Enti Locali, governo rinuncia a ricorso

CAGLIARI – La Corte Costituzionale ha preso atto della decisione assunta dal Consiglio dei Ministri che rinuncia al ricorso intentato contro la Giunta Regionale per illegittimità costituzionale, dell’articolo 1 della Legge Regionale recante disposizioni in materia di Enti Locali. Pertanto è venuto meno l’interesse da parte del Governo nazionale di coltivare il ricorso in quanto ad oggi, non esiste alcuna connessione causale tra la lesione dei principi costituzionali che si pensavano violati e la norma regionale stessa. La norma riguarda la possibilità da parte della Giunta Solinas di rimuovere i Commissari o meglio gli Amministratori Straordinari in carica e poterli così sostituire.

“ Noi continuiamo a difendere la nostra autonomia e non intendiamo fare passi indietro su questo aspetto pur continuando ad essere rispettosi delle Istituzioni e del rapporto di leale collaborazione che abbiamo da parte nostra nei confronti dello Stato e del Governo, però intendiamo farlo in piedi, non certamente in ginocchio.” Questo il primo commento dell’Assessore regionale degli Enti Locali, Quirico Sanna alla notizia.

“Finalmente – prosegue l’Assessore Sanna – dopo continue impugnazioni c’è un ripensamento da parte del Governo che riconosce che non ci siano più i presupposti per l’impugnazione. A questo punto spero che sia l’inizio di un nuovo rapporto di leale collaborazione  e con rispetto dell’Autonomia che ci è data dalla Statuto.

Chiaramente adesso prenderemo le giuste misure per continuare sulla linea tracciata dalla Giunta Solinas. speriamo che ci sia anche un ripensamento sulla riforma degli Enti Locali per cui cerchiamo di tenere sempre saldo il contatto e le interlocuzioni che, nonostante le posizioni ancora negative, confidiamo nel dialogo e nel confronto per arrivare ad una soluzione positiva della questione relativa alla legge sugli Enti Locali.”

“Le Vele” a Sant’Antioco, spettacolare opera di Giorgio Casu

SANT’ANTIOCO – Sono state issate questa mattina nel Lungomare Cristoforo Colombo, fronte MuMa – Museo del Mare e dei Maestri d’ascia, “Le Vele” dell’artista Giorgio Casu, ultimo tassello del più ampio progetto “I Custodi della bellezza” realizzato dal Ceas – Centro di educazione ambientale e alla sostenibilità di Sant’Antioco, con la collaborazione del Comune di Sant’Antioco. “Le Vele” rappresentano un omaggio ai maestri d’ascia antiochensi, artigiani simbolo di identità e tradizione, dei quali si cerca di preservare il retaggio culturale, compreso uno degli aspetti che più li rappresenta: la produzione delle barche a vela latina. Nello specifico l’opera è costruita in materiale acciaio corten e si compone di due vele, una alta cinque metri e l’altra tre, arricchite da decorazioni traforate che gli conferiscono un aspetto contemporaneo.

 

“Le Vele” sono anche un tributo alla vita sul Lungomare, conosciuto come “Sa Marina”, cuore pulsante del progetto “I custodi della bellezza”, finanziato nell’ambito del Piano triennale INFEAS (informazione, formazione ed educazione all’ambiente e alla sostenibilità) 2019/2021, per lo sviluppo di azioni innovative di educazione alla sostenibilità ambientale destinate al Sistema Regionale INFEAS, sulla tematica dell’adozione e cura dei beni comuni.

“I custodi della bellezza”, infatti, partiva dal presupposto che i luoghi hanno come protagonisti le persone che li vivono e li valorizzano con le loro storie e con il coinvolgimento attivo della cittadinanza, e nel suo complesso prevedeva una serie di azioni destinate alla cura e alla tutela de “Sa Marina”. Ecco perché l’azione conclusiva di questo straordinario progetto è un’opera artistica che richiama la vela latina posizionata, a imperitura memoria, proprio nel lungomare cittadino, “Sa Marina”.

«Questa è la prima opera scultorea che realizzo – commenta l’artista Giorgio Casu – e sono molto felice che parli di mare e di vento, a me molto cari, e che possa rappresentare un omaggio alla tradizione dei maestri d’ascia. Le vele sono ricche di simboli che, oltre al mare, richiamano alla tradizione tessile e al contesto circostante. E al di là del legame con i maestri d’ascia e il mare, l’opera si inserisce anche nell’ambito del progetto di “Street Art e riqualificazione urbana”, che ha già visto la realizzazione di tre murales nel contesto urbano cittadino».

«Chiudiamo il progetto di valorizzazione de Sa Marina e della tradizione marinaresca antiochense nel migliore dei modi – commenta il Sindaco Ignazio Locci – con un’opera di Giorgio Casu, che con la sua creatività sta arricchendo la nostra città. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita del progetto».

Olbia protagonista di Linea Verde Life su Rai Uno

OLBIA – Olbia e la Gallura protagonista di una puntata di “Linea Verde Life” che andrà in onda sabato 5 febbraio alle 12.20 su Rai Uno. Durante tutta questa settimana, una troupe sta portando avanti le riprese del programma condotto da Daniela Ferolla e Marcello Masi, che affronta il tema della sostenibilità urbana. Eco, bio, smart, green: sono questi gli assi narrativi, con una finestra di comparazione con le città più green d’Europa.

Così commenta il sindaco Settimo Nizzi: «Le motivazioni che hanno spinto gli autori a scegliere il nostro territorio, ci fanno capire quanto alcune scelte della nostra amministrazione siano state lungimiranti: Olbia è la prima città in Italia ad aver posto il limite dei 30 Km/h nelle strade urbane, così come avvenuto in molte città europee quali Bruxelles, Parigi, Stoccolma e Barcellona. La scelta non è stata fatto solo per garantire una maggiore sicurezza sulle strade, ma ha significato innescare un circolo virtuoso di miglioramento della mobilità e di gestione degli spazi comuni. Le biciclette vengono usate più volentieri, i pedoni sono più liberi ed i bambini più autonomi».

Seguendo questa linea, sono state girate le immagini della strada scolastica, in via Nanni, dove i ragazzi possono arrivare a scuola in sicurezza e magari fermarsi a giocare o a chiacchierare con i compagni prima del suono della campanella. Iniziativa particolarmente apprezzata dai cittadini, che chiedono a gran voce di replicarla in altre zone della città.

Le altre riprese si sono svolte a San Simplicio, al parco Fausto Noce, a Porto Romano, con i suoi murales realizzati dai giovani artisti e, naturalmente, in piazza Crispi e sul lungomare. Tra le tipicità del territorio, non potevano mancare la molluschicoltura e le riprese della meravigliosa isola di Tavolara. La puntata non riguarderà solo Olbia, ma sarà resa ancora più ricca da altri scorci del nostro territorio e da diverse attività di eccellenza che qui si svolgono. «Si tratta di un’ottima occasione per promuovere la nostra città e la Gallura. Ringraziamo RAI per questa bella opportunità».

Polizia Stradale, bilancio del 2021

CAGLIARI – Anche per l’anno 2021, è tempo di fare un bilancio dell’attività operativa della Polizia Stradale nell’Isola, che come il resto del territorio nazionale ha inevitabilmente risentito dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia da COVID-19.

La Polizia Stradale in Sardegna dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 ha effettuato 35.000 controlli di persone e contestate 27.322 infrazioni al Codice della Strada.

In particolare, le violazioni accertate per eccesso di velocità sono state 4.997, le patenti di guida ritirate sono state 2.115 e le carte di circolazione 1.250. Mentre i punti patente decurtati sono 59.718.

I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 14.338, di cui 661 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica, mentre quelli denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono stati 17.

L’attività infortunistica ha registrato un aumento del fenomeno rispetto all’anno precedente, dove si erano registrati 17 incidenti mortali con 19 vittime e 319 incidenti con lesioni con 448 persone ferite. In particolare, nel corso dell’anno 2021 sono stati rilevati nr.15 incidenti mortali con 16 vittime, e nr. 367 incidenti con lesioni con 489 persone ferite.

Per quanto riguarda il settore del trasporto professionale, sono state impiegati 168 poliziotti, che hanno controllato 1044 veicoli pesanti, di cui 20 di nazionalità straniera, accertando 325 infrazioni e ritirando 2 patenti di guida e 5 carte di circolazione.

L’attività investigativa è stata rivolta principalmente al contrasto dei fenomeni criminali legati al traffico illecito dei veicoli ed ha determinato 6 deferimenti alla A.G. Infatti a seguito di dette attività, sono stati sottoposti a sequestro 7 veicoli oggetto di riciclaggio.

I controlli agli esercizi pubblici sono stati 61 e hanno comportato la rilevazione di 12 infrazioni.

Sul fronte della prevenzione, nonostante la pandemia, gli uomini e le donne della Polizia Stradale non si sono risparmiati per raggiungere l’obiettivo ambizioso di azzerare il numero delle vittime della strada. Tutti gli utenti della strada, dal pedone al conducente di monopattino, fino all’autotrasportatore, devono essere consapevoli che solo con condotte corrette si può salvaguardare la propria vita e quella degli altri.

ICARO, BICISCUOLA, L’UNIONE FA LA SICUREZZA, GUIDA E BASTA, INVERNO IN SICUREZZA E VACANZE SICURE, sono solo alcune campagne di educazione stradale con cui la Polizia Stradale diffonde il messaggio di una guida consapevole soprattutto tra i giovanissimi, che saranno gli automobilisti del futuro e che potrebbero essere la chiave del cambiamento.

Un ultimo pensiero va al collega Marino Terrezza, che nel mese di luglio, durante l’espletamento di un servizio di pattugliamento lungo un’arteria sarda, ha perso la vita prematuramente.

Screening scuole, testati 91mila studenti

CAGLIARI – Prosegue la campagna di screening sulla popolazione scolastica della Sardegna, iniziativa promossa dalla Regione per il contrasto alla diffusione del Covid-19. Oltre 91mila gli studenti testati, 10mila test in più rispetto a quelli registrati nel fine settimana dell’8 e 9 gennaio. Resta pressoché invariata la percentuale dei positivi rilevati: 2,19

Il dato suddiviso per Asl segna 28.311 test eseguiti su Cagliari (2,54% il dato dei positivi rilevati), 9.504 (1,53%) Gallura, 4.223 Medio Campidano (1,02%), 14.893 Nuoro (2,09%), 1.187 (0,67%) Ogliastra, 6.815 (2,98%) Oristano, 18.751 (2,57%) Sassari, 7.373 (1,25%) Sulcis.

“Abbiamo superato il target ‘sentinella’, andando ben oltre gli obiettivi che avevamo fissato all’inizio della campagna. Un ottimo risultato raggiunto grazie al grandissimo impegno di tutto il territorio, dai sindaci, agli operatori sanitari e ai volontari. I nostri giovani e le famiglie hanno dimostrato, con la loro adesione, ancora una volta grande senso di responsabilità”, dichiara l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu

Cagliari, mostra Gigi Riva prorogata fino al 31 gennaio

CAGLIARI – “Luigi”, la mostra immersiva nell’animo di Gigi Riva, a Cagliari negli spazi della Manifattura Tabacchi – è stata prorogata fino al 31 gennaio. L’altra buona notizia è che tutti i tifosi del Cagliari, possessori del biglietto della partita dei rossoblù e della tessera “Passione Casteddu”,  potranno usufruire di uno sconto del 60% sul prezzo del biglietto e pagare quindi solo 4 euro all’ingresso.

Un’occasione unica per scoprire la semplicità dell’amore, la passione per il pallone, l’impotenza nel dolore, il desiderio di libertà e l’incertezza della vita che rappresentano alcune delle tappe del viaggio introspettivo nel cuore di Gigi Riva.

Le riflessioni, le citazioni e la voce elegante e discreta di Rombo di Tuono accompagnano lo spettatore nelle 6 installazioni artistiche di un percorso fatto di suoni, testi e multimedialità, risvegliando la nostra coscienza e toccano le corde più profonde del nostro essere.

“Al di là di tutto, – afferma Riva – quello che mi sento di dirvi, e che più mi è rimasto nel cuore, è stato il vostro amore incondizionato. La Sardegna è diventata la mia seconda casa, e non avrei mai potuto tradirla”. La mostra, nata dall’omonimo spettacolo teatrale ideato da Giorgio Pitzianti, punta i riflettori sulla fragilità dell’anima di Luigi e accoglie il visitatore nel suo mondo interiore. Il suono unico della voce di Luca Ward porta in vita il pathos dei monologhi, scoprendo Gigi Riva come non l’avete mai visto. La mostra è aperta fino al 31 gennaio, tutti i giorni, dalle 10 alle 22, dal lunedì alla domenica

Ollolai capitale della cultura 2025

OLLOLAI – Storica ed antica capitale della Barbagia, modello di comunità resiliente e longeva, sita in una delle cinque Blue Zone, capofila di visionari progetti di rigenerazione urbana e di ripopolamento, custode di boschi e fonti secolari e con allevamenti estensivi certificati totalmente al benessere animale, sede dell’associazione nazionale dei gruppi di canto a Tenore e della Federazione S’Istrumpa, espressioni riconducibili al Pastoralismo, cultura riconosciuta dall’Unesco  tra i capolavori dell’umanità. Il Comune di Ollolai intende candidarsi a diventare Capitale della Cultura italiana 2025, partendo dalla definizione etimologica della parola cultura: “quanto concorre alla formazione dell’individuo sul piano intellettuale e morale e all’acquisizione della consapevolezza del ruolo che gli compete nella società”.
Ollolai, pertanto, piccola comunità resiliente, caratterizzata da un forte senso di identità ed interazione con la natura, rappresenta la matrice culturale che consentirà di prendere coscienza della forza del modello già esistente all’interno di queste piccole comunità. Resistenti e predisposte ai continui cambiamenti e adattamenti della società. Un piccolo Davide sfiderà i Golia con un tema preciso e con un programma culturale che coinvolgerà le piccole comunità del mondo che resistono a quello che sembrava inevitabile sino a poco tempo fa: l’inurbamento incontrollato e distruttivo. Alfine di dimostrare che questa cultura deriva da un matrice ecologista che consente di preservare la natura e promuovere un modello culturale resiliente.
Come evidenziato precedentemente la comunità di Ollolai è la storica Capitale della Barbagia, insediata in uno dei cinque territori mondiali definiti “blue zone” per la longevità della popolazione, in un compendio di boschi e fonti, tra i principali polmoni verdi d’Europa, con un allevamento certificato al 100% al benessere degli animali, sede dell’associazione dei gruppi di canto a Tenore e della Federazione della lotta tradizionale sarda S’Istrumpa, espressioni culturali riconducibili al Pastoralismo, riconosciuto dall’Unesco tra i capolavori dell’umanità e comunità che valorizza la propria identità ed allo stesso tempo, anche con visionari progetti di rigenerazione urbana e ri-popolamento, non teme il confronto ed i cambiamenti. A giorni il Comune di Ollolai costituirà il comitato promotore con il coinvolgimento di personalità locali e globali, al fine di trovarsi pronto a rispondere al bando che verrà pubblicato dal Ministero competente la prossima primavera.

Guardia Costiera, salvati 2 pescherecci a Sant’Elia

CAGLIARI – Nella tarda mattinata di oggi la Guardia Costiera di Cagliari ha terminato una complessa attività di bonifica e rimozione di due Motopescherecci egiziani incagliati in prossimità dello scoglio di Sant’Elia, mediante l’impiego congiunto di alcune motovedette della classe 300, di due battelli veloci, della motovedetta CP 577 e della 4^ Sezione subacqueii della Guardia Costiera di Cagliari. La vicenda è iniziata lo scorso 11 dicembre con il salvataggio degli equipaggi dei 2 motopescherecci battenti bandiera Palau che erano naufragati a seguito delle condizioni meteo marine avverse abbattutesi sulle coste sarde. Diffidato l’armatore dei moto pesca, ai sensi della Legge 979/82, a mettere in atto ogni azione necessaria a prevenire ogni forma di inquinamento, lo stesso dava mandato, a ditte specializzate, per la totale bonifica delle possibili sostanze inquinanti presenti a bordo e successivo recupero delle unità navali coinvolte nel sinistro. Nelle giornate del 22, 23, 24 e 27 dicembre sono state avviate e concluse le operazioni di bonifica antinquinamento e contestuale attività di rimessa in galleggiamento sotto il diretto controllo di un ampio dispositivo della Guardia costiera di Cagliari che ha assicurato le indispensabili attività di monitoraggio e messa in sicurezza delle unità navali incagliate in località “Scoglio di Sant’Elia”. Ai pescherecci, una volta svuotati i serbatoi da circa 20.000 litri di carburante e terminate le operazioni di rimessa in galleggiamento, è stata data assistenza al fine di raggiungere l’ormeggio, in sicurezza, in testata del molo Rinascita del porto di Cagliari. Tutte le attività suddette sono state compiute, d’intesa con il Ministero della transizione ecologica sentito il Reparto Ambientale Marino della Corpo, sotto il coordinamento ed il costante controllo degli uomini della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Cagliari agli ordini del Direttore marittimo della Sardegna meridionale Capitano di Vascello Mario Valente, al fine di assicurare che gli interventi previsti potessero compiersi nel più breve tempo possibile e garantendo nel contempo la massima tutela dell’ambiente marino e delle coste. L’attività si è conclusa con il disincaglio e la messa in sicurezza della seconda unità navale egiziana intorno alle ore 16:00 odierne.

Nuoro: rissa in bar, aggredisce poliziotto: arrestato

Si è scagliato contro gli agenti della Squadra Volanti intervenuti per sedare un diverbio all’interno di un bar del centro.

Erano le 20 circa dello scorso 21 dicembre quando la Polizia è stata chiamata presso il bar “Da Stella” di questa via Dessanay 1, ove era stata segnalata una discussione particolarmente accesa tra due avventori.

All’arrivo dei poliziotti uno dei soggetti coinvolti, M.P. nato nel 1980, ha aggredito fisicamente gli agenti che si sono visti costretti ad immobilizzarlo e a condurlo presso gli Uffici della Questura ove veniva tratto in arresto per i reati di violenza, resistenza, oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale.

L’uomo è un militare dell’Esercito, in forza alla caserma Mauro Gigli di Nuoro. Nella mattina di ieri si è convalidato l’arresto e tenuta la direttissima nella quale è stato disposto l’obbligo di firma 3 volte alla settimana. E’ stato, inoltre, adottato nei suoi confronti il provvedimento del Questore che gli vieta di frequentare gli esercizi del Capoluogo in cui vengono somministrate bevande alcoliche.

Valledoria, inaugura il suo Villaggio di Natale

VALLEDORIA – Dicembre è il momento per il villaggio di Natale di Valledoria, uno spazio diverso e appassionante dedicato ai più piccoli con attività e servizi di animazione che troveranno spazio per tutto il periodo dedicato alle festività natalizie. Il percorso del Villaggio di Natale, la sua funzione ludica, didattica ed educativa non si ferma solo ai più piccoli, ma coinvolgerà le famiglie in un’idea del Natale che possa far tornare tutti ad un clima di normalità. In ripartenza. Nel rispetto delle norme.
“Perché è giusto tornare alla normalità- è il messaggio del sindaco di Valledoria, Marco Muretti- e quale occasione migliore delle festività natalizie. Con uno spazio che abbiamo pensato per i più piccoli e per le famiglie. Per ritrovarsi, per sentire uno spazio loro. Insieme, in sicurezza, in tanti.”
Per l’occasione è stato allestito il parco adiacente alla Piazza padre Pio, attrezzato con strutture dedicate che avranno numerosi temi capaci di arricchirli, come la casa di Babbo Natale, il suo ufficio postale, il Presepe con l’angolo dei doni e della solidarietà, il teatro di Natale, i mercatini e le bancarelle natalizie.
“Il Villaggio di Natale di Valledoria vuole e deve rappresentare di più di un semplice spazio fisico dedicato alle festività – aggiunge il primo cittadino di Valledoria- E’ dedicato allo spirito di una comunità che in questo periodo ha voglia di ritrovarsi e guardare avanti.”
Un’idea, un angolo di festa – realizzato dall’amministrazione comunale di Valledoria in collaborazione con A.E.B.V. Onlus, la Pro Loco e la Scuola Civica di musica- che sarà operativo, tutti i giorni fino al 30 dicembre, escluso il 25, dal lunedì al venerdì dal dalle 9 alle 16 per gruppi organizzati e scuole. Dalle 16 alle 20 troveranno spazio tutta una serie di attività di animazione, laboratori e visite guidate. Tutte in grado di arricchire l’offerta di questo coinvolgente angolo allestito per le feste. Il fine settimana (sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20, domenica dalle 15 alle 20) invece, sarà arricchito dalla presenza di artisti ed esibizioni della scuola civica di musica e servizi di animazione. Come dire: a Natale puoi. A Valledoria.