Conoci Sindaco, Lega al mercato

ALGHERO – Domani 8 giugno alle ore 10,30 presso il mercato civico di via Cagliari, il segretario regionale della Lega, On. Eugenio Zoffili, il Presidente del Consiglio regionale, On. Michele Pais e il vice commissario regionale, On. Dario Giagoni, il candidato sindaco del centrodestra Mario Conoci incontreranno la stampa e i cittadini, per la presentazione alla città dei candidati della LEGA per le comunali di Alghero.

Nella foto Michele Pais

S.I.


Priorità Puc, ma taglio col passato |video

ALGHERO – La Lega, come noto, ha fatto la scelta di creare una lista con molti, se non quasi tutti, volti nuovi della politica. Almeno riguardo le “candidature”. Infatti ci sono figure, come Domenico Trifirò che, seppur all’esordio davanti all’elettorato, è da qualche anno parte attiva nel partito di Salvini ad Alghero. Libero professionista, impegnato in vari settori della società, ha deciso di tentare l’ingresso in Consiglio Comunale per continuare in quel processo di cambiamento avviato dalla Lega su tutto il territorio nazionale. Per Trifirò una delle priorità è il Piano Urbanistico Comunale, ma non prima di aver fatto una ricognizione delle motivazioni e questioni che ne hanno impedito, ad oggi, l’adozione. E, in quest’ottica, “vanno anche riviste alcune decisioni prese da certa politica che sono obsolete e non paiono rientrare nel bene comune, ma semmai nell’opposto”, ha dichiarato l’esponente della Lega che abbiamo intervistato con Algheronews.

Nella foto e video Domenico Trifirò

S.I.

Propaganda Bruno sotto accusa

ALGHERO – Questa mattina conferenza stampa del Centrodestra Sardista per illustrare le motivazioni dell’esposto-denuncia contro l’Amministrazione Bruno riguardo irregolarità nella realizzazione della propaganda elettorale da parte del sindaco uscente. Ecco le motivazioni per cui è stata avviata l’azione censoria.

“L’articolo 9, comma 1, della Legge 22 febbraio 2000, n. 28 (Disposizioni per la parità d’accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica) dispone che a far data dalla convocazione dei comizi e fino alla chiusura delle operazioni di voto, è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni. La norma dispone, inoltre, che nei trenta giorni antecedenti l’inizio della campagna elettorale, e per tutta la durata della stessa, è vietato a tutte le pubbliche amministrazioni di svolgere attività di propaganda di qualsiasi genere, ancorché inerente alla loro attività istituzionale. Tale obbligo è stato in più occasioni ribadito anche dalla Prefettura di Sassari con propria nota relativa alle indicazioni operative sulla propaganda elettorale.

La norma in questione è stata più volte violata dall’Amministrazione Comunale in carica.1. Nuovi inserimenti CRA – Con determinazione n. 1505 del 18/05/2019 è stato approvato l’avviso pubblico per la presentazione di domande di inserimento di uomini e donne autosufficienti presso il Centro Residenziale per Anziani di Alghero avente attualmente e provvisoriamente la propria sede presso l’ex Ostello della Gioventù di Alghero. Si rileva che non era indispensabile che il suddetto avviso del 18/05/2019 venisse pubblicato nelle settimane precedenti la data del voto fissata per il 16 giugno 2019, posto che la sede originaria e naturale del Centro Residenziale per Anziani è inagibile e che attualmente gli anziani sono collocati dal settembre 2018 presso l’ex Ostello della Gioventù, dove vivono in condizioni di estremo disagio e precarietà. Tale stato non rende possibile consentire nuovi inserimenti in una struttura inadeguata la cui destinazione d’uso risulta ancora essere turistico-ricettiva e non socio-assistenziale. Peraltro, successivamente alla pubblicazione dell’avviso, la stampa locale ha data ampio risalto alla notizia. Pertanto, la pubblicazione del predetto avviso a ridosso della data fissata per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale avrebbe esclusivamente finalità propagandistiche ed elettorali con grave violazione delle norme contenute nella Legge 28/2000.2. Premi ai dipendenti comunali – Con deliberazione di G.C. n. 194 del 19/05/2019 la Giunta approva una serie di progetti con la finalità, si legge nell’atto giuntale, di “attivare nuovi progetti di riorganizzazione dei servizi, finalizzato all’accrescimento di quelli esistenti, comportanti un aumento delle prestazioni del personale in servizio;”. La deliberazione prevede la costituzione di un fondo salario accessorio dei dipendenti per un totale di € 29.000,00. Cioè un fondo dal quale verranno pagati premi in denaro ai dipendenti partecipanti ai progetti approvati dalla Giunta. Anche in questo caso risulta alquanto sospetto il momento in cui tale decisione è stata assunta e formalizzata. A ridosso della data prevista per il voto quando poteva essere assunta in qualsiasi momento precedente, durante i cinque anni di mandato. In data 19/05/2019 viene approvata la deliberazione di G.C. n. 194 in data 16/06/2019 si voterà. Anche in questo caso, l’atto pare violare la Legge 28/2000. La decisione pare più finalizzata ad assicurarsi un consenso elettorale presso i dipendenti comunali che concrete esigenze funzionali ed organizzative.3. Ristrutturazione immobile S. Marco – Con deliberazione di G.C. n. 149 del 19/04/2019 è stato deciso di acquisire dalla società IGEA S.p.A. un immobile sito in località S. Marco al fine di destinarlo a sede abitativa dei ROM presenti sul territorio comunale di Alghero. L’atto della Giunta autorizza, inoltre, il dirigente del Settore Sviluppo Economico del Territorio ad eseguire sul predetto immobile i lavori necessari per renderlo agibile con una spesa di € 20.000,00. Anche in questo caso la decisione della Giunta si colloca temporalmente nel periodo immediatamente precedente quello dell’indizione dei comizi elettorali”.

2

Piano Fertilia subito: rilancio turistico

ALGHERO – “Il rilancio di Fertilia in chiave turistica è certamente uno degli obbiettivi strategici che la futura amministrazione comunale dovrà perseguire”. Così Mario Conoci candidato a Sindaco della coalizione autonomista, sardista e civica.

“Nel  2010 la Giunta di centrodestra sardista varò un piano da 2 milioni di euro per il recupero per fini turistici di edifici storici di Fertilia. Da allora non abbiamo avuto più notizie circa l’iter di attuazione di questo importante strumento di sviluppo. Il piano prevede per Fertilia, il cui nucleo originario è a tutti gli effetti un “centro storico” di straordinaria valenza architettonica, la destinazione a futura sede del Festival Internazionale del Cinema della Riviera del Corallo e di sede stabile della Scuola Regionale di Cinematografia”.

“Il progetto pilota contiene concrete proposte progettuali tese a migliorare la qualità urbana, attraverso la riqualificazione a fini turistico-ricettivi ed economico-commerciali, della borgata marina di Fertilia che rappresenta, come detto, forse l’unica delle “città di fondazione” realizzate nell’epoca fascista che ha conservato intatti i caratteri dell’architettura razionalista del ventennio”.

“Il Piano d’Azione – sottolinea Conoci – prevede il recupero di immobili, in stato di conservazione fatiscente, attraverso operazioni di permuta di alcune aree edificabili in cambio di opere di ristrutturazione architettonica e urbanistica da parte di privati da individuare con gare ad evidenza pubblica”. 

“È, pertanto, strategicamente rilevante per lo sviluppo di Alghero proseguire sul percorso tracciato quasi dieci anni fa dall’Amministrazione di centrodestra sardista a guida Tedde e inspiegabilmente interrottosi col l’amministrazione attualmente in carica. Noi riprenderemo a seguire l’iter amministrativo di attuazione del piano di riuso il cui completamento consentirà di rilanciare in chiave turistica Fertilia ed una parte importante del territorio di Alghero per troppo tempo trascurata. – ha concluso Conoci.”. 

Nella foto Mario Conoci

S.I.

“Folklore sardo ad Alghero”

ALGHERO – “Portare il folklore sardo ad Alghero è uno dei miei obiettivi. E perché no, Alghero può essere per i turisti una attrazione anche con le maschere e i costumi sardi. Per rendere l’idea, intendo che a Carnevale anche Alghero debba essere importante e attrattiva come Tempio e Bosa ad esempio”. Cosi Claudio Sini candidato con Fratelli d’Italia a sostegno di Mario Conoci sindaco nel Centrodestra.

“Inoltre ho un altro progetto nel cuore, e spero di realizzarlo il prima possibile con la prossima amministrazione di Mario Conoci (dato che con quella di Bruno non è stato possibile organizzare nemmeno un semplice concerto con la sua politica turistica da anziani ha portato solo silenzio) portare il carnevale sardo in estate ad Alghero, con una sfilata di costumi e maschere nel centro di Alghero e anche nelle periferie”.

Nella foto Claudio Sini

S.I.

Propaganda Bruno, denuncia a Prefettura e Agcom

ALGHERO – La calma (apparente) di una campagna elettorale tutto sommato molto soporifera sarà, inevitabilmente, rotta dalla conferenza stampa che si terrà ad Alghero, domani giovedì 6 giugno, alle ore 10, nella sala Rossa presso il Palazzo Civico di via Columbano. In quella occasione la coalizione di centro-destra sardista, autonomista e civica illustrerà i contenuti dell’esposto all’Agcom ed alla Prefettura di Sassari, in relazione ad alcuni gravi abusi e violazioni in materia di propaganda elettorale da parte dell’amministrazione Bruno.

Nella foto Mario Bruno

S.I.

Lega da record. Salvini ad Alghero

ALGHERO – Per la prima volta, probabilmente da quando esiste il sistema maggioritario, il Centrodestra supera il 50%. A certificarlo è l’ultimo sondaggio di Swg per il Tg de La 7 di Mentana. Grazie al boom della Lega che, nonostante sia presa di mira da continui attacchi da parte di quasi tutti i media, continua la sua ascesa. Senza sosta a ridosso oramai della cifra storica, sfiorata dalla Forza Italia dei tempi d’oro e dal Pd di Renzi, del 40%. Con il totale di quasi il 14% tra gli azzurri e Fratelli d’Italia, la coalizione che guida la Regione Sardegna e che ad Alghero sostiene Mario Conoci sindaco, arriva del sondaggi a sfondare la cifra della metà dei sentiti nel sondaggi.

Per quanto riguarda gli altri partiti, è sempre più crollo per 5 Stelle (al 17,5%), mentre continua la crescita del Partito Democratico che raggiunge il 23%. Nel frattempo, in vista delle elezioni amministrative in Sardegna, dove si vota in centri importanti come Cagliari, Sassari e Alghero, è previsto a breve l’arrivo di Matteo Salvini (compresa tappa nella Riviera del Corallo) e pure della leader nazionale di Fdi Giorgia Meloni.

Nella foto la scorsa tappa di Salvini ad Alghero con l’invasione di Piazza Pino Piras

S.I.

Stop populismi e disegniamo Alghero

ALGHERO – «Con Joan Busquets, uno dei più grandi urbanisti, pianificatori e progettisti internazionali, disegneremo la città del futuro». È l’impegno di Enrico Daga, candidato consigliere comunale del Partito democratico. Capolista e dirigente del Pd, è il fautore della ricomposizione del centrosinistra in vista delle elezioni amministrative del 16 giugno, ricollocando il partito nella sua posizione più naturale, alla guida di un’area politica che basa la sua idea di sviluppo della città su punti fermi come la sostenibilità, la solidarietà, l’innovazione e la valorizzazione delle eccellenze artistiche, culturali, artigianali e produttive. Un progetto «che si oppone con fermezza ai populismi, alla demagogia e alla retorica salviniana a chiare tinte xenofobe», afferma Daga.

Dopo cinque anni Enrico Daga e il Pd hanno scelto di contribuire alla ridefinizione di un programma e alla costruzione di un’alleanza per portare a termine il lavoro da fare, ma «con #unaltropasso, come recita il moto che ho scelto per gettarmi di nuovo nella mischia», spiega. Daga ha scelto di concentrarsi sui temi chiave dello sviluppo di lungo periodo di Alghero. «Ci lasciamo alle spalle definitivamente i lustri caratterizzati l’era dell’edilizia e dei metri cubi senza controllo, della mancanza di regole, della mancata visione di futuro – dice – per riscoprire il piacere che nasce dall’amore dei luoghi, dell’identità e della competenza, ripensando le città come luogo dell’abitare, del crescere e del vivere bene».

Piazze, parchi, piste ciclabili, nuove reti di bus elettrici inserite in trame di strade ombreggiate e dentro un disegno di mobilità di area vasta, la circonvallazione periferica che si trasforma in un boulevard urbano, «a vantaggio della vivibilità di una periferia troppo pesante e problematica per una città di soli 43mila abitanti», afferma, immaginando «un porto che accoglie crociere di media scala e di elevata qualità dei visitatori, un lungomare che da Fertilia raggiunge il Calabona passando per lo stagno del Calich, Maria Pia e la sua pineta, il Lido, il porto, i bastioni, il lungomare Dante e il Colle del Trò». Grazie al nuovo modo di ridisegnare la città, col supporto di chi per esperienza e vocazione è in grado di avere una prospettiva aperta e internazionale come quella che Daga invoca da sempre per Alghero, «ci sarà un nuovo modo di accogliere i turisti, in una città più bella, più accogliente, per residenti e ospiti».

Secondo il capolista dem «l’area marino-costiera, il Parco naturale regionale di Porto Conte e il vasto sistema rurale sono gli ingredienti fondamentali del riscatto della città». Enrico Daga sposta lo sguardo verso l’orizzonte più lontano. «Le torri, le mura, lo stagno, Fertilia, Maria Pia e piazzale della Pace, tanto per fare degli esempi, sono grandi opportunità per un territorio di eccellenza non solo per l’economia della vacanza», aggiunge. «Questo processo di rigenerazione urbana, fondato sulla sapiente riqualificazione di quello che c’è per favorire una nuova residenzialità – conclude – è la grande sfida per una nuova città possibile».

Nella foto Enrico Daga

S.I.

La Step continua ad operare ad Alghero?

ALGHERO – “Son passati oramai 4 mesi dal fatidico giorno in cui la maggioranza che sostiene Mario Bruno si è ritrovata, non per la prima volta, ad essere minoranza, andando sotto, e ciò nonostante il Consiglio comunale si tenesse, ormai abitualmente, in seconda convocazione. Ci si riferisce alla seduta del 5 febbraio 2019, nella quale l’opposizione riesce ad ottenere un provvedimento favorevole ai cittadini algheresi, nonostante l’ostruzionismo abituale della maggioranza, o per essere più precisi, di quella rimasta”. Cosi l’avvocato Giovanni Antonio Spano candidato a consigliere comunale in Forza Italia Alghero con Mario Conoci Sindaco che interviene su un altro tema cruciale che ha sollevato già diverse polemiche.

“Il riferimento è diretto ad un argomento particolarmente sentito dai cittadini: le vessazioni della Step, società a cui il Comune ha affidato l’accertamento e la riscossione coattiva dei tributi. La convenzione con tale Società, fortemente voluta da Mario Bruno nonostante le iniziali e forti perplessità, anche tra le file della sua coalizione, scatenò furibonde polemiche, proteste e dibattiti per il modo d’operare di tale agenzia. Questa infatti, basandosi su controlli approssimativi e superficiali, si scatenò inviando agli algheresi una miriade di quelle che vennero giustamente definite “cartelle pazze”.

“Così, dopo tante proteste dei cittadini, unite al sapiente lavoro dell’intera opposizione, quella vera, in seno al Consiglio Comunale si giunse al 5 febbraio 2019, giorno in cui clamorosamente l’opposizione in Consiglio riesce a fare approvare una mozione che impegna il sindaco Bruno e la sua Amministrazione all’annullamento delle “cartelle pazze, alla revoca dell’affidamento del servizio di accertamento alla Step e alla re-internalizzazione del medesimo servizio alla Secal”.

“Ora, anche alla luce della professione da me svolta, un numero considerevole di cittadini, mi riferiscono che la Step, ricorrendo a comunicazioni per telefono, di dubbia correttezza, stia riprendendo a tormentare i cittadini algheresi, che a questo punto, si chiedono se questa società di riscossione abbia ancora l’autorità per promuovere tali richieste”.

“Sarebbe opportuno capire quale sia il peso che l’amministrazione Bruno riconosce alle delibere consiliari, visto e considerato l’ennesimo disatteso impegno di questa amministrazione, in barba alle più elementari regole di osservanza dei provvedimenti amministrativi. In ogni caso c’è da star tranquilli, infatti, dopo il 16 giugno, in attuazione del programma della coalizione di centro destra, uno degli obiettivi sarà quello di sciogliere l’appalto in essere con la Step”.

Nella foto Giovanni Antonio Spano

S.I.

4 corsie e porti, Frongia ad Alghero

ALGHERO – Lunedì 3 giugno l Assessore ai Lavori Pubblici Roberto Frongia sarà presente ad Alghero. Programma: ore 15.30 sovraluogo strada Alghero -Sassari, ore 17.00 sovraluogo porto di Fertilia, ore 18.00 sovralluogo porto di Alghero, l’Assessore comunicherà l’aggiornamento sulla situazione tecnico/ economica delle infrastrutture. Sarà accompagnato dal Consigliere Regionale Aldo Salaris, dal Coordinatore Regionale Pietro Fois e dal Capo di gabinetto Vincenzo Coorrias e dal vice-coordinatore e candidato a consigliere comunale ad Alghero, Andrea Montis.

Nella foto Roberto Frongia

S.I.