E’ Alghero Music (re)Generation: oggi all’ex-Mercato

ALGHERO – Grande attesa per l’evento di oggi, sabato 15 febbraio, dedicato ai giovani e ai generi musicali rap e trap. Alghero Music (re)Generation prenderà il via domattina alle 11.15 all’Istituto Tecnico Alghero. Grazie alla disponibilità dei dirigenti a capo degli Istituti Superiori cittadini, nell’auditorium di via Diaz si parlerà di rap, trap e street art ovvero i generi proposti dai giovani artisti che si esibiranno la sera alla ore 20.30 nell’ex-Mercato dell’Ortofrutta di via Sassari.

Ospiti d’onore Cool Caddish e Balentia che interverranno alla Masterclass della mattina, oltre che suonare sul palco della struttura di Piazza Pino Piras dove lo show sarà presentato da Gianfranco Corona. Dunque appuntamento a domani per un grande evento ideato e organizzato dalla Fondazione Alghero in collaborazione con la Consulta Giovanile di Alghero.

Red Valley Arbatax, ad Agosto la star Martin Garrix

ALGHERO – Dopo lo spettacolare show di Salmo l’estate scorsa e le precedenti edizioni con i big dell’elettronica mondiale, anche per il 2020, e non poteva non essere così, il Red Valley Festival di Arbatax non si smentisce e, già da Gennaio ha definito e soprattutto divulgato, alcuni dei protagonisti di quest’anno. Per la prima volta in Sardegna, ad Arbatax, tra il 13 e 15 Agosto, arrivano i numeri uno dell’Edm (la parte più commerciale dell’elettronica): Dimitri Vegas & Like Mike. Ma soprattutto, ci sarà talento più giovane del medesimo genere musicale, Martin Garrix, direttamente sul palco del Red Valley Festival per regalarti uno show mai visto prima. Ancora una volta, dunque, l’Ogliastra anche grazie a questo vero grande evento musicale si candida ad essere territorio di grande attrazione turistica.

Alghero Music (re)Generation: contest e super ospiti

ALGHERO – Alghero Music (re)Generation: nuova data e importanti news. L’evento musicale del “Contest” di Fondazione Alghero dedicato ai generi rap e trap è fissato per sabato 15 Febbraio. Nel Mercato dell’Ortofrutta, dalle ore 20.30, si esibiranno gli artisti che si sono iscritti e che si sono attenuti a quanto indicato nel regolamento pubblicato sul sito www.algheroturismo.it , sui relativi social e diffuso tramite media. Indicazioni che sono state rese note in queste settimane anche tramite gli incontri avvenuti con le scuole superiori di Alghero.

Questo grazie anche alla preziosa collaborazione della Consulta Giovanile che sarà partecipe anche nella fase finale con la presenza nella giuria che sceglierà coloro che potranno aggiudicarsi i premi in denaro. Ma le novità non finiscono qui. Infatti la valente collaborazione con le scuole permetterà di realizzare una “masterclass” (sabato 15 febbrario ore 11.15 auditorium ISTITUTO TECNICO A. Roth di via Diaz) con ospiti due protagonistidel panorama regionale della musica oggetto del “Contest” ovvero Cool Caddish e Balentia. Due realtà tra le più affermate in Sardegna e pure oltre in ambito hip-hop, rap e affini. Diverse le pubblicazioni, video, concerti e festival alle spalle degli artisti sardi che, come detto, faranno un incontro con gli studenti in cui si racconterà la storia del rap, trap e in generale hip-hop con le diramazioni sempre più apprezzate della street art.

La vera novità è che Cool Caddish e Balentia saranno anche gli ospiti musicali dell’evento serale. Entrambi proporranno un mini-set con alcuni tra i brani più famosi della loro carriera. Dunque, sei un appassionato di trap o rap? Sei un musicista di questi generi? Alghero Music (re)Generation cerca proprio te. Come? L’obiettivo è di sostenere la creatività di giovani autori che utilizzano linguaggi musicali contemporanei per raccontare la loro quotidianità, la città, i problemi sociali e culturali di una generazione alla quale è necessario dare voce e spazio, creando occasioni di libera espressione. Dunque, non perdete tempo, leggete il regolamento, compilate il modulo d’iscrizione, affinate i vostri brani e inviateli da giovedì 23 gennaio entro e non oltre lunedi 10 febbraio all’indirizzo mail comunicazione@fondazionealghero.it

Alghero in Cina grazie al videomaker Meloni

ALGHERO – L’azienda ha pubblicato il video su un account seguito da 2milioni e mezzo di persone, registrando un alto gradimento e portando il nome di Alghero e della Sardegna nel mondo. La famosa società tecnologica cinese DJI, produttrice di videocamere e strumenti video e leader nel mondo nella produzione di droni a uso civile, ha recentemente avviato una collaborazione che riguarda la Sardegna individuando un collaboratore preciso: Angelo Meloni, videomaker algherese conosciuto su Instagram, Facebook e Youtube con il nickname di Basso2012

Il colosso cinese ha chiesto al professionista sardo di realizzare un breve video con una speciale videocamera dedicato agli action sports, da girare dove lui preferisse.  La risposta di Angelo non si è fatta attendere: giriamo il video ad Alghero, la mia città. Il video è stato registrato coinvolgendo 3 diversi sports, ognuno con un tipo d’azione differente: motocross, mountain bike e calcetto. A questo proposito sono state coinvolte la Futsal Alghero, i motociclisti Alberto Spano e Marco Barria nella pista del Lazzareto e la Downhill Crew di Alghero, con cui sono state effettuate le riprese poi elaborate e montate. 

Il video finale – disponibile a questo link – è piaciuto molto alla DJI che ha deciso di pubblicarlo integralmente sul proprio canale Instagram, seguito da circa 2 milioni e mezzo di persone, indicando Alghero come località della produzione e riscuotendo da subito un grande riscontro, con migliaia di visualizzazioni in tutto il mondo e centinaia di commenti.

Un grande risultato per il videomaker algherese, che da diversi anni a questa parte si è prefissato un obiettivo ben preciso: far conoscere le bellezze di Alghero e della Sardegna a più persone possibili, a livello internazionale. La collaborazione con DJI non è la prima con una grande azienda: Angelo collabora stabilmente con un altro player di mercato come Sony e negli ultimi anni ha avuto occasione di produrre contenuti video per aziende come Joby, Manfrotto, Lowepro, Insta360 e Boosted Boards, brand internazionali con un’alta audience, che hanno rilanciato i video realizzati ad Alghero e in Sardegna proponendoli al proprio pubblico. 

Si tratta di tasselli importanti nella visione di Angelo che negli ultimi mesi sta cercando di focalizzare le forze su un nuovo progetto: Why You Should Visit Sardinia, abbreviato in Why Sardinia. Una campagna di comunicazione immaginata per promuovere la Sardegna, fatta di immagini e video, girati con descrizione in inglese, tramite i quali far scoprire il patrimonio ambientale, culturale e turistico dell’isola, mostrando i tanti motivi per cui una persona dovrebbe visitare la Sardegna e innamorarsene.

Il progetto sta venendo sviluppato con un team di professionisti e collaboratori, con l’obiettivo di dare vita a una vera campagna di promozione dell’isola nel mondo. Per maggiori informazioni su #WhyYouShouldVisitSardinia – #WhySardinia è possibile contattare direttamente Angelo su Instagram @Basso2012 o tramite il sito ufficiale www.basso2012.com, per approfondire e realizzare eventuali collaborazioni.

Nella foto Angelo Meloni

Firenze Rocks, turismo musicale: evento virtuoso

ALGHERO – Anche in Italia, nonostante mille difficoltà e una politica che ancora oggi, a parte rari casi, riconosce la validità, anche economica, delle proposte musicali e artistiche, ci sono le eccezioni. Firenze Rocks, a quanto pare, è una di queste. Negli anni si sono susseguiti eventi che hanno raccolto più o meno successi (Monster of Rock, Monza Rock, Dissonanze, Heinekem Jammin Festival, Rototom Sunsplash, etc), ma è difficile che questi siano diventati delle “case history” come testimonianza virtuosa di produzione di sviluppo, crescita e lavoro.

Un po’ come accade a Barcellona che, nell’arco di circa 20 giorni, grazie ai festival Primavera Sound e Sonar incamera (dati ufficiali), come giro d’affari per la città, circa 100 (cento!) milioni di euro. Oramai, da anni, gli eventi musicali, se calibrati per bene, promossi al meglio e per tempo, diventano delle vere “mini-industrie” con ricadute estremamente positivi per i territori che le ospitano.

In quest’ottica si inserisce un incontro previsto il 28 gennaio presso la Camera di Commercio di Firenze, dove si valuterà l’impatto e i benefici che Firenze Rocks 2020. Evento che si tiene alla Visarno Arena di Firenze dal 10 al 14 giugno prossimo  e che vedrà presenti artisti del calibro di Green Day, Vasco Rossi, Red Hot Chili Peppers e Guns N’ Roses,  porterà’ al sistema economico fiorentino e toscano, in base ai dati raccolti nell’edizione del 2019 .

Generazione Z a Teatro, esperimento riuscito

SASSARI – Il teatro come forma d’arte da far riscoprire alle nuove generazioni; come strumento di crescita personale, per allenarsi nella socializzazione e nell’interazione; come mezzo educativo, canale di comunicazione tra insegnanti e studenti, tra l’istituzione scolastica e i ragazzi. Sono gli ambiziosissimi obiettivi per cui a Sassari la scuola si è fatta palcoscenico. Merito di “Generazione Z a Teatro”, progetto ideato e realizzato dell’associazione ArtsTribu, sostenuto dalla Fondazione di Sardegna, con la preziosa collaborazione del Liceo Artistico “Filippo Figari” di Sassari in partnership con ToBe Crescita Personale, Il Vecchio Mulino, il Teatro Tabasco e St.Joseph Music Pub. A conti fatti, è una scommessa vinta.

Da marzo a dicembre il progetto ha coinvolto insegnanti di diversi istituti scolastici sassaresi, che hanno frequentato il corso teatrale a cura di Luca Losito, per affinare col teatro nuove tecniche di insegnamento e comunicazione. Contemporaneamente i ragazzi del liceo artistico sono stati i protagonisti del corso curato da Michele Vargiu che, attraverso un laboratorio di pratiche teatrali, hanno debuttato all’Auditorium di via Montegrappa con uno spettacolo originale, scritto da loro.

«La risposta degli studenti e degli insegnanti è stata straordinaria, oltre ottanta ragazzi e una trentina di docenti hanno partecipato con passione», racconta Valeria Alzari, ideatrice del progetto e coordinatrice di Arts Tribu. Per lei è «un sogno realizzato grazie alla Fondazione di Sardegna e al “Figari”, che hanno intuito le potenzialità del progetto – spiega – e ci hanno consentito di instradare il “pianeta scuola” in un percorso di scambio reciproco, apprendimento e inclusione che ha fatto lavorare insieme decine di allievi, portandoli a misurarsi col palcoscenico e a superare i loro limiti».

Unendo teoria e pratica, “Generazione Z a Teatro” è stata anche l’occasione per formare gli studenti sassaresi anche al ruolo di “pubblico teatrale”, dedicando loro una rassegna di appuntamenti andati in scena tra il teatro Civico e l’Auditorium e dedicati ad argomenti di forte impatto per le generazioni più giovani, dalla violenza di genere al bullismo, dalla discriminazione ad altre tematiche per le quali la scuola è impegnata a cercare nuovi strumenti di sensibilizzazione.

Il progetto di Arts Tribu ha proposto tra le altre vie quella del teatro, evidenziando e mettendo in luce anche «l’estremo bisogno che c’è, all’interno dell’istituzione scolastica, di occasioni di scambio, creatività e confronto – concludono quelli di Arts Tribu – in cui i ragazzi possano sentirsi liberi di mettersi in gioco, esprimendo al meglio sé stessi». Un motivo in più per replicare l’esperimento anche quest’anno: con la speranza di esaudire le richieste delle tantissime scuole che vorrebbero essere coinvolte di nuovo nel progetto, Arts Tribu ha partecipato al bando 2020 della Fondazione di Sardegna e punta a ripetere l’esperienza fatta nel 2019.

Salmo (invitato) non va a Sanremo

ALGHERO – Salmo non va a Sanremo: ”non me la sento”. Il rapper lo annuncia con un video in una stories su Instagram. ”Allora prima di farmi venire un aneurisma…io volevo ringraziare di cuore Amadeus e tutto lo staff di Sanremo che mi aveva invitato come super ospite della prima serata del festival ma non sarò presente al festival, non me la sento, mi sentirei a disagio. Vi ringrazio di cuore. Tra i due santi, Sanremo e San Siro scelgo san Siro. Quindi se volete venire a sentirmi nel posto giusto con la gente giusta venite a San Siro il 14 giugno”.

Metodo Mura, libro del pasticcere al Carlos V

ALGHERO – Sabato 25 gennaio, alle 17.30, nella splendida cornice dell’Hotel Carlos V, è in programma la presentazione del libro “Metodo Mura”. Con l’autore, Alessio Mura, ci saranno due volti noti della tv: Silvana Giacobini, giornalista e direttrice per tanti anni di testate nazionali come “Chi”, “Gioia” e “Diva e Donna” e Anthony Peth, presentatore tv ed esperto del gusto.

Dalla frittella “Nuvola” alla guerra contro le torte pasta di zucchero, tanti gli spunti contenuti nel libro di Alessio Mura. Prevista anche la partecipazione di due ospiti d’eccezione: Anna Gardu, la pasticcera di Oliena conosciuta per i suoi dolci artistici, e Antonio Masia, titolare del panificio Cherchi di Olmedo, che negli ultimi anni ha puntato fortemente sulla riscoperta del pane tipico algherese. Un appuntamento da non perdere quello del 25 gennaio, insomma, all’insegna del gusto e del buon cibo.

Nella foto Alessio Mura

“Cantine di casa” questo sabato a Olmedo

OLMEDO – Sabato 11 gennaio  2020 l’Amministrazione comunale, Assessorato alla cultura e Assessorato alle attività produttive, in collaborazione con l’Associazione dei piccoli produttori locali, la Pro Loco di Olmedo, il Gruppo Minifolk Nostra Signora di Talia e il Gsd Olmedo Calcio, propone, a partire dalle ore 18.00 nella Piazza Giovanni XXIII,  la Rassegna del vino dei piccoli produttori olmedesi “Assaza su meu”, evento ispirato alla millenaria cultura del vino della nostra isola. Protagoniste della serata saranno le “cantine di casa” con la degustazione dei vini dell’annata 2019 accompagnati dai sapori dei prodotti sardi, dai balli della tradizione olmedese  e dalla musica del Gruppo Jukebox Band.

Matherland, arrivederci Alguer: venerdi gratis

ALGHERO – Matherland saluta e ringrazia la Riviera del Corallo con una giornata dedicata alle famiglie algheresi in programma questo venerdì 10 gennaio, dalle ore 16 alle 19. “Arrivederci Alguer” è il titolo della manifestazione fortemente voluta dal Matherland, uno dei luna park itineranti più grandi in Italia che da oltre settantanni fa tappa in città nel periodo estivo, in collaborazione con la Fondazione Alghero.

Quest’anno, per la seconda volta consecutiva, il parco dei divertimenti ha installato le proprie attrazioni nel porto anche per il periodo natalizio con alcune novità rispetto a quelle presenti d’estate. Tra le più gettonate la pista di pattinaggio sul ghiaccio, attrazione che è diventata un appuntamento fisso del Natale ad Alghero.

Con “Arrivederci Alguer” Matherland distribuirà oltre diecimila biglietti omaggio destinati esclusivamente alle famiglie residenti ad Alghero. Per poter ricevere i coupon omaggio, le famiglie dovranno presentarsi, nel pomeriggio di venerdì, presso il luna park esibendo un documento d’identità presso la cassa dell’autoscontro.