Regione, calendario commissioni

CAGLIARI – Riprende domani il lavoro delle commissioni consiliari. La Commissione “Attività produttive” presieduta da Piero Maieli  è convocata alle 9 per l’audizione degli Assessori regionali dell’Industria e del Lavoro, di Confindustria Nord Sardegna, delle organizzazioni sindacali e del curatore fallimentare sullo stato della procedura di fallimento di SICES S.p.a. La Commissione “Sanità”, presieduta da Domenico Gallus,  si riunisce alle 10. In audizione compariranno: i rappresentanti dell’Associazione Celiaci su celiachia, preparazione di prodotti senza glutine e sicurezza nell’alimentazione; una delegazione di  Veterinari sulla situazione degli specialisti che operano nell’ambito dei servizi veterinari del Dipartimento di prevenzione della ATS;  l’ Associazione Le Rondini Onlus sul Programma ritornare a casa e sull’erogazione di materiale farmacologico. Seguirà  l’ audizione dell’Assessore dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale sul P/7 (Legge regionale 2 agosto 2016, n. 18 recante “Reddito di inclusione sociale – Fondo per il reddito di inclusione sociale – “Agiudu torrau”.

Linee guida per il triennio 2018-2020 concernenti le modalità di attuazione. Missione 12 -Programma 04 – Cap. SC05.0680”. Integrazione linee guida per il triennio 2018-2020. Approvazione preliminare). L’ordine del giorno si conclude con l’Audizione di una delegazione di  Operatori Socio Sanitari sullo scorrimento delle graduatorie. Alle 10,30, sempre martedì,  si riunisce la commissione “Lavoro e Cultura”, presieduta da Alfonso Marras. All’ordine del giorno l’audizione dell’Anci Sardegna sulle problematiche relative al servizio di trasporto scolastico gestito dai Comuni.Alle 15,30 è convocata la “Autonomia”, presieduta da Pierluigi Saiu. E’ prevista l’audizione dei Professori di Diritto costituzionale dell’Università degli Studi di Sassari sulle prospettive di riforma dell’ordinamento regionale e del sistema degli enti locali della SardegnaMercoledì alle 16 si riuniscono, in seduta congiunta, la Commissione “Autonomia” e la Commissione “Ambiente”.

In audizione gli assessori regionali dell’Ambiente e del Personale, i rappresentanti sindacali di CGIL, CISL, UIL, SADIRS, SAF, SIAD, FENDRES – SAFOR, FEDRO, sulle problematiche relative al comparto del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale.La commissione Ambiente, presieduta da Giuseppe Talanas, proseguirà i lavori  con l’audizione dell’Assessore regionale dell’Ambiente sugli ulteriori strumenti idonei a potenziare il sistema dei controlli, divieti e sanzioni, relativi ai furti di sabbia nelle spiagge della Sardegna. La seduta proseguirà giovedì alle 16 con l’audizione dell’Assessore regionale dell’Urbanistica, di Federbalneari, del Sindacato Italiano Balneari (SIB), della Federazione italiana balneari (FIBA), dei concessionari demaniali Quartu S.E., e dell’Associazione Federalberghi sulle problematiche relative ai manufatti amovibili e gli interventi di edilizia nei litorali.La Commissione “Attività produttive” è convocata venerdì alle 10,30. Sarà sentito l’Assessore regionale dell’Ambiente sulla Proposta di Legge 45 “Modifica dell’articolo 6 della legge regionale 29 luglio 1998, n. 23 (Norme per la protezione della fauna selvatica e per l’esercizio della caccia in Sardegna).

S.I.

Attentato Sindaco Siniscola, solidarietà da Solinas

CAGLIARI – Il presidente della Regione, Christian Solinas, esprime solidarietà personale e a nome della Giunta nei confronti del sindaco di Siniscola, Gian Luigi Farris, oggetto dell’ennesimo atto intimidatorio. “Un atto vile – ha sottolineato il Presidente – che si aggiunge ad una lunga serie di minacce e attentati di cui il Sindaco, in passato, è rimasto vittima”.

“Sono certo che la mano dei violenti – afferma Solinas – non sarà in grado di fermare gli amministratori onesti che ogni giorno, tra mille sacrifici, prestano la loro opera per il bene delle comunità. Confidiamo in una rapida indagine che assicuri i colpevoli alla giustizia, e assicuriamo l’impegno della Giunta regionale al fianco delle amministrazioni locali”.

Nella foto Christian Solinas

S.I.

Ploaghe, bando per servizio civile e giovani

ALGHERO – Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha pubblicato il bando per la selezione di volontari tra i 18 e i 28 anni da impiegare in progetti di servizio civile universale in Italia e all’estero. Fino al 10 ottobre è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei progetti che si realizzeranno tra il 2019 e il 2020 su tutto il territorio nazionale e all’estero. Presso il comune di Ploaghe sono disponibili quattro  posti per il progetto “GenerAzioni: attività creative per l’inclusione dei piccoli e dei diversamente giovani”.

Per cinque giorni a settimana i ragazzi saranno impegnati nelle attività di servizio civile con l’obiettivo di  promuovere attività di socializzazione dei minori, degli anziani e delle persone con disabilità, di incoraggiare la comunicazione ed il confronto tra persone appartenenti a fasce di età e gruppi diversi, anche dal punto di vista culturale, di contribuire al dialogo e al confronto tra cittadini nelle più svariate attività. Grazie a questo progetto, i volontari saranno in grado di creare una concreta possibilità di comunicazione tra generazioni, attraverso l’interazione con gli anziani, costruendo relazioni nuove tra persone diverse ma sulla base di valori condivisi e del mutuo aiuto. Gli aspiranti volontari dovranno produrre domanda di partecipazione indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto esclusivamente attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, Tablet e Smartphone all’indirizzo https:domandaonline.serviziocivile.it.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema: i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede. “Siamo soddisfatti- sottolinea il sindaco di Ploaghe Carlo Sotgiu– per avere ottenuto, ancora una volta, il finanziamento per attivare il servizio civile attraverso il quale i giovani potranno fare un’esperienza proficua e attiva al servizio della comunità attivando un importante percorso di crescita personale”.

Nella foto il sindaco di Ploaghe

S.I.

Regione, convocate le commissioni

CAGLIARI – Domani si riuniranno quattro commissioni consiliari. La Prima commissione (Autonomia e ordinamento regionale), presieduta da Pierluigi Saiu (Lega) è stata convocata per domani, 11 settembre, alle 11. All’ordine del giorno il Parere 6 (Contributo alle Associazioni fra Enti Locali. L.R. 27.8.1972, n. 28 e s.m.i., L.R. 4.6.1988, n. 11, art. 124. Proposta ripartizione della somma di euro 200.000 per l’anno 2019. Capitolo SC01.1077, UPB S01.06.001) e la programmazione dei lavori. 

La Terza commissione (Bilancio), presieduta dal vice presidente Cesare Moriconi (Pd), si riunirà domani alle 16. All’ordine del giorno: l’elezione del Presidente e di un Segretario e il Parere finanziario sul Disegno di legge 36 (Seconda variazione di bilancio. Disposizioni in materia sanitaria. Modifiche alla legge regionale 11 gennaio 2018, n. 1 (Legge di stabilità 2018) e alla legge regionale 28 dicembre 2018, n. 48 (Legge di stabilità 2019) qualora pervenuto. 

Alle 10 di domani si riunirà anche la Sesta commissione (Sanità), presieduta da Domenico Gallus (Udc), per l’esame del Disegno di legge 36 (Legge di stabilità 2018) e alla legge regionale 28 dicembre 2018, n. 48 (Legge di stabilità 2019) e audizione degli assessori del Bilancio, Giuseppe Fasolino, e della Sanità, Mario Nieddu.  

Per domani alle 17 è convocata anche la Commissione d’Inchiesta sul perdurare dello stato di insolvenza economica dell’Aias, presieduta da Gianfranco Ganau (Pd), per la Programmazione dei lavori.

E.L.N

Focus lavoro, Zedda ad Oristano

CAGLIARI –   L’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, ha partecipato oggi a Oristano ad un incontro sull’evoluzione del mercato del lavoro in Sardegna con focus sul territorio di competenza del Centro per l’Impiego di Oristano.

“Un evento importante – ha sottolineato l’assessore Zedda – Uno degli incontri sul territorio con sindaci, amministratori locali, aziende, rappresentanti di categoria e associazioni competenti per materia, ma anche cittadini. L’incontro racchiude un nuovo metodo, ovvero quello dell’ascolto e della proposta, momenti nei quali rappresentiamo le azioni del nostro assessorato, l’utilizzo dei fondi comunitari, in particolare il Fse (Fondo sociale europeo), che raddoppia e va ad intercettare professioni nuove legate alla tecnologia, come la cyber security, ma anche professioni che esaltano l’identità sarda e che richiedono una certa formazione specifica”.

All’appuntamento, organizzato dall’Agenzia per le politiche attive del lavoro, è intervenuto il sindaco di Oristano, Andrea Lutzu, ed altri primi cittadini della provincia, oltre a Massimo Temussi, direttore dell’Aspal, che ha rappresentato l’andamento del mercato del lavoro nella provincia.

Nella foto l’assessore Alessandra Zedda

S.I.

Ploaghe, lavori nell’area del convento

PLOGHE – Inizieranno a breve i lavori di completamento della piazza dell’ex Convento dei Cappuccini e del percorso dei candelieri. Il progetto prevede un importo di circa 150 mila euro e riguarda fondamentalmente la sistemazione dell’area adiacente alla piazza, in via Pietro Salis direzione mattatoio; il completamento di alcuni elementi della recinzione, prospicienti la piazza, dell’ex convento dei frati cappuccini e la realizzazione della rete di acque bianche che collegherà Via Pietro Salis con la condotta già presente nella zona di Viale Italia.

Il progetto va a integrarsi a quanto già realizzato negli ultimi due anni con la posa in opera della pavimentazione in basalto della piazza del convento, della via Convento e di un tratto del Corso Spano fino al ricongiungimento col vecchio lastricato. Opere che hanno fatto da cornice al restauro dell’Ex Convento, che ha visto la sistemazione degli spazi verdi, la realizzazione di un piccolo spazio attrezzato per le conferenze, il restauro ed il risanamento conservativo dell’edificio nel suo insieme e la realizzazione dell’ascensore per abbattere le barriere architettoniche.

Il sindaco di Ploaghe Carlo Sotgiu non nasconde la sua soddisfazione: “Un intervento importante che consentirà di completare definitivamente l’opera di riqualificazione dell’area circostante il seicentesco convento di Sant’Antonio. Con l’abbassamento della piazza- prosegue il sindaco- abbiamo liberato l’antico ingresso di “Portarìa” e il monumento ha potuto riacquisire l’antico splendore. Con quest’ ultimo intervento possiamo completare quanto già realizzato precedentemente”.

Nella foto la piazza di Ploaghe

Morto ex-Sindaco di Cagliari Murtas

CAGLIARI – Ieri mattina è venuto a mancare Franco Murtas, sindaco di Cagliari dal 1972 al 1975. “Apparteneva alla Democrazia Cristiana, – afferma il sindaco Paolo Truzzu – era un uomo per bene e svolse il suo ruolo con rigore e senso delle istituzioni in anni non semplici per l’Italia. Sopratutto fece politica per passione. Mi piace ricordarlo”.

Franco Murtas fu assessore comunale con la giunta Brotzu dal 1961 al 1965, poi con la giunta De Magistris dal 1967 al 1969. Nel 1971 ancora assessore con la giunta Lai e nel 1973 con la giunta Fanti. Poi sindaco di Cagliari dal 1972 al 1975.
Fu consigliere alla Provincia di Cagliari e assessore regionale nella giunta Cabras dal 1992 al 1994. Funzionario del Consiglio regionale, una volta in pressione fece il Giudice di pace.

Nella foto il Comune di Cagliari

S.I.

Nuoro, la Polizia sgomina una baby-gang

NUORO – La Polizia di Stato di Nuoro ha eseguito quattro misure cautelari nei confronti di altrettanti minorenni, ospiti di una Comunità per recupero di minori con particolari disagi comportamentali della provincia di Nuoro, ritenuti responsabili di sequestro di persona, estorsione, violenza sessuale, stalking, maltrattamenti, lesioni e danneggiamento.

Due dei minori sono stati sottoposti alla misura cautelare in carcere e gli atri due collocati in comunità. Vittime degli abusi altri minorenni ospiti della stessa struttura – in particolare un ragazzo disagiato con aspetti di autismo e una ragazza, costretta a subire atti sessuali – e gli stessi educatori della comunità, quotidianamente oggetto di aggressioni verbali e fisiche e di minacce di morte. Talvolta le minacce sono seguite a danneggiamenti degli arredi della struttura: in una occasione, ad esempio, un minorenne, dopo aver rotto un quadro, brandendo un pezzo di vetro, ha urlato ad una educatrice che l’avrebbe sgozzata.

Le indagini sono state avviate dalla Squadra Mobile di Nuoro coordinata dalla Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Sassari, Dr.ssa Luisella Grazia FENU lo scorso mese di gennaio e hanno consentito di documentare come i giovani, con il loro comportamenti violenti e aggressivi hanno creato all’interno della Comunità un clima di paura e di gravissima tensione, tale da indurre le vittime a cambiare le proprie abitudini, ad esempio mangiando in piani separati della struttura.

Durante la notte, frequentemente, gli indagati urlavano, davano manate al muro e agli estintori, entravano nelle camere degli altri ragazzi per svegliarli, danneggiando armadi e arredi. Gli episodi di vessazione ai danni, in particolare, del minore con aspetti di autismo sono numerosissimi: spesso veniva preso a calci e pugni, oppure veniva colpito alla nuca o schiaffeggiato oppure gli venivano messe le mani al collo come per strangolarlo, cagionandogli spesso delle lesioni.

E’ stato accertato che il minore è stato costretto a consegnare agli altri indagati del denaro che si procurava chiedendo, sul loro richiesta, l’elemosina alle persone che incontrava per strada, racimolando 10/20 euro al giorno. In un’altra circostanza hanno sfondato a calci la porta della stanza da letto del minore, irrorando il contenuto di un estintore all’interno della stanza e imbrattando così tutti gli arredi e gli effetti personali della vittima. Spesso il giovane veniva svegliato di notte con dei gavettoni d’acqua. 

Tre minori sono indagati anche per il reato di sequestro di persona ai danni del giovane con aspetti di autismo, in quanto, in una occasione, lo stesso veniva rinchiuso nella propria stanza e sottoposto a sevizie; due sono accusati, infine, anche di violenza sessuale aggravata ai danni di una minorenne ospite della struttura, che, una notte agli inizi del mese di agosto, dopo avere ricevuto messaggi vocali e insulti sul suo profilo Instagram, è stata costretta a subire atti sessuali, interrotti dal provvidenziale intervento di un operatore della struttura.

Sanità, Solinas illustra la riforma

CAGLIARI – “Un momento necessario di approfondimento con le componenti della maggioranza per condividere, discutere ed eventualmente arricchire il testo della riforma sanitaria, che puntiamo ad approvare entro l’anno”. Lo ha detto il presidente della Regione, Christian Solinas, al termine della riunione che si è tenuta questa mattina nella sala ‘Anfiteatro’ dell’Assessorato delle Politiche sociali.

“La sanità è un tema fortemente sentito dai sardi e con questa riforma dimostriamo di mantenere l’impegno che abbiamo preso con loro durante la campagna elettorale – ha aggiunto il presidente Solinas – La domanda di salute che arriva dai cittadini è forte e noi dobbiamo garantire il massimo impegno per soddisfarla, soprattutto dopo le criticità che negli anni scorsi hanno penalizzato le legittime aspirazioni di pazienti e personale medico e sanitario”.“Si tratta di una riforma organica – ha sottolineato il presidente della Regione – che razionalizza e semplifica il quadro normativo grazie a un testo unico che contiene tutte le norme di riferimento del settore, abrogando le leggi che si sono succedute negli anni. Non facciamo calare nulla dall’alto ma ripristiniamo la centralità del cittadino-paziente e dei territori, tenendo conto di ogni specificità. È questa la vera rivoluzione”.

“Sarà garantito – ha detto ancora il presidente Solinas – il mantenimento del controllo della spesa sanitaria, grazie all’accentramento delle funzioni amministrative, per realizzare efficienza ed economicità nel bilancio complessivo della sanità sarda. Porteremo avanti un piano straordinario di edilizia sanitaria per realizzare nuove strutture e riqualificare quelle esistenti, assicurando un più alto livello qualitativo delle prestazioni sanitarie, vero tema centrale per il cittadino”.

Nella foto il Presidente Solinas mentre illustra la riforma alla maggioranza

S.I.

Consorzi Bonifica, presto sblocco assunzioni

CAGLIARI – Si va verso lo sblocco in tempi rapidi delle assunzioni nei Consorzi di bonifica della Sardegna. È una delle misure contenute in due proposte di delibera – che l’assessore regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, porterà all’attenzione della Giunta – illustrate oggi ai vertici dei Consorzi e dell’Anbi (l’Associazione nazionale bonifiche irrigazioni) regionale.

Con la prima delibera si procede allo sblocco dello stanziamento di bilancio di 3 milioni di euro per coprire i costi del personale stagionale che i Consorzi sostengono nel periodo della campagna irrigua: i fondi saranno ripartiti con il criterio della proporzionalità rispetto ai fabbisogni. L’esponente della Giunta Solinas si è anche impegnata ad attivarsi per reperire le risorse ancora mancanti, oltre un milione di euro, necessarie per soddisfare tutte le richieste pervenute.

“Con la seconda proposta – ha spiegato l’assessore dell’Agricoltura – recependo le istanze portate da diversi Consorzi e dall’Anbi, vengono date alcune direttive urgenti in tema di assunzioni a tempo indeterminato, rimaste ferme da anni in assenza delle apposite direttive che la precedente Giunta si era impegnata ad approvare. Un’urgenza legata anche agli effetti che la “quota 100” sta avendo nell’accelerare i pensionamenti del personale”.

Si è deciso poi di riprendere il tavolo tecnico per l’esame dei problemi legati alla definizione degli schemi di bilancio. “Sarà anche attivato un tavolo specifico – ha aggiunto Gabriella Murgia – per avere, una volta superata l’urgenza delle prime assunzioni a tempo indeterminato, un quadro di indirizzo più preciso per programmare adeguatamente il reclutamento, da parte degli stessi Consorzi, delle figure professionali necessarie”.

S.I.