Covid ad Alghero, concluso lo screening: positivi

ALGHERO – Si è svolta l’attività di screening organizzata presso i locali della Guardia Medica Turistica di Fertilia. Il personale del Dipartimento di Prevenzione della ASSL Sassari ha effettuato circa sessanta tamponi rino-faringei ad altrettanti utenti, tra studenti e personale scolastico, entrati in contatto con una persona risultata positiva al Covid-19. Lo screening è iniziato nella giornata di ieri quando gli operatori del Servizio di Igiene della ASSL Sassari, appresa la notizia della positività, hanno ricostruito tutti i contatti avuti dall’utente. Grazie a questo prezioso lavoro, gli operatori sanitari hanno poi eseguito i tamponi.

Le operazioni sono state rese possibili anche grazie alla disponibilità dei Carabinieri che hanno agevolato e monitorato costantemente il flusso degli utenti in attesa dell’esame. Il protocollo per il contenimento dei contagi ora prevede l’isolamento preventivo in attesa dell’esito dei tamponi. Il tampone. Si ricorda che il tampone molecolare è il principale test diagnostico per il controllo della effettiva presenza del virus Sars-CoV-2 in un individuo.

Maltempo, trombe d’aria e vento record: crolli a San Marco

ALGHERO – Una burrasca di fine estate che sta sconvolgendo la Sardegna e in particolare il Nord-Ovest dell’Isola. Trombe d’aria, onde e venti record e tanta pioggia. A farne le spese diverse strutture e alberate delle città tra cui la zona industriale di San Marco di Alghero che è stata colpita duramente dal maltempo. Condizioni che, secondo i metereologi, dureranno fino a martedi quando poi il tempo dovrebbe mutare verso il bello con l’aumento anche delle temperature.

30 kg di pesce al Calich, multati 3 algheresi

ALGHERO – Nel corso della scorsa notte, compresa tra il 23 ed il 24 settembre, militari in forza alla Guardia Costiera di Alghero ed i Barracelli di Alghero hanno messo in atto un’attività operativa volta a reprimere il fenomeno della pesca ricreativa illegalmente esercitata nello specchio acqueo della laguna del Calich. L’attività, che si è concretizzata dopo diverse ore di osservazione occulta, ha permesso di appurare l’esercizio della pesca ricreativa, condotta da tre individui residenti nel Comune di Alghero, all’interno della laguna con l’ausilio di una rete risultata essere non conforme alle vigenti normative di settore, avente una lunghezza approssimativa di 600 metri.

Il pescato, inoltre, è risultato avere un peso complessivo di circa 30 kg., eccedente, pertanto, il limite massimo prelevabile da ogni pescatore ricreativo attestato a 5 Kg. al giorno. Oltre al sequestro del pescato e degli attrezzi da pesca utilizzati, sono state elevate sanzioni per un ammontare complessivo di 6000 €; il pescato è stato giudicato come non idoneo al consumo umano. Nel corso della scorsa notte, compresa tra il 23 ed il 24 settembre, militari in forza alla Guardia Costiera di Alghero ed i Barracelli di Alghero hanno messo in atto un’attività operativa volta a reprimere il fenomeno della pesca ricreativa illegalmente esercitata nello specchio acqueo della laguna del Calich.

L’attività, che si è concretizzata dopo diverse ore di osservazione occulta, ha permesso di appurare l’esercizio della pesca ricreativa, condotta da tre individui residenti nel Comune di Alghero, all’interno della laguna con l’ausilio di una rete risultata essere non conforme alle vigenti normative di settore, avente una lunghezza approssimativa di 600 metri. Il pescato, inoltre, è risultato avere un peso complessivo di circa 30 kg., eccedente, pertanto, il limite massimo prelevabile da ogni pescatore ricreativo attestato a 5 Kg. al giorno. Oltre al sequestro del pescato e degli attrezzi da pesca utilizzati, sono state elevate sanzioni per un ammontare complessivo di 6000 €; il pescato è stato giudicato come non idoneo al consumo umano

Sbarca con 2 chili di droga, 74enne arrestato

ALGHERO – Nell’ambito dei controlli doganali presso il porto di Porto Torres, i finanzieri del Nucleo Mobile della Tenenza di Porto Torres hanno tratto in arresto un cittadino corsicano, G.M., pensionato di 74 anni, trovato in possesso di quasi oltre 2 chilogrammi di diverse sostanze stupefacenti detenute illegalmente. In particolare, allo sbarco della M/N Grimaldi proveniente da Barcellona, i finanzieri hanno controllato l’autovettura condotta dal predetto cittadino francese.

La sostanza stupefacente, sebbene abilmente occultata tramite una pellicola multistrato sottovuoto all’interno di appositi doppifondi ricavati nell’autovettura (nei sedili, cruscotto e ruota di scorta), ha richiamato l’attenzione dei cani A.D. (Agon e Bamby) che hanno puntualmente segnalato ai finanzieri la presenza della stessa. La sostanza rinvenuta, costituita da 1 kg circa di hashish, di cui una parte in forma di cosiddetta “pasta di hashish” (con un principio di THC elevatissimo) e da 1,2 kg circa di marijuana, destinata probabilmente alla zona sassarese, una volta tagliata e distribuita nelle piazze di spaccio avrebbe avuto un valore di mercato al dettaglio di oltre 25 mila euro.

Pertanto, il soggetto è stato tratto in arresto per il reato di detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. All’esito del conseguente processo con giudizio direttissimo, il medesimo cittadino francese è stato condannato alla pena di 1 anno e 10 mesi di reclusione e al pagamento di una multa di euro 4000 e delle spese processuali, dal G.I.P. presso il Tribunale di Sassari. L’operazione di servizio si inquadra nell’ambito dell’attenta ed approfondita analisi di rischio, coordinata e diretta dal Comando Provinciale di Sassari, sulle liste passeggeri volta al costante monitoraggio dei punti di ingresso e di uscita portuali e aeroportuali della Provincia di Sassari.

Sassarese, boom di sequestri di marijuana

SASSARI – Ieri mattina, 17 settembre, nell’ambito dei servizi  di controllo del territorio per la prevenzione dei reati in genere, i carabinieri della sezione radiomobile del reparto territoriale olbia hanno segnalato ai sensi dell’art. 75 del dpr 309/90 alla prefettura di sassari un 31enne residente ad olbia, di professione guardia particolare giurata. I militari stavano effettuando un intervento in via marsala, quartiere poltu quadu di olbia, per il rinvenimento e la rimozione di un’autovettura precedentemente segnalata come rubata.

Nel corso dell’operazione, che prevedeva la liberazione dell’area da parte di alcune macchine, i militari notavano un involucro, apparentemente contenente marjuana, appoggiato sul davanzale di una finestra di un appartamento proprio di fronte al luogo in cui si svolgeva il fatto.

Incuriositi dall’incarto, i carabinieri si sono recati presso quell’abitazione per verificarne il contenuto -del peso di 7,5 grammi- che si è rivelato confermare la prima impressione avuta dai militari.

Si è proceduto così alla perquisizione dell’abitazione del giovane, nel cui salotto è stata rinvenuta anche una pianta di marijuana dell’altezza di 1,10m. Tutta la sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro nonché si è proceduto al ritiro cautelativo del porto d’armi, della pistola e del suo munizionamento detenuti legalmente, utilizzati per  il lavoro del giovane.

fig 1. carabinieri della sezione radiomobile con il materiale sottoposto a sequestro

Nulvi, allevatore denunciato per coltivazione di cannabis

Ieri pomeriggio, a nulvi (ss), i militari della locale stazione carabinieri, insieme ai colleghi dello squadrone eliportato “cacciatori di sardegna”, hanno denunciato in s.l., per coltivazione abusiva e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, m. g. p., di 57 anni, allevatore, incensurato. a seguito della perquisizione del suo domicilio, infatti, con il relativo controllo dei terreni nella sua disponibilita’, e’ stato trovato in possesso di una pianta di canapa indiana e 90 grammi circa di “marijuana”.

fig. 2 sequestro nulvi

Campo di canapa scoperto dall’elicottero del 10° nucleo elicotteri di olbia: arrestato un allevatore

Mercoledì 16, a segutito di un’ osservazione aerea ad opera del “10° nucleo elicotteri cc” olbia, i militari del nucleo operativo della compagnia di bono, insieme ai colleghi dello squadrone “cacciatori di sardegna”, in localita’ “s’ena e s’acca” di illorai (ss), hanno proceduto all’ arresto in flagranza di reato per coltivazione abusiva e detenzione illecita di sostanze stupefacenti di s.l., originario di orotelli (nu), 51 anni, allevatore, pregiudicato,  già affidato in prova ai servizi sociali. i carabinieri lo hanno bloccato all’interno di una piantagione di 321 piante di cannabis “ad alto fusto “ ubicata in una zona particolamente impervia di quella località, mentre era intento ad irrigare gli arbusti. l’intera coltura è stata sequestrata. assieme al 51enne è stato denunciato anche un altro allevatore di 46 anni, proprietario di un ovile limitrofo al campo di cannabis, ritenuto suo complice.

Sant’Antioco, Guardia Costiera soccorre 14 migranti

CAGLIARI – Nella tarda mattinata di ieri, a 25 miglia nautiche ad ovest di Sant’Antioco, la nave mercantile Med Baltic, di bandiera maltese – in area di responsabilità SAR italiana – ha avvistato un barchino con 14 migranti a bordo che in breve tempo è affondato. La nave, dopo aver segnalato l’emergenza alla Guardia Costiera, ha prestato subito i primi soccorsi recuperando 7 migranti. Giunta sul posto la motovedetta CP 869 della Guardia Costiera di Carloforte ha immediatamente tratto in salvo altri 6 migranti che erano in acqua in balia delle onde.

 Sotto il coordinamento della Guardia Costiera di Cagliari sono tutt’ora in  corso le operazioni di ricerca di un disperso. Impiegati nel dispositivo operativo: l’elicottero Nemo 15 della Guardia Costiera di Decimomannu, due motovedette della Guardia Costiera e un mezzo della Guardia di finanza, nonché tre navi mercantili presenti in zona

Nella foto la barca soccorsa ieri

Tempio, giovane con cocaina: denunciato

ALGHERO – I carabinieri tempio pausania. nel corso di un servizio di prevenzione e repressione dei reati in genere nel centro della città gallurese, i militari del nucleo operativo e radiomobile, insospettiti da un giovane che tentava di nascondersi alla vista della pattuglia tra le colonne dei portici di corso Matteotti, hanno deciso di controllarlo. così, dopo l’identificazione, il giovane è stato perquisito. Indosso, infatti, sono stati rinvenuti sei involucri di sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un peso complessivo di grammi 5,8. pertanto, per il giovane 25enne, è scattato il deferimento in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica, rispondendo di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Virus in Sardegna, +36: casi in calo

CAGLIARI – Sono 2.964 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 36 nuovi casi, 33 rilevati attraverso attività di screening e 3 da sospetto diagnostico.  Resta invariato il numero delle vittime, 140 in tutto.  

In totale sono stati eseguiti 161.018 tamponi, con un incremento di 1.616 test rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono invece 86 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+1 rispetto al dato di ieri), mentre sono 18 (+2) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 1.353. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.360 (+19) pazienti guariti, più altri 7 guariti clinicamente.Sul territorio, dei 2.964 casi positivi complessivamente accertati, 488 (+5) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 295 nel Sud Sardegna, 171 (+1) a Oristano, 262 (+8) a Nuoro, 1.748 (+22) a Sassari. 

Asl, test Covid per docenti a Rizzeddu

ALGHERO – La Assl Sassari comunica ai docenti e al personale scolastico che, qualora non avessero già provveduto con l’ausilio del proprio medico di base, potranno fare il test sierologico presso il complesso sanitario di Rizzeddu. I test saranno eseguiti a partire da domani, mercoledì 16 settembre, nei seguenti orari: i giorni feriali dalle ore 14:00 alle ore 18:00;
– Il sabato dalle ore 9:00 alle ore 13:00. Per effettuare il test è sufficiente presentarsi nel complesso sanitario di Rizzeddu, negli orari indicati, muniti di un documento di identità e della tessera sanitaria. L’utente dovrà poi dichiarare la qualifica e l’istituto scolastico di appartenenza.

Jhonny lo Zingaro trovato nel sassarese: arrestato

ALGHERO – E’ durata non troppo la nuova latitanza del delinquente romano Giuseppe Mastini. L’uomo, noto come Jhonny lo Zingaro è stato ritrovato nelle campagne dell’ hinterland Sassarese e ricondotto in carcere di Bancali. questa mattina (15 settembre) Dalle ore 11.00 odierne, il Dirigente della Squadra Mobile, Dr. Dario Mongiovì sarà disposizione agli organi di stampa per eventuali interviste in merito alla sua cattura. Restano da comprendere le dinamiche della fuga di un personaggio di questo calibro.