Carmine, pulizia strada da erbacce e rifiuti

ALGHERO – Interventi del personale del settore ambiente nell’ambito del programma delle operazioni di pulizia concordate con i residenti delle varie zone della città. Rimessa interamente in ordine in questi giorni la via che dalla strada statale 127 bis conduce al quartiere del Carmine, via Quinto Tiberio Angelerio, che nel tempo è stata oggetto di abbandono selvaggio di rifiuti tra cui ingombranti e una gran quantità di indumenti usati.

E’ stata l’occasione per liberare il bordo strada anche dalla folta vegetazione che impediva la visuale agli automobilisti e ostruiva il passaggio pedonale. L’intervento pianificato ed attuato risponde alle tante segnalazioni dei cittadini e restituisce un minimo di decoro a uno tra i tanti luoghi in cui gli incivili trovano sfogo.

“Stiamo dando corso alle tante segnalazioni dei cittadini – spiega l’Assessore Andrea Montis – e si registrano tante indicazioni in tal senso, riferite a situazioni che perdurano nel tempo e a cui in maniera graduale con i tempi necessari stiamo cercando di porre rimedio”. L’Amministrazione ribadisce l’invito ai cittadini a prendere le distanze, come comunità, da tali gesti e a continuare a far pervenire le dovute segnalazioni.

Tra le tante insiste il problema della strada che conduce dall’ingresso di Alghero verso Montagnese. Anche in questo caso la carreggiata è resa non facilmente percorribile dalla presenza di erbacce e dal dissesto dall’asfalto. Eppure ogni giorno si recano i mezzi pubblici per condurre i bambini al plesso scolastico religioso.

Nella foto gli interventi di questa mattina

S.I.

Ztl e pedonali, convocare la Commissione

ALGHERO – “Dai giornali abbiamo appreso che l’amministrazione aveva scelto di istituire delle nuove zone pedonali le cosiddette “green zone”, ora sempre dai giornali veniamo a sapere che sulle “green zone” si è cambiato idea perché non c’è accordo”. E’ Pietro Sartore, consigliere comunale di opposizione della lista “Per Alghero” che interviene, tramite social, a criticare l’amministrazione Conoci perchè sul tema viabilità le notizie sono apprese tramite stampa e non attraverso gli organismi ufficiali.

Obiettivo discutere il tema delle zone pedonali e della Ztl nell’area del Centro Storico. Parrebbe, dunque, un’assist a chi vuole accelerare su questo fronte, ma, certamente, a parte questo, come dice lo stesso Sartore “non è corretto apprendere di queste importante progettualità esclusivamente dai giornali“. Anche perchè, come è stato detto in queste settimane, l’emergenza in tema di viabilità è l’avvio dei lavori della “circonvallazione” e la creazione immediata di nuovi parcheggi (vedi area della Mercede). Sartore, come detto, ricorda che si parla di aree pedonali e Ztl “senza che le competenti commissioni consiliari e il consiglio comunale siano mai stati messi al corrente e si siano potuti esprimere”, e ancora, “sarebbe bene finalmente portare la discussione nelle sedi appropriate anche in considerazione del fatto che esiste un piano del traffico già adottato dalla precedente giunta e che il consiglio può approvare, modificare, stravolgere o bocciare. Tutte scelte legittime, ma che vanno fatte nelle sedi opportune e alla luce del sole”.

“In sostanza l’amministrazione può scegliere o meno di istituire nuove “green zone”, “pink zone” o “yellow zone”, ma sarebbe bene lo facesse coinvolgendo le commissioni e il consiglio. Per incominciare, il tema viabilità potrebbe essere lo spunto giusto per finalmente riunire la commissione urbanistica che ad oggi, a oramai tre mesi delle elezioni, non è mai stata convocata”.

Nella foto Pietro Sartore

S.I.

Meta, spese pazze: agro contro bruniani

ALGHERO – “Stupore, meraviglia, indignazione nell’apprendere dai media che lo scorso anno “mes que un mes” pare sia costato alle casse di Fondazione Alghero ben 525mila euro”. Cosi Tonina Desogos, presidente del Comitato di Maristella riguardo la abnorme cifra spesa dall’amministrazione Bruno per lo scorso capodanno.

“Sarebbe quantomeno opportuno che gli amministratori di allora chiarissero innanzitutto quali iniziative fossero comprese nel contenitore denominato “mes que un mes”. Ad esempio erano comprese anche le iniziative di Mondorurale in cui le borgate dell’agro di Bonifica furono coinvolte con promessa/impegno di un rimborso delle spese sostenute? Se così fosse, per trasparenza, chiediamo che venga reso pubblico l’elenco di eventuali Associazioni e/Comitati o altro destinatari di eventuali rimborsi/finanziamenti e per quali attività svolte. Il nostro Comitato di Borgata con l’Associazione Eduecoagromaris di Maristella ad esempio hanno organizzato l’evento “Sos fruttos de sa terra” non ricevendo a tutt’oggi nemmeno un euro di rimborso spese delle sostenute e documentate”.

“È bene ricordare che i Comitati sono libere Associazioni tra volontari che dedicano parte del loro tempo libero, sottraendolo agli affetti familiari, alle attività sociali del quartiere di riferimento. Impensabile sostenere anche spese per iniziative che dovrebbero essere finanziate senza nessuna esitazione da quei fondi generati in loco, vedi ad esempio introiti Grotte di Nettuno. Fondi che, come al solito, vengono invece dispersi altrove”.

Nella foto Maristella

S.I.

Pesca aragosta, solo promesse: dov’è la Vaccaro?

ALGHERO – “Dopo le promesse e le parole spese in campagna elettorale da parte dell’assessora regionale Murgia rispetto alle richieste dei pescatori sulla proroga dei termini della pesca all’Aragosta, ci saremmo aspettati un comportamento conseguente: invece è arrivata una risposta negativa e, tutto questo, dopo un silenzio tombale, a termini scaduti e solo davanti alle rimostranze a mezzo stampa dei pescatori”. Cosi i consiglieri di Futuro Comune Ornella Piras e Raimondo Cacciotto che intervengono su dei settori primari e tradizionali dell’economia e società algherese: la pesca.

“Non solo, era stato promesso un incontro da convocare d’urgenza per affrontare le emergenze del settore e oggi, 16 settembre, non c’è ancora nessuna convocazione. Ma la cosa ancora più preoccupante è che, a dispetto degli annunci fatti, a ormai 7 mesi dalle elezioni, la Giunta Solinas non si è attivata in alcun modo per dare continuità e copertura finanziaria a progetti improntati proprio a salvaguardare il lavoro dei pescatori algheresi, come quello a valere sui fondi FEAMP legato al recupero dei rifiuti in mare. Nel frattempo sono stati bandite altre linee di finanziamento:  e i nostri pescatori?”.

“Ricordiamo che il Progetto del Comune di Alghero è risultato idoneo ed è secondo in graduatoria. Per il disinteresse e l’immobilismo che finora hanno caratterizzato l’Assessorato competente, i pescatori algheresi vedono fortemente a rischio la possibilità di contare su una forma alternativa al reddito in grado di compensare l’impossibilità di pescare in caso di condizioni meteorologiche avverse, e il nostro mare vede allontanarsi la possibilità di procedere alla rimozione delle reti e delle nasse abbandonate.
La pesca ad Alghero è una delle attività economiche principali, e al tempo stesso una dai più alti valori storici e culturali della Riviera del Corallo.
I pescatori rappresentano un comparto produttivo fortemente provato, che ha bisogno di trovare ascolto e risposte immediate. Meritano soprattutto rispetto e di essere riconosciuti come un interlocutore serio e affidabile, da ascoltare e coinvolgere nelle decisioni”.

“Bisogna per questo portare avanti un percorso a regia regionale che coinvolga Università, AMP e Marinerie della Sardegna, attraverso progetti unitari e condivisi, con l’intento di salvaguardare e valorizzare le risorse del mare, evitarne l’impoverimento e garantire ai pescatori sardi la possibilità di lavorare in condizioni dignitose. Durante l’ultimo consiglio comunale il sindaco si è fatto garante di un impegno concreto. È per questo che ci aspettiamo che si faccia promotore di un tavolo di confronto fra Regione, comune e marinerie algheresi e che ci si attivi per sbloccare finalmente i fondi FEAMP legati al recupero dei rifiuti in mare: è necessario ora più che mai ripartire dal lavoro, sia quello dei pescatori che da quello, fino ad ora non pervenuto, della politica”.

“Alghero è distante da Cagliari, e questo nonostante la presenza del Presidente del Consiglio Regionale,  che aveva accompagnato la Murgia nella passerella elettorale e nonostante il suo partito esprima nella giunta comunale algherese proprio l’assessora allo sviluppo economico e quindi con la delega al settore pesca, finora caratterizzata da un torpore e un immobilismo politici imbarazzanti. Come gruppo consiliare Futuro comune ci rendiamo disponibili sin da subito a collaborare e continueremo a portare la pesca all’attenzione della città e del nostro consiglio comunale”.

Nella foto l’ex-assessore Ornella Piras

S.I.

Treno, ancora nessun ripristino. Protesta Uil

ALGHERO – Ancora fermo ai blocchi il ripristino della tratta ferroviaria Sassari-Alghero, il tutto mentre “Sirio” – metropolitana di superficie della città di Sassari – si stoppa ala stazione FS. Questo almeno quanto emerso in un incontro fra le segreterie territoriali dei trasporti ed i vertici di Arst. 

«Nonostante i proclami di appena qualche giorno fa riguardo l’immediato ripristino dei suddetti collegamenti, da avviare in concomitanza con lo start del nuovo anno scolastico, siamo al nulla di fatto – spiega il segretario Uil Trasporti Antonio Sias -. E proprio da questo continuo rimandare nasce la nostra preoccupazione. Preoccupazione per gli ennesimi e inevitabili disagi cui saranno sottoposti cittadini e studenti pendolari, in particolare coloro che arrivati alla stazione FS dovranno proseguire il loro percorso con i bus Atp».

La pur meritevole politica rivolta alla riduzione dei costi di trasporto a favore degli studenti avviata dalla precedente Amministrazione regionale e poi consolidata da quella in carica, ha fatto comprensibilmente aumentare la domanda di mobilità: ora però occorre tutelare e salvaguardare le esigenze di utenti che, con un minimo di comfort garantito, hanno bisogno di essere portati a destinazione in tranquillità e totale sicurezza.   

«Ancora una volta spiace constatare quanta poca attenzione, chi di dovere, dedichi al predisporre, attivare, attuare e consolidare servizi di vitale importanza per il territorio, per la città di Sassari e per tutti i cittadini che ne fanno uso – chiude Antonio Sias -. Augurandoci quindi che non si ripeta l’incresciosa e drammatica vicenda di via Padre Zirano con tutte le infinite lungaggini che la accompagnano, auspichiamo che le soluzioni più consone alla soluzione del problema vengano trovate nel più breve tempo possibile».

S.I.

Meta e Turismo a secco, tutta la verità |video

ALGHERO – Meta, da spese pazze e conti a secco. A dirlo per primi sono stati i rappresentanti di Forza Italia Alghero. Subito c’è stata la risposta della lista Per Alghero. Ma per ribadire la verità c’è stato bisogno dell’intervento dell’assessore Di Gangi e dunque della prima uscita riguardante una manifestazione qual è il Patrono di Alghero. “La Fondazione Meta è stata lasciata quasi a secco, l’intero budget annuale è stato speso nei primi mesi dell’anno (prima delle elezioni col culmine di Pasquetta coi 130mila euro per il concerto di Renzo Arbore ndr), inoltre, ciò che ci lascia senza parole e direi pure molto contrariati e preoccupati è che per il Capodanno scorso sono stati spesi 525mila euro”. Cosi l’assessore delegato al Turismo che abbiamo intervistato questa mattina.

L’esponente dell’amministrazione Conoci ha riportato le cifre già illustrate anche da Andrea Delogu di Forza Italia Alghero. Numeri che fatto sobbalzare sulla sedia “anche perchè non c’è stato assolutamente il ritorno che ci si poteva attendere da tale enorme erogazione di denari pubblici“, e continuano, “in pochi mesi quasi 1milione e mezzo di euro che poteva, anzi doveva, far diventare Alghero una delle mete più frequentate d’Italia, invece non è andata così, anzi, è stata una stagione molto difficile e a detta di molti una delle più critiche di sempre”.

Per uscire dall’empasse Di Gangi ricorda l’importanza di assegnare una nuova governance alla Fondazione Meta e anche di ritornare ad investire nella promozione tramite fiere e altri appuntamenti che possano riportare la Riviera del Corallo al centro dei flussi turistici con anche un importante sinergia coi privati. “Sapevamo che era difficile e che il Comune era stato lasciato in condizione critiche, compresa l’assenza di personale dell’ufficio turismo e pure di spazi adeguati per poter operare, ma non fino a questo punto, ma noi ci siamo, stiamo lavorando a testa bassa col Sindaco Conoci, assessori e tutta la maggioranza per cambiare pagina e ridare dignità alla nostra città“.

Nella foto e video intervista l’assessore Marco Di Gangi

S.I.

Olmedo, 300mila per la palestra

ALGHERO – Grande soddisfazione dell’amministrazione guidata da Toni Faedda, ed in particolare dell’Assessore ai Lavori Pubblici Fabio Pala, per il nuovo finanziamento ottenuto nei giorni scorsi, nell’ambito del bando Sport e Periferie 2018 bandito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, finalizzato al completamento della palestra comunale.

Su oltre 2000 domande presentate a livello nazionale 230 comuni in tutta Italia e solo 12 comuni sardi, potranno beneficiare del finanziamento. Le risorse ottenute andranno a sommarsi ai 300.000 Euro già stanziati in precedenza, che consentiranno di completare i lavori di messa in sicurezza della palestra comunale con un investimento complessivo di 600.000 euro.

L’impianto sportivo era stato dichiarato inagibile nel mese di maggio 2016 e ciononostante l’Amministrazione, al fine far proseguire l’attività delle diverse società sportive, assumendosi pesanti responsabilità, ne ha garantito l’utilizzo sino al mese di giugno dello scorso anno. Tale finanziamento si aggiunge ai quasi 4 milioni di Euro ottenuti nei primi tre anni dall’inizio del mandato che consentiranno di rendere più moderne ed efficienti numerose strutture pubbliche a servizio della comunità.

Nella foto l’assessore Pala

S.I.

Insularità, Alghero presente

ALGHERO – Il diritto all’Insularità stabilito in Costituzione. L’Amministrazione di  Alghero aderisce all’iniziativa del Comitato per l’Insularità che in tutta la Sardegna sta raccogliendo consensi trasversali. Oggi davanti a Palazzo Civico di via Columbano si è tenuta la manifestazione di adesione alla sfida che tutta l’Isola sta lanciando per la modifica della Carta Costituzionale. Il Sindaco Mario Conoci, con il Presidente del Consiglio Raffaele Salvatore, con il Vicesindaco Giovanna Caria, gli Assessori Giorgia Vaccaro, Marco Di Gangi, Andrea Montis, con diversi consiglieri comunali e cittadini, hanno mostrato lo striscione con scritto “Insularità in Costituzione”.

S.I.

Scuola, saluti di Conoci a studenti e insegnanti

ALGHERO – Saluto con affetto, a nome mio, della Amministrazione comunale e di tutti i gli algheresi, gli studenti che si avviano, proprio in questi giorni, ad iniziare un nuovo anno scolastico, carichi di fiducia e di speranza. I nostri ragazzi, così come sono i protagonisti della scuola, devono essere, da subito , cittadini protagonisti della nostra comunità.Un caloroso saluto anche a tutti gli insegnati e a tutti gli operatori della scuola.  Da figlio di due maestri elementari so quale sia la responsabilità, l’impegno, l’amore che ognuno di voi pone nel proprio importantissimo lavoro.    Le nostre scuole sono, certamente, l’istituzione più importante, il luogo dove la nostra comunità si forma, si identifica e muove i passi per diventare matura, il luogo dove si  formano cittadini liberi e consapevoli. Sappiamo quanto sia importante interagire con i nostri giovani, ma siamo certi che proprio la scuola sia in grado, insieme alle famiglie, più di chiunque altro, di intercettarne le aspirazioni, i sentimenti e di dialogare con loro anche con i nuovi linguaggi.Da parte dell’Amministrazione c’è la precisa volontà di mettere i giovani al centro della azione politica ed amministrativa: sarà il cuore del nostro agire. Non un semplice capitolo del programma  ma un obbiettivo da raggiungere insieme. Soprattutto insieme alle nostre istituzioni scolastiche e alle famiglie, ma anche con il coinvolgimento delle istituzioni religiose, con mondo del volontariato, con l’associazionismo sportivo, con le realtà attive della nostra città.  La scuola forma soprattutto cittadini, ragazze e ragazzi, che porteranno alla comunità il loro contributo di responsabilità, di modernità, di innovazione, di attenzione al bene comune e di amore per la propria città.Alghero per crescere ha bisogno dei giovani, ha bisogno di nuove generazioni, capaci e intraprendenti, innamorate della propria terra. Buon anno scolastico a tutti voi e alle vostre  famiglie, noi vi saremo vicini.

Mario Conoci, Sindaco di Alghero

Piazza Ginnasio off-limits, lavori fermi |foto

ALGHERO – Consegna dei lavori 22 febbraio 2019, fine lavori…ma. Il cartello posizionato fuori dalla recinzione arancione di Piazza Ginnasio pare essere stato profetico infatti non è indicata nessuna data per l’ultimazione dei lavori. Interventi previsti dall’amministrazione Bruno che avrebbero dovuto vedere riqualificato lo slargo del centro storico proprio davanti alla chiesa di San Michele.

La durata dei lavori doveva essere di 60 giorni, ne sono trascorsi quasi sei volte tanto, ma ancora niente. A pochi giorni dai festeggiamenti del Patrono di Alghero (proprio San Michele), la piazza non è disponibile e soprattutto, pure stamattina, non c’era l’ombra di alcun operaio e neppure di movimento mezzi o altro. Insomma, ad oggi, “un’opera virtuale”, come gli annunci che ne caratterizzarono la divulgazione, con polemiche annesse. La pratica, come tante altre, è sul tavolo dell’assessore Antonello Peru che, con gli uffici competenti e l’impresa esecutrice, sta cercando di superare l’empasse e rendere la piazza nuovamente fruibile.

Nelle foto la condizione di Piazza Ginnasio fronte Chiesa San Michele

S.I.