Columbano (Fi): Sportello Europa |video

ALGHERO – Quando si dice quanto sia necessaria “più Europa” non è uno slogan. O comunque non dovrebbe esserlo. Anche perché è sotto gli occhi di tutti, vista anche l’attuale crisi economica algherese, l’assoluto bisogno di recepire progettualità e dunque fondi da Bruxelles. Per fare questo occorre, anzi urge, un cosi detto “Sportello Europa”. Ufficio che Forza Italia Alghero ha nel suo programma e che andrà a realizzare, qualora dovesse andare al governo della città, già da subito, tramite una figura che dire che è azzeccata è poco ovvero l’europrogettista e consulente europeo Andrea Columbano.

Nonostante la sua giovane età, l’esponente degli azzurri ha già un curriculum da fare invidia e soprattutto totalmente affine alla realizzazione di questa iniziativa che è senza dubbio indispensabile per il presente e futuro della Riviera del Corallo. Inutile negarlo: senza dei sostentamenti esterni, la Sardegna e Alghero non ce la possono fare. E su questo Andrea Columbano è la figura adatta e individuata da Forza Italia Alghero, partito per cui è candidato alle elezioni del 16 giugno, per poter immediatamente attivare tale progettualità. E così sarà, se Mario Conoci sarà sindaco, già da questa estate.

S.I.

Nella foto e video Andrea Columbano Forza Italia Alghero

Europa, grande occasione |video

ALGHERO – E’ comprensibile che dopo le tante delusioni in particolare di territori svantaggiati come la Sardegna sia cresciuta a dismisura la cosi detta “antipolitica”. Però, a prescindere dalle appartenenze e tifoserie, se si hanno i mezzi per comprendere le differenze tra i vari attori in campo, in questo caso i candidati alle varie assisi, emergono qualità e negatività. Ieri, nell’occasione dell’incontro di Forza Italia Alghero in vista del voto europeo di domenica, con ospite il deputato uscente e ricandidato con gli azzurri per Bruxelles Salvatore Cicu, si è potuto assistere a degli interventi di grande valenza politica.

Il tema non poteva che essere l’Europa. Da troppi vista come un nemico, mentre altre regioni, come ad esempio pure la Puglia, hanno compreso il suo valore e stanno avendo, di fatti, uno sviluppo mai visto. Temi e passaggi evidenziati dalle parole di Marco Tedde, del candidato a sindaco del Centrodestra Mario Conoci e dallo stesso Cicu: in un periodo di estrema difficoltà come questo è doveroso rafforzare quella cinghia di trasmissione tra la nostra Isola e il Governo del Vecchio Continente. Se così ci farà, è stato detto, ne potremmo trarre solo grande giovamento.

Nella foto e video l’incontro di ieri con Salvatore Cicu

S.I.

Più Sardegna in Europa con Cicu |foto e video

ALGHERO – Un incontro molto partecipato quello organizzato ieri dal candidato di FI al Parlamento europeo Salvatore Cicu, che presso la sede di FI con l’ex sindaco Tedde e il candidato a sindaco della coalizione di centrodestra, sardista e civica Mario Conoci  ha incontrato i sostenitori di FI e alcuni rappresentanti dei partiti dell’area moderata. Presenti all’incontro anche i rappresentanti dell’area moderata a sardista che sostengono Cicu ovvero Alberto Bamonti (Riformatori), Gavino Tanchis (Pds), l’ex-consigliere comunale Franco Manconi e pure altri rappresentanti dei partiti di centro. Mentre, Lelle Simula di Fratelli d’Italia, sostiene la candidata Zedda.

“Più Sardegna in Europa per superare il gap insulare” è  stato il leitmotiv dell’incontro.  “Mi candido per proseguire Il lavoro avviato e attuare le azioni politiche messe in campo in questi cinque anni -ha precisato Cicu-. Cinque anni di importanti obbiettivi raggiunti, a partire dal riconoscimento della condizione di insularità e alla riscrittura delle regole per la salvaguardia delle eccellenze regionali e della tutela dell’agroalimentare, per arrivare  alle misure per tutelare le piccole e medie imprese e a quelle per ridurre i prezzi dell’energia nel mercato europeo.

“La prossima sarà una legislatura fondamentale per cambiare questa Europa che è indispensabile ma ha necessità di essere svecchiata e avvicinata ai cittadini -ha dichiarato Tedde-. Secondo Tedde Cicu si propone a pieno titolo, e forte dei risultati raggiunti nella precedente legislatura, per rappresentare a Bruxelles i moderati sardi in questa azione riformatrice. “Non ci piace questa Europa -ha attaccato Conoci-. Ma per confrontarsi con gli Stati Uniti, la Russia e la Cina occorre rafforzare la coesione del vecchio continente, con una azione riformatrice che punti a creare una vera comunità di popoli uniti nelle differenze, a superare gli egoismi e a liberare l’Europa dai vincoli della grande finanza.

“Vogliamo investire su Cicu che con esperienza e competenza ha la possibilità di proseguire nella sua azione di tutela della Sardegna senza dover passare attraverso le forche caudine della burocrazia di Bruxelles -ha  sottolineato Tedde-. Con Cicu andiamo in Europa per superare i problemi dell’insularità che si ripercuotono drammaticamente sulla competitività delle imprese, sulla mobilità di lavoratori, studenti, turisti e ammalati e sul costo delle merci e della energia. Abbiamo necessità di una vera fiscalità di vantaggio e di facilitazioni reali sulla continuità territoriale marittima e aerea. Cicu ci deve aiutare in questa svolta -ha chiuso Tedde-.” –  

Nella foto di ANDREA MANCA e video l’incontro di ieri e le parole di Marco Tedde

S.I.


Sport in agonia, Alghero merita di più

ALGHERO – “Da appassionato, dirigente e praticante non posso che partire con la mia personale campagna elettorale dallo sport”. Così Giovanni, noto Nanni, De Rosa, candidato nei Riformatori Sardi a sostegno di Mario Conoci sindaco, su uno dei comparti che ha subito, tra i tanti, un arretramento neanche pensabile fino pochi anni fa con lo Sport che si trova ridotto ai minimi termini. In agonia.

“Un settore che, com’è evidente, rappresenta una moltitudine di aspetti positivi per una società. Non solo intrattenimento e svago, ma anche occasione di impegno sociale e perfino creazione di virtuose situazioni utili a fare economie e sviluppo. Certo, vista la condizione in cui versa oggi questo comparto ad Alghero, queste mie parole paiono quasi utopiche. E forse, purtroppo, adesso lo possono essere”.

“Ma non possiamo, non posso arrendermi e accettare la condizione attuale di un settore su cui si basa la crescita di un città e in particolare delle sue forze fresche: ovvero i tanto acclamati, ma troppo trascurati, giovani. Per questo mi chiedo come è possibile che ad Alghero, una città in cui in passato diverse società hanno militato a livello nazionale in numerosi sport (su tutti rugby, basket e calcio), lo sport stia praticamente morendo? Oltre la crisi che ha investito il settore un po’ ovunque, c’è stata sicuramente una “lontananza” e trascuratezza da parte dell’ultima amministrazione comunale di Centro-sinistra: palestre inagibili, campi sportivi senza le necessarie autorizzazioni, mancanza di incentivi per lo sport e per l’organizzazione di eventi ludico-sportivi”.

“Lo sport, come detto, è uno degli aspetti più importanti nella formazione di un giovane, attraverso l’insegnamento di principi e valori che uniti a quelli della famiglia e della scuola formeranno gli adulti del domani. Da qui parto e garantisco massimo impegno affinché lo sport, tutto, ritorni ad avere l’attenzione che merita anche tramite connessioni con l’attuale Giunta Regionale e con la riattivazione di prolifici circuiti virtuosi tra pubblico e privato”.

Nella foto Nanni De Rosa

S.I.

Voto, incontri. Conoci in Piazza Civica

ALGHERO – Weekend di presentazioni e incontri in vista delle elezioni comunali di domenica 16 giugno. Stasera triplo appuntamento: alle 18,30 nella sala conferenze di San Francesco ci sarà la prima uscita pubblica della ricandidatura a sindaco di Mario Bruno, mentre alle 19 nella sede di via Sebastiano Satta angolo via Mazzini ci sarà la presentazione della lista di Noi con Alghero che vede condotta da Emiliano Piras e Maria Grazia Salaris. Praticamente in contemporanea si terrà in piazza della Misericordia nel centro storico di Alghero la grande festa per la chiusura della campagna elettorale per le Europee della candidata algherese della Lega Sonia Pilli. Durante la serata, alla presenza dei presidenti Christian Solinas e Michele Pais, saranno presentate anche le liste della Lega e del Partito Sardo d’Azione.

Mentre domani, sabato 25 maggio, alle ore 10,30,  al Caffè Costantino nella Piazza Civica si terrà l’incontro, conferenza stampa di presentazione della candidatura a sindaco di Mario Conoci e della coalizione di centrodestra, sardista, autonomista e civica per le elezioni comunali dell prossimo 16 giugno 2019. Saranno presenti il candidato sindaco e i rappresentanti delle 8 liste della coalizione che sostengono Mario Conoci.

Nella foto il candidato a sindaco del Centrodestra Mario Conoci

S.I.

Voto, Bruno: incontro pubblico

ALGHERO – E’ in programma domani, venerdì 24 maggio – ore 18, nella sala convegni del Chiostro San Francesco, la prima uscita pubblica del Primo cittadino con tutta la coalizione civica di Centrosinistra. Con Mario Bruno ci saranno i referenti dei partiti e movimenti che sostengono la candidatura del Sindaco e autorevoli rappresentanti della città di Alghero. Si parlerà di programmi, dei progetti e delle sfide che attendono gli Algheresi e il territorio.

“Abbiamo creato una città più produttiva, più pulita e più bella e l’abbiamo fatto tutti insieme, mettendo le basi a un nuovo progetto che oggi è sotto gli occhi di tutti. Non abbiamo mai smesso di confrontarci con le persone. Ed è proprio tra le persone che vogliamo continuare a stare. Dobbiamo sentirci tutti coinvolti perché ognuno di noi è primo cittadino di questa meravigliosa città”.

Nella foto Mario Bruno

S.I.

Usai incendia Bruno: sindaco fallimentare

ALGHERO – E’ un fiume un piena Antonello Usai. E non poteva essere altrimenti. Del resto tutti, o quasi, nel panorama politico non solo algherese attendevano, tra gli altri sviluppi, cosa avrebbe fatto l’Udc. Dopo aver contribuito, in maniera fattiva a far vincere alle scorse elezioni Mario Bruno, ha da tempo preso le distanze. “A noi non interessa niente di lui (del sindaco uscente ndr), noi volevamo solo che portasse a compimento le tante questioni ancora aperte e indicate nel programma che, invece, è stato totalmente disatteso, a questo punto noi tenendo rotta unicamente il bene degli algheresi non potevamo che fare la scelta che abbiamo fatto e in maniera convinta ovvero sostenere Mario Conoci sindaco nel Centrodestra“.

Sempre Usai ha poi elencato quelle che sono diventare le tante, troppe, “incompiute”: niente strada 4 corsie, niente circonvallazione, ospedale e sanità (condizione di emergenza totale), assenza parcheggi, caval marì, colle del Balaguer, ex-caserma (immobile costato alle casse pubbliche oltre 2milioni di euro che è stato lasciato diventare un centro sociale), immobili borgate (mai messo un centesimo di bilancio per metterli a reddito), campo da calcio di Fertilia (totale abbandono e borgata senza spazi per i bambini per fare sport), ex-cotonificio (ancora oggi non è stato fatto quanto promesso), edilizia agevolata (mancata realizzazione di strutture), campo rom (bonifica annunciata, ma mai realizzata), centro anziani (abbandonato e oramai depredato dai vandali) e poi niente Puc, niente Pul, niente Piano Commercio “tutte cose che, solo due mesi fa, diceva che sarebbero stati realizzate”, ma ancora Usai, “ma invece niente è stato fatto, queste dunque sono bugie”.

E poi “senza considerare le mancate scelte su Maria Pia, realizzazione di strutture ricettive e campi da golf e altre condizioni pessime per la città”. E allora spiega Usai, “come potevamo stare accanto ad un uomo (solo al comando, qual è lui) che non ha realizzato quanto promesso e infatti alla fine è rimasto solo, dopo aver cambiato pure una sfilza di dirigenti, a parte il sostegno di coloro che fino poco tempo fa erano i suoi più acerrimi nemici (Partito Democratico) e la sinistra estrema algherese”. Per argomentare ancora meglio il suo pensiero Usai ha ricordato le parole del segretario Salis che, solo pochi mesi fa, si scagliava contro Bruno visto il mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Infine, e non poteva essere altrimenti, un passaggio sulla vicenda giudiziaria che ha visto pure lo stesso Bruno ricordare nella sua conferenza stampa che “il percorso amministrativo ha visto diversi problemi tra cui perfino degli arresti”. Usai ha ricordato e ribadito che “le mani sono pulite e non c’è alcun provvedimento che possa dire il contrario e addirittura, riguardo la mia vicenda, le parole del Giudice indicano che ho fatto quanto riportato per cercare visibilità”. E qui risate. Perchè, questo è palese, ad Usai la notorietà non manca certo. Forse, come commentato da alcuni dei suoi, “è stato troppo ingenuo e volenteroso du portare a compimento i progetti annunciati, ma non doveva accettare ruoli che poi hanno causato più problemi che altro”.

Ma quello oramai è il passato. L’Udc guarda al presente e futuro con una squadra che è un mix di esperienza, rinnovamento e conoscenza. Dalla dottoressa Nina Ansini fino all’avvocato Lelle Salvatore, dalla consigliera uscente Donatella Marino fino all’ex-professoressa e dirigente scolastica Marisa Castellini. E poi i giovani Mauro Di Napoli, Federica Spano e l’ex-consigliere comunale Gianni Cecconello. E poi l’ingresso dell’ex-assessore e leader centrista Gianni Cherchi che ha deciso di “sposare” il progetto dell’Udc e del candidato a sindaco Mario Conoci che h ricordato il grande lavoro, impegno e lungimiranza di Antonello Usai e in generale dell’Udc “volto a mantenere unita la coalizione di Centro-destra sardista e di ampliarla anche ad altre forze di centro e civiche in un patto per Alghero per andare la peggiore amministrazione di sempre guidata da Mario Bruno”. E per chiudere. “Mai si era visto ad Alghero che una coalizione che avesse addirittura 8 liste a sostegno di un candidato a sindaco, per questo il Centrodestra e Conoci vinceranno al primo turno”, cosi hanno chiosato e sentenziato dal quartiere generale dello Scudo Crociato.

Nella foto l’incontro di della presentazione della lista dell’Udc

S.I.

Dopo disastri Bruno, Centrodestra unica scelta

ALGHERO – “Ad Alghero per vincere al Primo Turno. Noi garantiamo azioni concrete e impegno continuo. Presto Giorgia Meloni, ma prima vincere Europee”. Cosi deputato di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda che ieri è giunto ad Alghero per supportare la candidatura a sindaco di Mario Conoci e ovviamente del partito di sua appartenenza. I lavori sono stati introdotti da Ennio Ballarini e poi è spettato al consigliere regionale Nico Mundula, il coordinatore provinciale Emanuele Beccu per poi passare al candidato a Primo Cittadino che è stato accolto dagli applausi

“Sono venuto ad Alghero per vincere al primo turno. Presentata la lista di #fratelliditalia#alghero con Mario Conoci Sindaco, una nuova avventura per il nostro movimento, che ha visto l’ingresso e l’accordo di Azione Alghero e @Marco Di Gangi. Da una parte si rinsalda una coalizione di centrodestra autonomista e sardista con Fratelli d’Italia protagonista di una crescita continua nei territori, una coalizione che trova il legame tra le sue varie anime, sui valori quali l’identità, l’amore per la propria terra e il sentimento puro per lavorare per la propria comunità. Ad Alghero così come alla Regione Sardegna dove non si è perso tempo per litigi o incomprensioni tra partiti, ma perché a partire dal Christian Solinas_presidente a comprendere ed a affrontare le vertenze e i disastri lasciati dal centrosinistra”.

“Ho ricordato come il centrosinistra abbia abbandonato l’aeroporto di Alghero e ho ricordato inoltre come recentemente, in audizione nella commissione trasporti una Deputata PD bollo’ come perdita di tempo parlare ai commissari straordinari di Alitalia della continuità territoriale e del nostro bisogno di collegare ogni parte d’Italia. Fu il sottoscritto a chiedere e ricordare l’importanza di Alghero, Olbia, Cagliari collegate con Torino, Trieste, Ancona, Bari, Palermo. Dopo qualche settimana ecco i collegamenti Trieste Alghero con grande pubblicità in Friuli. O come il centrosinistra ha lasciato cadere nel vuoto il lavoro del Presidente della Camera di Commercio nord ovest per collegare Alghero San Pietroburgo. Insomma tanti fatti che dimostrano la necessità di avere come Amministrazione Comunale chi preferisce parlare con i fatti contro chi oramai deve nascondere il proprio passato”.

“Un attenzione particolare per Fertilia, città di fondazione che accolse i nostri connazionali istriani, sede di un patrimonio architettonico e ambientale come pochi. Grazie ad Ennio Ballarini Adriano Grossi Alessandro Cocco tutti i nostri candidati e gli amici che ci sostengono sempre. Avanti Alghero”.

L’incontro è stato aperto con l’inno di Mameli cantato in piedi da tutti con la mano sul cuore. Dopo l’elenco della lista che tra gli atri vede, ovviamente, il leader della destra cittadina Adriano Grossi, il ritorno di Christian Mulas, il noto commerciante Lelle Simula, la libera professionista Sefora Salis, l’altro noto commerciante Maurizio Papa, l’operatrice sanitaria Alessandra Erbì.

Nella foto l’incontro di ieri

Calcio e fornelli ad Olmedo

ALGHERO – Una giornata all’insegna della solidarietà quella che ha visto protagonisti, il 16 maggio scorso, all’Istituto penale minorile di Quartucciu i Giovanissimi del Cagliari Calcio e alcuni “professionisti” tra i fornelli e non solo. Prima una partita tra i Giovanissimi del Cagliari, guidati per l’occasione da Bernardo Mereu, responsabile del progetto “Cagliari Football Academy” e alcuni ragazzi dell’Istituto minorile, poi un pranzo a base di pizza.

Tra i fornelli i ragazzi dell’Istituto hanno aiutato fattivamente lo chef William Pitzalis, cuoco del Cagliari Calcio, e i tre pizzaioli Angelo Ghiani, Marco Mulas e Omar Arras, quest’ultimo di Olmedo. A dare una mano per la buona riuscita della giornata anche alcune associazioni di volontariato. Iniziativa che si è conclusa con un emozionante momento di condivisione dei ragazzi aventi all’incirca la stessa età ma con vissuti e strade di vita completamente diverse.

S.I.

Alghero, Goboony alternativa al classico camper

ALGHERO – Fino a poco tempo di tempo fa la possibilità di fare un viaggio in camper era riservata solo ad alcune persone visti i costi eccessivi sia dell’acquisto sia di un eventuale noleggio. Oggi arrivano delle soluzioni rivoluzionarie che aprono le porte a tutti, dando a chiunque l’opportunità di partire in camper a prezzi molto più ragionevoli. Si parla, infatti, di condivisione camper e sharing mobility, un fenomeno che sta prendendo sempre più piede e che si concentra sulla condivisione di beni e servizi piuttosto che sul possesso degli stessi.

Un esempio è Goboony che offre una soluzione alternativa al classico noleggio camper , proponendo una piattaforma capace di mettere in contatto diretto proprietari di camper e viaggiatori. E finalmente questa novità arriva anche ad Alghero! Infatti, ci sono già tanti proprietari della zona e tantissime richieste che arrivano da viaggiatori desiderosi di visitare Alghero e dintorni.

Per assicurare sicurezza ed affidabilità, Goboony offre un’assicurazione specifica per questo tipo di condivisione, un sistema di pagamenti sicuro ed un servizio di assistenza. In questo modo, chiunque potrà fare una vacanza in camper anche se non ne possiede uno suo e, dall’altra parte, i proprietari avranno modo di ammortizzare i costi per il mantenimento del veicolo, facilitando il suo utilizzo ad altri nei periodi in cui lo stesso non lo usa.

Questa idea nasce dall’esperienza personale di due olandesi, Mark e Foppe, i quali si sono conosciuti in Nuova Zelanda proprio durante un viaggio in camper con le rispettive famiglie. Da qui è scaturita la voglia di poter condividere la loro passione con altre persone e aprire a tutti la possibilità di poter sperimentare un’esperienza simile.

Viaggiare in camper è sinonimo di libertà. Quella libertà che ti permette di decidere tu dove andare e quando farlo, cambiando anche programmi all’ultimo minuto. Senza alcun limite di orari, treni, check-in o limitazioni di tappe. Infatti, se durante il percorso scopri un posto meraviglioso e decidi di fermarti almeno una notte in più, puoi farlo senza alcun problema. Stessa cosa se, al contrario, arrivi in un posto che non ti entusiasma molto e delude le tue aspettative, puoi rimettere in moto il motore e partire per la prossima avventura in qualsiasi momento.