Errori giudiziari, incontro dei giornalisti

ORISTANO – “Errori giudiziari e ingiusta detenzione” è il titolo dell’evento formativo per i giornalisti che si svolgerà venerdì prossimo a Oristano dalle 10 alle13 e dalle 15 alle 18 presso la Sala convegni Unifidi, in via S.Mele, 7.  L’iniziativa è della Camera Penale di Oristano, in collaborazione con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Oristano e con l’Ordine regionale dei giornalisti della Sardegna. Ai giornalisti presenti verranno assegnati sei crediti formativi.

In Italia ogni anno mille persone vengono risarcite o indennizzate per errori giudiziari e ingiuste detenzioni, con una spesa media annua dello Stato di 29 milioni di euro. Durante l’incontro verranno rese note anche le statistiche più aggiornate relative ai Distretti di Corte d’Appello di Cagliari e Sassari e le classifiche delle dieci città italiane con il maggior numero di casi di ingiusta detenzione e la più alta spesa in indennizzi. Verrà proiettato il docufilm “Non voltarti indietro” (realizzato dall’associazione Errorigiudiziari.com, regia di Francesco Del Grosso) premiato con la menzione speciale ai “Nastri d’Argento DOC 2017”. Prevista, tra gli altri, la presenza di due protagonisti del docufilm, che renderanno testimonianza diretta della loro esperienza giudiziaria ed umana.

Interverranno: Rosaria Manconi (presidente Camera penale Oristano), Francesco Birocchi (presidente ODG Sardegna), Valentino Maimone (giornalista responsabile Osservatorio errori giudiziari), Benedetto Lattanzia (giornalista, fondatore di Errorigiudiziari.com. Con le testimonianze di Diego Ulivieri (imprenditore), Giuseppe Gulotta (presidente “Progetto innocenti”) e Silvio Scaglia.

Nella sessione pomeridiana è prevista una tavola rotonda alla quale parteciperanno giornalisti, magistrati ed avvocati, sui temi delle cause che determinano l’errore giudiziario, sull’incidenza dell’errore nel nostro sistema penale, sui costi sociali che ne derivano, sulle conseguenze sotto il profilo umano ed economico per i soggetti che subiscono una detenzione ingiusta e sui possibili rimedi per arginare il fenomeno . Interverranno:  Francesca Scoppelliti (presidente Fondazione per la giustizia Enzo Tortora), Domenico Putzolu (avvocato, giunta UCPI, presidente Osservatorio errori giudiziari), Patrizio Rovelli, avvocato del Foro di Cagliari.

Nella foto Francesco Birocchi

S.I.

Salone del Camper, Tempio vince 20mila euro

PARMA – Sono stati premiati nella splendida cornice del Salone del Camper i quattro Comuni vincitori del Bando “I Comuni del Turismo in Libertà” 2019, indetto da APC – Associazione Produttori Caravan e Camper, in collaborazione con ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, Federterme, Federparchi, FEE e Touring Club Italiano – Comuni delle Bandiere Arancioni, aggiudicandosi l’ambito premio di 20.000 euro ciascuno, per un totale di 80.000 euro, messi a disposizione da APC per la realizzazione di un’area di sosta attrezzata per i veicoli ricreazionali. Le categorie dei partecipanti sono state anche quest’anno 4: “Nord Italia”, “Centro Italia”, “Sud e Isole” e “Ristrutturazione e Implementazione”, dedicata a tutti i Comuni italiani non vincitori di precedenti edizioni del Bando che intendono realizzare, ristrutturare e/o implementare un’area di sosta per renderla più fruibile.

Ad oggi, grazie al Bando APC, che è ormai colonna portante per il settore ed ha raggiunto la sua maturità arrivando alla 18^ edizione, sono state realizzate circa 50 aree di sosta attrezzate distribuite in tutte le 20 Regioni italiane. Numeri che ottengono straordinaria importanza visto che, come ha sottolineato Gianni Brogini (Direttore Marketing APC) nel suo discorso di apertura: “a fronte di 8,7 milioni di turisti in libertà e ben 56 milioni di pernottamenti rilevati, l’Italia offre al momento solamente 2.300 aree di sosta attrezzate, un numero ben al di sotto di Francia e Germania”. Quest’anno l’iniziativa ha registrato un elevato numero di adesioni: sono state infatti più di 110 le amministrazioni locali che hanno partecipato e i cui progetti sono stati analizzati minuziosamente dal Comitato che lo scorso 18 luglio ha emesso i suoi verdetti, scegliendo i Comuni vincitori che hanno in data odierna ritirato il premio davanti al pubblico di giornalisti e appassionati del Turismo in Libertà. Per il “Nord Italia” si aggiudica il Bando Cesenatico (FC): premiata per la sua proposta convincente, la bellezza del suo porto, ma anche per le sue caratteristiche di località balneare dal turismo importante e in una posizione assolutamente favorevole, tra Rimini e Ravenna, in piena Riviera Romagnola;

Castiglion Fiorentino (AR) vince per il “Centro Italia”, grazie al suo progetto e alle sue attrazioni paesaggistico-culturali che la rendono un borgo affascinante che conserva ancora tutta la bellezza delle influenze prima etrusche e poi romane, a cui si aggiunge il richiamo gastronomico della vera carne Chianina; Per “Sud e Isole” si assicura il contributo APC Tempio Pausania (SS), che oltre al prospetto per l’area di sosta e all’offerta culturale legata al maestoso carnevale e alla musica, presenta anche un importante piano attrattivo tra le valli che la circondano, gli scorci dei monti di Aggius e le campagne tipiche della Gallura; Infine, per “Ristrutturazione e Implementazione”, il premio va all’amministrazione di Casciana Terme Lari (PI), pittoresco borgo termale sulle colline senesi che regala lo scenario ideale per gli appassionati del Turismo in Libertà, in aggiunta alla celeberrima offerta culturale ed enogastronomica della Toscana. La cerimonia di premiazione dei comuni vincitori del Bando “I Comuni del Turismo in Libertà 2019” ha visto, come da tradizione, gli alti dirigenti APC Gianni Brogini e Francesca Tonini premiare i vincitori del bando. Proprio l’ing. Tonini ha colto l’occasione per invitare i premiati odierni e del passato a non perdere l’inerzia data dal Bando e di puntare sulla manutenzione delle Aree di Sosta anche a lungo termine per mantenerne elevata la qualità ricettiva.

Ha concluso la conferenza l’intervento di Stefano Brambilla del Touring Club Italiano, complimentandosi coi vincitori, salutando positivamente la partnership con APC e ricordando inoltre che due dei comuni premiati oggi (Castiglion Fiorentino e Casciana Terme Lari) sono già stati insigniti della Bandiera Arancione proprio dal Touring Club, a sottolineare l’impegno di tutte le forze in campo per un turismo sempre più sostenibile

S.I.

Usi Civici, 160 comuni interessati

CAGLIARI – Sono oltre 160 i Comuni della Sardegna interessati dall’annoso problema degli usi civici, di cui la città di Oristano con le frazioni di Torregrande, Nuraxinieddu, Massama e Silì rappresenta il caso più urgente da risolvere. È partito da qui l’incontro presso l’assessorato degli Enti locali a cui hanno partecipato, oltre all’Assessore Quirico Sanna e al sindaco Andrea Lutzu anche i direttori generali Umberto Oppus e Maria Ersilia Lai, il capogruppo del Psd’Az in Consiglio Comunale Danilo Atzeni e l’assessore comunale all’urbanistica Gianfranco Sedda.

“La Regione non poteva rimanere sorda davanti alla richiesta d’aiuto che arriva dai Comuni – spiega l’Assessore Sanna – Da oggi inizia una battaglia che porteremo avanti in tutte le sedi, di concerto con il Comune di Oristano e con tutti gli altri Comuni sardi di cui raccogliamo le istanze, per risolvere l’annoso problema degli usi civici che in Sardegna rappresentano un freno allo sviluppo. Ho dato al sindaco – prosegue l’Assessore – la massima disponibilità di questo Assessorato, che si concretizzerà a breve in un tavolo tecnico e, sempre a breve, con una serie di azioni volte a tutelare l’interesse delle Comunità coinvolte. La Regione rappresenterà infatti l’esigenza dei Comuni ai parlamentari sardi e ai due rappresentanti sardi del Governo Calvisi e Todde”.

La Sardegna, considerata la molteplicità di Comuni interessati, rispetto al problema dei terreni gravati da usi civici rappresenta infatti un caso particolare. Una situazione di emergenza sulla quale, nel 2018, è intervenuta la Corte Costituzionale, che con sentenza ha di fatto trasmesso le competenze in materia dalle regioni allo Stato. Da quel momento anche chi aveva intrapreso azioni volte a sanare la situazione perseguendo gli interessi pubblici con politiche di sviluppo dei territori più adeguate alla modernità – è il caso del Comune di Oristano – ha accusato una battuta d’arresto. “Davanti a questa battuta d’arresto – spiega il sindaco Andrea Lutzu – oggi abbiamo un interlocutore attento, la Regione, che non solo ha deciso di ascoltare le istanze della città che rappresento ma che vuole concretamente avviare la stagione della svolta.  È una giornata importante per la città di Oristano. Abbiamo fatto l’impossibile prima di chiedere il sostegno dell’assessore Sanna, adottando una delibera sul trasferimento dei terreni gravati da usi civici e convocando due conferenze di servizi e tavoli di lavoro nel tentativo di risolvere una situazione drammatica per Oristano. Oggi abbiamo un’arma in più, il sostegno forte e deciso della Regione, che ci aiuterà a portare avanti una battaglia sacrosanta, che porterà sviluppo alla nostra città”.

Nella foto l’assessore Sanna

S.I.

Regione, calendario commissioni

CAGLIARI – Riprende domani il lavoro delle commissioni consiliari. La Commissione “Attività produttive” presieduta da Piero Maieli  è convocata alle 9 per l’audizione degli Assessori regionali dell’Industria e del Lavoro, di Confindustria Nord Sardegna, delle organizzazioni sindacali e del curatore fallimentare sullo stato della procedura di fallimento di SICES S.p.a. La Commissione “Sanità”, presieduta da Domenico Gallus,  si riunisce alle 10. In audizione compariranno: i rappresentanti dell’Associazione Celiaci su celiachia, preparazione di prodotti senza glutine e sicurezza nell’alimentazione; una delegazione di  Veterinari sulla situazione degli specialisti che operano nell’ambito dei servizi veterinari del Dipartimento di prevenzione della ATS;  l’ Associazione Le Rondini Onlus sul Programma ritornare a casa e sull’erogazione di materiale farmacologico. Seguirà  l’ audizione dell’Assessore dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale sul P/7 (Legge regionale 2 agosto 2016, n. 18 recante “Reddito di inclusione sociale – Fondo per il reddito di inclusione sociale – “Agiudu torrau”.

Linee guida per il triennio 2018-2020 concernenti le modalità di attuazione. Missione 12 -Programma 04 – Cap. SC05.0680”. Integrazione linee guida per il triennio 2018-2020. Approvazione preliminare). L’ordine del giorno si conclude con l’Audizione di una delegazione di  Operatori Socio Sanitari sullo scorrimento delle graduatorie. Alle 10,30, sempre martedì,  si riunisce la commissione “Lavoro e Cultura”, presieduta da Alfonso Marras. All’ordine del giorno l’audizione dell’Anci Sardegna sulle problematiche relative al servizio di trasporto scolastico gestito dai Comuni.Alle 15,30 è convocata la “Autonomia”, presieduta da Pierluigi Saiu. E’ prevista l’audizione dei Professori di Diritto costituzionale dell’Università degli Studi di Sassari sulle prospettive di riforma dell’ordinamento regionale e del sistema degli enti locali della SardegnaMercoledì alle 16 si riuniscono, in seduta congiunta, la Commissione “Autonomia” e la Commissione “Ambiente”.

In audizione gli assessori regionali dell’Ambiente e del Personale, i rappresentanti sindacali di CGIL, CISL, UIL, SADIRS, SAF, SIAD, FENDRES – SAFOR, FEDRO, sulle problematiche relative al comparto del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale.La commissione Ambiente, presieduta da Giuseppe Talanas, proseguirà i lavori  con l’audizione dell’Assessore regionale dell’Ambiente sugli ulteriori strumenti idonei a potenziare il sistema dei controlli, divieti e sanzioni, relativi ai furti di sabbia nelle spiagge della Sardegna. La seduta proseguirà giovedì alle 16 con l’audizione dell’Assessore regionale dell’Urbanistica, di Federbalneari, del Sindacato Italiano Balneari (SIB), della Federazione italiana balneari (FIBA), dei concessionari demaniali Quartu S.E., e dell’Associazione Federalberghi sulle problematiche relative ai manufatti amovibili e gli interventi di edilizia nei litorali.La Commissione “Attività produttive” è convocata venerdì alle 10,30. Sarà sentito l’Assessore regionale dell’Ambiente sulla Proposta di Legge 45 “Modifica dell’articolo 6 della legge regionale 29 luglio 1998, n. 23 (Norme per la protezione della fauna selvatica e per l’esercizio della caccia in Sardegna).

S.I.

Attentato Sindaco Siniscola, solidarietà da Solinas

CAGLIARI – Il presidente della Regione, Christian Solinas, esprime solidarietà personale e a nome della Giunta nei confronti del sindaco di Siniscola, Gian Luigi Farris, oggetto dell’ennesimo atto intimidatorio. “Un atto vile – ha sottolineato il Presidente – che si aggiunge ad una lunga serie di minacce e attentati di cui il Sindaco, in passato, è rimasto vittima”.

“Sono certo che la mano dei violenti – afferma Solinas – non sarà in grado di fermare gli amministratori onesti che ogni giorno, tra mille sacrifici, prestano la loro opera per il bene delle comunità. Confidiamo in una rapida indagine che assicuri i colpevoli alla giustizia, e assicuriamo l’impegno della Giunta regionale al fianco delle amministrazioni locali”.

Nella foto Christian Solinas

S.I.

Ploaghe, bando per servizio civile e giovani

ALGHERO – Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha pubblicato il bando per la selezione di volontari tra i 18 e i 28 anni da impiegare in progetti di servizio civile universale in Italia e all’estero. Fino al 10 ottobre è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei progetti che si realizzeranno tra il 2019 e il 2020 su tutto il territorio nazionale e all’estero. Presso il comune di Ploaghe sono disponibili quattro  posti per il progetto “GenerAzioni: attività creative per l’inclusione dei piccoli e dei diversamente giovani”.

Per cinque giorni a settimana i ragazzi saranno impegnati nelle attività di servizio civile con l’obiettivo di  promuovere attività di socializzazione dei minori, degli anziani e delle persone con disabilità, di incoraggiare la comunicazione ed il confronto tra persone appartenenti a fasce di età e gruppi diversi, anche dal punto di vista culturale, di contribuire al dialogo e al confronto tra cittadini nelle più svariate attività. Grazie a questo progetto, i volontari saranno in grado di creare una concreta possibilità di comunicazione tra generazioni, attraverso l’interazione con gli anziani, costruendo relazioni nuove tra persone diverse ma sulla base di valori condivisi e del mutuo aiuto. Gli aspiranti volontari dovranno produrre domanda di partecipazione indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto esclusivamente attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, Tablet e Smartphone all’indirizzo https:domandaonline.serviziocivile.it.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema: i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede. “Siamo soddisfatti- sottolinea il sindaco di Ploaghe Carlo Sotgiu– per avere ottenuto, ancora una volta, il finanziamento per attivare il servizio civile attraverso il quale i giovani potranno fare un’esperienza proficua e attiva al servizio della comunità attivando un importante percorso di crescita personale”.

Nella foto il sindaco di Ploaghe

S.I.

Regione, convocate le commissioni

CAGLIARI – Domani si riuniranno quattro commissioni consiliari. La Prima commissione (Autonomia e ordinamento regionale), presieduta da Pierluigi Saiu (Lega) è stata convocata per domani, 11 settembre, alle 11. All’ordine del giorno il Parere 6 (Contributo alle Associazioni fra Enti Locali. L.R. 27.8.1972, n. 28 e s.m.i., L.R. 4.6.1988, n. 11, art. 124. Proposta ripartizione della somma di euro 200.000 per l’anno 2019. Capitolo SC01.1077, UPB S01.06.001) e la programmazione dei lavori. 

La Terza commissione (Bilancio), presieduta dal vice presidente Cesare Moriconi (Pd), si riunirà domani alle 16. All’ordine del giorno: l’elezione del Presidente e di un Segretario e il Parere finanziario sul Disegno di legge 36 (Seconda variazione di bilancio. Disposizioni in materia sanitaria. Modifiche alla legge regionale 11 gennaio 2018, n. 1 (Legge di stabilità 2018) e alla legge regionale 28 dicembre 2018, n. 48 (Legge di stabilità 2019) qualora pervenuto. 

Alle 10 di domani si riunirà anche la Sesta commissione (Sanità), presieduta da Domenico Gallus (Udc), per l’esame del Disegno di legge 36 (Legge di stabilità 2018) e alla legge regionale 28 dicembre 2018, n. 48 (Legge di stabilità 2019) e audizione degli assessori del Bilancio, Giuseppe Fasolino, e della Sanità, Mario Nieddu.  

Per domani alle 17 è convocata anche la Commissione d’Inchiesta sul perdurare dello stato di insolvenza economica dell’Aias, presieduta da Gianfranco Ganau (Pd), per la Programmazione dei lavori.

E.L.N

Focus lavoro, Zedda ad Oristano

CAGLIARI –   L’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, ha partecipato oggi a Oristano ad un incontro sull’evoluzione del mercato del lavoro in Sardegna con focus sul territorio di competenza del Centro per l’Impiego di Oristano.

“Un evento importante – ha sottolineato l’assessore Zedda – Uno degli incontri sul territorio con sindaci, amministratori locali, aziende, rappresentanti di categoria e associazioni competenti per materia, ma anche cittadini. L’incontro racchiude un nuovo metodo, ovvero quello dell’ascolto e della proposta, momenti nei quali rappresentiamo le azioni del nostro assessorato, l’utilizzo dei fondi comunitari, in particolare il Fse (Fondo sociale europeo), che raddoppia e va ad intercettare professioni nuove legate alla tecnologia, come la cyber security, ma anche professioni che esaltano l’identità sarda e che richiedono una certa formazione specifica”.

All’appuntamento, organizzato dall’Agenzia per le politiche attive del lavoro, è intervenuto il sindaco di Oristano, Andrea Lutzu, ed altri primi cittadini della provincia, oltre a Massimo Temussi, direttore dell’Aspal, che ha rappresentato l’andamento del mercato del lavoro nella provincia.

Nella foto l’assessore Alessandra Zedda

S.I.

Ploaghe, lavori nell’area del convento

PLOGHE – Inizieranno a breve i lavori di completamento della piazza dell’ex Convento dei Cappuccini e del percorso dei candelieri. Il progetto prevede un importo di circa 150 mila euro e riguarda fondamentalmente la sistemazione dell’area adiacente alla piazza, in via Pietro Salis direzione mattatoio; il completamento di alcuni elementi della recinzione, prospicienti la piazza, dell’ex convento dei frati cappuccini e la realizzazione della rete di acque bianche che collegherà Via Pietro Salis con la condotta già presente nella zona di Viale Italia.

Il progetto va a integrarsi a quanto già realizzato negli ultimi due anni con la posa in opera della pavimentazione in basalto della piazza del convento, della via Convento e di un tratto del Corso Spano fino al ricongiungimento col vecchio lastricato. Opere che hanno fatto da cornice al restauro dell’Ex Convento, che ha visto la sistemazione degli spazi verdi, la realizzazione di un piccolo spazio attrezzato per le conferenze, il restauro ed il risanamento conservativo dell’edificio nel suo insieme e la realizzazione dell’ascensore per abbattere le barriere architettoniche.

Il sindaco di Ploaghe Carlo Sotgiu non nasconde la sua soddisfazione: “Un intervento importante che consentirà di completare definitivamente l’opera di riqualificazione dell’area circostante il seicentesco convento di Sant’Antonio. Con l’abbassamento della piazza- prosegue il sindaco- abbiamo liberato l’antico ingresso di “Portarìa” e il monumento ha potuto riacquisire l’antico splendore. Con quest’ ultimo intervento possiamo completare quanto già realizzato precedentemente”.

Nella foto la piazza di Ploaghe

Morto ex-Sindaco di Cagliari Murtas

CAGLIARI – Ieri mattina è venuto a mancare Franco Murtas, sindaco di Cagliari dal 1972 al 1975. “Apparteneva alla Democrazia Cristiana, – afferma il sindaco Paolo Truzzu – era un uomo per bene e svolse il suo ruolo con rigore e senso delle istituzioni in anni non semplici per l’Italia. Sopratutto fece politica per passione. Mi piace ricordarlo”.

Franco Murtas fu assessore comunale con la giunta Brotzu dal 1961 al 1965, poi con la giunta De Magistris dal 1967 al 1969. Nel 1971 ancora assessore con la giunta Lai e nel 1973 con la giunta Fanti. Poi sindaco di Cagliari dal 1972 al 1975.
Fu consigliere alla Provincia di Cagliari e assessore regionale nella giunta Cabras dal 1992 al 1994. Funzionario del Consiglio regionale, una volta in pressione fece il Giudice di pace.

Nella foto il Comune di Cagliari

S.I.