite, palesi o meno, scomposte e (come già accaduto in questi anni) molto oltre la normale dialettica politica o meno. L’elettorato ha detto in maniera chiara e netta, con una sconfitta epocale per il sindaco uscente, da che parte vuole stare.

Ma, oramai, quello è il passato. Per andare avanti pare resti ancora sul tavolo di Conoci il “nodo del settimo assessorato”. Sarebbe in ballo il secondo posto in Giunta per “Noi con Alghero” e l’unico per Psd’Az. Questo perchè secondo i risultati ottenuti e gli eletti spetterebbe di diritto alla lista civica della Salaris, ma del resto anche i Quattro Mori hanno un eletto in Consiglio anche se per questi ultimi c’è da considerare l’espressione (ed elezione) del Sindaco che, di fatto, Cencelli o meno, rappresenta il tassello più importante.

Per il resto saranno espressi due assessori da Forza Italia (nomi ancora da definire in base alle deleghe ma è sicura la presenza di Giovanna Caria) e uno a testa tra Riformatori (Andrea Montis), Lega (pare Giorgia Vaccaro), Fratelli d’Italia (Marco Di Gangi), Noi con Alghero (Maria Grazia Salaris), mentre l’Udc andrà ad indicare Lelle Salvatore come Presidente del Consiglio (che dovrà essere votato dall’Aula). Entreranno nella massima assise cittadina Christian Mulas e Alessandro Loi.

Domani mattina saranno firmati gli atti da parte del Sindaco e nel pomeriggio (alle 18) ci sarà il primo Consiglio Comunale. Mentre, sebbene ci siano già chiare indicazioni, entro la prossima settimana verranno anche rinnovate le guide e consigli d’amministrazione della Fondazione Meta, Parco di Porto Conte, Secal e In-House. Il tempo stringe ed è indispensabile agire al più presto nei vari settori per cambiare rotta anche per arginare la pessima condizione di questa estate e dunque stagione turistica.

Nella foto il sindaco Conoci

S.I.

Sardegna in fiamme, caccia ai responsabili

CAGLIARI – “Stiamo seguendo in tempo reale l’evoluzione della situazione grazie alla presenza sul posto dell’assessore dell’Ambiente, che mi tiene  costantemente aggiornato e  che coordina e sovraintende su mia delega agli interventi di concerto con tutte le autorità preposte. L’apparato regionale di protezione civile e contrasto agli incendi è stato attivato tempestivamente e stiamo operando grazie all’impegno e alla piena cooperazione degli uomini e dei mezzi in campo per limitare gli gli esiti devastanti delle fiamme e mettere in sicurezza il territorio”. Lo dichiara il presidente della Regione Christian Solinas, commentando le notizia sugli incendi che hanno devastato la Sardegna nella giornata di ieri.

“Voglio esprimere un plauso ed un ringraziamento a tutti gli operatori del Corpo Forestale e di Vigilanza ambientale, di Forestas, del Corpo Nazionale dei Vigli del fuoco e ai tanti volontari delle associazioni di protezione civile sarde che in queste ore davvero difficili hanno gestito al meglio le criticità con impegno e abnegazione. Siamo ora impegnati – conclude Solinas – a ricercare le cause ed i responsabili di questo disastro oltre che a verificare i margini per ristorare gli ingenti danni subiti dalle comunità colpite”.

Nella foto gli incendi nella zona di Tortolì

S.I.

Sardegna in fiamme, solidarietà Lega

CAGLIARI – “Esprimo tutta la mia solidarietà e vicinanza agli abitanti dei centri colpiti dagli incendi degli ultimi giorni e a tutti coloro che stanno lottando contro il fuoco, che sta devastando i nostri territori e che purtroppo non accenna a diminuire la sua portata distruttiva” . Così il capogruppo regionale della Lega Dario Giagoni sui devastanti incendi che hanno colpito la Sardegna.

“Rabbia e preoccupazione si accompagnano alla consapevolezza che sia ancora più forte la necessità di trasmettere il rispetto per l’ambiente, di vigilare per fermare coloro che colpiscono volutamente il nostro territorio e di investire risorse su mezzi e uomini.Un personale ringraziamento agli uomini ed alle donne dell’apparato regionale antincendio e di protezione civile ed ai Sindaci ai quali garantisco fin da ora assoluta collaborazione per qualsiasi richiesta. 

Furto Arst: giovani denunciati

SASSARI – Nella mattinata odierna i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Sassari hanno denunciato in stato di libertà M.S., classe ’99 di Tortolì e M.S.P., classe ’00 di Sassari per i reati di ricettazione e tentato furto aggravato.

All’alba il personale della stazione ferroviaria di Sassari aveva segnalato al 112 il furto di alcuni biglietti e abbonamenti ARST nonché il tentativo di qualcuno di introdursi in un bar, attualmente non in esercizio, adiacente alla biglietteria. 

La prima pattuglia intervenuta sul posto, dopo una prima ispezione dei luoghi, si è immediatamente attivata nelle ricerche degli autori del fatto, ritenendo che potessero essere ancora nelle vicinanze.

In effetti, poco distanti dalla stazione, i militari hanno individuato due giovani che si aggiravano con fare sospetto, i quali sono stati fermati per essere identificati e sottoposti a perquisizione personale.

La ricerca di eventuale refurtiva ha sortito esito positivo in quanto entrambi sono stati trovati in possesso di un consistente numero di biglietti e abbonamenti ARST, per un valore complessivo di circa 5000 euro, esattamente corrispondenti a quelli rubati poco prima.

Nel contesto è stata inoltre inviata sul posto una squadra della Sezione Operativa specializzata nei rilievi tecnici, al fine di raccogliere ulteriori elementi probatori. All’esito del sopralluogo, l’irruenza del malfattori è apparsa ben evidente dai vetri rotti a calci per sfondare la porta d’ingresso al fine di introdursi del locale. Sul posto sono stati raccolti, quindi, altri elementi utili alle indagini. 

Essendo trascorsa la flagranza di reato, i due giovani sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura di Sassari per i reati di ricettazione e tentato furto.

Sono comunque tuttora in corso attività investigative finalizzate a ricostruire nel dettaglio la dinamica dei fatti, con la direzione delle indagini da parte della Procura della Repubblica di Sassari.

Pulizia delle spiagge, turni di notte

ALGHERO – Aumentano i mezzi per la pulizia delle spiagge algheresi. Da ieri a San Giovanni e Lido sono in attività tre macchine pulisci spiaggia e si lavora di notte. Al mezzo già in dotazione al settore Ambiente del Comune di Alghero si sono aggiunti due macchinari più potenti in grado di lavorare su estensioni maggiori. Le operazioni notturne riguardano sia l’asporto dei cumuli di posidonia spiaggiata che la rifinitura degli arenili.

“Si prevede così di accelerare i tempi – spiega il Sindaco Mario Conoci – per restituire l’arenile in condizioni di decoro a cittadini, turisti e alle imprese”. Potenziato anche il servizio di pulizia con l’aumento dei punti di raccolta dei rifiuti e con il raddoppio dello svuotamento giornaliero. Prevista inoltra la rimozione anche gli incannicciati installati a protezione e a contenimento della sabbia che ora verrà ridistribuita. Eliminate anche le recinzioni da cantiere nel sito di stoccaggio di San Giovanni, dove ora è stata realizzata una recinzione leggera in legno.

Lavoriamo per un nuovo Centrosinistra |video

ALGHERO – Questa mattina conferenza stampa ad Alghero di presentazione della nascita del gruppo consiliare “Futuro Comune” composto dai consiglieri comunali di opposizione Raimondo Cacciotto e Ornella Piras. Soggetto politico riferibile a livello regionale all’ex-sindaco di Cagliari Massimo Zedda e al consigliere regionale di Sassari Antonio Piu. Quest’ultimo, presente oggi in via Columbano, insieme al consigliere comunale di Sassari Marco Dettori, ha battezzato la nascita del gruppo ricordando, tra l’altro nel suo intervento, le pesanti sconfitte registrate dal Centrosinistra a livello locale e isolano. “Ma non siamo qui per analizzare il voto – è stato detto dai protagonisti dell’incontro ovvero Raimondo Cacciotto e Ornella Piras – ma per intraprendere un nuovo percorso che ci vedrà fermi oppositori del Centrodestra, ma senza far mancare il nostro apporto in termini propositivi”. Presente anche l’ex-sindaco Mario Bruno che ha sottolineato la bontà del progetto “finalizzato a costruire un nuovo centrosinistra che possa ritornare vittorioso anche in connessione con quelle che sono le istanze della gente già emerse in questi giorni”.

Come domandato questa mattina, forse è parso un po’ troppo entusiasmo. “Non è entusiasmo, ma contezza di poter dare ancora qualcosa ad Alghero”, ha detto Ornella Piras che non ha puntato il dito col “clima generale caratterizzato da populismi che alimentano l’odio sociale”. Certo, non è che il Centrosinistra e Bruno hanno perso del 20% per i “populismi”, però, almeno per “Futuro Comune“, cosi come altre forze di sinistra, questa battaglia pare imprescindibile, anche se l’elettorato, è evidente, la pensa in modo diverso e, probabilmente, ha bocciato gli amministratori uscenti per il mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati e annunciati. Nel frattempo, comunque, ci sarà tempo per rifarsi. Del resto ci sono altre scadenze elettorati. Tra cui le politiche, pare, anticipate a ottobre.

Nella foto la conferenza stampa di oggi e nel video Raimondo Cacciotto

S.I.