Kayak, Foc en mig de l’aigua

ALGHERO – L’associazione “Kayak Avventura Alghero A.S.D.R.C.”, affiliata Acsi, Coni, organizza l’ottava edizione della manifestazione “Foc en mig de l’aigua”, in collaborazione con il Team Kayak Sardegna, sotto l’egida del comitato regionale Acsi e la partecipazione dei comitati ACSI di Cagliari e Oristano. Il programma sarà il seguente: Sabato 23 Giugno: ore 10,00 escursione – navigazione sottocosta dei kayak dalla spiaggia antistante il camping La Mariposa al Ponte del Calabona e ritorno (in caso di avverse condizioni meteo, il percorso alternativo è dalla spiaggia camping La Mariposa allo stagno del Calich).

Pranzo al sacco a cura dei partecipanti. Rientro previsto per le ore 17,00, ore 21,30 fiaccolata – partenza dalla spiaggia antistante il camping La Mariposa alle mura sotto Torre Sulis e ritorno (navigazione sottocosta e attraversamento del porto con kayak muniti di fiaccole, lampada frontale, giubbino salvagente e affiancati da barche d’appoggio, una ogni 20 partecipanti, minimo due). Rientro previsto per le ore 23,00.

Domenica 24 Giugno: dalle ore 10,00 alle ore 14,00 – Gara amatoriale con diverse tipologie di kayak (kayak da mare e polinesiana), uscita dalla spiaggia antistante il Camping La Mariposa, giro antiorario dell’isola della Maddalenetta e ritorno. L’ingresso alla manifestazione è in via lido, nel tratto di spiaggia libera tra il camping La Mariposa e il bar ristorante Da Rafel. I partecipanti all’evento dovranno presentarsi un’ora e mezza prima dell’orario previsto, per procedere all’iscrizione e alla preparazione dell’attrezzatura.

Nella foto la manifestazione di qualche anno addietro

S.I.

Summerbeach, invito società sportive

ALGHERO – La polisportiva Sottorete invita tutte le società sportive, le palestre, le scuole di ballo, di musica e di tutte le attività ricreative in genere a partecipare alla 14esima edizione del SummerBeachTour di Alghero, che si terrà dal 28 al 16 agosto. Sarà messo a disposizione uno spazio gratuito all’interno del programma quotidiano, sia per svolgere allenamenti che le lezioni con i propri allievi. Un ottima occasione per promuovere la propria attività ricreativa a livello locale, regionale e nazionale. I requisiti per poter partecipare all’evento sono pochi, passione per lo sport o la propria attività, voglia di divertirsi e stare insieme. Tante associazioni hanno già aderito, ma c’è ancora spazio per arricchire il calendario degli eventi. Un occasione da non perdere.

S.I.

Rally, vince Neuville. L’evento resta

ALGHERO – Neuville-Gilsoul, su Hyundai i20 Coupè Wrc, trionfano al Rally Italia Sardegna, tappa italiana del campionato del mondo rally che si è conclusa oggi ad Alghero. L’equipaggio belga, come informa l’agenzia Ansa, ha preceduto al termine di un intenso duello di appena 7 decimi Sebastien Ogier con Julien Ingrassia su Ford Fiesta Wrc ed ora comanda la classifica con 27 punti di vantaggio sul pilota francese.

Un grande successo di pubblico soprattutto negli sterrati tra l’Argentiera, Palmadula e Porto Palmas, nella giornata di oggi, cosi come la classica premiazione, con annesso tuffo al porto, ad Alghero. Ottimo riscontro anche per lo show ad Ittiri. Tutto questo, ma soprattutto il naturale scenario e la sistemazione logistica nella Riviera del Corallo, hanno permesso che il Mondiale resterà in Sardegna per i prossimi tre anni. Certo, come evidenziato in questi giorni, c’è da migliorare la promozione e gli appuntamenti che precedono e posticipano l’evento al fine di renderlo veramente un volano per l’economia locale.

Intanto abbiamo assistito ad una splendida battaglia sugli sterrati del nord Sardegna durata quattro giorni, 313 chilometri cronometrati e 1386 chilometri totali, terminata proprio nell’ultima prova speciale. Uno scontro tra giganti, che ha visto alla fine prevalere Neuville, in coppia con Nicolas Gilsoul sulla Hyundai i20 Coupè WRC di Hyundai Motorsport, per soli 7 decimi. Un duello condito anche di suspense da un errore del navigatore di Ogier, che alla fine della penultima prova ha lasciato sul tavolo dei cronometristi la tabella di marcia, a lui riportata poi da un altro concorrente.

Due davanti e tutti gli altri dietro ad inseguire. I distacchi parlano chiaro: al terzo posto Esapekka Lappi e Janne Ferm, Toyota Yaris WRC, hanno concluso a 1’56″3 dalla vetta, guadagnando comunque il podio. Quarto Hayden Paddon, con Sebastian Marshall al volante di una Hyundai i20 Coupé WRC, a 2’55″2; al quinto posto Mads Ostberg, con Torstein Eriksen su Citroen C3 Wrc, a 3’10″9.

Nella foto la coppia Sebastien Ogier e Julien Ingrassia

S.I.

Rally Mondiale: presentazione

ALGHERO – Rally Italia Sardegna compie quindici anni. L’isola si prepara a ospitare per il quindicesimo anno di fila la tappa italiana del World Rally Championship targato Fia. Dal 7 al 10 giugno i più grandi specialisti del pianeta si sfideranno sugli sterrati e nei circuiti disegnati su e giù per il Nord Sardegna da Tiziano Siviero, già campione del mondo al fianco di Miki Biasion, per l’organizzazione di Aci Sport col supporto di Aci Sassari, il sostegno economico dell’assessorato regionale del Turismo e di numerosi partner pubblici e privati e la collaborazione di Comune di Alghero e Fondazione Meta Alghero.

Oggi la kermesse motoristica, che in Italia è seconda per seguito e per importanza solo al Gran Premio di Monza del campionato mondiale di Formula Uno, è stata presentata dal responsabile organizzativo per Aci Sport, Antonio Turitto, dal presidente di Aci Sassari, Giulio Pes di San Vittorio, dal responsabile del circuito, Tiziano Siviero, dal sindaco di Alghero, Mario Bruno, e dagli assessori comunali del Turismo e dell’Ambiente, Gabriella Esposito e Raniero Selva. Al di là degli aspetti tecnici, che sono comunque straordinari e si basano su un mix di appuntamenti ormai storici, come il mitico salto di Monte Lerno e la power stage dell’Argentiera, su altri che puntano a diventarlo, come lo show d’apertura con la superspeciale all’Ittiri Arena, e novità assolute che assumono significati molteplici, come il passaggio nella miniera di bauxite di Olmedo per una prova che gli addetti ai lavori hanno definito “da playstation”, tanto è spettacolare.

Come hanno sottolineato gli amministratori comunali dei diversi territori toccati da Ris 2018 e e dai partner privati che stanno da sempre accanto agli organizzatori della grande kermesse motoristica, «la Sardegna da tanto al rally in termini di spettacolarità e la tappa italiana del mondiale da tanto alla Sardegna in termini di visibilità». Cinque ore e mezza di diretta televisiva sulla piattaforma Sky e su RaiSport, concerti, una grande rassegna dedicata all’enogastronomia sarda e internazionale, mostre, dibattiti, divertimento, autografi, auto storiche: per l’isola e in particolare per Alghero, che ospita il quartier generale, la sala stampa, la direzione di gara e il parco assistenza, è una grande occasione vetrina planetaria. E per fondere nel migliore dei modi questo doppio spirito – la vocazione internazionale dell’evento e lo spirito identitario con cui l’isola lo accoglie – mercoledì si partirà con il concerto dei Tazenda, ambasciatori della cultura e della musica sarda contemporanea nel mondo.

«Vogliamo valorizzare questo evento, vogliamo che diventi un marchio dal forte impatto turistico in avvio stagione», ha detto tra l’altro il sindaco di Alghero, Mario Bruno, mentre Giulio Pes di San Vittorio ha sottolineato a nome di Aci Sassari «il grande lavoro di una macchina enorme, centinaia di persone che nelle pubbliche amministrazioni ma non solo lavorano tutto l’anno con lo stesso obiettivo, e lo fanno con grande passione». Il risultato è evidente. «Se la tappa italiana del mondiale resta in Sardegna da quindici anni è perché ha un fortissimo appeal – conferma Antonio Turitto – basti pensare che molti piloti, approfittando del fatto che la gara successiva è a un mese e mezzo di distanza, faranno le vacanze qui, perché nell’isola si sono trovati bene».

Ovviamente fa la sua parte anche la spettacolarità della gara. «L’anno scorso abbiamo ripensato Rally Italia Sardegna, lo abbiamo reso più complesso, moderno e concentrato, e l’esperimento è riuscito», racconta Tiziano Siviero. Tra le novità spicca senz’altro la prova all’interno della miniera di Olmedo, frutto dell’accordo con Igea cui ha lavorato anche l’assessorato regionale dell’Industria. E poi gli scenari mozzafiato dell’Argentiera, i classici salti del Monte Acuto, l’ormai consolidato appuntamento con l’Ittiri Arena Show.

Ma Ris 2018 è spettacolo puro anche fuori dal tracciato. «Ogni anno ci misuriamo con la grande sfida di questo evento di portata internazionale, che è l’emblema di come un evento sportivo può diventare un prodotto turistico e veicolare in maniera formidabile la Sardegna e il nostro territorio», sottolinea Gabriella Esposito. «Dopo cinque anni ad Alghero c’è ancora tanta attesa e altrettanta partecipazione – aggiunge – perché Ris è entrato nel cuore degli algheresi». Ecco perché il calendario degli eventi collaterali è ricco e vario, «perché è un’occasione unica per mettere in mostra il meglio dell’isola e del territorio». Anche sul piano ambientale, ovviamente. «Educazione ambientale nelle scuole, piantumazioni, porta a porta all’interno del parco assistenza – dice Raniero Selva – sono tantissime le azioni attraverso cui contribuiamo a smontare il luogo comune secondo cui un evento di questa portata è nemico dell’ambiente».

Nella foto la presentazione di ieri del Rally

S.I.

Al Summerbeach il torneo Nazionale

ALGHERO – Per la prima volta, la manifestazione made in Sardegna, il SummerBeach Tour ospiterà il torneo Nazionale “Beach Volley Italia Tour”. Un circuito di primissimo livello organizzato da Beach Volley University e Just People, in collaborazione con la Lega Italiana Beach Volley e sostenuto da BPER Banca. Il torneo è della più alta categoria e assegnerà punti per la classifica nazionale. Il Tour Italiano partirà il prossimo 17 e 18 giugno dall’Emilia Romagna e in particolare nei Lidi ferraresi per uno degli appuntamenti più attesi della stagione.

Proseguendo il 30 giugno e 1 luglio sulla spiaggia di Ostia Lido comune di Roma; 14 e 15 luglio a San Benedetto del Tronto e finalmente sbarcherà in Sardegna il 28 e 29 luglio presso la spiaggia del Lido San Giovanni di Alghero. Parteciperanno le migliori coppie del panorama nazionale. Sono previste oltre 50 coppie provenienti da tutta Italia. Le gare saranno disputate da atleti delle categorie sia maschile che femminile.

Durante i due giorni non mancheranno le sorprese, gli intraprendenti organizzatori della Polisportiva Sottorete in collaborazione con Manofuori di Cagliari, hanno in serbo momenti di intrattenimento per tutte le fasce d’età. D’altronde il SummerBeach da sempre si è contraddistinto proprio per la sua natura ludica.

Il Beach Volley Italia Tour sarà l’apertura per la tappa di Alghero del 14° SummerBeach Tour che si svolgerà tra il 28 luglio e il 16 agosto. Tappa conclusiva del tour regionale che partirà dal 7-8 luglio a Torre Grande e 21-22 luglio Platamona. Tante altre novità per questo SummerBeach Tour 2018 e saranno svelate nelle prossime settimane.

Nella foto il Beach Volley Nazionale

S.I.

Golf, Torneo Auto A: vince Spanedda

ORISTANO – Nella stupenda cornice del Golf Club Is Arenas si è svolto il “1° Torneo AUTO A – Alfa Romeo” di golf organizzato alla perfezione dal Sassari Golf Club grazie all’impegno del suo infaticabile presidente Mario Conti. Poco meno di 80 giocatori si sono dati battaglia sulle 18 buche del green dell’impegnativo e suggestivo percorso realizzato all’interno della pineta di Is Arenas.

I risultati sono stati ottimi, con un perfetto equilibrio tra agonismo e divertimento, nonostante la difficoltà del percorso, con buche molto lunghe, che è sicuramente uno dei più belli della Sardegna. A vincere la classifica “netta” di seconda categoria, con 45 punti è stata Giulia Spanedda, mentre John Bilbao si è aggiudicato il torneo di 1° categoria. I due sono entrambi tesserati del Golf Club Is Arenas. Mentre nella classifica “lorda” a prevalere è stato Guido Asuni portacolori del Golf Club Sassari, autore di un giro con 29 punti.

Un ottimo risultato generale anche per gli altri partecipanti e in particolare per i soci del Sassari Golf Club, che opera in uno spazio ricavato all’interno dell’ippodromo di Sassari ma si avvale di di un maestro di altissimo livello come Diego Turletto, che sta plasmando decine di giocatori e facendo crescere tantissimi giovani che si stanno avvicinando al golf nel paradiso verde alle porte della città. Al termine del “Torneo AUTO A – Alfa Romeo”, nello spazio antistante la club house del Golf Club Is Arenas si è svolto un buffet offerto dallo sponsor che, visto il successo dell’iniziativa, ha già annunciato che sosterrà manifestazioni golfistiche in Sardegna.

Nella foto il Torneo di Is Arenas

S.I.

Quad e Supermotard, gara ad Alghero

ALGHERO – Domenica 3 giugno 2018 si svolgeranno presso il kartodromo “Pista del Corallo” di Alghero, la 3° prova del Campionato Nazionale Velocità – selettiva Sardegna e la 4° prova del Campionato Sardo Velocità A.S.I., organizzate dal Motoclub 3 S Nuoro in collaborazione con il Motoclub Portoferro.

Diverse le categorie partenti tra le quali pit bike rokies – sport – light – open, Ohvale 110 – 160, Quadmotard e Supermotard. La prova della selettiva Sardegna del Campionato Nazionale Velocità è valida per le qualificazioni alla finale nazionale, piazzando i primi 5 classificati per categoria tra i possibili partenti delle finali nazionali.

Gli appassionati di velocità domenica vedranno darsi battaglia i migliori piloti sardi, che nel tracciato della Pista del Corallo, daranno spettacolo per una giornata di sport e di divertimento. Il Motoclub 3 S Nuoro e il Motoclub Portoferro invitano tutti a partecipare all’evento per godersi una bella giornata all’insegna dei motori.

Nella foto alcuni Supermotard in gara

S.I.

Programma giornata:

ore 8,00 iscrizioni e ritiro trasponder

ore 9,00 verifiche tecniche

ore 10,00 qualifiche

ore 11,00 inizio gara 1

ore 15,10 inizio gara 2

ore 17,00 premiazioni

Paoletti e Bertolussi per ripartire

ALGHERO – L’Amatori Rugby Alghero riparte da Steve Bortolussi e da Tino Paoletti. Il primo, succederà a Marco Anversa nel ruolo di allenatore giocatore mentre Paoletti si occuperà di allenare la mischia. Entrambe le figure non avrebbero bisogno di presentazioni. I due hanno infatti alle spalle curriculum di tutto rispetto.

Bortolussi, arrivato ad Alghero lo scorso anno, è stato protagonista di un’ottima stagione durante la quale si è speso per la squadra dando anche un apporto di esperienza notevole. Estremo, classe ’82 con ottime doti da utility back di origini australiane ma italiano di adozione ha vestito le maglie di prestigiosi club italiani come Viadana, Benetton Treviso ma anche Petrarca, San Donà e Rovigo. Ma il talento di questo giocatore, approdato in Italia nel 2003, ha fatto si che fosse chiamato in Nazionale di Rugby a 7 partecipando a diverse edizioni della Coppa del Mondo. Ora ha deciso di provare la nuova esperienza nella doppia veste di allenatore e giocatore per la stagione 2018/2019, rispondendo positivamente alla chiamata della società che ripone in lui molta fiducia.

Al suo fianco lavorerà un altro grande professionista, ovvero Celestino Paoletti, meglio noto come “Tino” nel mondo della palla ovale. Lontano dal rugby giocato dal 2015 anno in cui ha intrapreso la carriera di allenatore andandosi a occupare degli avanti dei Lyons Piacenza. Toscano, classe ‘77 ha ricoperto il ruolo di pilone ed ha alle spalle campionati con le maglie delle più prestigiose squadre nazionali tra le quali Parma, Petrarca, Rugby Roma, ma anche internazionali come La Rochelle, Playmouth e Newcastle.

Un segnale forte di ripartenza da parte della società che dopo l’amaro boccone della mancata promozione in Serie A, non lascia andare le ambizioni di riportare la palla ovale algherese sui palcoscenici che contano. E proprio la società si dice soddisfatta di queste novità e ci tiene a ringraziare Marco Anversa per l’esperienza come allenatore/giocatore dell’Amatori Rugby Alghero e per la serietà e l’impegno profusi in questi anni.

Nella foto il presidente Pesapane con Paoletti

S.I.

Alghero, arriva il Rally Mondiale

ALGHERO – In lontananza si sente già il rombo dei motori. Ormai manca veramente poco. Sale nell’isola la febbre per Rally Italia Sardegna 2018, tappa italiana del World Rally Championship targato FIA. L’appuntamento realizzato da Aci Sport col sostegno finanziario dell’assessorato regionale del Turismo, il supporto organizzativo di Aci Sassari e la collaborazione di istituzioni, enti locali e partner privati, avrà ancora base ad Alghero, sede del quartier generale, del parco assistenza e della sala stampa. L’evento motoristico – che per prestigio, importanza e visibilità planetaria può essere comparato in Italia solo al Gran Premio di Formula 1 di Monza – si alternerà lungo i percorsi disegnati da Tiziano Siviero, già campione del mondo con Miki Biasion e oggi responsabile del tracciato di Rally Italia Sardegna. [RALLY SHOW ITTIRI]

Come ormai da tradizione, si parte da Ittiri. Giovedì 7 giugno alle 18 l’Ittiri Arena Show ospiterà la prima prova superspeciale di Ris2018, che poi andrà avanti sino a domenica 10 giugno con venti prove speciali, oltre 300 chilometri cronometrati, cinque ore e mezza di diretta televisiva tra Rai e Sky. La quindicesima edizione del Rally Italia in Sardegna ha tutti i numeri per confermarsi un successo, come testimonia il grande sforzo compiuto per una copertura televisiva straordinaria. A iniziare dall’attesissimo primo “scratch” di Ittiri e della prova nell’arena realizzata lungo la pista di autocross, trasformata per l’occasione in una straordinaria struttura, in grado di accogliere 15mila spettatori per uno spettacolo fuori dal comune.

«Il circuito è ancora più spettacole e impegnativo», annuncia Antonio Turitto, responsabile organizzativo di Ris 2018 a proposito della “superspeciale” con cui prenderà il via la sfida. «Le auto voleranno più in lunghezza che in altezza, i piloti saranno più impegnati dal punto di vista tecnico», prosegue Turitto. Per lui e per tutto il “pianeta Aci”, quella di Ittiri è una grandissima scommessa. «L’esperimento degli anni scorsi è piaciuto davvero tanto a piloti, team e spettatori, oggi è tra le chiavi del successo della manifestazione», assicura il responsabile organizzativo.

Sarà spettacolo anche fuori dal tracciato di gara. Il Comune di Ittiri, il Club 4×4 Experience Sardegna e il Rally Arena Group hanno costruito intorno all’appuntamento mondiale una grande kermesse dedicata al meglio che il territorio è in grado di offrire: ospitalità, turismo esperienziale, eccellenze agroalimentari, artigianato: il giardino delle vecchie scuole agrarie di Ittiri, recuperate e restituite alla comunità dagli attuali amministratori, ospiterà l’Expo Area dedicata ai sapori, ai colori, ai suoni e alla bellezza di Ittiri, del Coros e di tutto il territorio. Come spiegano amministratori e partner organizzativi, «la realizzazione dell’Arena è l’esempio di come le cose possono funzionare se pubblico e privato lavorano insieme».

Per consentire agli appassionati di seguire l’evento al top, quest’anno c’è la Boxing Gold Pass. Non solo: sarà possibile raggiungere in elicottero la postazione da cui gustarsi al meglio lo spettacolo. Intanto è partita la prevendita. Per gli under 14 l’ingresso è gratuito, per gli adulti il costo del ticket va da 20 a 25 euro in prevendita e da 25 a 30 euro alla cassa, giovedì pomeriggio. È possibile comprare i biglietti dal sito rallyitaliasardegna.com o nei punti vendita di Alghero, al “Caffè del Principe” di via De Curtis 1, allo “Studio Apa Service” di via Sant’Agostino 1, alla “Nord Car srl – Centro Revisione Auto” di via Enrico Fermi 9, al “Tabacchi Minichino” di via Vittorio Emanuele 4 e al “Bar Cohiba” di Fertilia, in via Pola 12, di Ittiri, nella sede dell’Ittiri Arena Group di via Roma 39, di Ozieri, alla “Nord Car srl – Centro Revisione Auto e Officina” di via Enzo Ferrari 1, di Buddusò, alla “Nord Car srl – Centro Soccorso Stradale e Officina” di via Fabrizio de Andrè 1, e di Tempio, da “Musselli”, nella zona artigianale insediata in località Manzoni.

Nella foto un immagine del Rally dell’anno passato

S.I.

Slalom: vince Tilloca, classifica

ALGHERO – E’ l’algherese Luca Tilloca che corre per il Team Autoservice Sport il vincitore del 24° Trofeo “Riviera del Corallo”. Il pilota locale si è aggiudicato anche il “Memorial Antonio Bellu”, giunto alla 5^edizione, mentre quello in onore dell’indimenticato Sergio Farris, che si assegna invece da 4 anni, è andato all’Under 23 in gara Alessandro Brigaglia, su Renault Twingo anch’esso del Team Autoservice Sport (22° in classifica assoluta).

Tilloca sulla sua Formula Gloria ha sbaragliato la concorrenza di ben 51 concorrenti, ottenendo al termine delle 3 manches il punteggio di 175,34, registrato nella prima. Fabio Anjoi, del Top Drivers Team, ha messo invece il muso della sua Radical Prosport sul secondo gradino del podio con 180,60 punti. A chiudere le posizioni di prestigio della classifica assoluta un’altra Formula Gloria, guidata da Fabrizio Magliona del Racing Team Sorso con 183,99 punti. Ottimo risultato anche per Franco Piras e Fabrizio Marrone, mentre Roberto Idili ha avuto dei problemi alla trasmissione e non ha chiuso la prima manche.

Una giornata intensa, una gara attesa quella che si è corsa sui tornanti della mitica Alghero-Scala Piccada, gara di casa del Team Alghero Corse che l’ha organizzata insieme all’Aci Sassari con la collaborazione del Comune di Alghero, Fondazione Alghero e del Club “il Volante” di Sassari che ha aperto la manifestazione con la sua sfilata di auto storiche, rendendola ancora più affascinante.

4 manches, una di ricognizione e 3 cronometrate sul percorso lungo 4 km (partenza al km 4,190 ed arrivo in località La Siesta dove è stato allestito il Parco Chiuso), il tutto intervallato dalle birillate tipiche di questa specialità. Naturalmente su tutto il percorso commissari e mezzi di soccorso hanno operato per garantire la sicurezza durante la gara.

Al termine della competizione, il circus si è poi spostato all’Hotel Calabona che ha fatto da splendida cornice alle premiazioni, durante le quali sono state consegnate targhe e coppe ai vincitori delle varie classi. Per l’amministrazione comunale presente l’assessore Gavino Tanchis che ha consegnato il premio relativo al Memorial Antonio Bellu. Per ultima premiata l’Assoluta con i tre piloti del podio che hanno sollevato al cielo le coppe acclamati da amici e tifosi.

Peccato segnalare la non massiccia presenza di appassionati e soprattutto la mancanza di una promozione adeguata per una gara, seppur nella fattispecie dello “Slalom”, che rappresenta sempre una manifestazione che ha raggiunto oramai, con la prossima edizione, il “quarto di secolo”. Lungo i tornanti gli appassionati potevano essere molto di più oltre che inserire tale manifestazione dentro un programma verso il rally che potesse allettare magari anche qualche turista presente nel territorio.

Nella foto il vincitore Luca Tilloca

S.I.