Turismo, Sardegba “Un mondo straordinario” |video

CAGLIARI – “Sono immagini che trasmettono forti emozioni, adatte a promuovere l’immagine della Sardegna nel mondo. Un prodotto eccezionale, tutto sardo, che mette al centro, come nel programma della Giunta regionale, l’identità profonda della nostra terra”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione, Alessandra Zedda, che in rappresentanza del presidente Solinas ha presenziato, insieme all’assessore del Turismo, Gianni Chessa, alla presentazione, nella sala conferenze di “Sa Manifattura” a Cagliari, del video “Sardegna, un mondo straordinario”, realizzato nell’ambito della ‘Strategia promozionale 2023’.

La strategia promozionale dello spot, che ha come testimonial l’attrice Caterina Murino e partirà entro l’anno, prevede la diffusione su televisioni internazionali (Cnn e Bbc international), su altre emittenti europee (Francia, Germania e Regno Unito), nei canali principali italiani e su alcune testate on line, cinque nazionali e dieci estere (almeno tre negli Stati Uniti). Con un’azione di social media marketing nei canali della Regione si prevedono almeno 5 milioni di impression. Infine, sono programmati annunci nelle pagine del “New York Times” e pannelli digitali a Berlino, Londra, New York e Parigi.

“Puntiamo all’affermazione del ‘marchio Sardegna’ e grazie alle nostre qualità identitarie possiamo consolidarci nel mercato internazionale del turismo. La strategia che punta alla promozione di cultura, bellezze naturali, tradizioni ed enogastronomia è certamente quella giusta”, ha aggiunto l’assessore Zedda.

Uno spot di promozione turistica che punta a confermare la Sardegna tra le mete turistiche maggiormente apprezzate – ha aggiunto l’assessore Chessa – Soprattutto, tende a valorizzare le numerose opportunità per attirare flussi turistici nei mesi di spalla. Lo spot andrà in giro per il mondo, in particolare verrà pubblicizzato negli Stati Uniti attraverso diversi media. Un mercato importante (nell’Isola arriva almeno il 18% dei turisti americani presenti in Italia) con buone possibilità di crescita e che è uno dei prossimi obiettivi della programmazione regionale. Stiamo mantenendo fede agli impegni programmatici e non ci siamo fermati neanche durante la pandemia, tanto da determinare una crescita del Pil derivato dal turismo, grazie anche ad una ricca serie di grandi eventi sportivi. Una grande opportunità per andare oltre il mare, dopo anni nei quali la Sardegna si è adagiata troppo sul flusso turistico estivo che non conosce crisi. Ora puntiamo fortemente sulla destagionalizzazione e anche questo video contribuirà a presentare un’immagine invitante dell’Isola, puntando decisamente su storia, archeologia e tradizioni”. (fm)

 

Il video

https://youtu.be/cZEbF0z7Si4 (versione da 90)

https://youtu.be/TMJet7LYC6o (versione da 30)

Turismo, stagione estiva da pienone negli hotel: Alghero +1% rispetto al 2019

ALGHERO – Trascorso agosto, mese principe dell’alta stagione turistica, è davvero tempo di bilanci per le strutture ricettive iscritte alla Federalberghi-Confcommercio della provincia di Sassari, circa il 90% delle strutture alberghiere operanti nel nord ovest Sardegna.

Attraverso l’impegno del Centro Studi Confcommercio di Via Pascoli a Sassari, sono stati campionati per il mese di agosto 4.568 posti letto giornalieri per un totale di 141.608.  Dall’analisi emerge che gli arrivi nazionali sono stati 13.473 mentre gli arrivi d’oltralpe sono stati 18.836, diversamente le presenze sono state rispettivamente 51.086 e 62.496.  Il fattore di riempimento delle camere è arrivato al considerevole indicatore di 87,16% (nell’agosto del 2019 si era fermato a 79,91%).  Differenziando la Provincia in sottoaree, Alghero ha fatto registrare un fattore di riempimento camere del 90,59%, ritoccando al rialzo già l’ottimo risultato dello stesso mese dell’anno 2019 (89,78%). Sorprende e soddisfa l’ottima performance del Golfo Dell’Asinara che passa dal 70,45% di riempimento camere dell’agosto 2019 all’ 80,57% dell’agosto appena trascorso.

“Dai dati inviati dalle strutture ricettive che hanno accettato di partecipare alla rilevazione – spiega il Presidente Federalberghi-Confcommercio per la Provincia di Sassari Stefano Visconti –  si evince ciò che già si intuiva durante il corso del mese di agosto, ossia un indice di riempimento camere da tutto esaurito, visto che l’occupazione del 100% è evidentemente un dato irraggiungibile viste le dinamiche stesse dell’operare in Hotel.

Un dato inaspettato se portiamo la memoria indietro al mese di marzo, dove le prenotazioni arrivavano col contagocce e le strutture ricettive erano ancora sotto occupate.  Ciò si spiega oggi col fatto che la finestra di prenotazione (il lasso temporale che intercorre tra il momento in cui si effettua la prenotazione e l’inizio del soggiorno) si è drasticamente accorciata rispetto al consueto, passando da 80-90 giorni a 20-30 giorni.

Su questo fattore ha influito senza dubbio la recrudescenza estiva del Covid, che ha caratterizzato i mesi di luglio e agosto in particolare, determinando cancellazioni nell’ operativo voli delle compagnie aeree e incertezza in coloro i quali programmavano uno spostamento”.

La mole di turisti che si è mossa prevalentemente sotto data ha creato qualche difficoltà di gestione del servizio alberghiero, proprio per il fatto che non è stata prevista.

“La maggior parte degli operatori avevano previsto una stagione intermedia tra il 2021 e il 2019 e conseguentemente avevano impostato una campagna assunzioni sulla stima di presenze sensibilmente inferiori a quelle effettive – prosegue Visconti – e ciò ha creato difficoltà nell’erogazione di un buon servizio in continuità.

In corsa, non si è riusciti a trovare manodopera adeguatamente formata e quindi i reparti sono rimasti sotto organico.”

Ora un occhio va al mese di settembre e a quello di ottobre. “Le premesse per fare bene ci sono – conclude il presidente Visconti – visto che la domanda per quei mesi è ancora vivace. Cambia il tipo di turismo, con i nostri connazionali che si spostano meno e con gli ospiti d’oltralpe che viceversa riprendono nei loro spostamenti, privilegiando la nostra destinazione per una breve vacanza.” 

I Consiglieri comunali del gruppo di FdI Alghero rispondono al PD

ALGHERO – “Il consigliere Pirisi farebbe bene a prestare più attenzione alle Commissioni cui partecipa e evitare mistificazioni.  L’elaborazione del regolamento per l’applicazione dell’imposta di soggiorno è di competenza degli uffici Trbuti e Sviluppo economico, mentre le commissioni coinvolte nell’approvazione sono quella Regolamenti e Finanziario.
L’amministrazione, nelle persone del Sindaco e dell’Assessore Cocco, hanno già incontrato i rappresentanti del comparto turistico-ricettivo in diverse occasioni proprio per parlare di Imposta di Soggiorno.
Ciò che ho proposto ieri è che i portatori di interesse vengano invitati pure in commissione, assumendomi il compito di invitarli ai lavori della III Commissione, contestualmente al voto del regolamento. Gli assessori Cocco e Caria e l’intera maggioranza ha accolto la proposta positivamente. La condivisione e il confronto sono un impegno di questa maggioranza, una pratica evidentemente sconosciuta al PD.
L’Assessore Cocco ha il pieno sostegno del gruppo e del partito di Fratelli d’Italia, anche visto l’ottimo lavoro svolto in un anno record per la programmazione turistica. Il consigliere Pirisi vede divisioni ovunque, abituato alle divisioni del PD”.

America’s Cup 2024, a Cagliari in progetto una gara preparatoria con tutti i team

CAGLIARI – “Prosegue il progetto della Regione che vuole investire sui grandi eventi sportivi per promuovere la Sardegna in tutto il mondo. Abbiamo discusso con gli organizzatori della possibilità di ospitare a Cagliari, nel mese di ottobre 2023, una gara nell’ambito dell’attività di preparazione all’America’s Cup 2024, che avrebbe come protagonisti i cinque team velici internazionali che puntano alla conquista del più famoso e importante trofeo della vela mondiale”. Lo ha detto l’assessore regionale del Turismo, Gianni Chessa, al termine dell’incontro coi rappresentanti del Team New Zealand, il chief executive Grant Dalton e il team principal Matteo De Nora, accompagnati da Max Sirena di Luna Rossa.

“Cagliari ospiterebbe gli equipaggi, gli staff e gli appassionati almeno per le quattro giornate di gara, ma i team solitamente precedono l’evento agonistico con almeno dieci giorni di allenamento sul campo di regata, con un intuibile impatto economico sul territorio – ha aggiunto l’assessore Chessa – Stiamo ipotizzando anche un contorno di eventi nautici e velici che anticiperebbero l’evento di eccezionale livello sportivo, il primo e l’unico lontano da Barcellona, sede ufficiale dell’edizione 2024 della Coppa America. Sarebbe un evento di grande visibilità per la Sardegna, anche grazie alla copertura mediatica internazionale, non solo delle testate specializzate, soprattutto televisive. Un importante investimento promozionale della Regione per un evento autunnale di livello internazionale con l’obiettivo della destagionalizzazione dei flussi turistici e dell’allungamento della stagione”.

“Sarebbe anche un’ulteriore tappa nella trasformazione della Sardegna nel polo velico nel Mediterraneo, affiancando il progetto con altre iniziative, come la riedizione della Fiera Nautica a Olbia. La Regione crede fortemente nel turismo sportivo come strumento fondamentale per la promozione della Sardegna”, ha concluso l’esponente della Giunta Solinas. (fm)

Alghero promuove le su meraviglie su Rai 2 con due servizi in Tg2 Week End

ALGHERO – Alghero con le sue bellezze e le eterne meraviglie naturali  si promuove su Rai 2 grazie alla realizzazione di due servizi televisivi che andranno in onda sabato 20 e sabato 27 agosto, all’interno della rubrica Tg2 Week End, il format delle 13,30 in coda al tg, dedicato al tempo libero. Due servizi di grande efficacia promozionale, in una fascia oraria e in un segmento di ascolti alto, realizzati in città  negli scorsi giorni da Vincenzo Frenda, giornalista del Tg2, volto noto della cronaca  per via della recente sua presenza nei  teatri di  guerra in Ucraina. Ad Alghero, dove da tempo sceglie di trascorrervi le vacanze, Vincenzo Frenda giorni fa è stato ricevuto a Porta Terra dal Sindaco Mario Conoci. L’inviato  del Tg2  ha  realizzato due servizi dedicati alle bellezze naturali della Riviera del Corallo, dalla Grotta di Nettuno, alla costa, alla città vecchia e la sua peculiarità linguistica,  e un servizio dedicato interamente al corallo. Intanto, questa sera, nel Tg2 delle 20,30, salvo cambi dell’ultimo minuto, è prevista la messa in onda di un estratto del servizio realizzato sul corallo.

Turismo in Sardegna, a luglio oltre 1,3milioni di arrivi

CAGLIARI –I dati sugli arrivi nell’Isola nel mese di luglio confermano il trend positivo registrato nel mese precedente. Oltre 1,3milioni i passeggeri sbarcati nei porti e negli aeroporti della Sardegna, in crescita rispetto al 2021 e in aumento anche rispetto al 2019, con un dato superiore del 6,5% rispetto al periodo pre-pandemia che segna così un importante recupero. Sono numeri che confermano la forte attrattività della nostra regione e la dinamicità del comparto turistico che resta competitivo nonostante le incertezze sul panorama internazionale. Lo dichiara il Presidente della Regione, Christian Solinas, che esprime soddisfazione per l’andamento generale della stagione turistica.

Nel mese di luglio gli scali navali, secondo i dati forniti dall’Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna, registrano complessivamente oltre 607mila arrivi con un incremento del 14% rispetto al 2021 e del 6,92% rispetto al 2019, un dato che si attesta complessivamente come il  migliore della stagione. Tra i numeri più significativi troviamo quello registrato dal porto di Olbia e Porto Torres, rispettivamente con oltre 370mila e 143mila passeggeri sbarcati.

Bene anche gli arrivi negli aeroporti: 763 mila sbarchi complessivamente sui tre scali dell’Isola. Cagliari-Elmas  con oltre 302mila passeggeri si riporta sui livelli registrati a luglio 2019. Alghero, con oltre 113.343 passeggeri sbarcati nel mese che si è appena concluso, segna un netto incremento rispetto al 2021 (+32%) e una crescita anche rispetto al 2019 (+7,36). Lo stesso per Olbia, con 347.351 arrivi a luglio (+26,3% rispetto al 2021 e +12,24 sul 2019). Olbia con 665mila passeggeri, nel mese di luglio, complessivamente tra arrivi e partenze segna il suo record storico.

Segnali molto positivi, commenta il Presidente Solinas. La situazione internazionale, segnata dagli scioperi del traffico aereo nelle ultime settimane e dai rincari, non ha scoraggiato i turisti, che continuano a scegliere la Sardegna come meta delle proprie vacanze. Continueremo promuovere ovunque la nostra Isola, investendo sulle sue bellezze naturalistiche, le sue eccellenze e la sua cultura, che costituiscono un qualcosa di unico e un valore in grado di attrarre ed essere un volano per l’economia di tutta la regione.

Le aspettative sono ottime anche per il mese di agosto, secondo l’assessore al Turismo Gianni Chessa, ma al momento, dice, possiamo già affermare che questa prima parte dell’estate sia stata sicuramente un successo per tutta l’Isola, come era nelle previsioni.

“Contro Porticciolo, accanimento decennale ingiustificato”

ALGHERO – “Con rammarico mi trovo a dover intervenire, in piena stagione, sul caso dello stabilimento balneare della Spiaggia di Porticciolo, gestito dalla Porticciolo Srl. Avrei preferito leggere un articolo che sottolineasse come da decenni la Porticciolo srl pulisce la spiaggia e si occupa del ritiro dei rifiuti, garantendo l’utilizzo dei servizi igienici a tutti i bagnanti della baia gratuitamente. Avrei preferito che fosse stato sottolineato che tale stabilimento è l’unico tra porto conte e porto ferro, facendo inoltre parte della rete di salvamento. Per chi non lo dovesse ricordare, lo scorso anno sono stati effettuati 8 soccorsi a mare di cui uno con elisoccorso. Avrei preferito che qualcuno ricordasse che senza lo stabilimento e l’attività di guardiania della Porticciolo srl, la spiaggia sarebbe terra di nessuno, sporca e lasciata allo stato brado” Così il presidente del Consorzio Turistico Riviera del corallo Marco Montalto interviene sul Caso Porticciolo.

“Un accanimento decennale a nostro avviso ingiustificato “. Ripercorrendo a ritroso questi anni, risulta che il TAR nel 2016 abbia riconosciuto la legittimità dell’installazione e che lo stabilimento balneare sia autorizzato dal 2010 e montato dal 2011 per un breve periodo, da luglio ad ottobre, venendo interamente smontato a fine concessione. Lo stabilimento viene montato su una palafitta preservando così l’ambiente sottostante dal calpestio continuo e selvaggio dei clienti ed i camminamenti sono stati realizzati dalla Porticciolo S.r.l. così come l’illuminazione con lampade fotovoltaiche.

“Mi pare scontato affermare che la Porticciolo Srl non ha alcun interesse a distruggere un habitat che preserva da oltre 43 anni, apprezzato dai nostri concittadini e dai visitatori della nostra destinazione; credo sia ora che su questa vicenda si applichi semplicemente un po’ di benevola neutralità e che si ragioni con la mentalità di chi vede turismo e ambiente supportarsi vicendevolmente creando un equilibrio dove uno riceve benefici dall’altro ”conclude Marco Montalto.

Alghero Music Spotlight, oltre 500 iscritti: Cocco “chiama” gli artisti locali |video

ALGHERO – Sono circa 500 gli artisti emergenti (band e solisti) che si sono iscritti al contest dell’Alghero Music Spotlight, l’atteso evento in calendario dal 9 all’11 settembre all’Anfiteatro Ivan Graziani di Maria Pia. Un vero e proprio happening musicale che inizierà al tramonto ed accompagnerà per tre giorni il pubblico presente fin nella notte algherese che vedrà protagonisti FULMINACCIGAIA e MR.RAIN (9 settembre),  ARIETEVENERUS e ANGELINA MANGO (10 settembre), LA RAPPRESENTANTE DI LISTADITONELLAPIAGA e CAFFELLATTE (11 settembre). Ognuna delle tre serate di concerti sarà aperta proprio dall’esibizione di un artista emergente selezionato tramite il contest, al quale è possibile iscriversi gratuitamente fino al prossimo 31 luglio attraverso il seguente link: algheromusicspotlight.icompany.it. Per questo, visto l’imminente deadline, è importante che sempre più artisti emergenti locali si attivino per definire l’adesione e avere la possibilità di calcare il prestigioso palcoscenico dell’Alghero Music Spotlight. In tale senso sono le parole dell’assessore alla cultura del Comune di Alghero, Alessandro Cocco, che ha voluto fare un appello rivolto proprio alle realtà locali e regionali affinchè partecipino al contest.

Panorama Turismo, Alghero nella top ten in Italia: grande risultato

Il verdetto di Panorama turismo – Mare Italia dell’Osservatorio Jfc delle destinazioni balneari  in questa edizione dell’analisi premia Alghero con il decimo posto tra 116 luoghi di villeggiatura d’Italia nella classifica stilata prendendo in esame diversi trend, tra cui figurano gli aspetti “Green”, “rilassante”, “family”, “giovanili”, “trendy”, gli eventi di intrattenimento ed animazione. Tra le destinazioni italiane, inoltre, quella considerata la più green è Alghero, seguita da Sabaudia ed Eraclea. Ottavo posto tra le venti città più “giovanili”.

Alghero, 18 luglio 2022 – Un inizio di stagione di grande slancio segnato dal successo degli eventi che hanno fatto da vetrina promozionale unica per Alghero, dallo show delle frecce tricolori, al nuoto internazionale al mondiale Rally, ha preceduto una stagione estiva che si presenta di segno decisamente positivo rispetto alle precedenti. Sostenuta dal riavvio dei collegamenti low cost, che ha fatto registrare nell’aeroporto di Alghero, nei primi giorni giugno,  un aumento dei passeggeri che ha toccato quota  + 26,6% rispetto al dato  pre pandemia del 2019, l’estate della Riviera del Corallo coglie ulteriori traguardi a livello nazionale. Alghero si attesta tra le migliori destinazioni balneari d’Italia, posizionandosi al 10° posto nel ranking  top 20  delle destinazioni turistiche dello stivale. Lo studio effettuato dall’Osservatorio Italiano JFC delle destinazioni balneari “Panorama Turismo – Mare Italia”, pubblicato nei giorni scorsi nella pagina ViaggiArt di Ansa, prende in esame le migliori  116 località turistiche italiane e, tra quelle sarde, Alghero, Arzachena, Villasimius, Pula, Baja Sardinia, Porto Cervo, Porto Rotondo, San Teodoro, Cabras, Santa Teresa di Gallura, Tortolì, Orosei, Budoni, Stintino. Prima delle città sarde in classifica, Alghero è preceduta da centri quali Rimini, Capri, Gallipoli, e precede Viareggio, Cesenatico, Porto Cervo Villasimius. “Alghero mantiene alto il proprio ruolo di capitale delle vacanze in Sardegna e compie passi importanti nell’imporsi anche a livello nazionale con politiche attente di promozione e con scelte mirate in ambito ambientale” sottolinea il Sindaco Mario Conoci.  L’analisi svolta dal centro ricerca specializzato in Italia sugli studi di posizionamento delle destinazioni e analisi, valutazioni e sondaggi sui mercati, verifiche sulla qualità ospitale delle strutture ricettive, riguarda diverse sezioni. E tra le destinazioni balneari italiane, quella considerata la più “Green” è Alghero, seguita da Sabaudia ed Eraclea. La classifica in cui primeggia la città prende in esame i luoghi dove  vi è una accentuata sensibilità ambientale  nel panorama dei luoghi di villeggiatura.  L’Osservatorio nazionale ha visionato  diversi trend, tra cui, oltre al Green, figurano gli aspetti “rilassante”, “family”, “giovanili”, “trendy”, gli eventi di intrattenimento ed animazione. “L’analisi, svolta dal centro ricerca specializzato sugli studi di posizionamento delle destinazioni turistiche e nelle analisi di benchmarking, ha prodotto un risultato secondo cui, per i visitatori,  Alghero è la città più green, ma è anche l’ottava destinazione più giovanile. Un posizionamento che premia le scelte fatte dall’Amministrazione sulla programmazione di eventi, fondamentali per parlare a nuovi target e nuovi turisti, con uno sguardo al futuro”, commenta l’Assessore al Turismo e Cultura Alessandro Cocco.

Un insieme di caratteristiche che formano i giudizi generali, basati in particolare nella correlazione degli orientamenti analizzati con tema della sostenibilità, dove la destinazione sostenibile, green, in grado di porre attenzione ad un corretto sfruttamento del “bene ambiente”, non può limitarsi ad una semplice dichiarazione, quanto invece, deve essere in grado di far percepire agli ospiti una policy turistica che manifesti palesemente tali scelte.

Turismo, giugno da record in Sardegna: stagione del rilancio

CAGLIARI – “Dopo un lungo periodo di restrizioni, si avverte un forte bisogno di ritorno alla normalità e per questa stagione estiva ci aspettiamo numeri altamente positivi, verosimilmente addirittura superiori a quelli record registrati nel 2019. Un risultato che potrà contribuire decisamente alla ripresa dell’intero settore, con un’inevitabile ricaduta sui nostri livelli occupazionali”. Così il Presidente della Regione, Christian Solinas, ha commentato i primi dati degli arrivi negli scali portuali e aeroportuali nel mese di giugno.

Dal 1 al 10 giugno, nei porti sardi si sono registrati 103.225 arrivi (Olbia 68.153; Porto Torres 20.642; Golfo Aranci 11.791; Cagliari 2.639), con un incremento del 111,06% rispetto allo stesso periodo del 2021, che fu un anno di lenta ripresa del turismo dopo un disastroso 2020, a causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria. Un dato in crescita (+10,99%) anche rispetto al 2019, anno che registrò numeri record per la Sardegna. Nello stesso periodo, nei tre aeroporti isolani sono arrivati 180.769 passeggeri, tra voli di linea e non (Cagliari 82.582; Olbia 69.614; Alghero 28.573), con un incremento di oltre il 150% rispetto al 2021, ma superiore (circa il 5%) anche al 2019.

“Secondo l’Enit, l’Italia è al primo posto come destinazione europea preferita per questa estate e la Sardegna potrà conquistare una buona fetta di questo gradimento – ha aggiunto il presidente Solinas – Non solo si potranno consolidare i segnali confortanti che arrivano dal turismo interno, ma ci sarà anche una consistente ripresa del mercato estero, che si era indebolito, a causa dell’epidemia, nelle due estati precedenti. Si tratta di positive e confortanti indicazioni, che fanno ben sperare per un 2022 ricco di soddisfazioni. D’estate la Sardegna fa il pieno grazie alle sue bellezze ambientali e paesaggistiche, ma, forte di un ricco patrimonio di tradizioni, cultura e storia, l’Isola si può confermare tra le destinazioni turistiche più amate anche negli altri mesi dell’anno. La Giunta regionale sta realizzando investimenti per costruire una Sardegna sempre più competitiva in qualsiasi stagione, pronta a soddisfare una domanda sempre più variegata di turismo”.

“Dopo i primi segnali positivi, registrati per Pasqua, questi dati di giugno fanno immaginare un’estate record, tanto da mettere in archivio definitivamente i momenti difficili vissuti nei due anni trascorsi con l’incubo del virus, soprattutto il 2020 – ha sottolineato l’assessore regionale del Turismo, Gianni Chessa – Numeri che inducono all’ottimismo, nonostante dopo l’emergenza sanitaria abbiamo dovuto subire anche la grave situazione internazionale, che ha rischiato di condizionare pesantemente il mercato del turismo nell’Isola, soprattutto quello proveniente dall’estero. Questo sarà l’anno del rilancio e l’Isola è pronta per recitare un ruolo da protagonista con un’offerta e una programmazione di qualità”.

“La Sardegna sta consolidando un proficuo sistema di collegamenti e può contare su 197 destinazioni (123 internazionali e 74 nazionali), da sommare a quelle del trasporto marittimo. L’impegno della Giunta regionale nell’attività promozionale è costante, non solo con la partecipazione alle migliori fiere internazionali di settore (Madrid, Parigi, Tel Aviv, Francoforte e ovviamente Bit di Milano) che hanno contribuito alla visibilità internazionale della Sardegna, ma anche con un ricco calendario di eventi sportivi di livello mondiale, che, oltre alle migliaia di presenze tra atleti e accompagnatori, hanno catturato l’attenzione dei media internazionali. Per completare l’offerta, stiamo puntando anche su appuntamenti culturali e identitari, sul turismo religioso, gastronomico, esperienziale e congressuale. Il sogno di un’Isola che vive tutto l’anno di turismo si può avverare perché la Sardegna è in grado di offrire unicità e qualità”, ha concluso l’assessore Chessa.