Minacce con pistola, arrestato

ITTIRI – Nel pomeriggio del 19 giugno scorso, a Ittiri, i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da una pattuglia del Norm Aliquota radiomobile di Sassari, sono intervenuti nel Bar “Seren Angel” dove il pregiudicato S.G. di 27 anni, del posto, per futili motivi aveva minacciato con un pistola scacciacani un altro avventore. All’arrivo dei Carabinieri, S.G. è stato sottoposto a perquisizione personale ed è stato trovato in possesso della pistola a salve utilizzata per la minaccia e di un coltello a serramanico con lama di cm 7,5. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. L’accusa per il giovane è quella di minaccia aggravata.

Nella foto i Carabinieri

S.I.

Brigata Sassari, cerimonia di rientro

SASSARI – “È un lavoro straordinario e silenzioso quello che la Brigata Sassari ha fatto in Afghanistan e nei teatri di guerra. Un lavoro di connessione con la popolazione locale per accompagnarla nel processo di sviluppo democratico ed economico”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Francesco Pigliaru a margine della cerimonia di saluto alla Brigata Sassari al rientro dall’operazione ‘Resolute Support’ in Afghanistan del 152/o reggimento, in cui ha avuto luogo anche l’avvicendamento al comando tra i generali Gianluca Carai e Andrea Di Stasio, alla presenza del Comandante del Comando delle Forse Operative Sud, generale Rosario Castellano. “Un lavoro non di guerra – ha proseguito il Presidente della Regione – ma piuttosto di pace e benessere, del quale siamo tutti molto orgogliosi”. Al termine della cerimonia, Francesco Pigliaru si è trattenuto con i familiari dei caduti della Brigata, cui ha portato le parole di conforto e vicinanza di tutta la Sardegna.

Nella foto la cerimonia di rientro della Brigata Sassari

S.I.

Forza Italia riparte dalle Piazze

CAGLIARI – Si terrà giovedì 20 giugno, dalle 9 alle 13, presso il mercato di via dell’Argine a Monserrato, la prima tappa de “La piazza delle idee”: l’evento promosso da Forza Italia per raccogliere direttamente dai cittadini, tramite un questionario aperto, un contributo di progetti e valori per la comunità. Il movimento azzurro rilancia la sua anima movimentista e il suo carattere di autentica forza di partecipazione popolare alla vita pubblica della città e della comunità nazionale. La “piazza delle idee” è una delle manifestazioni che vedranno i militanti di Forza Italia impegnati dentro e fuori dal cosiddetto palazzo per rinforzare il legame tra la politica e la comunità dei cittadini, fondato non solo sulla protesta fine a sé stessa, ma sulla proposta, sulle idee e sulle azioni concrete per realizzarle.

Nella foto un incontro di Forza Italia

S.I.

Lite e sangue tra marocchini: arresto

SASSARI – Durante lo scorso weekend, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Sassari è intervenuta a Florinas, dove era stata segnalata al 112 una lite in corso tra cittadini extracomunitari. Giunti sul posto, i militari dell’Arma hanno trovato un giovane di nazionalità marocchina con una copiosa ferita a una mano, il quale ha riferito di essere stato poco prima aggredito per futili motivi, mentre si trovava all’interno della propria abitazione, da un proprio connazionale, dileguatosi subito dopo per le vie limitrofe.

Le immediate ricerche hanno consentito di rintracciare in brevissimo tempo Sahoul Salah, classe 1971, residente da tempo in Italia e già noto alle forze dell’ordine che, con la maglia ancora sporca di sangue, si stava allontanando dal luogo. Lo stesso è stato subito arrestato per tentato omicidio in quanto, secondo una prima ricostruzione dei fatti, ha aggredito la vittima tentando di colpirla più volte al collo e al cuore e solo l’arrivo di altre persone ha impedito che l’azione fosse portata a compimento.

La violenza dell’aggressione è testimoniata dal fatto che la ferita alla mano del malcapitato è stata successivamente medicata con oltre 50 punti di sutura presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Sassari e solo la sua prontezza di riflessi nel difendersi disperatamente a mani nude ha evitato colpi fatali in parti vitali del corpo. L’arma del delitto è stata rinvenuta ancora sporca di sangue e sottoposta a sequestro, mentre per l’arrestato si sono aperte le porte del carcere di Bancali, dove dovrà restare a disposizione dell’Autorità giudiziaria e rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

S.I.

Porti Regionali, linee guida prg

CAGLIARI – Si è svolta questo pomeriggio nella sala Emilio Lussu di Villa Devoto, sotto la presidenza di Francesco Pigliaru, la seduta della Giunta regionale. Su proposta dell’assessore dei Lavori Pubblici, Edoardo Balzarini, la Giunta ha approvato, in via preliminare, i criteri dell’Avviso pubblico per la realizzazione, il completamento, la manutenzione straordinaria e la messa a norma e in sicurezza di opere pubbliche e infrastrutture di interesse comunale e sovracomunale. Lo stanziamento, previsto dalla legge regionale di stabilità 2018, è di 26 milioni di euro, ripartiti sulle annualità 2018 (1 milione di euro), 2019 (10 milioni di euro) e 2020 (15 milioni di euro). Lo scorso 30 maggio, i criteri sono stati sottoposti alla Conferenza permanente Regione – Enti locali che ha espresso la propria intesa dando delle indicazioni volte a garantire la maggior equità possibile nel riparto delle risorse tra i vari territori dell’Isola.

L’Avviso individua la tipologia di interventi finanziabili distinguendo tra interventi finalizzati alla messa a norma e/o in sicurezza, completamento, manutenzione straordinaria e realizzazione (ex novo); la percentuale di cofinanziamento in misura non inferiore al 10% della spesa complessiva; la soglia minima di finanziamento pari a 50.000 euro con l’obbligo che l’opera sia finanziata per intero o come intervento funzionale; l’importo massimo di finanziamento, pari a 400.000 euro. Sono, inoltre, elementi premianti le istanze riguardanti opere di interesse sovracomunale, il livello progettuale dell’intervento proposto, la rotazione – con premialità per enti che non hanno ricevuto negli ultimi cinque anni (2013-2017) finanziamenti da parte della Regione per le stesse tipologie di opere e – a parità di punteggio conseguito – la data di presentazione della domanda. Prima della pubblicazione dell’avviso pubblico, la delibera sarà trasmessa alla IV Commissione del Consiglio Regionale (Governo del territorio, ambiente, infrastrutture, mobilità) per il previsto parere di competenza.

La Giunta, su proposta dell’assessore Cristiano Erriu di concerto con gli assessori dei Lavori pubblici e della Difesa dell’Ambiente Edoardo Balzarini e Donatella Spano, ha approvato – ad integrazione delle linee guida per l’elaborazione dei Piani regolatori portuali degli scali di competenza regionale, di cui alla deliberazione n. 63/22 del 2016 – la procedura di dettaglio per la stesura, adozione e approvazione definitiva del Piano regolatore portuale e, nello specifico, la definizione delle attività da svolgersi secondo la relativa scansione temporale, i soggetti competenti e gli obiettivi ed i risultati attesi nelle varie fasi del procedimento.

Su proposta dell’assessore Giuseppe Dessena e in recepimento dell’emendamento nella legge Finanziaria regionale 2018, sono state approvate le direttive per il triennio 2018-2020 relative ai bandi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole materne paritarie. Approvate in via definitiva, dopo il passaggio per il parere in Commissione Salute del Consiglio regionale, le Linee guida per il triennio 2018 -2020 sulle modalità di attuazione della legge Agiudu Torrau (Reis): l’Esecutivo ha modificato il testo accogliendo i rilievi della Commissione sul riparto del saldo dello stanziamento relativo al triennio 2018-2020 e meccanismi che assicurano la destinazione del sussidio economico all’inclusione e che ne evitano la dispersione (come nel caso in cui in famiglia ci sia una persona con dipendenza patologica). Su proposta dell’assessore Luigi Arru è stato recepito l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in materia di formazione continua nel settore salute, che prevede l’adeguamento dei criteri di assegnazione dei crediti.

S.I.

Lavoras, un mese per proposte

CAGLIARI – Sarà pubblicata domani da Insar, soggetto attuatore del programma LavoRas Cantieri, la manifestazione d’interesse destinata ai Comuni che per i prossimi 30 giorni (o 45 in caso di richiesta da parte di Comuni in forma associata) potranno presentare i loro progetti. LavoRas stanzia 45,2 milioni per i cantieri di nuova attivazione per creare oltre 4.000 posti di lavoro. Una volta ricevuto il progetto, Insar ha 30 giorni di tempo per validarlo e mandare la bozza di convenzione ai Comuni che in 15 giorni devono firmare. A quel punto inizia la terza fase che coinvolge Aspal e i Centri per l’impiego sulle liste dei disoccupati che vengono inviate dagli enti locali. È stato specificato che la tempistica è scandita su giorni solari e non lavorativi, per accelerare al massimo.

Sono 6 le tipologie di cantiere previste: ambiente, compresi i litorali e le aree umide, e dissesto idrogeologico; beni culturali e archeologici; edilizia; reti idriche; valorizzazione attrattori culturali; patrimonio pubblico ed efficientamento delle procedure comunali. Il soggetto gestore sarà Insar, che avrà funzioni di coordinamento operativo, l’assistenza tecnica è affidata ad Aspal tramite i Centri per l’Impiego che hanno il compito di compilare gli elenchi dei disoccupati per i Comuni. Il ruolo di soggetto attuatore dei cantieri è affidato ai Comuni che possono procedere con assunzioni dirette o attraverso le cooperative sociali, agricole e forestali. Un Osservatorio, composto da tre rappresentanti ciascuno per Giunta, Consiglio, Enti locali, sindacati e datoriali, verificherà il rispetto del cronoprogramma e l’efficacia di LavoRas. La durata dei cantieri sarà di 8 mesi, ai quali può seguire l’indennità mensile di disoccupazione per altri 4. LavoRas offre un’occasione a tutte le tipologie di disoccupati: ai più giovani e a quelli avanti con gli anni, alle donne, a chi non ha professionalità specifiche e ai laureati, a chi non ha mai avuto un’occupazione e a coloro che invece sono fuoriusciti dal mercato del lavoro.

S.I.

Base-Psd’Az, Psr: solo promesse

CAGLIARI – “Il mio metro sono i fatti, e questi mi dicono che questa Giunta regionale, in testa l’assessore all’Agricoltura, ai giovani che intendono realizzare il proprio futuro in agricoltura ed in generale a chi investe in questo settore hanno venduto solo promesse, rimaste parole”. Lo sostiene il consigliere regionale e capogruppo in consiglio regionale del gruppo Psd’az-La Base Gaetano Ledda, nel commentare la rimodulazione del Psr annunciata dall’assessore all’Agricoltura.

“Dopo le tante promesse e gli annunci ai giovani hanno regalato solo promesse fumose – attacca Ledda -. Li hanno tenuti due anni tra annunci di bandi e rinvii, facendoli spendere con aperture di partite iva e presentazione di progetti cantierabili e alla fine ne hanno finanziato solo un terzo di quelle presentate. Adesso, dopo nuove promesse, hanno destinato a questa misura solo 10 milioni di euro ma continuano a parlare dei giovani agricoltori come centrali nella economia sarda”. Secondo il Consigliere Regionale la Giunta “ha fallito a cominciare proprio dall’agricoltura che loro spesso definiscono assistita. E’ evidente la distanza con la realtà, con i bisogni e i progetti dei sardi. A distanza di 5 anni continuano a dimostrare di non avere un progetto e un disegno politico”.

Nella foto il gruppo regionale Psd’Az – La Base

S.I.

Strada Nuoro-Macomer, lavori

CAGLIARI – Con una nota inviata ai sindaci dei Comuni di Bortigali, Macomer, Nuoro, Orotelli, Silanus, all’Anci Sardegna e al Comitato delle autonomie locali, l’assessore dei Lavori Pubblici, Edoardo Balzarini, ha riportato il quadro degli interventi per il miglioramento della sicurezza stradale della statale 129, trasversale sarda, tra Nuoro a Macomer, comunicato in questi giorni dall’Anas.

La nota fa seguito ai diversi incontri tra Assessorato, Anas e rappresentanti dei Comuni, sollecitati dagli stessi amministratori locali del territorio che hanno più volte messo in evidenza le criticità e la pericolosità di questa importante arteria di collegamento del centro Sardegna. Interventi a breve termine. La segnaletica verticale presente nel tratto all’altezza di Orotelli (km 63+700 e 64+7) sarà integrata, nell’immediato, con due cartelli luminosi di segnalazione di curve pericolose; questo intervento si aggiungerà alle bande rumorose di avvicinamento e ai cartelli indicanti il limite di velocità e divieto di sorpasso. Entro l’anno, inoltre, Anas appalterà il lavori di costruzione di una rotatoria a Bortigali (km 89+120), in corrispondenza dell’intersezione con la strada comunale di accesso all’abitato, come da convenzione stipulata con la Regione a dicembre 2016.

Interventi a medio termine. Riguardo invece alle attività di medio periodo finalizzate ad aumentare la sicurezza nel tratto da Nuoro a Macomer, verrà realizzato da Anas un primo step di interventi per un importo di investimento di circa 4,7 milioni di euro la cui copertura finanziaria è attualmente in fase di definizione. Tra questi è ritenuta prioritaria la rettifica plano altimetrica del tratto di Orotelli per un importo di 3 milioni di euro a cui si aggiungono la realizzazione di nuove intersezioni a rotatoria, l’adeguamento degli innesti su altre viabilità e il miglioramento degli incroci dal territorio del Comune di Silanus a quello del Comune di Birori (dal km 82+400 al km 92+430), per un importo di 1,7 milioni di euro.

Balzarini. “Lo sviluppo e la messa in sicurezza delle strade sarde sono considerati strategici da questa Giunta – ha dichiarato l’assessore Balzarini – così come è elevata sia l’attenzione alla incolumità degli automobilisti che ogni giorno percorrono le nostre arterie sia la ricerca degli investimenti per realizzare gli interventi necessari. Nei mesi scorsi abbiamo ascoltato e accolto le richieste degli amministratori locali che chiedono maggiore sicurezza sulla 129 e condiviso il programma di interventi che attuerà l’Anas. L’individuazione dei fondi necessari a dare risposte concrete è un primo passo a cui ne seguiranno altri tesi al miglioramento, ulteriore, della percorribilità della SS 129 anche a garanzia di una più adeguata crescita economica e sociale di quei territori”.

Nella foto la strada 129

S.I.

Sbarchi Algeria, interrogazione

ROMA – Dopo l’ennesimo sbarco di clandestini sulla rotta Algeria-Sardegna, Ugo Cappellacci, deputato di Forza Italia, ha presentato un’interrogazione per chiedere che si faccia quello che il precedente Governo non ha realizzato: bloccare le partenze e proteggere le frontiere dello Stato italiano. “Nonostante le promesse – ricorda l’esponente azzurro-, con il PD al Governo gli sbarchi non solo non sono mai finiti, ma sono addirittura raddoppiati tra il 2016 e il 2017 e proseguono a pieno ritmo”.

“Il direttore esecutivo di Frontex – ricorda il forzista- ha pubblicamente definito questo fenomeno come “una possibile minaccia per la sicurezza”, di fatto confermando le preoccupazioni già espresse da altre Istituzioni. Occorre stipulare subito un accordo efficace con l’Algeria sia per bloccare definitivamente la rotta sia per collaborare al fine di rendere effettivi i rimpatri. E’ necessario inoltre dare alle nostre Forze dell’Ordine mezzi adeguati per poter fronteggiare un fenomeno che va ad aggiungersi a tutte le altre azioni che vedono i nostri uomini e le nostre donne in divisa impegnati nel territorio. Su questo aspetti, al di là dei differenti ruoli tra maggioranza e opposizione, c’è tra le forze del centro-destra una consolidata identità di vedute. E’ necessario intervenire e – ha concluso Cappellacci- occorre farlo al più presto”.

Nella foto un barcone verso Cagliari

S.I.

Pigliaru e Caria a Bonassai

CAGLIARI – Domani 8 giugno, nel compendio dell’Agenzia Agris Sardegna di Bonassai (tra Sassari e Alghero) si terrà una lunga giornata di lavori dedicata all’agricoltura conservativa e di precisione a cui parteciperanno il presidente Francesco Pigliaru, l’assessore dell’Agricoltura Pier Luigi Caria e numerosi relatori. Studiosi delle Università e dei centri di ricerca, imprenditori agricoli e agroalimentari, trasformatori e commercializzatori, esperti e rappresentanti dell’Assessorato e delle Agenzie Agris e Laore, si confronteranno sullo stato di salute dell’innovazione nel comparto agricolo e sulle proposte da sostenere per migliorare le condizioni produttive del mondo delle campagne sardo. L’appuntamento per i cittadini e la stampa è alle 9.30 nel Centro di ricerca Agris di Bonassai. Il compendio si trova al km 18+600 lungo la Strada Statale 291 della Nurra. Per la partecipazione all’evento è richiesta la registrazione nella pagina dedicata del sito della Regione Sardegna: goo.gl/KqFYCt

S.I.