Elezioni, Fi Alghero al lavoro

ALGHERO – Si è tenuta nei giorni scorsi, presso la sede elettorale di Forza Italia Alghero, nei locali dell’ex Giudice di Pace, la riunione del Direttivo e del Coordinamento cittadino. All’ordine del giorno i temi riguardanti i tavoli di coalizione che, da diverse settimane, si susseguono costantemente al fine di definire gli aspetti politici e programmatici in vista dei prossimi appuntamenti elettorali; ma soprattutto per discutere le molteplici proposte provenienti dai tavoli di commissione predisposti dagli azzurri algheresi e volti a trattare le principali criticità cittadine così da conformare il programma elettorale da sottoporre ad alleati e cittadini. Continuano, intanto, le interlocuzioni frequenti con le parti sociali e produttive del nostro territorio. Niente verrà lasciato al caso ma elaborato e conformato sulle reali esigenze della nostra città.

Nella foto un incontro di Forza Italia Alghero

S.I.

Ufficiale, giovedi Consiglio Regionale

CAGLIARI – La prima seduta della XVI legislatura del Consiglio regionale si terrà giovedì 4 aprile alle ore 10,30. Il presidente della Regione Christian Solinas ha firmato oggi il decreto per fissare la data dell’insediamento della nuova Assemblea regionale. La prima seduta del Consiglio sarà presieduta dal consigliere più anziano di età Giorgio Oppi (Udc). I quattro consiglieri più giovani (Andrea Piras, 28 anni della Lega, Michele Ciusa, 30 anni Movimento 5 stelle, Alessandro Solinas, 30 anni Movimento 5 stelle, Eugenio Lai, 33 anni Leu) saranno chiamati a svolgere la funzione di segretario.

Sarà, quindi, costituito l’Ufficio di presidenza provvisorio, seguiranno il giuramento dei consiglieri regionali, le comunicazioni del presidente della Regione e il giuramento degli assessori regionali. L’ultimo punto all’ordine del giorno della seduta prevede l’elezione del presidente del Consiglio regionale. La maggioranza richiesta è di due terzi dei componenti l’Assemblea (40 voti su 60) e la votazione si svolgerà a scrutinio segreto. Se nessuno riporterà detta maggioranza, si procederà, entro i successivi tre giorni, ad una nuova votazione nella quale è richiesta la maggioranza dei due terzi dei votanti, computando tra i voti anche le schede bianche. Dal terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta dei componenti (31 su 60).

Nella foto Consiglio Regionale

S.I.

Manca il confronto, 5 Stelle addio

ALGHERO – Terremoto in casa 5 Stelle ad Alghero. I pentastellati catalani perdono Nadia De Santis. Una delle figure più importanti del movimento vista anche la recente candidatura alle recenti regionali dove, tra l’altro, la De Santis era andata molto bene raggiungendo quasi le 1000 preferenze personali.

“Con grande rammarico comunico la mia fuoriuscita dal Movimento 5 Stelle. Ringrazio di cuore tutte quelle persone che con il loro consenso mi hanno permesso di raggiungere il ragguardevole traguardo di 950 voti”, cosi Nadia De Santis che continua, “risultato di grande prestigio per una principiante che per la prima volta affronta una competizione elettorale tanto impegnativa, con modeste risorse, affrontando molte difficoltà, ma ponendoci sempre immenso entusiasmo”.

“Ora vige il silenzio, come se nulla fosse successo. Lascio il Movimento 5 stelle in quanto è venuto a mancare il confronto costruttivo e animato che mi aveva stimolato ad aderire al Movimento con grande passione. Ringrazio ancora tutti coloro che hanno posto in me la loro fiducia”.

E per chiudere un’apertura verso eventuali nuovi progetti. “Io ci sono e ci sarò sempre per contribuire insieme, in maniera partecipata e condivisa, al bene comune della nostra città. Chi desidera potrà contattarmi tramite la pagina Fb o attraverso il mio sito www.nadiadesantis.com”.

Nella foto Nadia De Santis

S.I.

Rinvio voto? Comuni commissariati

ALGHERO – C’è grande fermento, per non dire agitazione, tra gli ambienti della politica e più in generale di tutta la popolazione riguardo le date delle elezioni amministrative. E’, infatti, oramai emerso che le consultazioni dovrebbero essere spostate dal 26 maggio al 16 giugno (ad ora manca ancora l’atto ufficiale del Presidente della Regione). Ma non solo. Nelle ultime ore si vocifera di un ulteriore possibile dilazione. Addirittura a dopo l’estate. Ottobre, nello specifico.

Un ritardo causato dall’assurdo e indegno tempo perso per lo spoglio del voto delle Regionali che si è protratto per oltre un mese. Una gestione pessima delle consultazioni che pagano a caro prezzi i sardi che vedono ancora non definiti il Consiglio e Giunta regionale e dunque non ancora affrontati, per come dovrebbe essere, i vari e tanti problemi da risolvere.

Una cosa va evidenziata ed è stata confermata da coloro che siedono al tavolo di maggioranza in Regione: se le elezioni amministrative dovessero essere rinviate a dopo l’estate, i comuni dove si vota (Alghero, Cagliari, Sassari, Castelsardo, Serramanna, Sorso e altri), saranno commissariati (tramite tecnico indicato dalla Giunta Regionale) dal termine della scadenza naturale che è fissata per fine maggio fino al voto in autunno (questo perchè nel 2014 si è votato il 26 maggio). D’altra parte, come ritengono tutti, è opportuno votare al più presto e dunque, come previsto, entro il mese di giugno.

Nella foto il Municipio di Alghero

S.I.

Stop nomine, atto soriano: Ganau smemorato

ALGHERO – “Abbiamo letto con un po’ di stupore le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Regionale on.le Ganau che si lamenta della lettera che il nuovo Presidente della Regione Solinas ha inviato a tutti gli enti regionali, sanità inclusa, per sospendere, tra l’altr, le procedure di nomina attualmente in corso”. Cosi Franco Meloni del Centro Studi dei Riformatori Sardi che interviene sulle dichiarazioni dell’ex-presidente del Consiglio Regionale Ganau del Pd.

“Detto che non c’e nulla di urgente che possa creare problemi alla regolare erogazione dlel’assitenza, è da notare che il Presidente ha ben specificato che in caso di emergenze lui può essere contattato per valutare un eventuale e specifica autorizzazione. Lo stupore invece deriva dal fatto che non ci riocrdiamo analoghe proteste del Presidente Ganau quando l’allora neoeletto Presidente Pigliaru fece esattamente la stessa cosa”.

“E, giusto per essere precisi, vorremmo ricordare che l’uso della lettera “blocca tutto ” fu introdotto nel costume politico sardo dal’alllora neoeletto Presidente Soru che, se non ricordiamo male, era della stessa coalizione e dello stesso partito cui appartiene l’On.le Ganau. Ganau è persona seria e, preso atto della cosa, sicuramente riconoscerà di essere stato troppo irruento nella sua immotivata e sorprendente reazione”.

Nella foto un incontro dei Riformatori

S.I.

Assessori, selezione dei 5 Stelle

ALGHERO – “Il MoVimento 5 Stelle Alghero si propone alle prossime elezioni comunali per migliorare la gestione amministrativa della città, auspicando Roberto Ferrara Sindaco, affiancato dalle migliori competenze, libere e indipendenti da giochi politici o partitici, disponibili nel territorio”, cosi dai pentastellati di Alghero che fanno sapere che “con questo obiettivo il MoVimento 5 Stelle Alghero avvia una chiamata pubblica per la ricerca dei futuri Assessori tra le persone preparate e competenti che abbiano l’esclusivo interesse di porre la loro professionalità al servizio della città, al fine di migliorare la qualità della vita degli algheresi e il soggiorno dei turisti che visitano il nostro territorio”.

“La scelta degli assessori sarà espletata rispettando la quota di genere, così come previsto dalla normativa vigente. Verrà inoltre garantito massimo riserbo sui curricula ricevuti. La presentazione della domanda per la candidatura al ruolo di assessore del MoVimento 5 Stelle, per la città di Alghero, dovrà pervenire entro il 10 maggio seguendo la procedura disponibile nel sito www.movimento5stellealghero.it”

Nella foto Roberto Ferrara

S.I.

Ritorno Girona, Bruno non ha meriti

ALGHERO – Il ritorno del volo tra Alghero e Barcellona-Girona non poteva non essere accolto con grande soddisfazione da tutto il territorio, ma, allo stesso tempo, divenire anche questione di scontri tra le varie parti politiche. Il tema sarà anche oggetto di discussione della trasmissione di approfondimento sulle questioni di attualità “Politicamente” che andrà in diretta domani alle 19.30 su Alghero Channel e le varie piattaforme web e facebook connesse anche ad Algheronews.

Il primo ad intervenire è stato il Sindaco Mario Bruno, che ha ricordato il lavoro di questi anni per riportare tale collegamento, a seguire il consigliere regionale uscente di Forza Italia e possibile assessore della Giunta Regionale Solinas, Marco Tedde. “Una rondine non fa Primavera, ma quantomeno da la speranza del suo arrivo. Ma Bruno farebbe meglio a tacere piuttosto che millantare meriti che non ha”. E ancora Tedde. “La  ripresa dei voli per Girona vorrebbe dire dare al territorio un lumicino di speranza per il rilancio dell’aeroporto. Anche se distanze siderali ci separano dai fasti e dai risultati dell’aeroporto di Alghero raggiunti con le giunte regionali e locali di centrodestra. Ma è’ veramente incredibile che il sindaco Bruno in relazione ai contenuti di questa notizia tenti maldestramente di assumerne i meriti, -denuncia l’ex sindaco di Alghero- dichiarando che questi voli sarebbero frutto del “lavoro svolto in questi anni” e della “dinamicità dimostrata dagli enti locali del territorio.” Dichiarazioni che trasudano sfrontatezza oltre ogni limite, perché provengono dal sindaco che assieme al suo collega di Sassari ha affiancato Pigliaru e Deiana nell’azione di affossamento dell’aeroporto di Alghero, costituita principalmente dal mancato varo del Piano di incentivi al low cost e con la vendita al buio della Sogeaal che hanno comportato la perdita di 349mila passeggeri nel 2016 e gettato nello sconforto una intera Provincia.

“Ora auspichiamo che il nuovo Governo regionale instauri proficui rapporti con la F2I e la affianchi nelle politiche di rilancio dell’infrastruttura i cui flussi di traffico sono stati resi esangui da politiche sbagliate e bizzarre della Giunta di centrosinistra. Ma Bruno risparmi ai sardi del nord ovest dell’isola questa propaganda che ricorda un famoso personaggio di Zelig che con toni curiali diceva di aver fatto arrivare “il bel tempo” in estate -chiude Tedde-.” 

Nella foto Marco Tedde

S.I.

Nuova Regione, si parte giovedi 4 Aprile

ALGHERO – “Giovedi 4 Aprile ci sarà l’insediamento del nuovo Consiglio Regionale”. A dirlo è stato, a margine della conferenza stampa riguardo la video-conferenza di oggi sulla questione della Continuità Territoriale, il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas. “In quella stessa data presenteremo anche la Giunta Regionale“, conferma sempre il Governatore di Centrodestra. Dunque, nessun ritardo, ma un evidente accelerazione per non perdere altro tempo dopo quello già alla spalle derivante dal vergognoso ritardo nella gestione del voto.

Sulla Giunta non c’è alcuna conferma dei nomi emersi in queste ore, anzi. E non è neanche detto che alcuni degli eletti non esordiscano da subito nell’Esecutivo vista la necessità di attivare da subito la macchina governativa al fine di affrontare le tante questioni da risolvere. Possibile, infine, il “ripescaggio” di qualche non-eletto che abbia le caratteristiche utili per coprire il ruolo di assessore.

Nella foto il Presidente Solinas

S.I.

Cittadinanze, Bruno calpesta il Consiglio

ALGHERO – Non poteva avviarsi verso la conclusione in maniera peggiore la consiliatura guidata da Mario Bruno. Oltre l’infinito elenco di incompiute, si ribadisce una questione che, in questi cinque anni, è stata denunciata più volte ovvero la mancanza di rispetto per l’intero Consiglio. Cosi, almeno, evidenziano con grande rammarico, ma pure veemenza tutti i consiglieri di opposizione facenti capo al Centrodestra e 5 Stelle (Maria Grazia Salaris, Emiliano Piras, Alessandro Loi, Roberto Ferrara, Michele Pais, Monica Pulina, Nunzio Camerada, Maurizio Pirisi e Donatella Marino)

“Nella seduta odierna è in discussione il conferimento della cittadinanza onoraria a tre illustri personalità italiane. Dobbiamo rilevare con estremo rammarico che ancora una volta il sindaco Mario Bruno, in occasione di momenti istituzionali di estremo valore, anziché coinvolgere l’intera assise, ha preferito agire in prima persona singolare calpestando definitivamente il ruolo del Consiglio”.

E ancora le opposizioni. “Alla luce di questo grave gesto, i consiglieri comunali di opposizione, hanno pertanto deciso di non prendere parte alla votazione, pur ritenendo che le personalità indicate per il conferimento della cittadinanza onoraria, siano sicuramente di altro profilo morale e personale”.

Nella foto i banchi delle opposizioni

S.I.

Psd’Az verso il voto, incontri

ALGHERO – Proseguono gli incontri del Partito Sardo d’Azione di Alghero in preparazione della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale e l’elezione del nuovo sindaco di Alghero. Anche oggi, come nei precedenti lunedì, alle ore 19.00 presso la sede di via Papa Giovanni XXIII 32, il partito si riunisce per approfondire i temi del programma da presentare agli elettori per i prossimi 5 anni di amministrazione della città.

“Si proseguirà nella discussione già avviata che vede al centro il tema del lavoro e dello sviluppo economico della nostra città, con particolare riferimento alla necessità di dare una prospettiva concreta e duratura ai nostri giovani e alle nostre imprese.  Un forte collegamento con la nuova amministrazione regionale è indispensabile per riavviare il motore dello sviluppo della nostra città.  Tutti i settori, turismo, edilizia, agricoltura, agroalimentare, commercio e pubblici esercizi, artigianato, sono strettamente collegati ed interconnessi fra di loro e necessitano di essere liberati dai mille vincoli, imposti dalla sinistra che ha governato Alghero e la regione Sardegna, cui sono stati sottoposti sino ad ora”.

“Alghero ed tutto il territorio hanno energie, idee, capacità che devono solo essere messi nelle condizioni di operare con regole certe ed, allo stesso tempo, che non ne mortifichino le potenzialità. Oggi in particolare la discussione sarà incentrata sul tema dello sviluppo della nostra agricoltura e del nostro settore agroalimentare di eccellenza, sul futuro delle aziende di Surigheddu e Mamuntanas e sulle potenzialità della Nurra di Alghero”.

Nella foto i leader del Psd’Az col presidente Solinas

S.I.