Anziani e disabili, proposta della Lega

ALGHERO – “Tutti in Lega, per gli anziani di Alghero. Per passare dalle parole ai fatti, per convertire “il pietismo caritatevole” in assistenza vera, ci impegniamo, sin dai primi giorni della nostra attività amministrativa, a proporre un piano di interventi in difesa dei diritti e dello sviluppo della solidarietà verso gli anziani e i disabili. Intendiamo formulare un vero strumento di programmazione che, definisce, misure, tempi, risorse, responsabilità operative, così modulato”. Cosi Monica Pulina che porta avanti una proposta della Lega da candidata alle elezioni proprio col partito di Salvini per Mario Conoci sindaco.

“a) immediato recupero, riadattamento e miglioramento funzionale del Centro Residenziale Anziani di viale della Resistenza, con la finalità di accogliere e mantenere in forma stabile i nostri anziani. b) Disponibilità di uno spazio collocato nella stessa struttura o meglio al centro storico /antico, opportunamente adattato a centro diurno per# attività di socializzazione anche con aspetti culturali # attività socio ricreative # attività di intrattenimento e informazione # promozione di gite e visite guidate. C) Centro dedicato alla organizzazione di attività di vita quotidiana, rivolta ad anziani autosufficienti ma con bisogno di protezione e assistenza per mantenere il benessere fisico generale, anche verso persone che non necessitano di importanti carichi assistenziali e o hanno autonomia finanziaria. Tale struttura può essere gestita in forma associata con altri comuni”.

“Questo centro comprenderà uno spazio dedicato a parcheggi antistante l’arenile(M. Pia), collegate con opportune discese a mare per facilitare il bagno assistito per invalidi e anziani, lo stesso usufruirà di tempi dedicati esclusivamente a tale scopo nella piscina comunale. La gestione di questa attività sarà affidata ad una cooperativa di tipo B, che usufruirà sia del parcheggio, che degli introiti di fruitori paganti,garantendo,una probabile autosufficienza finanziaria. Tra le funzioni di questo centro, la promozione con i comuni del Nord, di soggiorni climatici nel periodo invernale. Questa attività sarà svolta in collaborazione con strutture alberghiere di Alghero”.

Nella foto Monica Pulina

S.I.

“Bruno simbolo del fallimento”

ALGHERO – “Lavoreremo affinché ci sia per la lingua algherese la stessa attenzione riposta in fase di predisposizione della norma e garantisco che per l’attuazione concreta dello strumento legislativo, la cui fase sarà imminente, Alghero sarà centrale.” Lo ha assicurato Andrea Biancareddu, Assessore regionale della Cultura, Sport e Pubblica Istruzione ieri ad Alghero nell’incontro con il direttivo e i candidati dell’Udc.  La legge regionale 03 luglio 2018, n. 22 – Disciplina della politica linguistica regionale – che contiene le basi indispensabili per lo sviluppo la tutela, valorizzazione, promozione e diffusione del patrimonio immateriale rappresentato dalla lingua, è l’occasione importante garantire l’attenzione della Regione nei confronti della peculiarità linguistica algherese.  

Ieri pomeriggio, in cui l’Assessore della Giunta Solinas ha preso atto delle diverse problematiche relative, oltre alla cultura, anche all’impiantistica sportiva, con problemi che testimoniano dell’incuria e del degrado che hanno segnato pesantemente gli impianti sportivi cittadini, il Mariotti su tutti. Dallo sport al mondo della scuola, settore dal quale pervengono le più accorate richieste in merito al contrasto della dispersione scolastica, alle progettualità sugli adolescenti, al sostegno di iniziative volte a coinvolgere gli studenti in attività didattiche e formative.

L’incontro, al quale ha partecipato il Candidato per il centrodestra Mario Conoci e il segretario regionale dell’Upc Antonio Satta, è stato occasione di proposta e confronto su diverse iniziative volte a migliorare gli ambiti in cui Alghero merita interventi forti da parte dell’Assessorato regionale. Da rimarcare le parole del leader centrista Satta che ha detto, durante l’incontro, “Questa coalizione di Centro-destra Sardista e il simbolo del cambiamento, Mario Bruno del fallimento.

Nella foto l’incontro dell’Udc con Biancareddu

S.I.

“Festa coi Queen per Bruno”

ALGHERO – Domani, venerdì 14 giugno – dalle ore 18 – il Primo cittadino Mario Bruno e la coalizione civica di Centrosinistra saranno in Piazza Sulis. Tributo musicale ai Queen e tanta buona musica dal vivo per la conclusione della campagna elettorale nella città di Alghero. Col Sindaco tutta la coalizione, i candidati nelle liste, i Sindaci di importanti città della Sardegna e Matteo Ricci, Sindaco di Pesaro, presiedente Lega Autonomie e vicepresidente nazionale Anci. “Insieme, tutti insieme, per continuare ad amministrare Alghero, con l’impegno, la passione e l’onestà che hanno contraddistinto il mandato di Mario Bruno”, cosi dallo staff del sindaco uscente.

Ovviamente sarebbe stato opportuno indicare già dal titolo della mail diffusa dallo staff di Bruno che non si tratta dei Queen ma della tribute di band dei Queen che è composta da ottimi musicisti, ma sempre di tribute band si tratta ovvero di un gruppo musicale che imita una band famosa. Dunque il modello che in questi ultimi 5 anni è divenuto più noto ad Alghero rispetto invece a proposte originali e uniche che caratterizzano le scene musicali di altre città sarde con le eccellenze, ad esempio, di Olbia con Salmo, di Sassari “Train to Roots” o “Lazy Bone Flame Kids”, di Cagliari “Sikitikis”, “Irene Nonis” e tanti altri e pure Alghero, ad esempio, con Claudia Crabuzza. Tutti artisti sardi che fanno musica propria, non tribute.

S.I.

5 Stelle presenta gli eventuali assessori

ALGHERO – “Ringrazio le persone che hanno partecipato al nostro bando assessori. Per me è stato un onore ricevere la vostra disponibilità”. Così, il candidato sindaco del Movimento 5 stelle Alghero Roberto Ferrara ha aperto la presentazione della sua Giunta comunale. Per la prima volta ad Alghero, un candidato presenta la sua “squadra” prima delle Elezioni.

“Una squadra – ha sottolineato il candidato pentastellato – che per competenza Alghero non ha mai visto”. Ferrara ha spiegato come sia stata fatta “una scelta a nostro avviso di persone che più rappresentavano le necessità della nostra città. Persone scelte esclusivamente sulla base delle competenze, libere, senza tessera di partito o iscrizione al Movimento. Purtroppo, abbiamo dovuto mettere per ora di lato alcune persone di valore che ci hanno dato la loro disponibilità che speriamo di poter coinvolgere nel futuro”. “Noi siamo pronti – conclude Roberto Ferrara – e ci presentiamo alla gente, senza finzioni, fraintendimenti o frizioni. Gli elettori possono scegliere sulla base di dati certi. Noi non abbiamo poteri da spartire, siamo già al servizio della città. Nelle due coalizioni, vedo tutti abbottonati sull’argomento, per non dispiacere a qualcuno e per non rompere un equilibrio interno troppo debole, tra persone e partiti di idee diverse, uniti solo da smania di potere e voglia di poltrone fini a se stesse.”
Gli assessori presentati sono sei (tre uomini ed altrettante donne): Noemi Baldino, Stefano Barbagallo, Luana Correddu, Lucia Malavolti, Mario Manca e Graziano Porcu.


Noemi Baldino Curriculum Vitae sarà assessore all’Urbanistica, Edilizia privata, Trasporti, Mobilità sostenibile, Rapporti con l’Università, Litorali urbani ed extra, Toponomastica. 28enne algherese, Dottore in urbanistica, pianificazione della città, del territorio, dell’ambiente e del paesaggio, un master internazionale da 110 e lode in Territorial and popolation studies e, con lo stesso voto, una laurea magistrale in Pianificazione e politiche per la città, l’ambiente e il paesaggio. Dal 2014, lavora tra l’Italia e la Spagna come architetto, urbanista e tecnico del disegno edile.
Stefano Barbagallo Curriculum Vitae avrà le deleghe ai Lavori pubblici, Strade vicinali, Compagnia Barracellare, Manutenzioni, Viabilità rurale, Protezione civile, Rapporti con Alghero In House. 53enne algherese, Tecnico industriale, dal 1988 è nel mondo del lavoro, e ha operato come coordinatore tecnico in cantieri e fabbriche, oltre che in Sardegna, a Milano, Brescia, Porto Marghera e Palermo.
Luana Correddu Curriculum Vitae sarà l’assessore alle Politiche agricole e ambientali, Verde pubblico e decoro urbano, Servizio di gestione rifiuti urbani, Rapporti con il Parco regionale di Porto Conte e con l’Area marina protetta Capo Caccia-Isola Piana, Pari opportunità. Dottore agronomo algherese, si è laureata in Scienze e tecnologie agrarie. Specializzata in agricoltura, ha lavorato in Enti pubblici ed aziende private, ha insegnato per alcuni anni all’Ipiaa di Alghero. Attualmente è consigliere dell’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della provincia di Sassari e membro della Commissione nazionale Pari opportunità del Consiglio nazionale.
Lucia Malavolti Curriculum Vitae avrà le deleghe alle Politiche sociali, Sanità, Politiche della famiglia, Politiche giovanili, Politiche della casa, Pubblica istruzione. Residente da due anni ad Alghero, è laureata in Medicina e chirurgia all’Università di Firenze, ha conseguito la specializzazione in Medicina legale e assicurazioni nello stesso Ateneo e in Criminologia clinica a Modena. Direttore della Unità Operativa Complessa di Medicina Legale della USL di Firenze. Docente alla scuola di specializzazione in Medicina legale e delle assicurazione dell’Università di Siena e di Firenze per oltre dieci anni, ha pubblicato su riviste scientifiche specialistiche 23 lavori di cui 2 su tematiche di Medicina del lavoro e 21 su quelle medico legale. Dal 1990 al 1995, è stata consigliere comunale a Scandicci e, dal 1995 al 1997, assessore al Bilancio, Patrimonio, Personale, Polizia municipale e Viabilità. Dal 2015 è in pensione.
Mario Manca Curriculum Vitae sarà assessore al Bilancio, Finanze e Tributi, Demanio e Patrimonio, Politiche europee, Politiche del lavoro, Servizi demografici e cimiteriali. Laureato in Economia e commercio a Sassari, ha conseguito un Diploma in Finanza corporativa delle multinazionali alla London business school, un Master in Ingegneria finanziaria alla Sir John Cass business school ed un’Executive Master of Business Administration all’University of Chicago. Specialista in consulenza manageriale e finanziaria con quasi vent’anni di esperienza, ha lavorato in Europa ed in Asia. Attualmente è co-direttore del progetto Morenotions, tra Alghero e Marbella.
Graziano Porcu Curriculum Vitae sarà assessore al Turismo, Sviluppo economico, Attività produttive, Suape, Commercio, Sport. 46enne algherese, diplomato all’Istituto Alberghiero in Hotel management, front office management e food&beverage management, ha conseguito corsi professionali e specializzazioni in Italia e nel Regno Unito. Dopo diverse esperienze lavorative in strutture alberghiere in Sardegna, in Italia, nel Regno Unito ed ai Caraibi (Saint Vincent e Grenadine), attualmente è proprietarop della BV Accommodations.
Il candidato sindaco Roberto Ferrara terrà ad interim le deleghe al Personale, Affari generali, Polizia locale, Cittadinanza attiva, Cultura, Rapporti con la Fondazione Alghero, Catalano di Alghero

S.I.

Università e Biblioteca da rilanciare |video

ALGHERO – Una città che partecipa ambisce ad essere “Capitale della Cultura” non può permettersi di avere una biblioteca che non apre anche la sera. Non può avere una sola università con la stessa che ha da tempo necessità di essere riqualificata. Inoltre per rilanciare questo comparto sarebbe utile realizzare un evento come ad esempio un festival della letteratura connesso ovviamente ad altri segmenti artistici. Idee e proposte del buon senso e della logica avanzate in questi giorni da Andrea Columbano, candidato con Forza Italia alle elezioni comunali di questa domenica. Giustamente, secondo il giovane esponente azzurro, la situazione attuale non è congrua e idonea per poter valorizzare un settore che, invece, se non sostenuto, anch’esso, rischia di essere relegato in un angolo e non produrre, anche in termini turistici, quei feedback attesti da tempo.

Nella foto e video Andrea Columbano candidato in Forza Italia

S.I.

Bruno rinnova il bike-sharing

ALGHERO – Dall’amministrazione Bruno fanno sapere che si “rinnova il “Servizio di Bike Sharing del Comune di Alghero” attualmente operativo, inserendo nella gestione del servizio una serie di innovazioni in grado di assicurare una maggiore sostenibilità e redditività del servizio svolto.  L’ufficio gare e Contratti ha pubblicato il bando  ( reperibile sul sito istituzionale del Comune di Alghero alla sezione Centrale Unica di Committenza – avvisi pubblici in corso )  per integrare il servizio, con il rinnovo del parco mezzi tra cui alcuni mezzi  a pedalata assistita e con l’attività di Bike Sharing a flusso libero”

“L’Amministrazione punta ad un sistema di Bike Sharing di ultima generazione funzionante anche in assenza di stazioni fisse, da realizzarsi attraverso la concessione della progettazione, produzione, installazione, messa in servizio, manutenzione e gestione del sistema, affiancando la gestione con una capillare campagna promozionale”

“Il  progetto, unitamente al miglioramento della rete ciclabile urbana, mira ad incentivare gli spostamenti in bicicletta che, unitamente agli spostamenti a piedi, dovranno diventare la modalità di trasporto prevalente per la consistente quota di movimenti a breve raggio che si registrano nell’area urbana ed extraurbana di Alghero, contribuendo a migliorarne la qualità e la vivibilità. La domanda di candidatura, unitamente ai documenti di partecipazione alla manifestazione di interesse, debitamente sottoscritte digitalmente, dovranno pervenire, a pena di esclusione, agli ufci della Centrale Unica di Committenza dei Comuni di Alghero e Stintino, Via Columbano n. 44 07041 Alghero esclusivamente via PEC all’indirizzo commitenza@pec.comune.alghero.ss.it entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 18 luglio 2019″.

S.I.

Ospedali, fermare declino sanità

ALGHERO – “E’ evidente che negli ultimi anni è stato attuato un tentativo in larga parte riuscito di depotenziare la sanità di Alghero”.  – è il giudizio del candidato del centro-destra sardista, autonomista e civica Mario Conoci – Insieme al nuovo governo regionale, tuttavia, riusciremo ad arrestare il processo di dequalificazione della sanità algherese.

“Nell’ambito della riforma del sistema sanitario regionale varata dalla precedente amministrazione regionale, Alghero è stata, infatti, relegata ad un ruolo marginale anche a causa del complice silenzio del Sindaco Bruno. Aveva  promesso agli algheresi un nuovo ospedale e, invece, non è stato capace neanche “di tenere” in efficienza il vecchio. Un silenzio che ha permesso che ad Alghero venisse negato il 1° livello ed a località più piccole e vicine al capoluogo sardo di ottenerlo. E’ emblematico il caso dei locali e attrezzature pronte da tempo presso l’ospedale civile di Alghero per ospitare i nuovi reparti di Terapia intensiva cardiologica ed endoscopia, con i servizi che, invece, non decollano. Il servizio di terapia intensiva cardiologica ad oggi non è ancora partito ed il laboratorio analisi continua ad essere ospitato in locali non adeguati. 

“Mentre endoscopia, recentemente trasferita presso i nuovi locali, non può contare sul servizio di anestesia privando gli utenti della possibilità di effettuare due esami molto invasi come la gastroscopia e la colonscopia in sedazione, con liste d’attesa, peraltro, chilometriche. Solo per citare alcuni esempi. Alghero, con una popolazione estiva di circa 100 mila presenze, è da tempo oggetto di una declassificazione sulla quale il Sindaco Bruno non ha pensato di “muovere un dito”. Con la conseguenza che il nostro presidio ospedaliero rischia addirittura la stessa qualificazione di ospedale di base. Abbiamo assistito, infatti, al depauperamento di tradizionali eccellenze in grado di servire in modo efficace bacini di utenza molto ampi”.

“Fra queste si può menzionare il Punto nascita che rischia di essere chiuso e l’ospedale marino, fino a 8 anni fa una delle eccellenze della sanità sarda, oramai abbandonato a se stesso. A ciò si aggiunge la carenza di pediatri di libera scelta e la situazione  del Centro di Salute Mentale e del Serd, privati di molte delle necessarie professionalità oltre che di spazi idonei per esercitare funzioni così delicate”.

“L’elenco potrebbe continuare con i gravissimi problemi che affliggono i reparti di Medicina, Chirurgia, Otorino e Urologia. Insomma, un quadro desolante che abbiamo il dovere di cambiare e che cambieremo lavorando insieme al Governatore Solinas, al Presidente del Consiglio Regionale Michele Pais e al l’assessore alla sanità Mario Nieddu, che ha già visitato per due volte le strutture e le professionalità della nostra sanità, per restituire agli algheresi il diritto di potersi curare. Il diritto di poter ricevere un adeguata assistenza sanitaria senza doversi recare in lontane strutture ospedaliere regionali o addirittura fuori dalla Sardegna. – chiude Conoci.”.

Nella foto Mario Conoci

S.I.

Meta in panne, urge un rilancio

ALGHERO – “Con delibera n. 200/2019 dello scorso 03 giugno la Giunta Comunale di Alghero ha finalmente approvato il bilancio consuntivo della Fondazione ex META per l’esercizio 2017 (sic!).Non a caso si è utilizzato l’avverbio “finalmente” perché l’organo esecutivo guidato da Mario Bruno ha disatteso il termine – fissato al 30 aprile 2018 (più di un anno fa) – previsto proprio dal comma secondo dell’art. 14 dello Statuto della Fondazione stessa in analogia al termine previsto per gli Enti Locali dal combinato disposto degli artt. 151 comma settimo e 227 comma secondo del Testo Unico Enti Locali”. Cosi Ferdinando Manconi candidato con Forza Italia Alghero alle elezioni di questa domenica per Mario Conoci Sindaco.

“Se si fosse trattato proprio di un Ente Locale, tale intempestiva approvazione avrebbe certamente costituito indice di irregolarità nella gestione finanziaria e contabile, con effetti rilevanti in ordine alla preclusione della possibilità di ottenere compensi statali e regionali nonché di effettuazione di nuove assunzioni di personale. Ancor più specificamente si sarebbe trattato di ente in deficit strutturale”

“Appare del tutto evidente, pertanto, come la prestigiosa Fondazione META, oggi stravolta sia nel nome che nelle finalità, versi in una sgradevole condizione di pessima gestione, ridotta al mero ruolo di bancomat dell’uscente amministrazione. Una Fondazione che, negli anni dell’amministrazione Tedde, ha rappresentato un vero e proprio alleato per il turismo, la cultura e gli spettacoli ma che oggi stenta, evidentemente, anche a gestire la sua interna ordinaria amministrazione”.

“Si dovrà ripartire anche dagli uffici del Lo Quarter, attraverso un rinnovamento dell’organizzazione della Fondazione affinché possa riprendere a dar lustro alla nostra città lavorando accanto all’Amministrazione cittadina per promuovere il nostro territorio e la nostra cultura.  Confido, pertanto, che, accanto ad una “Bentornata Alghero”, ben presto si possa gioire per un’altrettanto “Bentornata META!”.

Nella foto Ferdinando Manconi

S.I.

Rally Mondiale, presentazione ad Alghero

ALGHERO – Rally Italia Sardegna è già un’edizione da record. Dal 13 al 16 giugno l’isola ospiterà la tappa italiana del World Rally Championship. L’evento organizzato dall’Automobile Club d’Italia con Aci Sport, il supporto logistico di Aci Sassari, il finanziamento della Regione Sardegna, il contributo di Comune di Alghero e Fondazione Alghero e il sostegno di numerosi partner pubblici e privati è stato presentato ufficialmente oggi nella biblioteca comunale di Alghero. La città catalana ospita per il sesto anno consecutivo il quartier generale della direzione di gara, il parco assistenza e la sala stampa internazionale. Sarà un’opportunità per Alghero, per tutto il Nord Sardegna, dove si svolgeranno le prove speciali tra panorami mozzafiato, e per tutta l’isola. A testimoniare il grande palcoscenico che rappresenta Ris2019 sono i numeri: 92 equipaggi alla partenza, 22 nazioni rappresentate, 20mila presenze tra piloti, scuderie, addetti ai lavori, giornalisti, tifosi, appassionati e curiosi, alberghi sold out, senza considerare l’indotto per bar, ristoranti, attività commerciali e attrazioni turistiche.

Non solo: in tv il campionato del mondo di rally registra un’audience nel corso dell’anno di 851milioni di telespettatori per 14mila e 459 ore, oltre ai 39milioni di utenti della web tv dedicata e i 243milioni di utenti sui social media. Il format studiato da WrcTv e offerto alle centinaia di televisioni che hanno acquisito i diritti – per l’Italia la Rai – prevede un magazine che andrà in onda diversi minuti prima e dopo le gare e alcuni highlights quotidiani. Per offrire uno spaccato di Sardegna anche agli addetti ai lavori e agli appassionati che invaderanno Alghero per una settimana, tornerà anche la “Fiera del gusto”: lungo la rambla centrale della passeggiata Garibaldi i prodotti tipici sardi incontreranno specialità e street food proveniente da tutto il mondo. E poi concerti, eventi e intrattenimento tutte le sere dal palco dove domenica si terrà la premiazione col consueto tuffo nelle acque del porto di Alghero. 

«La città ha fortemente voluto e vuole mantenere questo evento, perché lo considera centrale per la programmazione di grandi eventi che portano la Sardegna e Alghero nel mondo», commenta il sindaco Mario Bruno. Per Marco Rogano, direttore generale di Aci Sport, «non c’è altra parte d’Italia in cui si possono fare le cose che si possono fare qua, e questo garantisce una prova di grande spettacolarità». Come ha ricordato Giulio Pes, presidente di Aci Sassari, «si va dall’interno alla costa, sui migliori sterrati d’Italia e tra i migliori al mondo». Michele Pais, presidente del consiglio regionale, ha ribadito la «vicinanza assoluta del governo isolano a un evento che mette in mostra l’eccellenza sarda, sotto ogni punto di vista». Secondo Gabriella Esposito, assessora comunale del Turismo, «un’organizzazione collaudata, esempio di ottima collaborazione tra pubblico e privato, trasforma un evento in un prodotto turistico che aiuta a far crescere la Destinazione Alghero».

Nella foto la presentazione ad Alghero

S.I.

L’asfalto non nasconde 5 anni di nulla

ALGHERO – “Oggi sono stato raggiunto da questa foto, inviatami da alcuni nostri risentiti concittadini dell’agro. Mancano una manciata di giorni al voto e questa amministrazione, caratterizzatasi per essersi dimostrata ampiamente inconcludente, asfalta sparute porzioni di strade in quel di Guardia Grande”. Cosi Ferdinando Manconi, candidato con Forza Italia alle Comunali di domenica per Mario Conoci sindaco, commenta i lavori per bitumare alcune strade dell’agro proprio a pochi giorni dal voto.

“Un intervento che assume un neppure troppo vago sentore di marchetta elettorale ma che, ne son sicuro, sortirà l’effetto opposto nella testa e nei cuori di chi l’agro lo vive, lo lavora, lo ama, oggi pesantemente offesi da coloro che, sbagliando, pensano forse di acquisire un consenso elettorale che non meritano”.

“Purtroppo per voi non basterà poco catrame per cancellare 5 anni di vergogna targata Bruno e sinistra. Se prima vi reputavamo “semplicemente” dei pessimi amministratori, oggi, probabilmente, dovremo dare maggior valenza ed estensione alla parola “pessimi”. Ancora più chiaro e diretto l’ex-sindaco Marco Tedde: “oggi lavori in corso a Guardia Grande. Sapore rancido di “marchette elettorali”. Ma i cittadini delle Borgate non si fanno prendere in giro”.

Nella foto i lavori di questi giorni a Guardia Grande

S.I.